Sei sulla pagina 1di 28

Neurobiologia

della
memoria

Mente e cervello
2004 (N°10); 2005 (N° 15)
• Le cellule nervose immagazzinano informazioni
che permangono anche in assenza dello stimolo
che le ha generate (acquisire, conservare,
richiamare)
• Il ricordo è catalogato in una rete di sinapsi
Memoria

Esplicita Implicita
(dichiarativa) (non dichiarativa)

Semantica Appren-
Episodica
(fatti, cose, Priming dimento
(eventi)
linguaggio) associativo
Donald Hebb: ipotesi doppia traccia (plasticità
neuronale)

• Codificazione a “breve termine” (modificazioni


funzionali a livello della trasmissione sinaptica).
LTP (Erich Kandel)

• Codificazione “stabile” (modificazioni struttura


neuroni, nuove sinapsi, connessionismo)
Come si costruisce la memoria?
Come viene “scelto” un neurone in cui memorizzare
Dov’è situato il magazzino della memoria?
Strutture del cervello importanti per la memoria

- funzione non unitaria (sistemi integrati di neuroni)


- attivazione di diverse strutture
- formazione e cancellazione di collegamenti tra neuroni
- memorie diverse in uno stesso neurone
Memoria Memoria
esplicita implicita
H.M. e la corteccia temporale media

- Perdita ricordi ultimi anni della vita ma non quelli più antichi
(archivista).
- Area che trasforma memorie di lavoro in memorie durature
- Ctx temporale-ippocampo-amigdala-talamo
- Aree Ctx determinano come vengono usati ricordi
- Memoria esplicita (influenza nostro modo di pensare)
• Valore emotivo, segnali dal corpo.
Ricordiamo cose apparentemente banali e magari
dimentichiamo cose rilevanti

• Memoria non stabile nel tempo, modulazione, segnali


corporei, no fotografia.

• Oblio, ristrutturazione continua, psicoanalisi.

• Memorizzazione potenziata di esperienze con


componenti emotive ricche.
The formation of new synapses has been suggested to
underlie learning and memory.
The aim of the present work was to determine
whether associative learning involves a specific
synaptogenesis confined to the formation of multiple-
synapse boutons (MSBs) that synapse with more than
one dendritic spine. The results showed that the total
number of MSBs was significantly increased in
conditioned rabbits as compared with
pseudoconditioned or unstimulated controls. This
conditioning-induced change, which occurs without a
net synaptogenesis, reflects a specific synaptogenesis
resulting in MSB formation.
The models postulate that it requires spine motility
and may involve the relocation of existing spines from
nonactivated boutons or the outgrowth of newly
formed spines for specific synaptogenesis with single-
synapse boutons activated by the conditioning
stimulation.

Figure 1.   A-C, Electron micrographs of consecutive ultrathin sections demonstrating a


multiple-synapse bouton (MSB) that makes synapses (arrows) with two dendritic spines
(SP1 and SP2). Scale bar, 0.2 µm.
The Journal of Neuroscience, August 1, 2001, 21(15):5568-5573
Associative Learning Elicits the Formation of Multiple-Synapse Boutons
Come si studia la memoria?
Malattia di Alzheimer
Malattia di Alzheimer

- Accumulo di aggregati di proteine “errate” all’interno e


all’esterno dei neuroni

- Placche di amiloide (senili), proteina beta amiloide deriva


da glicoproteina: beta apolipoproteina (beta-APP); secretasi
Gene su cromosoma 21

- Proteina TAU, legame tra TAU e microtubuli.


Gene su cromosoma 17
Acetilcolina e malattia di Alzheimer
Non esistono due cervelli identici

Corredo genetico, ambiente, segnali corporei


non consapevoli rendono ciascun cervello unico

La memoria riassume questa unicità

Potrebbero piacerti anche