Sei sulla pagina 1di 37

CONTENUTI

 Funzioni cognitive normali


 Fattori che influiscono sulla funzione cognitiva
 Alterazioni della funzione cognitiva con particolare
riferimento ai problemi del linguaggio (definizione di
afasia, disartria, ipofonia)
 Il processo di nursing applicato al bisogno di
comunicare:
– COMPROMISSIONE DELLA COMUNICAZIONE VERBALE
 Enunciazione di una diagnosi infermieristica
correlata: ISOLAMENTO SOCIALE
Cosa sono le
funzioni cognitive?
Funzioni cognitive
Sono quelle capacità che ci permettono una corretta
interpretazione e gestione delle informazioni

La cognizione è il modo sistematico in cui una persona


pensa, ragiona ed usa il linguaggio.
Rende la persona capace di interagire con l’ambiente
in modo significativo e finalizzato
Richiedono ‘integrazione dei processi di attesa
(attenzione) percezione, pensiero, apprendimento,
ricordo (memoria) e comunicazione
.
Funzioni cognitive
L’apprendimento è la L’attenzione (attesa) è l’aspetto
capacità del sistema della coscienza che rende capace
nervoso di immagazzinare una persona di concentrarsi su
informazioni che possono qualcosa e considerare specifici
essere richiamate stimoli sensoriali
successivamente.
Il pensiero è il processo di scelta,
La comunicazione è lo organizzazione e categorizzazione
scambio di informazioni delle informazioni per formare
tra almeno due persone concetti mentali o percezioni
e l’implica l’utilizzo del
La percezione è il La memoria
linguaggio per
processo di ricezione è l’abilità di
memorizzare ,elaborare
e interpretazione richiamare i
e trasmettere i contenuti
degli stimoli pensieri.
del pensiero
sensoriali
CARATTERISTICHE
DELLA COGNIZIONE
NORMALE
Intelligenza
Percezione della realtà
Orientamento
Giudizio
Riconoscimento e richiamo
Linguaggio
Che scopo avrebbe la vita, se non ci fosse una
reale comunicazione
tra due individui?
Lawrence Ferlinghetti

L’ASSISTENZA
INFERMIERISTICA E’ UN
PROCESSO INTERPERSONALE

I rapporti influenzano i risultati


dell’assistenza stessa
IL COMUNICARE
è un atto con il quale le persone
La produzione
 Mettono in comune
conoscenze, esperienze ed delle parole
informazioni è un’attività che richiede
la coordinazione di
 Condividono emozioni e strutture laringee e
sentimenti respiratorie con
le aree collocate nella
 Esprimono il loro essere in corteccia
relazione cerebrale
e nell’area di
Broca
E’ UN BISOGNO! della corteccia
motoria.
atteggiamenti

LINGUAGGIO
C
V r
al e
o Verbale Non Verbale d
r  Parola  Espressione viso e
i
 Ascolto  Postura n
 Lettura  Prossemica
 Scrittua  Gestualità
z
 Paralinguistica e

pregiudizi
In caso di
COERENZA
tra linguaggio verbale
e non verbale
prevale il linguaggio
VERBALE

FACILMENTE CONTROLLABILE
In caso di
CONTRADDIZIONE
tra linguaggio verbale
e non verbale
prevale il linguaggio
NON VERBALE

DIFFICILMENTE CONTROLLABILE
IL PROCESSO DI
NURSING
COMUNICAZIONE
Il signor Franco, di anni
56, è stato ricoverato
in Neurologia in seguito
a comparsa di disfagia
e disartria.
FATTORI CHE INFLUISCONO
SULLA FUNZIONE COGNITIVA
(comunicazione)

FATTORI FISIOLOGICI
 Flusso ematico

 Nutrizione e metabolismo

 Equilibrio idroelettrolitico

 Sonno e riposo

 Concetto di sé

 Processi infettivi

 Processi degenerativi

 Agenti farmacologici

 Trauma cranico
FATTORI CHE INFLUISCONO
SULLA FUNZIONE COGNITIVA
(comunicazione)
FATTORI FISIOLOGICI

 Stadio di sviluppo e di crescita


 Integrità sensoriale
 Integrità del sistema nervoso
 Integrità organi fonatori
FATTORI CHE INFLUISCONO
SULLA FUNZIONE COGNITIVA
(comunicazione)
FATTORI PSICOLOGICI
• Dolore (emotivo)
• Ansia
• Paura
• stanchezza
• stress
FATTORI CHE INFLUISCONO
SULLA FUNZIONE COGNITIVA
(comunicazione)
FATTORI AMBIENTALI
 Lingua madre

 Cultura di appartenenza

 Educazione

 Valori e credenze

 Luogo (rumore…)
accertamento
ACCERTAMENTO:
OSSERVAZIONE ED ESAME OBIETTIVO

 STATO DI COSCIENZA
– Risponde agli stimoli verbali
– Risponde agli stimoli dolorosi

