Sei sulla pagina 1di 11

IRAQ

Caterina Roncalli 3 A
La scheda
• Nome completo Repubblica d'Iraq
• Capitale Baghdād 
• Forma di Governo Repubblica federale parlamentare
• Lingua: araba e curda
• Superficie 434.128 kmq
• Popolazione 40.223.000 ab. (2020)
• Valuta dinaro iracheno
Territorio e ambiente
Situato a sud-est è dell'Asia occidentale, l’Iraq confina a nord
con Turchia, a sud con Arabia Saudita e Kuwait, a ovest con
Siria e Giordania, a est con Iran (Kurdistan) ed è bagnato dal Golfo
Persico. Il territorio è in gran parte desertico e pianeggiante, tranne
nella zona montuosa settentrionale ai confini con Iran e Turchia. Le
montagne del Kurdistan arrivano a oltre i 3.000 metri: la vetta più
alta è il Cheekha Dar (3.611 m.).
Un'area abbastanza fertile è estesa tra i fiumi Eufrate (1015 km) e Tigri
(1290 km), la famosa Mesopotamia, dove si concentrano gli abitanti
del Paese. In Iraq sono presenti alcuni laghi per lo più artificiali, come
il Lago Tharthar (2.710 Km²) o il lago salato Milh (1.000 Km²), usato
per regolare le piene dell'Eufrate.

Il clima è continentale e arido a causa delle scarse piogge a


esclusione della parte settentrionale. D’estate si sfiorano i 50 gradi.
Popolazione e società
L'Iraq è suddiviso in 19 governatorati, la capitale è Baghdad, altre città
sono Mosul, Bassora, Arbil, Najaf, Karbala e Kirkuk.
Gli Arabi costituscono
l'85% della popolazione,
i Curdi il 10%, le minoranze
più significative sono quella
Assira e quella Turkmena.
Le continue guerre degli
ultimi 30 anni hanno
provocato una forte
emigrazione: nel 2008 
l'Alto Commissariato delle
Nazioni Unite per i Rifugiati calcolava circa due milioni di rifugiati
all'estero.
La religione musulmana è di gran lunga la più professata, con il 97% di
fedeli nel Paese; il cristianesimo raggiunge invece il 2%.
Economia

Il Paese è tra i primi a livello mondiale per riserve di


petrolio che copre i 2/3 delle esportazioni. Il greggio
è estratto nell’area di Kirkūk. Altri giacimenti sono
situati nella zona di Baghdād.

L'agricoltura è sviluppata grazie all'abbondanza


d'acqua. Le coltivazioni più importanti sono quelle di
mais,frumento, riso e datteri. L’allevamento ovino è
praticato nelle aree semiaride.

Resistono industrie tessili, saccarifere, cartarie e del


cemento. Molto diffuso è l’artigianato che si trova nei
mercati cittadini. Il turismo, culturale e archeologico, è
stato azzerato a causa delle guerre.
La popolazione è molto provata, soprattutto i giovani. Nonostante
l'istruzione primaria sia gratuita e obbligatoria, gran parte della
popolazione delle aree rurali non frequenta la scuola.
In questo scenario, all’inizio di marzo 2021, si è avuto il primo
viaggio di un pontefice nel paese, che ha una lunga storia di guerre
e divisioni

Papa Francesco
ha cercato di
costruire un percorso
con le numerose
comunità della regione, ù
provando a coniugare
diritti civili e libertà
religiosa. 
Curiosità
Grande Moschea di Samarra è uno
dei luoghi archeologici più
conosciuti del Paese. Ciò che desta
più curiosità è il suo minareto,
detto Malwiyya (spirale), stato
costruito intorno all’850 d.C. Ha
una base quadrata di circa 30 metri
di lato e si sviluppa con andamento
a spirale circolare. Per la sua unicità
e purezza formale è una delle
testimonianze architettoniche più
famose del mondo.
Città
Baghdad - nome persiano che significa "dato
da Dio" - fu fondata nel 762 d.C. La città era
difesa da mura di cinta e 120 torri. Al centro si
trovavano il palazzo del califfo e la moschea.
Prima dell’anno 1000 Baghdad ospitava
sontuosi palazzi, moschee, scuole, bagni,
ospedali, mercati. Celebre fu la Scuola di pittori
e miniaturisti. Il declino iniziò con l'invasione
dei Mongoli nel 1258. Poi la conquista di
Persiani e Ottomani. Si spopolò e gli edifici
caddero in rovina. Baghdad è stata devastata
dalle guerre che si sono succedute dall'ultimo
decennio del Novecento. La città si è sviluppata
a partire dal 1970, quando sono stati edificati
nuovi quartieri e aperto un aeroporto.
• MOSUL Mosul è la terza città del Paese. Nelle vicinanze sorgeva l'antica Ninive,
capitale dell'impero assiro. Agricoltura e sfruttamento dei pozzi petroliferi
costituiscono la ricchezza della città.
• NASSIRIYA E' al centro di una regione agricola nota per la produzione dei datteri ma
è anche un centro di grande rilevanza dal punto di vista militare. Ospita uno dei
musei più importanti di tutto il Medio Oriente per la sua collezione di reperti sumeri,
assiri e babilonesi.

• BASSORA
Un tempo nota anche come la Venezia d'Oriente, è la seconda città irachena.
Principale porto del paese, per la sua importanza commerciale e strategica è sempre
stata al centro di violente dispute.
• NAJAF
Città santa sciita, luogo di culto venerato ogni anno da centinaia di migliaia di
pellegrini.
• KIRKUK
Fonti

• Prospettive popoli e scenari 3


• it.wikipedia.org/wiki/Iraq
• www.treccani.it/enciclopedia/iraq/
• www.globalgeografia.com/asia/iraq.htm
• www.internazionale.it/tag/paesi/iraq
• www.turismo.it/oltreconfine/scheda/iraq/cultura/