Sei sulla pagina 1di 15

L’EGITTO, DONO DEL NILO

IL FIUME NILO E IL
SUO PERCORSO
Visto dal satellite
Il Nilo attraversa l’Egitto per 1500 km,
scavando un solco in mezzo ad un
terreno desertico.
Nell’antichità rappresentava l’unica
“strada” percorribile da merci e
viaggiatori. Fortunatamente era
navigabile in tutti e due i sensi:
Da sud a nord, grazie alla corrente;
 da nord a sud grazie alla direzione dei
venti.
Le uniche zone fertili e verdeggianti
sono due strisce di circa 10/15 Km di
ampiezza, lungo le rive del fiume. Al di
fuori di questa zona vi sono solo sabbia
e rocce.
Lungo queste sottili strisce gli egizi
coltivarono cereali ed ortaggi grazie
alle caratteristiche di questo fiume,
che con la sua piena annuale
depositava il LIMO, fango di origine
vulcanica che rendeva ricco di sostanze
nutritive il terreno.
Le sorgenti del Nilo
LAGO VITTORIA

NILO VITTORIA
BAHR EL GAZAL
NILO BIANCO
NILO AZZURRO
Unione tra Nilo Bianco e Nilo Azzurro
GRANDE NILO
DELTA DEL NILO
A circa 160 km dalla costa, dove si
trova la città del Cairo, il Nilo va a
finire (SFOCIA) nel Mare
Mediterraneo dividendosi in tanti
piccoli fiumi, allargandosi come un
ventaglio , occupando in larghezza
circa 250 km.
Tra questi piccoli fiumi, due sono
navigabili fino al mare:
. Il canale di Damietta (presso
Suez);
Il canale di Rosetta (presso
Alessandria).
Quella del Nilo è una “foce a
delta”: questo nome fu inventato
dagli antichi greci proprio per
descrivere quella del Nilo, la cui
forma è somigliante alla IV lettera
dell’alfabeto greco, che si chiama
proprio “delta”
IL FIORE DI LOTO
Per gli egizi, invece, il Nilo con il
suo delta, rappresentavano un fiore
di loto, una pianta acquatica molto
diffusa lungo il fiume, che diventò
un soggetto decorativo molto
diffuso nell’arte egizia.
LUNGO IL NILO
Le città egizie erano tutte costruite
sulla sponda destra del fiume,
mentre templi e sepolture furono
tutti realizzati sulla sponda
opposta, la sinistra.
I DUE REGNI
Il territorio egiziano era diviso in
due zone, all’inizio corrispondenti
a due regni diversi:
Il Basso Egitto, a Nord, che
comprende la zona del delta;
L‘Alto Egitto, a Sud.
LE PIENE DEL NILO
Ogni anno, durante la stagione
delle piogge tropicali, il Nilo
Azzurro si gonfia e inizia a scorrere
tumultuosamente, erodendo il
terreno e apportando al Grande
Nilo una quantità sempre maggiore
di acqua , che fa salire il livello del
fiume e che – fino alla costruzione
della Diga di Assuan – lo faceva
uscire dagli argini e inondare i
campi.
Il periodo d piena del Nilo dura da
giugno ad ottobre, mese in cui il
Nilo rientrava nel suo letto (FASE
DI STANCA), riducendo al minimo
la sua portata d’acqua. Era allora
che i contadini si mettevano al
lavoro nei campi.