Sei sulla pagina 1di 23

La teoria del colore

Da Newton a Itten
Newton: il colore viene dalla luce

 Esperimento del
1666
 La luce bianca
viene separata in
diversi colori,
quelli dello
spettro:
 giallo, blu,
arancio, rosso,
verde, vola,
indaco Newton che separa la luce col prisma, dipinto
Lo spettro della luce visibile

RED = ROSSO
GREEN = VERDE
BLUE = BLU

RGB
Ecco la luce rifratta dal PRISMA
Sintesi additiva
Facciamo un esperimento:
prendiamo tre torce di
colore VERDE, ROSSA E
BLU e illuminiamo una
parete bianca.
Cosa succede?
I colori delle luci si
sovrappongono, unendosi
(+) e formano:
Risultato della sintesi additiva

 Al centro la luce è BIANCA come era prima di passare nel


prisma
luce verde + luce rossa + luce blu = luce bianca
 Quando si sovrappongono due luci otteniamo:
luce verde + luce blu = CYAN
luce rossa + luce verde = GIALLO
luce blu + luce rossa = MAGENTA

Questo esperimento è valido solo per la luce,


Infatti RGB sono i colori primari della luce.
Dove troviamo il sistema RGB?
 Nelle nuove tecnologie il concetto dei primari della luce è
basilare:
 Monitor del PC
 TV a led o plasma
 Schermi vari (cellulari, videogames ecc…)
 Tutti gli schermi
sono formati da PIXEL
dei colori primari RGB.
Il pixel
Come funzionano i pixel
I pigmenti

 PIGMENTI sono i colori a tempera, acquarello, acrilici,


olio, le vernici per mobili e muratura, metallo e legno.
 Il colore degli oggetti è dato dall’effetto di assorbimento e
riflessione della luce.
Assorbimento e riflessione
 Ma cosa vuol dire? Da cosa dipende se un pigmento che
serve per colorare un oggetto appare verde, rosso, blu o
viola? PERCHÉ QUESTA MELA È ROSSA?
La luce (RGB) VERDE è il colore
colpisce la mela e la che viene riflesso
foglia dalla foglia
Una parte viene
assorbita
E una parte viene
riflessa ROSSO è il
colore che
viene riflesso
Il colore degli oggetti
dalla mela
è quello che essi
riflettono
… un altro esempio

ROSSO

GIALLO
R+G
I colori RGB
nell’arte
Gli artisti del POST-
IMPRESSIONISMO e
dell’ESPRESSIONISM
O decisero di utilizzare i
colori per il loro valore
espressivo e per creare
dei contrasti forti.
Il colore, usato in
maniera non-
naturalistica (ALBERI
BLU, CIELO ROSSO,
VOLTO VERDE),
assume un valore
emotivo e vuole
esprimere uno stato
Vincent van Gogh, Madame Roulin (La Berceuse), 1889
d’animo o
Museum of Fine Arts, Boston
un’emozione.
Sintesi sottrattiva
 Possiamo ottenere tutti i
colori a partire dai
pigmenti primari
 CYAN
 MAGENTA
 GIALLO
 I colori che ottengo sono
il risultato di una
riflessione della luce
COLORI PRIMARI E SECONDARI

 CYAN + MAGENTA = VIOLA


 GIALLO + CYAN = VERDE
 MAGENTA + GIALLO = ARANCIO

Il logo dell’EXPO 2015 di Milano si basa sulla sintesi sottrattiva dei colori
Variazioni dei secondari

In base alla quantità


di colore primario
che si aggiunge per
ottenere un
secondario si possono
avere diverse
TONALITÀ di
colore

Questo cerchio è stato


formulato da Johannes Itten
nella scuola Bauhaus
Colori CALDI e FREDDI
Dallo schema
precedente delle
tonalità scopriamo
finalmente come
distinguere i colori
CALDI dai colori
FREDDI
I colori primari e
secondari nell’Arte
Nel Cinquecento i
colori basilari in
pittura erano
l’AZZURRO, il
ROSA, il GIALLO e
il VERDE.
Infatti, utilizzarli
insieme nello stesso
dipinto, permetteva di
ottenere
un’ARMONIA
cromatica dovuta alla
completezza: questa
gamma di colori
contiene tutti i colori
Raffaello Sanzio, Deposizione (nella pala Baglioni), 1507
PRIMARI.
Galleria Borghese, Roma
I colori primari e
secondari nell’Arte
Alla fine dell’Ottocento, gli
IMPRESSIONISTI
operano una importante
rivoluzione nel campo dei
colori.
Infatti capiscono il valore
luminoso dei colori PURI
(ossia primari e secondari) e
decidono di abolire i colori
terziari dalle loro opere.
Il fatto di dipingere
Claude Monet, San Giorgio Maggiore al crepuscolo, 1904-8 all’aperto invece che
National Museum of Wales di Cardiff, Galles (GB) nell’atelier fa in modo che
ciò che essi desideravano
riprodurre nei dipinti fosse
la LUCE.
Colori TERZIARI o TERRE
 Mescolando un PRIMARIO con un SECONDARIO,
oppure due SECONDARI in diversa quantità, si
ottengono i terziari
 Contengono tutti i colori primari.

Si chiamano TERRE
 ARANCIO + VERDE = OCRA perché sono tutti
 VERDE + VIOLA = OLIVA una variazioni del
 VIOLA + ARANCIO = BRUNO MARRONE
…un po’ di matematica

 Per capire la composizione dei colori TERZIARI


dobbiamo scomporre i secondari nei primari, come in
un’espressione:
arancio+verde=ocra
(giallo+magenta)+(giallo+cyan)=ocra
giallo+magenta+giallo+cyan=ocra
2giallo+magenta+cyan=ocra

 Deduciamo che l’OCRA è il terziario che contiene più


GIALLO
LA COMPOSIZIONE DEI TERZIARI
I terziari contengono tutti i primari, ma

 OCRA contiene più GIALLO


2giallo+magenta+cyan=ocra

 OLIVA contiene più CYAN


2cyan+magenta+giallo=oliva

 BRUNO contiene più MAGENTA


2magenta+giallo+cyan=bruno
I colori terziari
nell’Arte
Sono quelli più
utilizzati
nell’Ottocento, fino
alla rivoluzione
cromatica degli
IMPRESSIONISTI.
I dipinti realizzati
negli atelier, con
scarsa luce artificiale,
utilizzano moltissimo
le terre, che si
accordavano col gusto
dell’epoca.
Eugène Delacroix, La Libertà guida il popolo, 1830
Louvre-Lens, Francia
…PER FINIRE

 Il mondo del colore è meraviglioso, quando componete le


vostre creazioni artistiche rispettateli in modo da farli
esprimere al meglio delle loro potenzialità