Sei sulla pagina 1di 36

LEZIONE 2 – FABULA E INTRECCIO

Un testo narrativo racconta una storia.


Nella storia si distinguono:
 La fabula
 L’intreccio
LEZIONE 2 – FABULA E INTRECCIO

La fabula è ciò che viene narrato ed è costituita


dagli avvenimenti disposti secondo l’ordine
logico e cronologico.
LEZIONE 2 – FABULA E INTRECCIO

2. L’intreccio è il modo in cui viene narrato ed


è costituito dagli avvenimenti nell’ordine in cui
vengono proposti nel corso della narrazione.
LEZIONE 2 – FABULA E INTRECCIO
La struttura della fabula

La fabula si basa su tre elementi


fondamentali:
1. esordio o situazione iniziale
2. peripezie
3. scioglimento o conclusione
LEZIONE 2 – FABULA E INTRECCIO
La struttura della fabula

1. Esordio o situazione iniziale:

è la situazione esistente nel momento in


cui la storia ha inizio; di solito, nella
narrativa classica, si tratta di una
situazione di equilibrio, di quiete, che
viene bruscamente interrotta
dall’avvenimento che dà inizio alla
vicenda.
LEZIONE 2 – FABULA E INTRECCIO
La struttura della fabula

2. Peripezie:

sono i casi, le avventure, le vicissitudini


che costituiscono l’argomento della storia;
in genere, la maggior parte del testo
narrativo è occupata dalle peripezie, la cui
varietà o il cui carattere straordinario
suscita l’interesse del lettore.
LEZIONE 2 – FABULA E INTRECCIO
La struttura della fabula

3. Scioglimento o conclusione:

è il momento in cui la vicenda si avvia


alla conclusione, in cui cioè accade
qualcosa che permette di tornare a una
nuova situazione di equilibrio.
LEZIONE 2 – FABULA E INTRECCIO
La struttura della fabula

Leggi il seguente testo e segnala con colori diversi


esordio, peripezie e scioglimento.
LEZIONE 2 – FABULA E INTRECCIO
L’ordine degli avvenimenti

La fabula e l’intreccio presentano gli


avvenimenti della storia in ordine diverso.
Si danno tre casi principali:
1. flash back o retrospezione
  2. flash forward o anticipazione
  3. montaggio alternato
LEZIONE 2 – FABULA E INTRECCIO
L’ordine degli avvenimenti

1. Flash back o retrospezione:

la narrazione compie un salto


all’indietro, raccontando ciò che è
accaduto in precedenza.

 
LEZIONE 2 – FABULA E INTRECCIO
L’ordine degli avvenimenti

2. Flash forward o anticipazione:

è la tecnica opposta a quella del


flash back: si anticipano alcuni
avvenimenti futuri.

 
LEZIONE 2 – FABULA E INTRECCIO
L’ordine degli avvenimenti

3. Montaggio alternato:

si alternano più volte due scene che


si svolgono contemporaneamente.

 
LEZIONE 2 – FABULA E INTRECCIO
L’ordine degli avvenimenti

Leggi attentamente il seguente brano e individua la parte corrispondente al flash


back, evidenziandola con un colore a tua scelta.

 
LEZIONE 2 – FABULA E INTRECCIO
L’ordine degli avvenimenti

Leggi attentamente il seguente brano, poi scegli la risposta corretta.

 
 

Nel brano è presente:


1. un flash back
2. un’anticipazione
3. un montaggio alternato
LEZIONE 2 – FABULA E INTRECCIO

La risposta non è
corretta, riprova…
(clicca qui per continuare)
LEZIONE 2 – FABULA E INTRECCIO

La risposta è corretta!
(clicca qui per continuare)
LEZIONE 2 – FABULA E INTRECCIO
Il ritmo narrativo

L’intreccio, rispetto alla fabula, modifica anche il


rapporto fra la durata reale degli avvenimenti (il
tempo che occupano nella realtà) e la loro durata
narrativa (lo spazio che occupano sulla pagina). I
quattro casi più importanti sono:
  1. scena
2. analisi
3. riassunto
4. ellissi
 
LEZIONE 2 – FABULA E INTRECCIO
Il ritmo narrativo

1. Scena:

il tempo reale e il tempo narrativo


coincidono.
 
LEZIONE 2 – FABULA E INTRECCIO
Il ritmo narrativo

2. Analisi:

il tempo reale è più breve del tempo


della narrazione, perché l’autore si
sofferma ad analizzare tutti gli
avvenimenti, dilatando la loro durata.
 
LEZIONE 2 – FABULA E INTRECCIO
Il ritmo narrativo

3. Riassunto o sommario:

è il caso contrario al precedente: il tempo


reale viene abbreviato nella narrazione.
 
LEZIONE 2 – FABULA E INTRECCIO
Il ritmo narrativo

4. Ellissi:

è un vero e proprio salto temporale, che si


ha quando un periodo di tempo non viene
raccontato.
 
LEZIONE 2 – FABULA E INTRECCIO
Il ritmo narrativo

Leggi il seguente testo e indica quale tecnica viene utilizzata:

1. scena
2. analisi
3. riassunto
4. ellissi
LEZIONE 2 – FABULA E INTRECCIO

La risposta non è
corretta, riprova…
(clicca qui per continuare)
LEZIONE 2 – FABULA E INTRECCIO

La risposta è corretta!
(clicca qui per continuare)
LEZIONE 2 – FABULA E INTRECCIO
Il ritmo narrativo

Leggi il seguente testo e indica quale tecnica viene utilizzata:

1. scena
2. analisi
3. riassunto
4. ellissi
LEZIONE 2 – FABULA E INTRECCIO

La risposta non è
corretta, riprova…
(clicca qui per continuare)
LEZIONE 2 – FABULA E INTRECCIO

La risposta è corretta!
(clicca qui per continuare)
LEZIONE 2 – FABULA E INTRECCIO
Il ritmo narrativo

Leggi il seguente testo e indica quale tecnica viene utilizzata:

1. scena
2. analisi
3. riassunto
4. ellissi
LEZIONE 2 – FABULA E INTRECCIO

La risposta non è
corretta, riprova…
(clicca qui per continuare)
LEZIONE 2 – FABULA E INTRECCIO

La risposta è corretta!
(clicca qui per continuare)
LEZIONE 2 – FABULA E INTRECCIO
Il ritmo narrativo

Leggi il seguente testo e indica quale tecnica viene utilizzata:

1. scena
2. analisi
3. riassunto
4. ellissi
LEZIONE 2 – FABULA E INTRECCIO

La risposta non è
corretta, riprova…
(clicca qui per continuare)
LEZIONE 2 – FABULA E INTRECCIO

La risposta è corretta!
(clicca qui per continuare)
LEZIONE 2 – FABULA E INTRECCIO

Abbiamo visto…

 La struttura della fabula


 L’ordine degli avvenimenti
 Il ritmo narrativo