Sei sulla pagina 1di 7

La costituzione italiana

Articolo 13.

• La libertà personale è inviolabile.

• Non è ammessa forma alcuna di detenzione, di ispezione o perquisizione personale, né qualsiasi altra restrizione
della libertà personale, se non per atto motivato dell'autorità giudiziaria e nei soli casi e modi previsti dalla
legge.

• In casi eccezionali di necessità ed urgenza, indicati tassativamente dalla legge l'autorità di pubblica sicurezza
può adottare provvedimenti provvisori, che devono essere comunicati entro quarantotto ore all'autorità
giudiziaria e, se questa non li convalida nelle successive quarantotto ore, si intendono revocati e restano privi di
ogni effetto.

• E` punita ogni violenza fisica e morale sulle persone comunque sottoposte a restrizioni di libertà.
.
La prima parte dell’articolo è L’articolo stabilisce che la
dedicato alla libertà personale, in perquisizione personale deve
quanto nello scrivere questo, i avvenire nel modo previsto
Costituenti, avevano in mente il dalla legge: ciò significa che
regime fascista e in particolare la la polizia non può agire
cancellazione della libertà arbitrariamente, ma deve
personale. rispettare le norme.
Che cosa
.
significa?

L’articolo è attento nel definire le misure


cautelari che l’autorità può assumere in
caso di necessità, nel vietare ogni forma
di violenza fisica o morale e nell’indicare
il concetto di limite massimo per la
carcerazione preventiva.
.
Ma perché…? Cosa si intende per
«violenza morale»?

Dobbiamo immaginare forme di:


In un contesto sociale la libertà
individuale non può essere pressioni
denigrazion
illimitata, perché deve essere ricatti psicologich
e
conciliata con i diritti degli e
altri cittadini.
.

cui può essere


sottoposta la persona
incarcerata.
Questo articolo si preoccupa di stabilire i
limiti d’azione dello Stato e delle forze di
polizia, considerando la restrizione della Si deve aggiungere il fatto
libertà un danno consistente nei confronti che la detenzione stessa,
della persona che li subisce. comporta una forma di
.

«dolore mentale».
1° comma
Possiamo vedere come il nostro
Qualsiasi restrizione alla libertà personale Si traduce dunque in governo abbia potuto, a causa di
deve essere indicata da apposite leggi una tutela contro gli eccezionale urgenza e necessità limitare
votate dal Parlamento. abusi dell’Autorità, che le nostre libertà durante il lockdown.
Solo i magistrati, inoltre, possono adottare rileva una grande Si può comprendere che la libertà
misure restrittive della libertà personale. importanza proprio in individuale non può prevalere sul bene
questi giorni. comune, in questo caso sulla salute di
tutti.

I soprusi penetrati dalla


…altro esempio è stato il caso
La libertà personale rappresenta il polizia statunitense,
Cucchi, dove un ragazzo
diritto fondamentale più importante durante gli arresti di
trattenuto per motivi di droga,
nel quale la persona non deve subire persone di colore, vanno
ha subito violenze tali da.

coercizioni, restrizioni fisiche ed in netta contraddizione


procurargli la morte.
arresti. con l’intento dei nostri
2° comma

Nessuno può subire alcun tipo di limitazione della propria libertà personale
se non concorrono entrambe queste due situazioni:
1- provvedimento motivato dell’autorità giudiziaria (riserva di
giurisdizione);
. 2- nei soli casi e modi previsti dalla legge (riserva di legge).

3° comma

Nonostante le numerose cautele descritte, in casi eccezionali di necessità e


urgenza l’autorità di pubblica sicurezza può adottare provvedimenti
restrittivi della libertà personale. Questi hanno, però, carattere provvisorio e
devono essere comunicati e convalidati dal giudice. .
Nessuno, imputato o detenuto, può In attesa del processo vi è
subire violenza fisica o morale, da parte la possibilità che
della pubblica autorità, allo scopo di l’imputato venga
estorcere una confessione o per sottoposto a un periodo di
accanimento personale. carcerazione preventiva.

Il comma si riferisce La carcerazione


anche alla violenza preventiva non deve
.
4° comma morale. Ad esempio gli essere di durata 5° comma
ebrei furono prima superiore rispetto alla
offesi privandoli della pena detentiva collegata
cittadinanza, e poi al presunto reato.
Oggi i figli degli immigrati reclusi.
extra europei, nati e cresciuti Il Tribunale della libertà, che, dietro
in Italia, che si sentono in richiesta dell’interessato o di un suo
tutto e per tutto cittadini difensore, deve decidere entro tre
italiani, vedono violato il giorni se il detenuto in attesa di
diritto alla cittadinanza. giudizio possa attendere il processo
.

in stato di libertà.
GRAZIE DELL’ATTENZIONE:
MATILDE DEL RE