Sei sulla pagina 1di 16

Corso di Statistica

Concetti di base
Tipologia di caratteri
Raccolta dei dati

Proff. Matilde Bini e Andrea Cutillo

A.A. 2017-2018

1
Da quanto detto nella introduzione è evidente
che:
• questo corso di Statistica tratta sia della
statistica descrittiva che della statistica
inferenziale
•gli argomenti trattati possono essere
raggruppati in quattro macro aree che
rappresentano gli obiettivi principali e
definiscono la struttura del corso
•prima di illustrare i vari argomenti è
indispensabile richiamare alcuni concetti base
di unità statistica, popolazione, carattere,
modalità e tipologia dei caratteri e sulle
modalità di raccolta dei dati

2
Struttura del Programma del corso e
capitoli del testo

• Capp. 2-5, Analisi descrittive e esplorative,


per sintetizzare e rappresentare il collettivo
• Capp. 6-11, Calcolo delle probabilità, per
calcolare la probabilità del verificarsi dei
fenomeni reali; serve per le parti successive
• Capp. 12-15, Inferenza statistica
• Capp. 16-18, Relazione tra fenomeni e
variabili: correlazione e regressione

3
Concetti di base
• L’unità statistica rappresenta l’unità
elementare di osservazione statistica
• L’insieme di tutte le unità statistiche
costituisce la Popolazione (il collettivo
statistico)
• Il carattere è ciò che rileviamo su ogni
unità statistica
• La modalità del carattere è il modo
(intensità o attributo) in cui il carattere si
manifesta
• La matrice dei dati è il modo in cui sono
organizzati i dati, ovvero l’informazione
grezza disponibile
4
Variabilità di un carattere
Il carattere che si studia deve avere la
proprietà di manifestarsi con differenti
modalità nel collettivo
Variabilità = Attitudine ad assumere
differenti modalità

N.B. Se tutti i punti vendita di una impresa fossero


ubicati nel centro città, non avrebbe senso studiare
il carattere “ubicazione” utilizzando la statistica

5
Classificazione dei caratteri
statistici - 1
Carattere qualitativo: le modalità del carattere si
esprimono tramite attributi; vengono dette
mutabili
– Sconnesso o su scala nominale (non esiste un
ordine naturale delle modalità, ad esempio
‘maschio’ /‘femmina’ per il carattere ‘Genere’)
– Ordinato o su scala ordinale (esiste un ordine
naturale delle modalità, ad esempio ‘licenza
elementare’,’licenza media’ ecc.. per il carattere
‘Titolo di studio’)

6
Classificazione dei caratteri
statistici - 2
Carattere quantitativo: le modalità del
carattere si esprimono tramite valori numerici
(o intensità) e si chiamano variabili
– Continuo (le modalità possono essere messe in
corrispondenza biunivoca con un sottoinsieme dei
numeri reali, ad esempio: ricavi e costi)
– Discreto (le modalità possono essere messe in
corrispondenza biunivoca con un sottoinsieme di
numeri interi). Tipicamente riguardano conteggi,
ad esempio numero di pezzi prodotti da una
catena montaggio

7
Classificazione dei caratteri
statistici - 3
Alcune volte un carattere continuo può
essere trattato come se fosse discreto a causa
del metodo di misurazione
(esempio: il PIL misurato in milioni di euro
senza l’uso di decimali)

Un carattere quantitativo si dice trasferibile


quando la sua intensità può essere trasferita
da un’unità all’altra (esempi: reddito,
fatturato)

8
Classificazione dei caratteri statistici
relazioni/operazioni tra le modalità

Relazioni/operazioni tra caratteri


le modalità

qualitativi quantitativi
sconnessi ordinati
uguaglianza/disuguaglianza SI SI SI
ordinamento NO SI SI
(maggiore/minore)
addizione e sottrazione NO NO SI
Classificazione dei caratteri
(autovalutazione)
Supponete che un cliente di una banca abbia fornito le
seguenti informazioni per la richiesta di un mutuo per la
casa:
–Spese mensili: 1427 euro
–Numero di impieghi negli ultimi 10 anni: 1
–Reddito da lavoro annuale familiare: 80000 euro
–Stato civile: coniugato
–Numero di figli: 1
–Residenza: Roma
–Proprietà di altre case: no
Per ciascun carattere, stabilire se è qualitativo
(nominale o ordinale) oppure quantitativo (discreto o
continuo)

10
Raccolta dei dati
Il collettivo statistico
La scelta del collettivo statistico è dettata
dall’obiettivo dello studio
Esempi:
1. Un manager di un’azienda deve stabilire se la
catena di montaggio di un certo processo produttivo
che confeziona scatole regalo è conforme agli
standard. Da cosa sarà costituito il suo collettivo
statistico?
2. Il preside della facoltà di Economia vuole valutare
l’impatto dei laureati sul mercato del lavoro. Da cosa
sarà costituito il suo collettivo statistico?
11
Popolazione e campione
Il collettivo statistico può essere composto dall’intera
popolazione (o universo) di unità statistiche che
interessa studiare oppure da un sottoinsieme
rappresentativo di essa (campione)

POPOLAZIONE

CAMPIONE
Si ricorre al campione per:
•Motivi economici
•Tempestività
•Controllo attendibilità informazioni
•Nel caso di natura distruttiva della misurazione

12
Popolazione e campione
(esempi)
Problema da Popolazione Campione
affrontare
Il preside vuole Tutti gli studenti Un gruppo di
valutare il rendimento iscritti alla (per esempio)
universitario degli Facoltà di 100 studenti
iscritti alla Facoltà di Economia della Facoltà di
Economia Economia
Si vuole conoscere Tutti gli aventi Un gruppo di
l’orientamento di voto diritto al voto (diciamo) 1000
in vista delle elezioni elettori
Un’azienda per il Tutti gli esercizi Un gruppo di
Turismo vuole ricettivi (alberghi, (ad esempio) 60
monitorare l’offerta campeggi,…) della esercizi ricettivi
ricettiva locale zona locali
13
Acquisizione dei dati
• Fonte primaria: dati raccolti direttamente
– situazione sperimentale (è possibile
controllare le condizioni sotto le quali
avviene la rilevazione)
– situazione osservazionale (si osserva la
realtà senza intervenire su di essa)
• Fonte secondaria
– dati pubblicati o distribuiti da
organizzazioni pubbliche o private
– dati amministrativi

14
Acquisizione dei dati (esempi)
Problema da affrontare Fonte dei dati

Azienda farmaceutica che esperimento di laboratorio


vuole testare l’efficacia di un
farmaco
Azienda che vuole verificare indagine diretta presso i
l’efficacia di una campagna consumatori
pubblicitaria
Azienda che vuole conoscere dati prodotti e pubblicati
l’andamento della dall’ISTAT sull’indice mensile
produzione industriale di della produzione industriale
tutte le aziende del proprio
settore
Manager del nostro esempio dati di bilancio

15
Acquisizione dei dati
(test di autovalutazione)
Problema da affrontare Fonte dei dati

Un team di biologi deve


verificare il grado di
inquinamento ambientale di
una data area
Il comune di Roma deve
monitorare i giorni di
assenza per malattia dei
dipendenti
Un manager di COCA-COLA
deve studiare le vendite del
suo prodotto nella zona di
Roma.

16