Sei sulla pagina 1di 44

| ||||

 | ||


| | |

   

GARDONE RIVIERA, 22 LUGLIO 2010

A CURA DI LIDIA CRIVELLARO ± LEGAMBIENTE LOMBARDIA


CHI E' LEGAMBIENTE:

Legambiente, nata nel 1980, è oggi l'associazione


ambientalista italiana più diffusa sul territorio conosciuta
per:

- le campagne di analisi e informazione sui vari tipi di


inquinamento;

- gli appuntamenti di volontariato, gioco e turismo


ambientale;

- l'attività di ricerca su ambiente e legalità;


-
CHI E' LEGAMBIENTE:
- la valorizzazione e difesa delle aree protette e delle
economie territoriali;

- la promozione di prodotti agroalimentari tipici, ³ a km 0´


e di qualità;

- la diffusione dell'educazione ambientale e la


formazione;

- pubblicazione di dossier e rapporti sullo stato


dell'ambiente in Italia con le relative strategie da
realizzare per risolvere le situazioni di criticità.
V VV 
 VV

V V V V
 

meno sprechi, stili di vita più


-
-  V V
 sostenibili

-  V V V
- allungare la vita dei beni
V VV 
 VV

V V V V
 

- ý VV
materie prime seconde per nuovi
-

beni

materia
- ed energia
-   
(compostaggio e biogas)
V VV 
 VV

V V V V


  V
 V
 
V
 V 

?idurre al minimo il ricorso in V V, preferire


altre forme di smaltimento

MA

NON COST? I?E IMPIANTI SOV?ADIMENSIONATI


LA NO?MATIVA
- D.LGS. 22/97 ?.D. 35% entro il 2003

- DEC?ETO 152/2006 ?.D. 65% al 2012


(CO??ETTIVO 4/2008)

- DI?ETTIVA DISCA?ICHE 1999/31


?idurre entro il 2020 il conferimento in
discarica del 65% del rifiuto urbano
biodegradabile
LA NO?MATIVA

- DI?ETTIVA 98/2008 In fase di


recepimento
a)Entro il 2020: 
- 50% dei rifiuti urbani
- 70% degli inerti domestici

b) Entro il 2013/2014: Definire obiettivi di


riduzione della produzione di rifiuti
LA NO?MATIVA
- DEC?ETO ?AEE 151/2005 e DEC?ETO
ATT ATIVO 65/2010

Entro il 2008: raccolta di almeno 4 kg per


abitante di ?AEE
Sistema collettivo di raccolta tra i produttori per
conferimento in:
- centri di raccolta comunali: piattaforme
ecologiche
- consegna e ritiro del rifiuto presso i rivenditori
VANTAGGI DEL ?ICICLO

‡ Migliori (  ambientali

‡ Minore prelievo/importazione materie prime

‡ ?isparmi economici

‡ Effetti socio-economici virtuosi su:


± Creazione diretta posti di lavoro
± Generazione indotto
NAPOLI, 2008«.ma anche PALE?MO
2009
COME E¶ POT TO ACCADE?E?
- Chiusura delle discariche ufficiali perché troppo
piene

-Netturbini non rimuovono i rifiuti dalle strade

- Proteste della gente, strumentalizzate da


camorra per l¶apertura temporanea di siti e
discariche
COME E¶ POT TO ACCADE?E?

Lo smaltimento:
Viene prodotto il cosiddetto  (combustibile da rifiuti)

Senza impianti di smaltimento, le ecoballe vengono
collocate temporaneamente in siti di stoccaggio o in
discarica

la capienza è limitata
 V V

IL SISTEMA A??IVA AL COLLASSO!


COME E¶ POT TO ACCADE?E?
- ?accolta Differenziata: nel 2007 in Campania
era pari all' ý (media tra i piccoli comuni
virtuosi oltre il 40% e i centri medio-grandi che
toccano lo 0)

l¶obiettivo da raggiungere per legge al


31/12/2007 era il 40%
E Q I DOVE SIAMO?

