Sei sulla pagina 1di 25

Emozioni e cervello

Libertàdella
Libertà dellamente
mentedal
dalcorpo
corpo
Emozioninon
Emozioni nonriducibili
riducibilialle
alleloro
loropossibili
possibilibasi
basibiologiche
biologiche

SignificatoDarwiniano
Significato Darwiniano(veicolano
(veicolanomessaggi
messaggifondamentali
fondamentali
per sopravvivenza
per sopravvivenzaeeriproduzione)
riproduzione)
Programmagenetico
Programma genetico(espressioni
(espressionivolto)
volto)
Obiettivi nello studio delle emozioni

 Quali sono le strutture cerebrali all’origine delle


emozioni?

 Differenti strutture cerebrali sottendono emozioni


diverse, oppure emozioni diverse sono originate
nelle medesime strutture?

 Come i processi cerebrali che danno origine alle


emozioni sono associati agli stati corporali legati alle
emozioni e ai processi cognitivi, motori, motivazionali?
Distinzioni tra emozioni

• Emozioni primarie: paura, rabbia, ripugnanza, sorpresa, tristezza,


gioia. Si producono non consapevolmente.

• Emozioni sociali: compassione, imbarazzo, vergogna, senso


di colpa, orgoglio, gelosia, invidia, gratitudine, ammirazione,
sdegno, disprezzo. Innate e in gran parte automatiche.

• Sentimenti: consapevolezza del sentimento attraverso la


condizione corporea, Ctx cerebrale.
Uomini capaci di riflettere, manipolare e simulare i sentimenti.

Mente e cervello n 19, (2006)


Metodologie per lo studio Regioni cerebrali
delle emozioni coinvolte

Comportamento Amigdala

Lesioni di strutture specifiche Ctx prefrontale

Elettrofisiologia Ctx anteriore del cingolo

“Neuroimaging” funzionale Ipotalamo


Risonanza
magnetica
Storia dello studio delle emozioni I

1872 Charles Darwin “The expression of the emotions in man


and animals”.
Emozioni animali omologhe ad emozioni
umane. Emozioni di base : paura, rabbia,
sorpresa, tristezza (utilizzo animali per la
sperimentazione).
Emozioni diverse hanno substrati
neurali differenti.
Storia dello studio delle emozioni II

1882-5 William James “What is emotion”


Carl Lange Corporalità delle emozioni.
Emozioni come un insieme di cambiamenti
corporei in risposta a stimolo emotivo.
Modificazioni corporali differenti ci fanno
sentire emozioni diverse.
Storia dello studio delle emozioni III

1920 Walter Cannon La separazione chirurgica dei visceri dal


Philip Bard cervello non impediva la percezione delle
emozioni.
Le modificazioni corporee sono troppo lente
per generare emozioni.
Falsa rabbia (lesioni corticali nel gatto,
controllo corticale dell’ipotalamo).

pensiero, memorie

1937 James Papez Circuito emozioni


corporalità emozioni
Circuito di Papez
Storia dello studio delle emozioni IV
39 Kluver e Bucy Rimozione lobo temporale (scimmia)
Perdita reattività, emozioni.

1949 Paul MacLean Cervello ‘antico’ (paura, aggressività)


Cervello ‘vecchio’ , viscerale,
emozioni sociali (ipotalamo, amigdala,
Ctx cingolo)
Cervello ‘nuovo’ (interfaccia emozioni
con cognitività e controllo corporalità)
Neocorteccia, sistema limbico emozioni istintive
Integrazione segnali esterno-corpo-cervello-esterno
Emozioni primarie: paura, rabbia, etc si producono non consapevolmente.
Emozioni sociali: compassione, vergogna, senso di colpa etc, innate e in gran
parte automatiche.
Sentimenti: consapevolezza del sentimento attraverso la condizione corporea.
Uomini capaci di riflettere, manipolare,simulare i sentimenti
Teoria del sistema limbico di McLean
Strutture cerebrali importanti
per le emozioni
Sistema nervoso
centrale

Sistema nervoso
autonomo o periferico
Amigdala

Comportamento sociale, condizionamento a paura, esame espressioni viso


e simboli sociali

Talamo-amigdala (via diretta)


Talamo-corteccia-amigdala (analisi complessa stimoli)
Figure 2. Increased activation (BOLD signal) in the left human
amygdala whilst viewing frightening pictures (from a study by
Andrew Mathews and colleagues). MRI scanner at the WBIC,
Cambridge.
Corteccia prefrontale

Phineas Cage (1848) Cambio personalità


Apprendimento valore emotivo stimoli e modificazione risposta
PFCtx-amigdala

Antonio Damasio Marcatore somatico (reazione fisiologica, sistema


nervoso autonomo e marcatura eventi emotivi significativi). Permette di
prendere decisioni senza analisi dei singoli particolari (‘rapid solving problems’)
Emozioni centrali per conoscenza (memoria, attenzione)
Emozioni positive e negative, è necessario provare piacere o dolore (‘unlearned
collections of automatic reactions aimed at managing life’)
Emozioni e feedback dal corpo (sistema cardiovascolare, viscerale, cutaneo…)
“Come se” (stimolo reale o nella mente)
Seleziona tra opzioni, pianificando e selezionando la più utile non quella più
immediata

Errore di Cartesio (Adelphi)


Figure 1. A region of medial prefrontal cortex is sensitive to the direction
of others' eye gaze, an important clue for inferring someone's mental
state. From a PET study conduction (Calder et al., Neuropsychol. 2002).
Ipotalamo
Stimolazione elettrica: aumento battito cardiaco, rabbia, paura,
aumento vigilanza. Gratificazione.

Corteccia del cingolo


Esperienze emozionali consce. Rappresentazione mentale di
stimoli provenienti dal sistema nervoso autonomo.