Sei sulla pagina 1di 17

La Restaurazione

La Restaurazione

Una definizione:
 periodo successivo alla Rivoluzione francese e
all'età napoleonica
 intenzione, da parte delle grandi potenze europee
(Austria, Inghilterra, Prussia, Russia), di restaurare
l'ordine precedente
 a partire dal Congresso di Vienna (autunno 1814 -
giugno 1815)
 fino ai moti che scuotono l'Europa in più ondate nel
corso della prima metà dell'Ottocento (anni Venti,
anni Trenta, 1848)
La Restaurazione

Mutamenti profondi e irreversibili prodotti dalla


Rivoluzione francese e dall'età napoleonica:

sul piano sociale: fine dell'ancien régime

sul piano politico: sperimentazione di nuove forme
di governo

sul piano ideologico: promozione di nuovi ideali

sul piano militare: “mobilitazione totale”

Irrealizzabilità della restaurazione integrale
dell'ordine precedente
La Restaurazione

Il Congresso di Vienna:
 concertazione del nuovo ordine europeo

partecipazione di numerose delegazioni
 effettiva azione decisionale in mano ai delegati
di Austria (Metternich, “regista” del congresso),
Inghilterra, Prussia, Russia
 Talleyrand, difensore degli interessi della
Francia
La Restaurazione

Le aspirazioni delle potenze europee:


 Inghilterra: garantire l'equilibrio nel continente
per potersi occupare del proprio impero
coloniale
 Austria: rafforzare il proprio controllo sul
territorio tedesco, italiano e balcanico
 Prussia: rafforzarsi espandendosi ad ovest
 Russia: espandersi ad ovest
La Restaurazione

Le aspirazioni delle potenze europee:


 Francia: recuperare un posto tra le potenze
europee sfruttando i contrasti tra i vincitori
La Restaurazione

I principi-guida nella concertazione del nuovo


ordine europeo:
 equilibrio: bilanciare la potenza dei diversi Stati
per impedire l'egemonia di uno sugli altri
 legittimità: restituire ai legittimi sovrani il loro
posto alla guida dei diversi Stati europei
→ integrità territoriale francese sotto la dinastia
dei Borbone
I limiti nell'applicazione di questi principi
La Restaurazione

Il nuovo assetto europeo:



Francia: ritorno ai confini precedenti alla
Rivoluzione e alla monarchia dei Borbone (Luigi
XVIII)
 Regno dei Paesi Bassi: Olanda + Belgio austriaco

Prussia: a ovest acquisizione di territori tedeschi,
a est perdita di territori polacchi

Regno di Sardegna: restituzione ai Savoia,
annessione della Repubblica di Genova (unico
Stato italiano politicamente autonomo)
La Restaurazione

Il nuovo assetto europeo:


 Confederazione germanica: 39 Stati + parte
della Prussia e parte dell'Impero d'Austria, sotto
la presidenza dell'Austria
 Russia: acquisizione di territori ad ovest (in
particolare territori polacchi)
 Regno di Spagna: restituito ai Borbone
 Regno del Portogallo: restituito ai Braganza
La Restaurazione

Il nuovo assetto europeo:


 Impero d'Austria: perdita del Belgio, controllo di
gran parte della penisola italiana, in modo
diretto o indiretto
La Restaurazione

Il nuovo assetto europeo:


 nella penisola italiana:
- Lombardo-Veneto, controllato dall'Austria
attraverso governatori
- Ducato di Parma, affidato alla figlia
dell'imperatore d'Austria Maria Luisa
- Ducato di Modena, affidato ad un cugino
dell'imperatore d'Austria
- Granducato di Toscana, affidato ad un fratello
dell'imperatore d'Austria
La Restaurazione

Il nuovo assetto europeo:


 nella penisola italiana:
- Stato della Chiesa: restituito al papa, sotto la
protezione militare dell'Austria
- Regno delle Due Sicilie: Regno di Napoli +
Sicilia, restituito ai Borbone, legato all'Austria
da un'alleanza militare
La Restaurazione

Giudizio degli storici sul nuovo ordine europeo:


 nell'Ottocento: critica per il mancato rispetto del
principio di nazionalità
 nel Novecento: apprezzamento per la ricerca
dell'equilibrio e della pace
La Restaurazione

La politica interna:
 in Francia: soluzione di compromesso,
legittimazione divina del potere del re + Carta
costituzionale ma ottriata, mantenimento
dell'ordinamento amministrativo e del personale
burocratico e militare del regime di Napoleone
 in Italia: posizioni in alcuni casi moderate, in
altri reazionarie, in altri ancora oscillanti
La Restaurazione

La politica interna:
 nell'Impero d'Austria: repressione di ogni
rivendicazione nazionale
 in Prussia e in Russia: posizioni reazionarie
La Restaurazione

La politica internazionale:
 principio-guida: intervento, per reprimere ogni
iniziativa rivoluzionaria locale ed evitare nuovi
sconvolgimenti dell'Europa intera
 “concerto europeo”: frequenti consultazioni tra
gli Stati in congressi per discutere i problemi e
concordare strategie comuni
La Restaurazione

La politica internazionale:
 Santa Alleanza (1815): promossa dallo zar,
forte ispirazione religiosa, adesione di Prussia e
Austria, rifiuto dell'Inghilterra
 Quadruplice Alleanza (1815): Inghilterra,
Austria, Prussia, Russia
→ Quintuplice Alleanza (1818): + Francia

Potrebbero piacerti anche