Sei sulla pagina 1di 18

IL 1.

800
&
ALESSANDRO MANZONI

FENOMENI STORICI, POLITICI, CULTURALI E SOCIALI…


IL 1.800, a livello storico,
è caratterizzato dalla
RESTAURAZIONE SANTA ALLEANZA
degli antichi poteri che è un’alleanza tra i
erano stati scombussolati da regnanti d’Europa
Napoleone Bonaparte

CONGRESSO DI VIENNA (1815)


LA SITUAZIONE POLITICA EUROPEA VEDEVA
4 IMPERI

1. L’impero Austro- Ungarico


2. L’impero Germanico
3. L’impero Russo
4. L’impero Ottomano (turco)

N.B. I regnanti stranieri, fortemente impauriti dall’esperienza


napoleonica, ripristinarono il loro dominio in maniera assolutistica,
cioè concentrando i 3 poteri dello Stato nelle proprie mani.
La situazione italiana, dal punto di vista politico, era
simile a quella di molti stati europei, cioè di
annessione all’interno di un impero straniero..

• l’Italia centro-settentrionale apparteneva all’impero Austro-


Ungarico;
• l’Italia meridionale apparteneva al regno spagnolo dei Borboni,
chiamato anche regno delle due Sicilie, che comprendeva
Campania, Puglia, Calabria e Sicilia;
• le regioni di Piemonte, Sardegna, Liguria e Valle d’Aosta
appartenevano al Regno dei Savoia, chiamato anche Sabaudo, unico
regno che può considerarsi anche italiano.
Situazione culturale: il
ROMANTICISMO
• nasce in Germania nel 1816 dopo l’uscita di un articolo di Madame
de Stael;
• esalta il sentimento dell’amore e della libertà in tutte le sue forme;
• gli intellettuali vengono pervasi da sentimenti di forte identità
nazionale e forte adesione alla propria cultura tradizionale;
In Italia il movimento culturale del Romanticismo si unisce
ai movimenti politici e prende il nome di Risorgimento…

• gli intellettuali si organizzano per diffondere le idee di risorgimento


di libertà dai domini stranieri;
• la diffusione di queste idee avviene unitamente ai rappresentanti
delle Società Segrete, associazioni clandestine di nobili, intellettuali
e rappresentanti dell’esercito, che dal 1821, avevano lo scopo di
armarsi e insorgere nelle città, per cacciare gli stranieri dal proprio
territorio.
Le forme artistiche del Risorgimento
italiano sono:

MUSICA POESIA LIRICA ROMANZO


il cui massimo il cui massimo il cui massimo
rappresentante è rappresentante è rappresentante è
Giuseppe Giacomo Alessandro
Verdi Leopardi Manzoni
GIUSEPPI VERDI GIACOMO LEOPARDI
è nato nel 1813 e morto è nato nel 1798 e morto
nel 1901, è autore di nel 1837, canta
melodrammi pensati per sentimenti legati
il pubblico popolare, a all’angoscia, al senso
cui si rivolgeva con scopi dell’infinito e alle
patriottici e civili ragioni del dolore
umano
LA POESIA DEL ROMANTICISMO
È soprattutto poesia lirica e prende il nome di poesia romantica.
Mette l’io del poeta al centro dell’esperienza personale e lo colloca con
la natura, l’ambiente sociale e con il suo popolo di appartenenza,
rendendo la poesia romantica una poesia dai temi civili e patriottici.
ALESSANDRO MANZONI
(1785-1873)
Si inserisce nella poetica romantica-rinascimentale. L’opera di Manzoni riflette
sulle tematiche della vita umana:
- la sopraffazione del più forte sul più debole;
- la violenza fisica e morale;
- la fede religiosa;
- l’inevitabilità del male nella storia dell’uomo;
- il potere;
Alla base della sua poetica c’è l’esigenza di realismo e di verità.
LA VITA
Nasce a Milano nel 1785 e proviene da una famiglia nobile. Compie gli studi presso
collegi religiosi e nel 1805 raggiunge la madre a Parigi, trasferitasi dopo la separazione
con il marito. Lì incontra Claude Fauriel, una figura importante per la sua formazione
culturale. Nel 1808 si sposa con Enrichetta Blondel, di religione calvinista ma che nel
1810 lo farà convertire al cattolicesimo. Tra il 1812 e il 1827 compone 2 odi, 2 tragedie
e inizia a comporre il romanzo «Promessi Sposi», per il quale compie viaggi a Firenze,
considerata la culla della lingua italiana «pura». Nel 1860 viene nominato senatore del
Regno d’Italia e nel 1868 presidente della «Commissione parlamentare della lingua
italiana» per la quale scrive una relazione intitolata «Dell’Unità della lingua e dei mezzi
di diffonderla». Muore a Milano nel 1873.
PERIODO STORICO E CULTURALE
Il periodo storico in cui Manzoni visse è quello che interessa tutta l’Europa
dal punto di vista di ribellione contro i governi assolutistici.
Il periodo culturale in cui visse è quello in cui varie tendenze del secolo si
intersecano attingendo anche l’eredità lasciata dai filoni artistici
dell’Illuminismo. Manzoni è considerato il fondatore del romanzo italiano
moderno, che rivalutò sulla base del vero, dell’interessante e dell’utile.
LE OPERE
sono:

• «INNI SACRI»
• «ODI CIVILI»
• LE TRAGEDIE
• «PROMESSI SPOSI»
LE TRAGEDIE
Sono delle rappresentazioni teatrali che traggono le proprie origini dalla Grecia e che
trattano argomenti dolorosi, spesso causati dalla lotta di un eroe contro la volontà di un
tiranno o di una divinità.
Le tragedie sono:
• «Il conte di Carmagnola», pubblicata nel 1820, che racconta una storia vera, quella del
capitano Francesco di Pulsone, conte di Carmagnola che prima era servizi del duca di
Milano, e che in seguito passò al servizio della Repubblica di Venezia.
• «Adelchi» pubblicata nel 1822, che racconta le vicende di Adelchi, figlio dell’ultimo re
dei Longobardi Desiderio, e che contiene in maniera allegorica un’accusa contro
l’occupazione austriaca del territorio italiano.
«PROMESSI SPOSI»
L’opera impegna Manzoni per più di
vent’anni e le pubblicazioni sono varie:
• la prima risale al 1823;
• la seconda al 1827;
• la definitiva nel 1840.
IL CONTENUTO
Realizza la volontà dell’autore di scrivere un romanzo popolare (cioè rivolto al popolo), nazionale
(rivolto a formare la coscienza nazionale) e realistico (si deve basare su fatti realmente accaduti).
Manzoni si documenta in maniera approfondita su la società e l’economa del 1.600 lombardo per
rendere il proprio romanzo quanto mai realistico. La vicenda di Renzo e Lucia, protagonisti della
storia, si inserisce in un quadro storico di gravi eventi:
• carestia
• guerre
• pesti
Manzoni vuole sviluppare un «Romanzo per tutti», cioè mezzo di educazione nazionale e borghese,
condotto dall’alto.
LE TEMATICHE DEL ROMANZO
I temi più importanti sono:
- Il potere
- La giustizia
- La cultura e la lingua come strumenti di dominio
- La critica alle istituzioni ecclesiastiche corrotte
- La violenza materiale
- La violenza psicologica
- La violenza verbale
- La presenza inspiegabile della Provvidenza Divina nella vita dell’uomo
I PERSONAGGI DEI
«PROMESSI SPOSI»

Potrebbero piacerti anche