Sei sulla pagina 1di 16

Il verbo con i suffissi oggetto

Lambdin 52-53
Un oggetto diretto pronominale può essere
aggiunto direttamente al verbo come suffisso
piuttosto che all’indicatore dell’oggetto diretto
‫( אֶת‬ad es. ‫ א ֹתִ י‬ecc.):
‫א֫יתִי א ֹת ֹו‬
ִ ָ‫= ר‬ ּ ‫֫תִ֫יהו‬
ִ ‫ רְ אִי‬Io lo vidi.

ּ ‫ת‬
‫ה‬ ָ ֹ ‫= הָרַ ג א‬ Hg'r'h] Egli la uccise.
A. Suffissi con i temi postconsonantici, accentati
1 s. -ánî ‫ שְׁמ ַָר֫נ ִי‬egli mi osservò
ynI¤;ñ
2 m. s. -(ə)ḵā ָ ְ‫מ ֽר‬
‫ך‬ ָ ְׁ‫ש‬
^¤.
2 f. s. -ēḵ ְ ֵ‫שְׁמָר‬
‫ך‬
%¤e
3 m. s. ́ û ֹ ‫שְׁמָרָ ֫הו ּ שְׁמָרו‬
-ô o -āh
Wh¤'ñ /

A
3 f. s. -āh ּ ָ‫שְׁמָר‬
‫ה‬
H¤'
1 pl. ́ û
-ān ּ ‫שְׁמָרָ ֫נו‬
Wn¤'ñ
3 m. -ām ‫ש ְׁמ ָרָ ם‬
pl. ~¤'
3 f. pl. -ān ‫ש ְׁמ ָרָ ן‬
!¤'
I suffissi oggetto con il perfetto:
3a persona maschile singolare
• Nei verbi Qal, poiché i suffissi sono accentati, la
vocale propretonica del tema verbale è ridotta in ə
‫ ה ַָרג‬- Hg'r'h]
• Nei verbi Piel con suffissi ― poiché la sillaba
propretonica è chiusa o immutabile ― è la vocale
pretonica a subire la riduzione: ‫( ִּב ְּק ׁ֫שַ נִי‬biq-qü-šaº-
nî) egli mi cercò.
• Nei verbi Piel si ha il cambia­mento di ē (‫ ) ִּבּקֵׁש‬in e
davanti al suffisso della 2a m. sing.: ‫( ִּבּקֶׁשְָך‬biq-qeš-
kä) egli ti cercò.
• Nei verbi Hi non appare nessuna riduzione
nella radice

• I verbi da radici III-Hē, indipendentemente dal


tipo di coniugazione (Qal, Pi, Hi), hanno una
forma abbreviata davanti al suffisso:
‫ → ִע ַּ֫ננִי‬-‫ִעּנָה → עִּנ‬ ‫ → ָּב ַ֫ננִי‬-‫ָּבנָה → ּבָנ‬

• Nella sillaba ridotta di verbi come ‫ ֵהׁשִיב‬si


trovano variazioni tra ĕ e ă; di conseguenza si
può trovare sia ‫ ֲהׁשִי ַ֫בנִי‬che ‫ֱהׁשִי ַ֫בנִי‬
I suffissi oggetto con il perfetto:
2a persona maschile singolare
Le desinenze sono identiche a quelle della 3a
persona maschile singolare (colonna A; §184);
si osserva anche qui la riduzione propretonica:
ְ‫ׁשמ ְַרּת‬
ְ → ָ‫ׁש ַ֫מ ְרּת‬
ָ (e di fatto la perdita dell’ultima vocale)
‫שְׁמַרְ ַ ּ֫תנ ִי‬ tu mi osservasti
ּ ‫ת֫נו‬ָּ ְ‫שמַר‬
ְׁ tu ci osservasti
/ ‫ש ְׁמַרְ ת ּ ֹו‬ tu lo osservasti
‫ ש ְׁמַרְ ת ָּם‬tu li osservasti
ּ ‫ת֫הו‬ ָּ ְ‫שְׁמַר‬
ּ ‫ת‬
‫ה‬ ָּ ְ‫שְׁמַר‬ tu la osservasti
‫ ש ְׁמַרְ ת ָּן‬tu le osservasti
• Nel §158 abbiamo visto come i verbi Hiphil da
radici I‑gutturale al perfetto invertito
presentano a-ă al posto del solito e-ĕ, cfr.
ָ֫‫( ְו ַה ֲא ַמנְּת‬tu crederai) al posto di ָ‫ ֶה ֱא ַ֫מנְּת‬.
La stessa sostitu­zione si presenta quando alla
forma invertita sono aggiunti i suffissi prono­
minali; abbiamo così:

