Sei sulla pagina 1di 6

Le filosofie ellenistiche

L’età ellenistica
Alessandro Magno 356 a.c.-323 a.c.
• spedizione in Oriente 334 a.c.-323 a.c.
• rivoluzione, cambiamenti, mutamenti di antiche convinzioni
• fine età classica e inizio nuova era
• crollo dell’importanza socio-politica della polis
• monarchia universale divina, unione di città, paesi e razze differenti
Le conseguenze
• separazione tra etica e politica
• l’uomo greco da cittadino diventa suddito, non partecipa
attivamente alla vita politica della città
• cosmopolitismo, uomo cittadino del mondo
• scoperta dell’individuo, uomo artefice del suo destino
• ricerca nuova identità
• critica al pregiudizio della schiavitù
La cultura ellenistica
• la cultura ellenica si diffonde fra vari popoli
diventando ellenistica
• cultura perde profondità, confronto con altre
credenze
• influenza orientale
• nuovi centri di cultura: Pergamo, Rodi, Alessandria
La filosofia ellenistica
• filosofia morale, riflessione sui problemi morali comuni a tutti
gli uomini

• esaltazione saggezza

• abbandono della metafisica e della politica

• ideale del saggio, incarnazione della perfetta arte del vivere


bene
Recupero eredità socratica

• armonia tra dottrina e vita

• autarchia, bastare a se stessi

• atarassia legata a felicità come pace dello spirito, mancanza di


turbamento dell’animo

• aponia assenza di dolore fisico

• ideale del saggio