Sei sulla pagina 1di 42

POWER POINT SUL RICICLAGGIO,

L’AMBIENTE E I RIFIUTI

1C
La raccolta differenziata
I rifiuti sono un prodotto
inevitabile della società dei
consumi e del nostro stile di
vita sempre più orientato
all'usa e getta.
Il problema della raccolta dei
rifiuti è così diventato uno dei
problemi più scottanti della
nostra società. I rifiuti possono
finire nelle discariche , negli
inceneritori e possono essere
riciclati.
Perché differenziare
Per far si che i nostri rifiuti
vengano correttamente smaltiti
e riciclati è necessario che siano
mantenuti DIVISI a seconda del
tipo di materiale di cui sono
costituiti.
L’obiettivo a cui dobbiamo
tendere è quello di giungere
alla netta separazione tra rifiuto
secco e rifiuto umido.
La trasformazione dei rifiuti
La raccolta differenziata è un sistema di raccolta dei rifiuti che
consente di raggruppare quelli urbani in base alla loro
tipologia materiale, compresa la frazione organica umida, e di
destinarli al riciclaggio, e quindi al riutilizzo di materia prima.
Raccolti dai cittadini in cassonetti o campane distinte per
materia (la carta, la plastica, il vetro, l’alluminio, i metalli
ferrosi) o divisi a monte nelle case e recuperati a domicilio dai
comuni (è questo il metodo più efficiente, il cosiddetto “porta a
porta”)  vengono destinati ad impianti di trattamento dei rifiuti. Qui
vengono depurati dalla presenza di materiali estranei e non
omogenei,
e avviati agli impianti industriali di produzione che impiegano quelle
che, a questo punto, sono divenute “materie prime seconde”.
Poesia sull’
inquinamento
Quanto metano consumiamo !
Sempre l’ambiente meno amiamo !
Basta con queste macchine,
Usiamo un po’ i piedi!
Prima come faceva Heidi ?
Di carburante ne consumiamo troppo ,
Qui ci vuole un bel rapporto!
Consumiamo carburante,
E dal pianeta biologico siamo distante !
Meno carburante consumiamo
Più la Terra noi aiutiamo !
Siam felici di questa Terra in cui viviamo
Ma non ci accorgiamo che inquiniamo !
Quando possiamo andare su un prato ,
Che non sia sporco o inquinato ?
Renzi ha firmato un contratto
Che parla di un popolo unito e compatto ,
Ma con questo inquinamento
Abbiamo rotto questo patto !
Rifiuti nell’antichità
 Nei periodi in cui le risorse erano scarse, gli studi archeologici di
antiche discariche, ci mostrano la presenza di meno rifiuti domestici
(come il legno, strumenti rotti e ceramiche), il che implica che la
maggior parte dei rifiuti veniva riciclata in mancanza di nuovi
materiali.
In epoca pre-industriale, c'è testimonianza di un riuso di rottami di
bronzo e altri metalli in Europa che venivano fusi per il riutilizzo
perpetuo. In Gran Bretagna la cenere del fuoco a legna e il carbone
veniva raccolto da 'spazzini' e riutilizzato come base materiale nella
produzione di mattoni. Lo scopo principale per questi tipi di riciclaggio
era il vantaggio economico di ottenere materia prima riciclata invece di
acquistare materiale vergine, e sopperire alla mancanza di rimozione
dei rifiuti in aree pubbliche sempre più densamente popolate.
I rifiuti nel medioevo
 
I rifiuti ci sono sempre stati anche nel
medioevo e le città erano molto
sporche e maleodoranti, in ogni parte
d' Italia e d' Europa. Restavano gli
abiti, le scarpe e i mobili ma non si
gettavano via senza prima averli
riparati e riciclati molte volte. Il
problema principale infatti erano gli
scarti della lavorazione del cibo che
finivano per strada, scarti delle attività
produttive, le deiezioni degli animali e
quelle umano.
I rifiuti a Castel San Giorgio
A Castel San Giorgio la raccolta differenziata è
in vigore dal 2001 ed è stato uno dei primi
comuni ad adottarla per smaltire i rifiuti in
modo pulito e senza inquinare con vari
benefici come la riduzione di sprechi
elettrici e la riduzioni di utilizzo di materie
prime .
Organizzazione
A Castel San Giorgio c’è un
tabellone dove è scritto
quando bisogna cacciare la
busta della
carta,plastica,vetro,umido e
secco/indifferenziato . Il
tabellone ci dice anche dove
bisogna mettere i vari rifiuto e
quello che si può riciclare e
quello che non si può riciclare
per esempio i tubi al neon
non possono essere riciclati
perché al loro interno c’è un
gas nocivo .
Ciò che abbiamo ottenuto
Per famiglia c’è stato un risparmio di circa 357€
e per incrementare ancora di più il riciclaggio
sono state create 3 case dell’acqua dove
bisogna portare le proprie bottiglie di plastica o
vetro che sia e vengono riempite da acqua .
Rifiuti che non vengono riciclati
 
