Sei sulla pagina 1di 11

Caravaggio

Ognjen Đurđević, III2


La vita
• Michelangelo Merisi da Caravaggio nascè a
Milano, dove suo padre, Fermo, fu amministratore
di casa e architetto-decoratore del Marchese di
Caravaggio, una città a 35 km a est di Milano ea
sud di Bergamo.
• Nel 1576 la famiglia si trasferì a Caravaggio
(Caravaggius) per sfuggire a una pestilenza che
devastò Milano, e il padre e il nonno di Caravaggio
morirono entrambi lo stesso giorno nel 1577.
• La madre di Caravaggio morì nel 1584, lo stesso
anno iniziò il suo apprendistato quadriennale presso
il pittore milanese Simone Peterzano, descritto nel
contratto di apprendistato come allievo di Tiziano
Vecelli.
• Nel 1592 Caravaggio lasciò Milano per Roma, in
fuga dopo "alcune liti" e il ferimento di un
poliziotto
La vita
• Sotto l'influenza di un famoso architetto italiano
Onorio Longhi di cui era amico, Caravaggio fu
introdotto alle risse di strada romane
• Nel 1599 Caravaggio fu incaricato di decorare la
Cappella Contarelli nella chiesa di San Luigi dei
Francesi. Le opere che produsse per questo scopo
iniziò la sua popolarità. Da allora in poi non gli mai
mancò commissioni o mecenati.
• Nel 1606 uccise un giovane in una rissa, forse
involontariamente, e fuggì da Roma con una
condanna a morte che incombeva su di lui
• Si trasferì a sud di Roma, poi Napoli, Malta, Sicilia
e poi ancora una volta a Napoli
• Caravaggio ricevette la grazia dalla corte in cambio
di alcuni dei suoi dipinti. Partì così per Roma da
Napoli. Tuttavia, morì di febbre, nel 1610, prima di
raggiungere Roma.
Concerto di giovani
Caravaggio entrò nella
casa del cardinale
Francesco Maria Del
Monte nel 1595, e si pensa
che ‘’Concerto di
giovane’’ fu il suo primo
dipinto fatto
espressamente per il
cardinale.

La pittura mostra quattro ragazzi: tre che suonano strumenti musicali e il terzo,
Cupido, proteso verso un grappolo d'uva.

Il quadro è un'allegoria che mette in relazione la musica con il sostentamento


dell'amore nello stesso modo in cui il cibo è il sostentamento della vita.

Il dipinto è stato realizzato utilizzando olio su tela ed è attualmente conservato al


Metropolitan Museum of Art, a New York.
Fanciullo con canestro di frutta

Il dipinto risale
all'epoca in cui
Caravaggio, appena
arrivò a Roma dalla
nativa Milano, si
fece strada nel
competitivo mondo
dell'arte romana.

Il modello fu il suo amico e compagno, il pittore siciliano Mario


Minniti, di circa 16 anni.

Il dipinto è un pezzo pensato per dimostrare la capacità dell'artista di


raffigurare tutto, dalla pelle del ragazzo a quella di una pesca, dalle
pieghe della veste alla trama del cesto.
Bacchino malato

‘’Bacchino malato’’ è considerato


l'autoritratto di Caravaggio, originario
tra il 1593 e il 1594.

Le fonti di questo periodo sono


inconcludenti, ma concordano sul
fatto che a un certo punto l'artista si
ammalò gravemente e trascorse sei
mesi all'ospedale di Santa Maria della
Consolazione. Questa esperienza
probabilmente ispirò creare questo
capolavoro.

La muscolatura ben definita del ragazzo del quadro, l'espressione del viso malata ed
esausta e un discreto contrasto tra luce e oscurità, fanno di questo dipinto il pezzo forte
dell'arte caravaggesca e del barocco in generale, incarnandone tutti gli elementi tipici.
Vocazione di San Matteo
È un capolavoro e uno dei dipinti più
notevoli di Caravaggio che fu
completato nel 1599-1600 per la
Cappella Contarelli nella chiesa della
congregazione francese, San Luigi
dei Francesi, a Roma, dove rimane.
Questo dipinto mostra un'immagine
biblica in modo secolare,
evidenziando il realismo di
Caravaggio. Anche il contrasto tra
luce e oscurità gioca un ruolo
importante in questo dipinto,
rendendolo un perfetto
rappresentante dell'arte barocca.

Il dipinto raffigura la storia del Vangelo di Matteo (Matteo 9: 9): "Gesù vide un uomo di nome
Matteo al suo posto nella dogana e gli disse:" Seguimi ", e Matteo si alzò e Lo seguì". Caravaggio
raffigura Matteo il pubblicano seduto a un tavolo con altri quattro uomini. Gesù Cristo e San
Pietro sono entrati nella stanza e Gesù sta indicando Matteo. Un raggio di luce illumina i volti
degli uomini a tavola che guardano Gesù Cristo.
Martirio di San Matteo
Si trova nella Cappella
Contarelli della chiesa
della congregazione
francese San Luigi dei
Francesi a Roma, dove è
appesa di fronte alla
‘’Vocazione di San
Matteo’’ e accanto alla pala
d'altare ‘’L'ispirazione di
San Matteo’’, entrambe del
Caravaggio. Fu il primo
dei tre ad essere installato
nella cappella, nel luglio
1600.

In questo dipinto, Matteo non trema per la paura per lo sciopero del boia, ma cerca il dono
dell'angelo. La presa del boia e la portata dell'angelo sono due percorsi paralleli. Visto come
tale, questo è un dipinto non su un momento di terrore generale, ma sulla morte di un santo
come stretta di mano personale del divino.
Davide con testa di Golia
Questo dipinto fu realizzato tra il
1605 e il 1610, durante il periodo in
cui Caravaggio era in esilio, con la
condanna a morte (sotto forma di
decapitazione) che incombeva su di
lui.
Per questo motivo, i suoi dipinti di
questo periodo spesso includono la
decapitazione di alcuni individui, a
volte, come nel caso di questo
dipinto, il suo.

Un'interpretazione di questo dipinto presenta David come assistente di Caravaggio senza


un nome noto. I sostenitori di questa interpretazione affermano spesso che il dipinto
indica una relazione romanitica tra il ragazzo e Caravaggio, poiché David sta guardando
la testa di Golia con dolore e simbolicamente, con la spada diretta verso i propri genitali.
Altri critici affermano che il dipinto è un doppio autoritratto di Caravaggio.
Importanza
• I suoi dipinti combinano un'osservazione realistica dello
stato umano, sia fisico che emotivo, con un uso
drammatico dell'illuminazione, che ebbe un'influenza
formativa sulla pittura barocca.
• Caravaggio impiegò un'attenta osservazione fisica con
un uso drammatico del chiaroscuro che divenne noto
come tenebroso.
• La sua influenza può essere vista nelle opere di molti
importanti pittori, come Peter Paul Ruben, Jusepe de
Ribera, Gian Lorenzo Bernini e Rembrandt
• è considerato il pioniere della pittura moderna da molti
critici contemporanei
Domande