Sei sulla pagina 1di 15

Facoltà di Lettere e Filosofia, Università di Zagabria

Dipartimento di Italianistica
Semantica della lingua italiana

F.Casadei, Lessico e semantica

Problemi e limiti
dell’analisi
componenziale
Studentessa: Lucija Demović
La ricerca dei primitivi atomicità e
universalità dei tratti semantici
• Quanto più piccole?
• Alcune teorie semantiche:
 definire un inventario di tratti elementari
 le unità ultime e fondamentali, non ulteriormente analizzabili
 primitivi semantici
 I componenti basilari del significato, al di sotto dei quali non vi sono tratti
ancora più elementari

• La tesi dell’universalità
 i tratti semantici fondamentali sono universali
 si troverebbero lessicalizzati in tutte le lingue
 i primitivi formano un nucleo basilare comune a tutte le lingue
Bierwish (1970)
«I tratti semantici non possono essere
diversi a seconda della lingua, ma sono
piuttosto parte della generale capacità
umana per il linguaggio e formano un
inventario universale usato poi in modi
particolare dalle singole lingue.»

• tesi dell’universalità  tesi dell’innatismo


Gottfried Wilhelm Leibniz
(1646 - 1716)
• ars combinatoria
• costruire un «calcolo dei pensieri»

Idea
semplice
Idea
semplice
Idea
semplice
Idee complesse

Lettere
Parole
dell’alfabeto
• non è ulteriormente scomponibile
Idea semplice

• si assegna a ciascuna di esse un


«L’alfabetto del «carattere»; un simbolo
pensiero»

Characteristica • lingua simbolica universale


universalis
Metalinguaggio Semantico Naturale

• Anna Weirzbicka e i suoi collaboratori


• «naturale»  formato da parole inglesi
• lingua
mentale costituita da un inventario di primitivi
universali e innati e dalle regole per combinarli
IO
TU

QUALCUNO QUALCOSA

QUESTO
DIRE

VOLERE
SENTIRE
DIVENTARE
~ 60 primitivi
• SOPRA, SOTTO, LONTANO, VICINO,
Termini spaziali QUI

• ORA
Termini temporali
• SE, PERCHÉ
Connettivi
• PICCOLO, GRANDE
Descrittori
• BUONO, CATTIVO
Valutatori
Critiche
• nessuno è ancora riuscito a individuare
 un elenco convincente di primitivi
 criteri per definire l’inventario

• gli inventari non hanno le capacità descrittiva che dovrebbero avere


• nessuno di essi consente di descrivere il significato di tutte le unità del lessico
• non esiste alcuna lista di primitivi
____________________________________________________________________
• però, l’analisi componenziale può essere praticata senza:
 Programma leibniziano di ricerca dei primitivi
 Concezione atomista, universalista o innatista dei tratti
La natura dei tratti semantici
• Il tratto MASCHIO
• il lessema maschio
= il significato «maschio» che corrisponde a tale lessema
• secondo alcuni i tratti sono parole
*I tratti = lessemi
• Descrittori di tutti i lessemi di cui sono iperonimi
• flagellamento «atto da flagellare»
immoralità «qualità di ciò che è immorale»
narratore «persona che narra»
coltello «strumento per tagliare»
*non sono parole o significati di parole
• 1. l’ipotesi concettualista
 hanno uno statuto psicologico
 concetti (concetti universali e innati)
 presenti nella nostra mente
 lessicalizzati nelle diverse lingue
 Linguistica generativa (Wierzbicka)

• 2. l’ipotesi metalinguistica
 costrutti teorici
 appartenenti al metalinguaggio con cui si descrivono i significati
 tradizione strutturalista
• MASCHIO come un concetto / MASCHIO come un
elemento del metalinguaggio descrittivo
• cosasia MASCHIO in un modo che non consista nel
rinviare alla parola italiana maschio
• la critica più forte all’analisi componenziale
•I tratti semantici  parole «travestite»

«In mancanza di una definizione precisa dei tratti


semantici, l’analisi componenziale non aggiunge alla
compresione del significato più di quanto farebbe una
semplice traduzione in un’altra lingua»
I tratti semantici come condizioni
neccessarie e sufficienti
• il problema = concezione stessa dal significato presupposto dall’analisi
• 1) distinzione tra dizionario ed enciclopedia
• 2) difficoltà di descrivere in termini di tratti i significati connotativi
Per esempio con le metafore:
Quel ragazzo è un leone.
Il tratto (+UMANO) di ragazzo confligge con il tratto (-UMANO) di leone
= anomalia semantica
3) rendere conto del carattere plastico