ִִּ֫֫ ‫העֱמַדְ ּ֫ת‬


ָ ‫תיך‬ ֶ io ti ho posto
Hi Pf… → ִִּ֫֫ ‫העֲמַדְ ּ֫ת‬
ָ ‫תיך‬ ַ ְ‫ו‬ e io ti porrò
Hi waw invers.; Pf
Esercizi
• ‫ זְכ ְַרּתָ ם – זכר‬Qal Pf 2ms; suff. 3mpl
• ‫ שׁפט‬- ‫ׁש ָפ ָ֫טנּו‬
ְ Qal Pf 3ms; suff. 1pl
• ‫ קדשׁ‬- ‫ קִדְּ שֹׁו‬Pi Pf 3ms; suff. 3ms
• ‫ ִענָּם – ענה‬Pi Pf 3ms; suff. 3mpl
• ‫ נגשׁ‬- ‫ ִהגִּישֹׁו‬Hi Pf 3ms; suff. 3ms
• ‫ ראה‬- ‫ ה ְֶרָאהוּ‬Hi Pf 3ms; suff. 3ms
• ‫ צוה‬- ‫ ִצוִּיתָ נוּ‬Pi Pf 2ms; suff. 1pl
• ‫ קרב‬- ‫ ִהק ְַרבְתָּ נוּ‬Hi Pf 2ms; suff. 1pl
I suffissi oggetto con il perfetto:
3a persona femminile singolare
• La desinenza femminile -āh viene sostituita da -āt
(sill. aperta) o -at (sill. chiusa) davanti ai suffissi
pronominali, che hanno le forme indicate nella
colonna C; §184
• NB il ripristino della vocale piena ā in posizione
pretonica ‫ׁשמ ְָרה → ׁשְ ָמ ַ֫רתְ נִי‬ָֽ
• NB l’assimilazione: -at + hû in -áttû
(ּ‫ ׁשְ מ ַָ֫רּתו‬ella lo osservò)
e di -at + hā in -áttāh
(‫ׁשמ ַָ֫רּתָ ה‬ְ ella la osservò).
c. Suffissi con i temi postconsonantici, non accentati
1 s. -nî
ynI
2 m. s. -ḵā
^
2 f. s. -eḵ
%¤,
3 m. s. -hû o -û
Wh/
W
3 f. s. -āh -hā
‫ה הּ‬
‫' ׇ‬
1 pl. -nû
Wn
3 m. pl. -am
~¤;
3 f. pl. -an
!¤;
Suffissi oggetto con il perfetto:
3a persona femminile singolare
‫תנ ִי‬ְ ֫‫שְׁמ ַָר‬ ella mi osservò
ָ ‫תך‬ ְ ֫‫שְׁמָרַ ַר‬ ella ti (m.) osservò
ְ ‫ת‬
‫ך‬ ֶ ֫ ָ‫שְׁמָר‬ ella ti (f.) osservò
ּ ‫שמ ַָר֫תּו‬
ְׁ / ּ ‫שמ ַָר֫תְהו‬ ְׁ ella lo osservò
‫שְׁמ ַָר֫ ּתָה‬ ella la osservò
ּ ‫שמ ַָר֫תְנו‬ ְׁ ella ci osservò
‫שְׁמָרָרָ ֫תַם‬ ella li (m.) osservò
Suffissi oggetto con le restanti forme
del perfetto
• La desinenza della 2a persona femminile
singolare -t diventa -tî- ( ‫ׁשמ ְַרּ֫תִִ֫ ינִי‬
ְ → ְ‫שׁמ ְַרתּ‬
ָ )
• La desinenza della 2a persona maschile (e
femminile?) plurale -tem diventa -tû-
(‫ׁשמ ְַר ּ֫תוּ ִינ‬
ְ → ‫שׁמ ְַרתֶּ ם‬
ְ )
• Così la desinenza finisce in vocale, quindi i
suffissi appartengono alla colonna B §184
• Tutti i temi rimanenti (1s; tutti plurali: 3pl,
2mpl, 2fpl, 1pl) finiscono in vocale alla quale
vengono aggiunti i suf­fissi della colonna B §184
• NB lo slittamento dell’accento e la riduzione
propretonica che ne risulta
• NB il ripristino della vocale piena in 3 plurale:
‫ׁשמ ָ֫רּוהּו‬
ְ ecc.
• NB la pos­sibilità di confusione tra la 2a persona
femminile singolare e la 1a persona comune
singolare con -tî-.
B. Suffissi con i temi postconsonantici, non
accentati
1 s. -nî
‫נִי‬
2 m. s. -ḵā
‫ָך‬
2 f. s. -ḵ
‫ְך‬
3 m. s.
‫ ו‬/ ‫ הּו‬-hû / -w
3 f. s. -hā
‫ָה‬
1 pl. -nû
‫נּו‬
3 m. pl. -m
‫ם‬
3 f. pl. -n
‫ן‬
Suffissi oggetto - perfetto
singolare plurale
3m Colonna A Colonna B
3f Colonna C Colonna B
2m Colonna A -tû- colonna B
2f -tî- colonna B Colonna B
1 Colonna B Colonna B
‫‪Esercizi‬‬
‫‪1.‬‬ ‫ּגֵ ְֽרׁשּום‬
‫‪2.‬‬ ‫ְמכ ְַרנּום‬
‫‪3.‬‬ ‫ֲאחָז֫ ּונִי‬
‫‪4.‬‬ ‫זְכ ְַרּ֫תִִ֫ יָך‬
‫‪5.‬‬ ‫ְקצ ְַר ּ֫תּוהּו‬
‫‪6.‬‬ ‫ׁשְתִ י֫תִִ֫ יהּו‬
‫‪7.‬‬ ‫קִּדְ ׁ֫שּונִי‬