 ORIENTAMENTO TEMPO-SPAZIO-PERSONE

 FUNZIONI SENSORIALI
 Ipoacusia /acusia
 ipovisus/cecità

 CAPACITA’ DI COMPRENSIONE
 Esegue gli ordini verbali semplici
 Esegue gli ordini complessi
 Esegue gli ordini solo su imitazione
ACCERTAMENTO:
OSSERVAZIONE ED ESAME
OBIETTIVO
 CAPACITA’ DI ESPRESSIONE/RICEZIONE
 Tipo di linguaggio verbale/non verbale
 Ipofonia/afonia
 Balbuzia
 Disartria
 Afasia
– Afasia espressiva (motoria)
– Afasia ricettiva (sensitiva)
– Afasia anomica
– Afasia globale
 Presenza di “barriere”: tracheostoma…
ACCERTAMENTO:
OSSERVAZIONE ED ESAME OBIETTIVO
 FUNZIONI COGNITIVE
– Alterazione dei processi di pensiero
 Alterazione dei processi di veglia
 Alterazione dell’attenzione
 Delirio
 Sindrome del tramonto
 Alterazioni della memoria
 Disturbi psichiatrici

– Pensiero disorganizzato
 Comportamenti bizzarri
 Allucinazioni e illusioni
 Confusione acuta (delirio)
ACCERTAMENTO:
intervista
IDENTIFICAZIONE DEL MODELLO DI
COMUNICAZIONE, DEI RISCHI O DELLE
DISFUNZIONI
 Lingua parlata e tipo di linguaggio utilizzato
 Livello di scolarità
 Difficoltà di memoria
 Abitudine a comunicare, a parlare di sé
 Percezione delle proprie capacità di produrre e
comprendere il linguaggio
 Livello di ansia/paura
ACCERTAMENTO: PROCEDURE ED
ESAMI DIAGNOSTICI
– Esami fisiologici
 Ossigenazione arteriosa
 Elettroliti

 Glicemia

 Ammonio/urea

 Livelli tossici di farmaci


– Esami della funzione cognitiva
 Scale di osservazione comportamentale
LA DIAGNOSI INFERMIERISTICA

COMPROMISSIONE DELLA
COMUNICAZIONE VERBALE

Definizione:

stato in cui un individuo ha una


(

diminuita, ritardata o assente


capacità di ricevere, processare,
trasmettere o utilizzare un sistema
di simboli)
LA DIAGNOSI
INFERMIERISTICA
 Diminuita circolazione del
COMPROMISSIONE cervello
DELLA  Barriere fisiche (tracheostomia,
COMUNICAZIONE intubazione..)
 Alterazione della funzionalità
VERBALE motoria dei muscoli del
linguaggio
 Agli effetti del danno cerebrale
emisfero dominante
CORRELATO A….  Agli effetti della perdita uditiva,
visiva…
 Alla presenza di barriere
linguistiche…

Secondario a…..patologie…..
Caratteristiche definenti
 Discorso o risposta impropria
 Consapevole rifiuto di parlare
 Disorientamento
 Incapacità a parlare la lingua dominante
 Impossibilità o incapacità di parlare
 Difficoltà nel parlare o esprimersi verbalmente o nell’esprimere il
proprio pensiero
 Espressione verbale inappropriata
 Difficoltà a formare le parole
 Balbuzie
 Linguaggio impastato
 Difficoltà di attenzione
 Alterazione della capacità di parlare
 …
IL PROCESSO DI NURSING:
la definizione degli obiettivi
LA PERSONA
 COMUNICHERA’ UTILIZZANDO MEZZI E STRATEGIE
COMUNICATIVE ALTERNATIVE
 DIMOSTRERA’ DI COMPRENDERE CIO’ CHE SI STA
COMUNICANDO
 RIFERIRA’ UN SENSO DI ACCETTAZIONE E ADATTAMENTO
ALLA NUOVA SITUAZIONE E UNA DIMINUZIONE DELLA
FRUSTRAZIONE E DELL’ISOLAMENTO

CRITERIO DI ESITO O RISULTATO


Il signor Franco,
dimostra di esprimere i suoi bisogni attraverso
il supporto di una lavagna entro due giorni.
IL PROCESSO DI NURSING:
la pianificazione degli interventi
IDENTIFICARE I FATTORI FATTORI
CHE
CHE PROMUOVONO LA OSTACOLANO
COMUNICAZIONE
Non saper ascoltare
 Creare un'atmosfera di accettazione e
di privacy.
Formulare giudizi
 Garantire un ambiente tranquillo, non
frettoloso.
Dire frasi di
 Usare un tono di voce normale e
parlare lentamente, dimostrare incoraggiamento o
pazienza e attenzione
 Incoraggiare ad esprimere i propri risposte stereotipate
bisogni ed emozioni
Cambiare
 Ridurre le distrazioni esterne
 Rimandare la conversazione quando la argomento
persona è stanca
 Verificare il livello di l‘istruzione della Frasi di rifiuto
persona e non spingerla oltre tale
livello. Frasi manipolatorie
IL PROCESSO DI NURSING:
la pianificazione degli interventi

