Sei sulla pagina 1di 20

Informazioni generali

Frequenza: obbligatoria

Esonero dalla frequenza? Solo per chi ha lo status di studente part-time

Assenze: al massimo 9 ore accademiche (3 lezioni)


…Ricordatevi di firmare all’entrata e all’uscita!

Cambio di corso? Non è possibile, a meno che:


• il corso si sovrapponga con attività lavorative certificabili
• ci sia qualcuno disposto a scambiarsi

Esonero dall’OFA? Non è possibile

Durata del corso: 5 settimane + 1 settimana di eventuali recuperi


Esame:
• Periodo per sostenere l’esame: dal primo appello disponibile fino allo stesso appello
dell’anno successivo
• Modalità d’esame: appello a fine corso oppure tre prove intermedie
(le prove non superate andranno recuperate all’esame finale)

• Part-time: nell’esame finale c’è una domanda in più riguardante il Manuale


ma se frequentano possono sostenere le prove intermedie

• Appello a fine corso Prove intermedie


60 min 90 min (30 + 30 + 30)
Intero programma Argomenti delle lezioni precedenti
Corrispondenza esatta con gli argomenti delle lezioni?
No Sì

• Preparazione: frequentanti = lezioni + Grammatica Italiana Modulare


part-time = Grammatica Italiana Modulare + Manuale di scrittura e comun
Scansione e argomenti delle prove intermedie:

1° prova (3°/4° lezione): interferenze oralità-scrittura, ortografia, sillabazione,


punteggiatura

2° prova (7°/8° lezione): lessico, morfologia verbale e nominale, sintassi (prima


parte)

3° prova (ultima lezione): sintassi (seconda parte), testualità


Lingua parlata e lingua scritta
• Questioni preliminari
Norma ed errore: concetti assoluti?
Grammatica prescrittiva: sì
Grammatica descrittiva: no. Dipendenti da variabili:

Tempo (diacronia)
Spazio (diatopia)
Società (diastratia)
Situazione (diafasia)
Mezzo (diamesia)
Non si dice «a me mi»?

Tempo (diacronia) Spazio (diatopia)

✔ Es. «e voi così onorevolmente mangiate ✔ Es. sp. a mí me gusta


quassù in alto? a me mi pare, secondo il dir
vostro, che doverreste fare il contrario, cioè
mangiare là voi» (Sacchetti, Trecentonovelle,
XIV sec.) Ecc.
✔ Es. «‘E credete che si possa andare per queste
belle viottole, senza perder la strada
maestra? […]’
‘A me mi par di sì’» (Promessi sposi, cap.
XVI)
Situazione (diafasia)
Discorso pubblico: x ✔ Amici al bar:
 «Noi siamo stati sin qui il partito degli «Lo ascolti Vasco?»
onesti che non hanno rubato e che non «A me mi piace un sacco»
hanno patito fenomeni endemici di
corruzione, ma se a me mi si chiede di
essere alla guida di un partito che
costruisce il partito delle tessere…»

Registro linguistico:
«Modo di parlare o scrivere, livello espressivo proprio di una data
situazione comunicativa: registro
familiare, giornalistico, burocratico» (Grande Dizionario
Garzanti della lingua italiana, s.v.).
Mezzo (diamesia)
formale (es. lezione)
Situazione
Registri del parlato :
informale (es. conversazione tra amici)
+ mezzo
: (es. e-mail a un professore )
formale
Registri dello scritto
informale (es. sms a un’amica)

E-mail a un professore x ✔ Studenti in corridoio


«Gentile professore,
«A me mi avevano detto che l’esame
le chiedo gentilmente ora e luogo dell’esame,
era qua»
perché a me non mi hanno detto niente»

SMS a un’amica ✔ x Il professore a lezione


«Ciao Sara, a me mi hanno detto che l’esame «Buongiorno a tutti. A me mi hanno
è alle 9.00 in aula 0F» comunicato che dobbiamo spostare
l’esame per motivi logistici»
• Caratteristiche generali del parlato
Progettazione frettolosa: periodo semplice paratattica, Aspetti prosodici: intonazione della voce, ritmo, volume,
frequenti cambi di progetto, gestione delle pause
concordanze a senso, ecc.
Lessico ripetitivo e generico: ripetizioni, intercalari e
Es. Parlare di giornalismo significa…, cioè, parlerò di riempitivi (insomma, cioè,
giornalismo in questi termini… Il 10% dei giornalisti in qualche modo, ecc.),
italiani sanno che… termini generici (dire, fare, ecc.)

