Sei sulla pagina 1di 22

Lambdin 3

L’articolo determinativo
• Quando una parola inizia con le sillabe yə- o mə-,
l’articolo determinativo è ‫ה‬
ַ senza il raddoppiamento
(NB: nella pronuncia si “perde” una sillaba)

~ydIl"y> → ~ydIl"y>h; (hay-lä-dîm)


~yliG>r:m. → ~yliG>r:m.h; (ham-
raG-Gü-lîm)
Eccezioni, ad es.: ~ykili'M.h;
(cfr., ad es., Gn 14,5.17)
• Eccezioni alla regola precedente ricorrono
quando la seconda sillaba del sostantivo
inizia con ‫ ע‬o ‫( ה‬si ha quindi un regolare
raddoppiamento e lo ə è sonoro)
• ~ydIWhY>h; (hay-yü-hû-dîm)
Molte parole presentano con l’articolo una forma
leggermente differente. Le seguenti sono le più importanti:

‫᾿ ֶ֫א ֶרץ‬éreṣ ‫ ָה ָ֫א ֶרץ‬hā᾿ā́reṣ terra, paese

‫ הַר‬har ‫ ָההָר‬hāhār montagna

῾am hā῾ām popolo, nazione


‫עַם‬ ‫ָהעָם‬
‫ ּגַן‬gan ‫ ַהּגָן‬haggān giardino

par happār giovenco, toro


‫ּפַר‬ ‫ַהּפָר‬
‫ חַג‬ḥaḡ ‫ ֶהחָג‬heḥāḡ festa, festività

᾿ărôn hā᾿ārôn scatola, cesta, arca


‫אֲרֹון‬ ‫הָָארֹון‬
Aggettivi
Aggettivi
• Gli aggettivi concordano in numero e
genere con i sostantivi che modificano.

• La distinzione tra maschile e femminile


nell’aggettivo è chiaramente e
uniformemente segnalata.
Paradigma degli aggettivi
Singolare Plurale

maschile
bAj (buono) ~ybiAj
(buoni)

femminile
hb'Aj (buona) tAbAj
(buone)
1. Gli aggettivi composti di due sillabe
mostrano la riduzione della ä della 1ª
sillaba in ü

lAdG" ~yliAdG>
hl'AdG> tAlAdG>
Attenzione quando la prima consonante è
una gutturale

~k'x' ~ymik'x]
hm'k'x] tAmk'x]
2. Forme particolari di !joq' (piccolo, insignificante)

!joq' ~yNIj;q.

hN"j;q. tANj;q.
3. Gli aggettivi monosillabici (viene aggiunta
una sillaba – raddoppiamento dell’ultima
consonante)

br: ~yBir:
hB'r: tABr:
Ma quando l’ultima consonante è una gutturale…
non è possibile il raddoppiamento → quindi per
compensare si allunga la vocale della prima sillaba

[r: ~y[ir"

h['r" tA[r"
4. Gli aggettivi che terminano in -eh
(non viene aggiunta alcuna sillaba; la -eh viene
rimpiazzata da desinenze corrispondenti)

hp,y" ~ypIy"

hp'y" tApy"
L’uso degli aggettivi
• Gli aggettivi possono svolgere due
funzioni: attributiva e predicativa.
• L’aggettivo attributivo forma un sintagma
con il sostantivo che modifica; questo
sintagma ha un’unica funzione nella frase.

• L’aggettivo attributivo segue il sostantivo e


concorda con esso in numero, genere e
determinatezza.

• NB: l’aggettivo concorda con il genere del


sostantivo che lo precede e non con le sue
desinenze.
• bAj vyai un uomo
buono

• bAJh; vyaih' l’uomo buono

• ~ybiAj ~yvin"a] uomini


buoni

• ~ybiAJh; ~yvin"a]h' gli


uomini buoni
• hb'Aj hV'ai una donna buona
• hb'AJh; hV'aih' la donna buona
• tAbAj ~yvin" donne buone
• tAbAJh; ~yviN"h; le donne
buone
• hl'AdG> ry[i una grande città
• hl'AdG>h; ry[ih' la grande città
• tAlAdG> ~yrI[' grandi città
tAlAdG>h; ~yrI['h, le grandi città
• Funzione predicativa dell’aggettivo
• Un sostantivo e un aggettivo senza articolo
giustapposti costituiscono di solito una
predicazione: considerato l’aggettivo come
predicato e il sostantivo come soggetto.
• Nella funzione predicativa l’aggettivo può
stare davanti o dopo il suo sostantivo
soggetto.
• Vi è concordanza nel numero e nel genere,
• ma l’aggettivo predicativo, per definizione,
non ha l’articolo determinativo
• vyaih' bAj L’uomo è buono.
• bAj vyaih' L’uomo è buono.
• hV'aih' hb'Aj La donna è buona.
• hb'Aj hV'aih' La donna è buona.
• ~yvin"a]h' ~ybiAj Gli uomini sono buoni.
• ~yviN"h; tAbAj Le donne sono buone.
• Una serie di aggettivi può svolgere l’una o
l’altra funzione:

• hb'AJh;w> hl"AdG>h;
ry[Ih'
la grande e buona città (f. attributiva)

• hb'Ajw> hl"Adg> ry[Ih'


La città è grande e buona. (f. predicativa)
Quando il sostantivo è indeterminato si può
verificare una certa ambiguità…

• hb'Aj hm'k.x'