Sei sulla pagina 1di 35

I RISCHI DELLA

RETE
DIPENDENZA
CYBERBULLISMO

Antonio Maletta
DIPENDENZA
COME RICONOSCERLA
COME RICONOSCERLA

• Isolamento dagli altri per passare più tempo a giocare (fuga dalla realtà)
COME RICONOSCERLA

• Isolamento dagli altri per passare più tempo a giocare (fuga dalla realtà)
• Mentire agli altri per quanto riguarda il tempo trascorso a giocare
COME RICONOSCERLA

• Isolamento dagli altri per passare più tempo a giocare (fuga dalla realtà)
• Mentire agli altri per quanto riguarda il tempo trascorso a giocare
• Sensazione di irritabilità quando si è incapaci di giocare
COME RICONOSCERLA

• Isolamento dagli altri per passare più tempo a giocare (fuga dalla realtà)
• Mentire agli altri per quanto riguarda il tempo trascorso a giocare
• Sensazione di irritabilità quando si è incapaci di giocare
• Preoccupazione con pensieri di precedenti o prossime attività online
COME RICONOSCERLA

• Isolamento dagli altri per passare più tempo a giocare (fuga dalla realtà)
• Mentire agli altri per quanto riguarda il tempo trascorso a giocare
• Sensazione di irritabilità quando si è incapaci di giocare
• Preoccupazione con pensieri di precedenti o prossime attività online
• Mal di testa o affaticamento degli occhi per intensa concentrazione
COME RICONOSCERLA

• Isolamento dagli altri per passare più tempo a giocare (fuga dalla realtà)
• Mentire agli altri per quanto riguarda il tempo trascorso a giocare
• Sensazione di irritabilità quando si è incapaci di giocare
• Preoccupazione con pensieri di precedenti o prossime attività online
• Mal di testa o affaticamento degli occhi per intensa concentrazione
• Depressione e insonnia
COME RICONOSCERLA

• Isolamento dagli altri per passare più tempo a giocare (fuga dalla realtà)
• Mentire agli altri per quanto riguarda il tempo trascorso a giocare
• Sensazione di irritabilità quando si è incapaci di giocare
• Preoccupazione con pensieri di precedenti o prossime attività online
• Mal di testa o affaticamento degli occhi per intensa concentrazione
• Depressione e insonnia
• Cattiva igiene personale
COME RICONOSCERLA

• Isolamento dagli altri per passare più tempo a giocare (fuga dalla realtà)
• Mentire agli altri per quanto riguarda il tempo trascorso a giocare
• Sensazione di irritabilità quando si è incapaci di giocare
• Preoccupazione con pensieri di precedenti o prossime attività online
• Mal di testa o affaticamento degli occhi per intensa concentrazione
• Depressione e insonnia
• Cattiva igiene personale
• Sindrome del tunnel carpale per eccessivo uso di controller o mouse (cioè formicolio,
bruciore e/o dolore a livello delle dita della mano e a livello del polso)
COME EVITARLA
COME EVITARLA

• Uso controllato piuttosto che astinenza


COME EVITARLA

• Uso controllato piuttosto che astinenza


• Trovare un hobby o un interesse che non preveda l’uso di internet
COME EVITARLA

• Uso controllato piuttosto che astinenza


• Trovare un hobby o un interesse che non preveda l’uso di internet
• Progettare uscite all’aperto con amici o serate in famiglia
COME EVITARLA

• Uso controllato piuttosto che astinenza


• Trovare un hobby o un interesse che non preveda l’uso di internet
• Progettare uscite all’aperto con amici o serate in famiglia
• Ascoltare i consigli di un familiare senza mentire sul tempo trascorso
COME EVITARLA

• Uso controllato piuttosto che astinenza


• Trovare un hobby o un interesse che non preveda l’uso di internet
• Progettare uscite all’aperto con amici o serate in famiglia
• Ascoltare i consigli di un familiare senza mentire sul tempo trascorso
• Educazione all’utilizzo di internet
Di seguito è proposto il link del trailer di un
documentario relativo proprio alla dipendenza
da internet.
Il governo cinese è stato il primo a riconoscere la
dipendenza da internet come un disordine clinico. Web
Junkie identifica questo disagio e si focalizza sul
trattamento proposto nei centri di riabilitazione cinesi, in
particolare quello di Beijing. Il documentario segue tre
adolescenti dal momento del loro ingresso nella struttura,
proseguendo con la permanenza nei tre mesi successivi e
concludendo con il loro ritorno a casa. Il professor Tao Ran
ha istituito la prima clinica per la dipendenza da internet,
un malessere che sta crescendo in modo così importante
da divenire uno dei più temibili pericoli per la salute
pubblica.