Gli oggetti che non si possono riciclare sono :
• Pannolini ;
• Carta troppo colorata ;
• Lampadine ;
• Vasi di ceramica ;
• Pasta ;
• Uova ;
• Sigaretta ;
• Buste non biodegradabili ;
• Tappi ;
• Medicinali scaduti .
 
Le batterie
Alcune batterie come quelle delle
auto vengono portate alle isole
ecologiche e poi vengono
svuotate e possono essere
riutilizzate mentre le altre
batterie vengono messe in
contenitori appositi che poi
verranno cementati .
Carta
Quasi tutta la carta si può riciclare soltanto le
carte troppo colorate e gli scontrini che sono
carte chimiche non possono essere riciclate, il
tetrapack se ha il simbolo del riciclaggio sotto
può essere riciclato .
Compostaggio
Il compostaggio è creato dagli scarti alimentari
da cucina quindi frutta verdura carne , però
non può essere creato se vengono miscelate
insieme a questi scarti resti di potature di
piante molto resistenti alla decomposizione
quindi castagni noce …
Vetro
I tubi al neon non possono essere
riciclati perché contengono al loro
interno un gas che serve a illuminare
al meglio il tubo al neon ; nemmeno le
lampadine possono essere riciclate
perché dentro di esse c’è un filo e un
gas solo le bottiglie e altri contenitori
in vetro possono essere riciclati.
Il ciclo dell’acqua
L’acqua dei fiumi e dal
sottosuolo defluisce
verso il mare;
dal mare e dai laghi
evapora e si sposta verso
l’atmosfera;
sottoforma di
precipitazione ritorna
sulla Terra formando
laghi e fiumi e il ciclo
dell’ acqua si ripete.
L’acqua che utilizziamo
Anche nelle città avviene un ciclo dell’ acqua.
Nelle città le sorgenti d’acqua sono: falde
acquifere,fiumi,laghi e sorgenti sulle
montagne. Una fitta rete di conduttore e
serbatoi costituiscono la rete idrica che ha
varie diramazioni.
Le acque che sporchiamo
Le acque che sporchiamo scompaiono
negli scarichi e vanno a finire nelle
reti fognarie e queste acque
arrivano in impianti di depurazione
e poi torna nell’ ambiente naturale.
Le acque reflue sono dette
domestiche e industriali non sono
solo sporche ma anche inquinate
perché le industrie non le hanno
depurate
Il riutilizzo dell’ acque reflue
Quando le acque reflue vengono
depurate e diventano potabili
possono essere messe nei
fiumi e talvolta usate in
agricoltura o industria.
Depurando l’acqua non si altera
lo stato dell’ambiente. Le
acque reflue sono tutte
indirizzate in impianti di
depurazione dove ci sono
batteri che la rendono potabile.
Musica
Spesso per avvicinare i più piccoli alla musica e
per riciclare vengono creati degli strumenti con
tutto ciò che buttiamo quindi cartone ,elastici,fili
carta… Si può creare una canzone anche con
strumenti riciclati come le maracas che si
creano con bottiglie riempite di semi chitarre
usando il cartone e degli elastici quindi ci sono
moltissimi strumenti che si possono creare
riciclando ciò che si butta.
Suona il riciclo
In varie parti del mondo sono state create delle
orchestre con le bottiglie di vetro e di plastica . In
queste orchestre la parte melodica viene affidata
alle bottiglie di vetro che a seconda del loro
contenuto producono suoni più gravi o più acuti;
se per esempio vogliamo un do grave possiamo
riempire di molto la bottiglia se vogliamo un re
acuto possiamo riempire la bottiglia di poco ,
mentre alle bottiglie di plastica viene affidata la
parte ritmica e quindi le bottiglie vengono
utilizzate come strumento a percussione .
What is waste recycling
Recycling is processing used materials (waste) into new useful products.
Recycling used less energy and is a great way of controlling air water
and land pollution . Waste items there are usually recycled include :
Paper waste (book,newspaper)
Plastic waste (plastic bags water bottles rubber bags)
Glass waste (broken, bottles ,bear) .
Alluminium waste (cans from drink soda drink) .
Che cos’è il riciclaggio dei rifiuti