Presupposizione: elementi ricavabili dalla situazione in Aspetti non verbali: gestualità, mimica, prossemica
cui il discorso viene pronunciato o
dalle conoscenze dell’interlocutore Feed-back del ricevente: possibilità di aggiustare il tiro
del discorso in base alle reazioni
Es. L’esame [finale del corso di Italiano scritto] si terrà dell’ascoltatore
[nella sede dell’università di Ca’ Foscari di Venezia
denominata] San Sebastiano, alla fine del corso [che si Ordine marcato: l’ordine psicologico e pragmatico,
concluderà a dicembre 2017] prevale su quello sintattico

Deissi: pronomi personali: io, tu; dimostrativi: questo, Es. La mela, l’ha mangiata Luca
quello; Es. è Luca che ha mangiato la mela
avverbi e altre espressioni di tempo: ora, ieri; la
ricorrenza odierna; avverbi e altre espressioni di luogo:
• Caratteristiche generali dello scritto
Progettazione accurata: maggiore complessità del periodo; Lessico specifico e vario
architettura sorvegliata
Aspetti non verbali: si perdono quasi del tutto;
Es. Dopo aver investito il ciclista, l’automobilista possono essere riprodotti
proseguì la sua corsa, arrivando sino all’autostrada, la attraverso espedienti grafici
quale era intasata dal traffico, prima di essere fermato (sottolineatura, maiuscolo, grassetto
dalla polizia. ecc.)
Presupposizione: alto livello di esplicitazione
No feed-back
Deissi: esplicitazione dei riferimenti spazio-temporali

Ordine standard: prevale l’ordine standard (SVO)


Aspetti prosodici: si perdono quasi del tutto; possono
essere riprodotti attraverso l’uso della
punteggiatura (es. puntini sospensivi, punto
esclamativo
«La modalità di trattazione più adeguata per questo tema… cioè…
intendo trattare questo tema secondo la seguente modalità: prima
darò qualche elemento sulla storia della psichiatria, poi ne spiegherò
gli aspetti problematici, poi passerò alla figura dello psichiatra, e per
quest’ultimo punto, che è molto importante, parlerò della loro
professionalità. Se andiamo un attimo alla storia della psichiatria in
Occidente, ecco, vediamo che è stata una storia abbastanza difficile. In
particolare il riconoscimento dell’oggetto della psichiatria, mi pare, è
stato difficile, proprio per quanto riguarda il punto di vista
dell’accettazione sul piano sociale. La psichiatria poi per la sua
complessità non è un argomento facile da trattare, questo lo
sappiamo»
Riempitivi,
  parole vuote
 Ripetizioni
 
Errori di concordanza
Cambi di progetto
Sintassi del parlato
Un caso estremo: l’italiano burocratico
• Influenza del parlato sullo scritto
(1) Parlato informale: errori da non commettere nello scritto

Coca-Cola, a me mi fa impazzire Ieri sono uscito con delle ragazze

Quella signora è brutta forte Mi mangerei un gelato

Se ne stava triste triste /camminava piano piano Ho visto Marta e gli ho chiesto un consiglio

Ho parlato con la Giulia Oggi ci ho proprio sonno

Lui è andato a casa, ma lei ormai era uscita Voglio una vita che non è mai tardi
Di quelle che non dormi mai
Eh, in questo mondo di ladri
C’è ancora un gruppo di amici
Che non si arrendono mai
 Reduplicazione pronominale  Costrutti preposizionali con il partitivo
A me mi hanno detto di stare a casa oggi Domani ci incontreremo con degli amici di Sara
 Aggettivo con funzione avverbiale (enfasi)  Uso “affettivo” del pronome
Marco è scemo forte Neanche oggi mi avete fatto i compiti
 Duplicazione aggettivo o avverbio (superlativo)  Clitico gli per le (e loro)
È arrivato a casa mogio mogio Gli ho detto di stare zitta/gli ho detto di stare zitti

 lui, lei, loro in funzione di soggetto in  Ci attualizzante


luogo di egli, ella, essi
Non ci ho voglia di venire alla festa
Luca è impegnato stasera. Lui difficilmente
arriverà in tempo per il film  Che polivalente

 Uso di articolo + nome proprio (italiano Il posto che siamo stati venerdì è davvero bello
regionale del Settentrione) Il libro è di quella ragazza che (le) hai chiesto il numero ieri
La Lucia adesso fa la parrucchiera Meglio andare a casa che secondo me pioverà tra poco

Mangia che diventi grande


Li vedo che scendono
(2) Parlato medio: usi poco accettabili nello scritto

Uso di modi e tempi verbali

Non so se è vero
Se sapevo, non venivo
Gentile cliente,
le chiediamo gentilmente di versare la quota di iscrizione entro il giorno 30 dicembre
2017, come previsto dal contratto, o altrimenti rescindiamo il suddetto, secondo
quanto indicato all’art. 14/1234 C.C.

Nel lontano 1662 è nato Blaise Pascal


Ordini marcati:
I giornali li leggo ogni giorno (dislocazione a sinistra)

Il caffè lo prendo amaro


Li leggo ogni giorno i giornali (dislocazione a destra)
A Roma sono stato non a Napoli (focalizzazione contrastiva)
È a te che ho chiesto di comprare il (frase scissa)
giornale
Ciò che riteniamo è che il governo si stia impegnando... (frase pseudoscissa)

C’è Marco che ti sta aspettando (c’è presentativo)

Luca non sappiamo proprio come dirglielo di arrivare in orario (tema sospeso)
(Punteggiatura nella riproduzione del parlato):

I giornali, li leggo ogni giorno


Li leggo ogni giorno, i giornali

Il caffè, lo prendo amaro

A Roma sono stato, non a Napoli

È a te che ho chiesto di comprare il


giornale
Ciò che riteniamo è che il governo si stia impegnando...

C’è Marco che ti sta aspettando

Luca, non sappiamo proprio come dirglielo di arrivare in orario


Individua gli ordini marcati e ristabilisci l’ordine standard

Potrebbero piacerti anche