 IDENTIFICARE UN METODO ALTERNATIVO


CHE LA PERSONA POSSA UTILIZZARE PER
COMUNICARE I SUOI BISOGNI DI BASE
 usare carta e penna
 le lettere dell'alfabeto
 i segnali con le mani
 gli ammiccamenti
 i cenni del capo
 i segnali prodotti da un campanello
 computer
INTERVENTI
 Per pazienti con disartria o afasia
espressiva:
– Ridurre i rumori ambientali (per es. radio, TV)
affinché gli operatori riescano meglio a sentire le
parole
– Non modificare il proprio modo di parlare e i propri
messaggi, perché le capacità di comprensione della
persona non sono menomate; usare quindi un
linguaggio da adulti.
– Incoraggiare la persona a sforzarsi di parlare in
modo lento e ad alta voce, dicendo per es: "Faccia
un bel respiro tra una frase e l’altra”.
– Chiedere di ripetere le parole che risultano poco chiare;
osservare gli indicatori non verbali per migliorare la
propria comprensione,mettersi di fronte alla persona e
leggere le sue labbra;
INTERVENTI
 Per pazienti con disartria o afasia
espressiva:
– Stimolare l’impiego della gestualità;
– Stabilire un’erogazione dell’assistenza routinaria
– Se il linguaggio è incomprensibile, insegnare alla
persona ad aiutarsi con gesti, messaggi scritti e
cartoncini illustrati o altri mezzi alternativi
– Se è difficile comprendere che cosa il paziente dice
essere onesti e incoraggiarlo a ripetere;
– Ridurre il numero dei visitatori in contemporanea
– Non anticipare subito le parole che la persona sta
cercano di dire, permettere al paziente di provare
(ma attenzione alla frustrazione!)

INTERVENTI
 Per pazienti con deficit visivi:
– Intensificare l’uso del canale verbale e
tattile.
 Per pazienti con ipoacusia:
– Intensificare l’uso del canale visivo e tattile;
– Parlare lentamente;
– Alzare il tono di voce;
– Utilizzare la mimica e la gestualità.
Per le persone che non possono parlare
(per es. per intubazione endotracheale o
tracheostomia)
 Assicurare la persona che tornerà
nuovamente a parlare (se è vero). In caso
contrario, spiegarle di quali alternative potrà
disporre (per es. linguaggio dei segni)
 Non modificare il proprio modo di parlare, il
tono o il tipo di messaggio, poiché le
capacità di comprensione della persona non
sono menomate, usare un linguaggio da
adulti. Leggere le labbra per ricavarne
indicazioni
 OSSERVARE LA PRESENZA DI SEGNI DI
FRUSTRAZIONE O DI CHIUSURA IN SÉ.
 Affrontare verbalmente il problema della frustrazione
dovuta all'incapacità di comunicare, spiegando che
occorre pazienza sia all'infermiere che alla persona
che sta tentando di parlare.
 Mantenere un atteggiamento calmo e positivo, per
esempio "Sarò in grado di capirLa se ci lavoriamo
sopra".
 Rassicurare, dicendo per esempio "So che è difficile,
ma ci riuscirà". Mantenere il senso dell'umorismo.
 Permettere alla persona di piangere, per
esempio: "Va bene, lo so che è frustrante.
Piangere può rappresentare uno sfogo".
 Se la persona ha una capacità di parola limitata,
se cioè può fare richieste semplici ma non
pronunciare frasi lunghe, incoraggiarla a scrivere
lettere o a tenere un diario per esprimere i suoi
sentimenti e le sue preoccupazioni.
 Prevenire i bisogni e fare domande che
richiedano di rispondere semplicemente "Sì" o
"No"
Dare inizio all'educazione alla salute
e fornire i riferimenti indicati

 Insegnare alle altre persone significative le


tecniche di comunicazione e l'approccio da
adottare costantemente.
 Esortare i famigliari a condividere i
sentimenti che provano riguardo ai problemi
di comunicazione.
 Quando è il caso, consultare il logoterapista
all'inizio del trattamento.
IL PROCESSO DI NURSING:
la valutazione
CRITERIO DI ESITO O RISULTATO
Il signor Franco,
dimostra di esprimere i suoi bisogni attraverso
il supporto di una lavagna entro due giorni.

INDICATORE DI RISULTATO
Obiettivo Obiettivo Obiettivo
Il paziente raggiunto parzialmente non
comunica i raggiunto raggiunto
suoi bisogni SEMPRE QUALCHE MAI
VOLTA
Un esempio di DIAGNOSI
INFERMIERISTICA correlata
ISOLAMENTO
SOCIALE
stato nella quale la persona o
il gruppo prova o percepisce il
bisogno di il desiderio di
maggiori contatti con gli altri
Disturbi del linguaggio
ma non è in grado di stabilirli

Correlato a...