Sei sulla pagina 1di 24

PIAGET

ASTRATTO

E’ una costruzione
dovuta ai processi di
astrazione che il
soggetto compie
CONCRETO
sugli oggetti e sulle
azioni
Secondo Piaget lo sviluppo cognitivo passa attraverso una serie di stadi: approccio stadiale

• La sequenza degli stadi è invariante: nessuno


stadio può essere saltato e ciascuno stadio
segue uno stadio più primitivo.

• Gli stadi sono universali: la sequenza è la


stessa in tutti i bambini a tutte le latitudini;
ciò che può variare è la velocità con cui
vengono raggiunti i diversi stadi.
Ipotesi innatista Ipotesi
Le strutture ambientalista
PIAGET
cognitive hanno Le strutture
un’origine RIFIUTA cognitive hanno
esclusivamente un’origine
interna INDICA esclusivamente
ambientale

Teoria organismica
L’individuo non è un passivo recettore di
influenze ambientali, né un veicolo di idee
innate, ma un attivo costruttore delle proprie
conoscenze
 Lo sviluppo ha un'origine
individuale, e fattori esterni
come l'ambiente e le
interazioni sociali possono
favorire o no il progresso, ma
non ne sono la causa
Lo sviluppo consiste nella trasformazione di
strutture che non sono innate, ma si
costruiscono grazie all’attività dell’individuo

(esperienza)
ORIGINE
INDIVIDUALE
STRUTTURE
La prestazione cognitiva cresce in funzione
della maturazione biologica dell’età del
bambino

Il b. può risolvere ad una certa


età dei problemi che avrebbe
risolto ad un’età successiva
(prossima), se viene inserito in
un contesto sociale e culturale
più ricco, con l’aiuto e il
supporto di un individuo più
competente
E’ per questo che l’area compresa tra la
prestazione spontanea e la prestazione
mediata dai fattori sociali e culturali
viene chiamata area di sviluppo
prossimo:

Distanza tra il livello di sviluppo


effettivo ed il livello di sviluppo
potenziale
(Vigotskij)
• L’intelligenza è un caso particolare di
adattamento biologico.
• L’adattamento è la tendenza ad adeguarsi alle
richieste ambientali.

Lo sviluppo cognitivo quindi comporta dei processi di


progressiva modifica delle proprie strutture mentali
(SCHEMI) in base alle richieste ambientali. Ciò avviene
attraverso i processi di assimilazione e accomodamento.
L’intelligenza
ASSIMILAZIONE ACCOMODAMENTO
Incorpora nei propri schemi i Modifica i propri schemi
dati dell’esperienza per adattarli ai nuovi dati
Conservazione Novità

ADATTAMENTO DELL’ORGANISMO ALL’AMBIENTE

EQUILIBRIO
Successo  equilibrio 
utilizzo degli schemi

Situazione nuova  tentativo di


assimilarla allo schema preesistente

Insuccesso  disequilibrio
 modifica degli schemi
…non potei taliare la macchina…

…la regola è in primis…

… lappoleggiando avvicinò il lume…


Non nasconderemo al lettore, che
supponiamo, meglio che benevolo,
moralmente implicato, ed anzi complice,
all’intrapresa, tra blasfema, neghittosa e
distensiva, di leggere ragionevolmente il testo,
non nasconderemo, dicevamo, le difficoltà
generiche e specifiche che offrono non meno il
corpus compaginato e compatto - ansioso di
decentratrici, democratiche analisi - che i
singoli articoli ed arti cupidi di servilmente
prostrarsi alla fastosa gerarchia della sintesi.
Vorremmo suggerire al lettore di
considerare il libro in cui si imbatterà
poco oltre in primo luogo come un
supporto per copertina; destino
oggidì non infrequente, e forse non
deplorabile, giacché è arcaica
saggezza che l’eloquenza delle lapidi
d’assai migliori i lineamenti degli
elusivi meschini sottostanti.
G. Manganelli – Nuovo commento – Einaudi1969
Vincenzo Biancalana - Paesaggio
Stima 0/100 euro (?)

Zeng Fanzhi – Ultima cena


Valore: 23,3 milioni di dollari
HO ASSIMILATO O MI SONO
ACCOMODATO? HO
EQUILIBRATO?
L’assimilazione non avviene mai in forma
pura, ma è sempre bilanciata da almeno
qualche componente di accomodamento.

L’accomodamento è lo sforzo di adeguare


il comportamento dell’organismo
all’ambiente; quindi i due processi sono
opposti, ma complementari.
COME POSSIAMO STIMOLARE
(DIFFERENZIANDOLI) I DUE
SISTEMI?
- FACCIAMO FINTA
(ASSIMILAZIONE)

- GIOCO DELL’IMITAZIONE
(ACCOMODAMENTO)
EQUILIBRAZIONE
Tendenza dell’organismo a raggiungere
uno stato di equilibrio con l’ambiente e
con se stesso
L’adattamento intellettivo consiste nel
mettere in equilibrio il meccanismo
assimilatorio e quello di
accomodamento
ADATTAMENTO

E’ il risultato
dell’equilibrazione tra le
funzioni di assimilazione e di
accomodamento
Stadi di sviluppo cognitivo
Stadio Età Descrizione
Il bambino “comprende” il mondo in base
Sensomotorio 0-2 anni a ciò che può fare con gli oggetti
e con le informazioni sensoriali
Si rappresenta mentalmente gli oggetti
Preoperatorio 2-7 anni e può usare i simboli (le parole e le immagini
mentali)
Compare il pensiero logico e la capacità di
Operatorio 7-12
compiere operazioni mentali
concreto anni
(classificazione, seriazione, ecc.)
È capace di organizzare le conoscenze in
Operatorio dai 12
modo sistematico e pensa in termini
formale anni
ipotetico-deduttivi
STADIO SENSOMOTORIO

Il bambino interagisce con


l’ambiente solo mediante
azioni e percezioni
CONCETTO DI AZIONE
I 6 sotto-stadi del periodo senso-motorio
1. (0-1 mese): esercizio dei riflessi (applicati a nuovi oggetti)
2. (1-4 mesi): reazioni circolari primarie (prime abitudini,
azioni centrate sul proprio corpo)

3. (4-8 mesi): reazioni circolari secondarie (azione


sugli oggetti esterni, studio conseguenza azione – visione + prensione)

4. (8-12 mesi): schemi di azioni intelligenti (mezzi fini:


sequenza di azioni per raggiungere uno scopo – tentativi di assimilazione dell’oggetto a schemi
posseduti per conoscerlo)

5. (12-18 mesi): reazioni circolari terziarie (azioni


complesse sugli oggetti – prove ed errori – variazioni per sperimentare e comprendere meglio gli
eventi)

6. (18-24 mesi): pensiero simbolico (rappresentazione mentale


della realtà: permanenza dell’oggetto – imitazione differita – gioco simbolico – pianificazione azioni in
base a realtà immaginate)

Potrebbero piacerti anche