Sei sulla pagina 1di 15

CLASSIFICAZIONE

DEI PUNTI DI
CUCITURA
I Punti sono stati suddivisi in sei classi: 100-200-300-400-500-
600.
La classe 300 raggruppa i punti di
La classe 200 raggruppa una serie cucitura manuale con una
La classe 100 identifica il tipo di di punti di formazione manuale, formazione doppia annodata. Il
punto a catenella o per imbastire. poco usati nelle industrie di punto 301 è uno dei più utilizzati
confezione. di questa classe ed il punto 304 è
lo zig-zag.

La classe 400 raggruppa i tipi di La classe 500 raggruppa i tipi di


punto a catenella doppia o punto per cucire a sopraggitto a 1-
bloccata, il tipo più usato è il 401, 2-3-4 fili. Infine, la classe 600 raggruppa i
formato da due fili ed ha la tipi di cucitura piatta.
caratteristica di non disfarsi. Il 404 Nella sorgettura dei pantaloni sono
è uno zig-zag. usati il 502-503.
STRUTTURA DEI PUNTI DI
CUCITURA PIU’ UTILIZZATI
 Punto 101: è formato da un filo singolo, il suo pregio consiste nella facile
sfilatura e per questo viene usato per imbastire e per attaccare le etichette.
 Punto 301: il punto “trapunto” 301, viene chiamato punto semplice o navetta,
viene usato per cuciture su cuoio e tessuti pesanti con cucirini cerati. Esistono
molte variazioni del punto “trapunto” come il 302-303-304-305; queste
variazioni sono usate in particolare per impunture di guarnizioni o di cuciture su
tessuti leggeri e per applicazioni di bordi.
 Punto 400: il più usato è 401 (è formato da due fili: quello superiore dell’ago e
quello inferiore del crochet, filo di sicurezza o di bloccaggio); è caratterizzato
dal fatto che ogni punto è bloccato due volte nella cucitura, non si disfa, essendo
un punto resistente esso viene usato per le principali operazioni di cucitura che
richiedono la massima robustezza, elasticità e sicurezza. Il punto 402, viene
usato per tessuti di grande elasticità. I punti 401-402-403, vengono usati per
cuciture ornamentali. I punti 404 e 405 vengono chiamati punti zig-zag. Il tipo
404 viene impiegato per eseguire delle cuciture su calzature pesanti, stivali,
cuoio. Il 405 viene usato solo per scopi ornamentali. Il 406 serve per produrre
l’operazione di cucitura e copertura, si usa per ricoprire i bordi dei tessuti a
maglia su cui sono state in precedenza eseguite le cuciture con il punto 401
oppure con due punti sopraggitto della classe 500.
 Punto 500: La terminologia varia secondo gli usi ai quali i punti sono
destinati:
 Sopraggitto semplice: operazione eseguita su un solo strato di
materiale il cui finissaggio ha scopi protettivi e decorativi.
 Sopraggitto multiplo: operazione eseguita quando due o più strati di
materiale vengono riuniti.
 Surfilatura: punto usato per confezione maschili, pantaloni.
 Sopraggitto a due fili: viene usato per il cotone e per i sacchi di juta.
Questi tipi di punti sono molto utili e sono usati su tutti i tessuti per la
cucitura e la finitura dei bordi, essi sono formati da un solo filo e
perciò si possono disfare facilmente e sono usati specialmente per
unire pelli nella confezione della pellicceria.
 Punto 600: Sono punti di cucitura piatta che assicurano l’elasticità
necessaria nella confezione di tessuti a maglia, sono molto utilizzati
nella maglieria intima. I punti 601-603 sono usati per l’attaccatura dei
pizzi e merletti.
CLASSIFICAZIONE DELLE CUCITURE

La cucitura, intesa come unione di parti di tessuto, può avere 3


diverse funzioni.

Imbastitura: cucitura che serve ad unire due strati di tessuto in


maniera temporanea;

Cucitura: unione definitiva di due o più strati di tessuto;

Impuntura: cucitura a uso ornamentale.


CLASSE DI
CUCITURA
La classe di cucitura è stata
raggruppata in quattro distinte
classi contrassegnate da lettere:
 SS (Superimposed Seam): cuciture
fatte con strati sovrapposti;
 LS (Lapped Seam): cuciture ai lati
sovrapposti;
 BS (Bound Seam): cuciture
bordate;
 FS (Flat Seam): cuciture testa a
testa- cuciture piatte.
CLASSE DI
IMPUNTURA
A queste quattro classi di cuciture
fanno seguito ulteriori classi di
impuntura:
 EF: impuntura a lato ripiegato;
 OS: impuntura ornamentale.
Le cuciture si possono così classificare:
 Cucitura semplice: consiste nell’unione di
due parti di tessuto imbastite.
 Cucitura piatta con impunture laterali: è
molto usata per indumenti sportivi, servono
come guarnizione e vengono realizzate con
filo più grosso, colorato o in tinta.
 Cucitura all’inglese: è usata per camicette
o biancheria da notte o per tessuti leggeri.
 Cucitura a ribattitura sollevata: eseguita
la normale cucitura, si rifila il margine e lo
si ricopre ribattendo a mano la parte opposta
ripiegata sopra.
 Cucitura ribattuta piatta o all’americana:
tipo di cucitura che si effettua nei jeans o
nell’abbigliamento sportivo.
GLI ORLI

 L'orlo è il margine estremo inferiore di un abito o di un


pantalone. La profondità dell'orlo varia generalmente dal 4 al 7,5
cm ma nell'abbigliamento per bambini si può lasciare anche un
orlo di 10 cm. Nel caso di tessuti sottili, l'orlo viene effettuato
con doppia orlatura. Il metodo del mantenimento in posizione
dell'orlo varia a seconda del tessuto e del modello e bisogna
scegliere la rifinitura più adatta. L'orlo nelle gonne, negli abiti e
soprabiti viene misurato a partire da terra servendosi di un
marcatore o di un metro per orli, tenuto in posizione verticale.
ORLO RIPIEGATO

 Si tratta di un orlo ripiegato due


volte e rifinito con un punto
nascosto dopo essere stato
imbastito. Si esegue su tessuti
leggeri di lana cotone e seta.
ORLO
FRASTAGLIATO
 Viene eseguito su tessuti di
panno che non si sfilano. Si
frastaglia l'orlo con forbici
apposite oppure si fanno dei
piccoli tagli obliqui con le forbici
e si ribatte con punto nascosto
sotto la linea frastagliata.
ORLO BORDATO O
PROFILATO
 Si esegue applicando un nastro,
una spighetta, una striscia sbieca
e appoggiando il dritto di questi
lembi sul dritto del tessuto.
ORLO RIFINITO CON PASSATURA O
BORDATURA
 Si ottiene ripiegando l'orlo e si imbastisce lungo la
piegatura, si applica poi un nastro di bordura in seta o
cotone, a seconda del tipo di tessuto, e lo si imbastisce
appoggiandolo all'orlo e si unisce quest'ultimo con una
cucitura.
ORLO FINTO
 Si applica al fondo di un
indumento quando manca il
tessuto necessario per eseguire un
orlo normale. Può essere riportato
con lista sbieca o dritta alta 4/5
cm, usando una fodera leggera
dello stesso colore del tessuto.
ORLO ROULE’ O GIRATO
 Viene eseguito con tessuti
leggerissimi (chiffon, batista
voile, organdis) e si esegue
rotolando il margine tra il pollice
e l'indice della mano sinistra,
fissando il rotolino con un
sottopunto.

Potrebbero piacerti anche