https://youtu.be/ftfm0BRGxJY
CYBERBULLISM
O
La legge lo definisce così

«Qualunque forma di pressione, aggressione,


molestia, ricatto, ingiuria, denigrazione,
diffamazione, furto d’identità, alterazione,
acquisizione illecita, manipolazione, trattamento
illecito di dati personali in danno di minorenni,
realizzata per via telematica, nonché la diffusione di
contenuti on line aventi ad oggetto anche uno o più
componenti della famiglia del minore il cui scopo
intenzionale e predominante sia quello di isolare un
minore o un gruppo di minori ponendo in atto un
serio abuso, un attacco dannoso, o la loro messa in
ridicolo»
COME RICONOSCERLO
COME RICONOSCERLO

• La vittima perde fiducia in se stessa, è ansiosa e/o depressa


COME RICONOSCERLO

• La vittima perde fiducia in se stessa, è ansiosa e/o depressa


• La vittima tende ad evitare relazioni con coetanei e adulti (isolamento)
COME RICONOSCERLO

• La vittima perde fiducia in se stessa, è ansiosa e/o depressa


• La vittima tende ad evitare relazioni con coetanei e adulti (isolamento)
• Peggioramento delle prestazioni scolastiche
COME RICONOSCERLO

• La vittima perde fiducia in se stessa, è ansiosa e/o depressa


• La vittima tende ad evitare relazioni con coetanei e adulti (isolamento)
• Peggioramento delle prestazioni scolastiche
• Visione online di contenuti personali della vittima
COME RICONOSCERLO

• La vittima perde fiducia in se stessa, è ansiosa e/o depressa


• La vittima tende ad evitare relazioni con coetanei e adulti (isolamento)
• Peggioramento delle prestazioni scolastiche
• Visione online di contenuti personali della vittima
• Cyberstalking (il bullo bersaglia la vittima con una sequenza di messaggi)
COME RICONOSCERLO

• La vittima perde fiducia in se stessa, è ansiosa e/o depressa


• La vittima tende ad evitare relazioni con coetanei e adulti (isolamento)
• Peggioramento delle prestazioni scolastiche
• Visione online di contenuti personali della vittima
• Cyberstalking (il bullo bersaglia la vittima con una sequenza di messaggi)
• La vittima viene esclusa da gruppi o comunità digitali
COME RICONOSCERLO

• La vittima perde fiducia in se stessa, è ansiosa e/o depressa


• La vittima tende ad evitare relazioni con coetanei e adulti (isolamento)
• Peggioramento delle prestazioni scolastiche
• Visione online di contenuti personali della vittima
• Cyberstalking (il bullo bersaglia la vittima con una sequenza di messaggi)
• La vittima viene esclusa da gruppi o comunità digitali
• Atti di autolesionismo
COME EVITARLO
COME EVITARLO

• Controllare il tempo trascorso in internet


COME EVITARLO

• Controllare il tempo trascorso in internet


• Non instaurare un ‘botta e risposta’ con chi ti sta offendendo online
COME EVITARLO

• Controllare il tempo trascorso in internet


• Non instaurare un ‘botta e risposta’ con chi ti sta offendendo online
• Evitare siti web o gruppi chat in cui ci si sente attaccati in modo offensivo
COME EVITARLO

• Controllare il tempo trascorso in internet


• Non instaurare un ‘botta e risposta’ con chi ti sta offendendo online
• Evitare siti web o gruppi chat in cui ci si sente attaccati in modo offensivo
• Instaurare un dialogo con i genitori o un adulto (non isolarsi)
COME EVITARLO

• Controllare il tempo trascorso in internet


• Non instaurare un ‘botta e risposta’ con chi ti sta offendendo online
• Evitare siti web o gruppi chat in cui ci si sente attaccati in modo offensivo
• Instaurare un dialogo con i genitori o un adulto (non isolarsi)
• Cambiare e-mail, profilo social o numero di telefono se ci si sente infastiditi e comunicare i
nuovi contatti solo a persone fidate
Di seguito è proposto il link di un
video che definisce il fenomeno
del cyberbullismo e spiega
perché, a volte, si diventa
cyberbulli o vittime

https://youtu.be/56ZM9nD--_c

Potrebbero piacerti anche