Il riciclaggio sta utilizzando materiali usati (rifiuti) in


nuovi materiali .Il riciclaggio usa meno energia e
c’è un grande via di controllo dell’ inquinamento
dell’ acqua aria terra e suolo . Tra le cose che si
riciclano includiamo :rifiuti di carta rifiuti
Rifiuti di plastica
Rifiuti di alluminio
Rifiuti di vetro
This is recyclone the monster made of rubbish .
Importance and beneficts of waste
recycling
Recycling helps to protect the
environment. Pollution of the air,
land, water and soil is reduced.
Recycling conserves natural
resources.
Recycling saves energy.
Recycling creates jobs (people are
employed to collect, sort and
work in recycling companies).
Importanza e benefici del riciclaggio

Il riciclaggio aiuta a proteggere l'ambiente .


L'inquinamento della terra, aria, l'acqua e
suolo è ridotto. Riciclaggio conserva risorse
naturali . Il riciclaggio consente di risparmiare
energia . Il riciclaggio crea posti di lavoro
(persone sono impiegate per raccogliere,
ordinare e lavorare in aziende di riciclaggio ) .
Le tri selectif en France
La moitié des français ne trient pas leurs déchets
de manière systèmatique
Si le tri sélectif est devenu le premier geste
Ècologique en France il reste encore trop
occasionnel :87% des français trient leurs déchets
,mais seulement 44% d’entre eux le font de
manière systèmatique
Les jeuns trient moins que leurs ainès .Le 18%des
français agès de 15 a 24 ans ne trient jamais
leurs ordures
Il riciclaggio in Francia
La metà dei francesi non dividono in maniera
sistematica i loro rifiuti . La raccolta differenziata è
diventata il primo gesto ecologico in Francia e il
resto è ancora occasionale :87% dei francesi divide
in modo sbagliato i loro rifiuti, ma solamente il
44% riordinano i rifiuti in maniera ordinata.
I giovani riciclano meno degli anziani. Il 18% dei
francesi dell’ età dai 15 ai 24 anni non sistemano i
loro rifiuti.
Il riciclaggio nell’arte
Nelle ore di arte ci siamo riuniti in 4 gruppi e in questi gruppi abbiamo fatto
dei lavori sfruttando materiali riciclabili come tappi di plastica stoffa carta
e pezzi di carta colorati. Questo lavoro è durato 6 ore .
Dove finiscono i rifiuti?
Ogni giorno noi utilizziamo moltissime cose e queste
cose presto o tardi si romperanno diventando cosi
rifiuti.
Ci sono tre modi per smaltire i rifiuti :
Discarica, Inceneritore (termovalorizzatore), Il riciclaggio.
Inceneritori,discariche,riciclo
• Inceneritori: i rifiuti vengono bruciati e scompaiono senza lasciare
traccia, però ci sono degli inceneritori detti anche
termovalorizzatori che bruciando rifiuti danno energia termica.
• Discariche: i rifiuti vengono ammassati in un grande pezzo di terra
con sotto un telo e ci sono delle discariche illecite che sotterrano i
rifiuti senza protezione inquinando cosi il terreno.
• Riciclo: è una pratica che permette di riutilizzare i rifiuti per creare
prodotti nuovi e utili, è il miglior modo di smaltimento dei rifiuti.
La regola delle 5 R
• Le 5 R sono: riduzione, riuso, riciclo, raccolta
differenziata, recupero energetico.
• Riduzione: si cerca di ridurre i rifiuti
• Riuso: riutilizziamo rifiuti trasformandoli in oggetti
utili.
• Riciclo: si trasforma un rifiuto in un nuovo prodotto
utile.
• Raccolta differenziata: si raccolgono in appositi
contenitori.
• Recupero Energetico : bruciando i rifiuti si ricava
energia termica e pulita utilizzabile.
Scienze
In scienze abbiamo studiato i vari tipi di plastica :
PP PE HDPE PVC LDPE PS PETE . Sui vari tipi di
plastica abbiamo fatto un test termico e uno alla
resistenza .
Alcuni tipi di plastica diventavano morbidi mentre
altri si scioglievano completamente . Quando
alcuni tipi di plastica subivano una pressione si
accartocciavano o alcuni si spezzavano .
Indagine
statistica sui
rifiuti !!!!
A casa…........La pesata
Noi alunni della classe I C abbiamo pesato i rifiuti prodotti dalle nostre famiglie
giornaliermente per una settimanan e abbiamo inserito le pesate in una tabella: carta,
plastica e secco.
Riportiamo come esempio la tabella dei nostri dati sulla plastica raccolti in una
settimana.

giorni Plastica kg

Sabato 2

Domenica 1.500

lunedì 2.350

martedì 300

mercoledì 1,75

giovedì 2

Venerdì 0
totale 5
Pesate della…. carta
Sabato 20g

Domenica 10g

Lunedi 5g

Martedi 5g

Mercoledi 5g

Giovedi 6g

venerdi 7g
A scuola…....