IN P?OVINCIA DI MILANO: ANNI 1995 - 1996


EME?GENZA ?IFI TI IN P?OVINCIA DI
MILANO NEL 1995
COSA E¶ S CCESSO:

- - Discarica di Cerro Maggiore colma di rifiuti

-- Cittadini della zona protestano per la situazione


insostenibile (questa discarica serviva gran parte della
Provincia di Milano)

- i Netturbini riportano i rifiuti per strada a milano e


-

nell¶hinterland
›

COSA E' CAMBIATO OGGI IN


LOMBA?DIA (2008)
V  
  
0 20
20 0 V
0 0
0 80
80 00 VVV
LA GESTIONE DEI ?IFI TI ?BANI IN
LOMBA?DIA E A MILANO:
DATI 2008 ± FONTE: A?PA LOMBA?DIA

?accolta Differenziata:

- - Lombardia 47,03%

- Milano 32,7% può fare di più: esempio estendere la


raccolta dell'umido a tutte le utenze

Alcuni piccoli comuni lombardi in provincia di Mantova e


-

Brescia differenziano più dell'80% dei propri rifiuti: anche


gli altri possono farlo!
LA GESTIONE DEI ?IFI TI ?BANI IN
LOMBA?DIA
?ecupero e Smaltimento:
- Oltre 100 impianti per riciclo di carta, metalli,
plastica,vetro

- 76 Impianti di compostaggio per la frazione organica


(insufficienti rispetto al fabbisogno)

-8 Impianti di TMB per stabilizzazione frazione secca e


13 Inceneritori

- 9 discariche per il 10% della frazione residuale trattata e


stabilizzata
LA GESTIONE DEI ?IFI TI S L LAGO DI
GA?DA LOMBA?DO (bacino di 94.000 abitanti)
DATI 2008 ± FONTE: A?PA LOMBA?DIA E ?APPO?TO COM NI ?ICICLONI LOMBA?DIA

- ?ACCOLTA DIFFE?ENZIATA MEDIA: ý

- P?OD ZIONE ?IFI TI:  ! 

- ?ISPA?MIO MEDIO DI CO2:  ! 

Ancora non
ci siamo!!
"##$
%& ' (("

?.D.
37%

?.D.
31,6%

?.D.
27%

?.D.
31,9%

?.D. 41%
?.D.41%

?.D. 53,6%

?.D. 32,2%

?.D. 37,6%

"##$
%& ' ((" ?.D. 47,9%

?.D. 43,6%
 )  

?.D. ?.D. 33,3%


36,7%
?.D.
34,4%
Q ANTI ?IFI TI P?OD CIAMO
- in Lombardia, nel 2008, ogni cittadino ha prodotto in
media $*%& di rifiuti urbani (compresi gli
ingombranti)

- a Milano, nel, 2008, la produzione media per abitante è


stata di $*%&

- sul lago di Garda, sponda lombarda si è arrivati a


 %&
COSA S CCEDE S LL¶ALT?A
SPONDA«.
- P?OD ZIONE ?IFI TI: $ ! 

- ?ACCOLTA DIFFE?ENZIATA MEDIA: 


SISTEMA
PO?TA A
PO?TA
Brenzone 62,4%

Bardolino 59,1%
Torri del Benaco 57,6%
P?OD ZIONE DEI ?IFI TI
Da cosa è influenzata:

± Flussi turistici

± Imballaggi

± Tenore di vita

± Pratiche di gestione degli scarti verdi -


compostaggio domestico
IL SACCO DELL¶IMMONDIZIA TIPO
COSA NON DIFFE?ENZIAMO?
- Stoviglie monouso

- pannolini e assorbenti

- Materiali poliaccoppiati

- Plastica durevole (piccoli oggetti)

- Stracci

- carta oleata, plastificata e molto sporca


GLI ECO- CONSIGLI PE? LA
?ID ZIONE DEI ?IFI TI«.
CONTIENE 2,5 LIT?I CONTIENE 3 LIT?I
LE CAMPAGNE DI LEGAMBIENTE

http://www.puliamoilmondo.it/2010/
 V  +V
!

Lidia Crivellaro
Legambiente Lombardia
(l.crivellaro@legambiente.org)
Tel. 02 87386480