Sei sulla pagina 1di 9

DEAMBULAZIONE

ALTERAZIONI DELLA
Le patologieDEAMBULAZIONE
che possono
interferire con la
deambulazione sono numerose
e possono interessare sia il
controllo nervoso della
locomozione
(trasmissione nervosa,
coordinazione)
sia l’apparato effettore del
movimento
(muscoli, legamenti,
articolazioni e ossa) 
PATOLOGIE NEUROLOGICHE
Tra le principali patologie
neurologiche troviamo:
• esiti di Paralisi Cerebrale
infantili o di ictus;
• sindromi extrapiramidali, ad
esempio il Morbo Parkinson;
• Miopatie
( alterazioni delle cellule che
compongono il tessuto dei
muscoli volontari);
• Sclerosi multipla;
• Neuropatie ereditarie o
periferiche; Ecc…
PATOLOGIE ORTOPEDICHE
Tra le patologie ortopediche
troviamo invece:
• Lussazione congenita dell’anca
(anomalie di sviluppo dell’anca
che portano a un’alterazione
della conformazione e dei
rapporti tra la testa del femore e
l’acetabolo;
• Malattie reumatiche
(infiammazioni);
• Sindromi dolorose muscolo-
scheletriche;
• Esiti di interventi chirurgici
dell’apparato locomotore;
• Tutte le patologie del piede.
C OME OP ER A R E … ?
L'analisi del cammino è un aspetto di grande
importanza per il riabilitatore
che viene a contatto con problematiche
relative alla lesione di questa funzione per una
adeguata diagnosi
riabilitativa che consiste nell’individuazione della
menomazione e in seguito
delle modalità e degli strumenti più utili
all’intervento;
E’ inoltre necessaria un accurata determinazione
dei tempi
di guarigione del paziente.
AUSILI ALLA DEAMBULAZIONE
E’ possibile che a causa di
un’anomalia un paziente
necessiti di ausili per la
deambulazione;
Tra gli ausili più comuni
ritroviamo:
• STAMPELLE;
• DEAMBULATORI;
• BASTONE;
• SEDIA A ROTELLE
In casi più gravi, che
comportano l’amputazione
di un arto si può ricorrere
all’applicazione di una
protesi
FINE

Carretta Enrico
Esposito Diana
D’Ambrosio Sabrina
De Pierro Stefania
SISTEMA EXTRAPIRAMIDALE
Il sistema extrapiramidale è un insieme di vie e di centri nervosi che
agiscono direttamente o indirettamente sulla corretta azione motoria,
controllando le reazioni istintive orientate e adattandole al movimento
volontario, coordinato dal sistema piramidale (sistema di vie nervose
che provvedono ai movimenti volontari dei muscoli, permettendo lo
svolgimento del movimento attraverso un circuito neuronale costituito
da due neuroni)