A scuola abbiamo giocato con i nostri dati , costruendo diagrammi e


rispondendo a tante domande che ci venivano in mente.
Quindi siamo andati in sala computer e abbiamo inserito i nostri dati in
Excel, costruendo una tabella e poi un istogramma.
Abbiamo risposto alle seguenti domande:
Qual è il giorno che abbiamo prodotto più carta?
Qual è il giorno che si accumula più plastica ?
Qual è il giorno che abbiamo accumulato più secco ?

PLASTICA g
1600
1400
PLASTICA g
1200
SABATO 300 1000
DOMENICA 400 800
LUNEDì 400 600 PLASTICA g
MARTEDì 150 400
MERCOLEDì 1000 200
GIOVEDì 400 0
ì ì ì ì ì
VENERDì 1500 AT
O CA ED ED ED ED RD
NI N T L V E
SA
B
M
E LU AR CO GI
O
VE
N
DO
M ER
M
Anche per la frazione inorganica…il secco

peso secco g
Pesata secco giornaliera
sabato 0 250

domenica 5 200
lunedì 18 150
martedì 63
100 peso secco g
mercoledì 85
50
giovedì 17
0
venerdì 10 to ca dì dì dì dì dì le
aba eni u ne arte cole iove ner o ta
s l ve T
Totale 198 do
m m er g
m

Noi alunni di 1C abbiamo effettuato delle pesate giornaliere della FRAZIONE INORGANICA che
produciamo in famiglia e abbiamo raccolto i dati in una tabella. Dopo aver raccolto
i dati ci siamo posti delle domande su quanto secco producevamo in una settimana .
Quindi abbiamo costruito una tabella e un istogramma per capire chi produce più secco .
E in totale…...Chi fa la migliore differenziata?
ELENCO FAMIGLIE TOT CARTA kg TOT PLASTICA kg TOT SECCO kg
Aliberti 14,7 19,5 8,2
Carmellino 0,9 0,2 2,5
Cerciello 16,28 3,61 17,2
Fierro 1,12 1,65 2,87
Ingino 1,5 1 1,1
Salvati 1 ,69 2,608 0,198
Vallone 2 4 1
Vicidomini 1,4 1,59 2
Lanzara 0 1,84 0,46
Zambrano 17 10 12
Salvati G. 4,7 4,5 4,9
Apicella 0,55 1,55 1,06

Abbiamo tabulato i dati di ogni famiglia e ci siamo 18.00


16.00
chiesti: chi consuma più carta? 14.00
12.00
Per rispondere a questa domanda abbiamo creato 10.00
un istogramma per visualizzare i risultati più 8.00
6.00
velocemente. 4.00
La famiglia che consuma più carta è la famiglia 2.00
0.00
Zambrano. ne in
i
ar
a no G. lla
la lo om nz
br a ati ice
V cid La m lv A p
Vi Za Sa
E in totale…...Chi fa la migliore differenziata?
ELENCO FAMIGLIE TOTALE CARTA TOTALE PLASTICA TOTALE SECCO
Aliberti 14,7 19,5 8,2
Carmellino 0,9 0,2 4,5
Cerciello 16,28 3,61 17,2
Fierro 1,12 1,65 2,87
Ingino 1,5 1 1,1
Salvati M. 1,69 2,608 0,2
Vallone 2 4 1
Vicidomini 1,4 1,5 2

Lanzara 0 1,84 0,46


Zambrano 17 10 12
Salvati G. 4,7 4,5 4,9
Apicella 0,55 1,55 1,06

25
Abbiamo ottenuto i dati di 20
Tutte le famiglie e costruito un 15
istogramma .
10
E così siamo arrivati a porgerci
una domanda : Qual è la famiglia 5
Che produce più plastica ? 0

Leggete l’ istogramma!!!!!!!!
RACCOLTA DIFFERENZIATA NELLA NOSTRA
CLASSE : CARTA, PLASTICA , SECCO
25.00

20.00

15.00

10.00

5.00

0.00
Aliberti CarmellinoCerciello Fierro Ingino Salvati Vallone Vicidomini Lanzara ZambranoSalvati G. Apicella
Grazie per l’ attenzione
Gli alunni della IC

Lavoro organizzato da :
Salvati G., Salvati M., Carmellino, Lanzara