Sei sulla pagina 1di 4

L’EVOLUZIONE

DELL’ESPRESSIONE
VISIVA DEI BAMBINI
(1290-1467)
CONFRONTO TRA CIMABUE E
BOTTICELLI

Cimabue,
Maestà di
Santa
Trinità,
1290 ,
tempera su
tavola,
385x223cm,
Firenze
Galleria
degli Uffizi

Botticelli, la Madonna col


Bambino,  1467
 Pittura a tempera,71×51 cm,
Musée du Petit Palais di
Avignone.
Maestà di Santa Trinità

Quest’opera si differenzia
dalle altre medievali per il
rapporto di tenerezza e
umanità tra Madre e Figlio.
Al contrario, degli altri
‘’bambini Gesù’’ questo si
identifica quasi per davvero
come un bambino,
mostrando un’espressione
infantile.
Madonna col bambino

I due personaggi sono rappresentati


voltati di tre quarti verso sinistra,
mentre Maria tiene il piccolo Gesù
su un ginocchio; la Vergine, con la
mano destra accarezza il bambino,
mentre con l’altra mano si appresta
ad allattarlo.
In quest’opera, Gesù è rappresentato
come un bambino a tutti gli effetti: è
bello, paffutello e richiama gli ideali
del Rinascimento.