Sei sulla pagina 1di 153

G R O U P

Bottazzi Franco

Torino 14/18-03-05
Master in Ingegneria del Petrolio
Hydraulic Control Line
Flow coupling

Tubing-Retrievable
Safety Valve
Flow coupling

Flow coupling
COMPLETAMENTO Sliding Side-Door
Circulating Device
DI UN POZZO Flow coupling
Straight Slot Locator
Seal Unit
Retrievable Packer
Seal Bore Extension

Millout Extension
Adapter
Tubing Joint or Pup
X Landing Nipple
Perforated Pup Joint
Landing Nipple
Wireline Re-Entry Guide
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
COSA SI INTENDE PER COMPLETAMENTO

Insieme Di Operazioni E Attrezzature Che Seguono Le Fasi Di


Perforazione E Tubaggio Della Colonna Di Produzione

Necessarie Per Rendere Il Pozzo Idoneo E Sicuro Alla


Produzione Controllata Dei Fluidi Di Giacimento
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
CARATTERTISTICHE RICHIESTE

• SEMPLICITA’

• AFFIDABILITA’

• SICUREZZA

• FLESSIBILITA’
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
SCELTA DEL COMPLETAMENTO

LA SCELTA DEL COMPLETAMENTO INFLUENZA:


•L’efficacia Della Comunicazione Tra Formazione E Pozzo

•La Produttivita’ Del Pozzo

•La Possibilita’ Di Futuri Interventi

•Eventuali Problemi Meccanici Futuri

DECISIONI FONDAMENTALI SONO :


•Configurazione Del Pozzo (Open Hole , Cased Hole)

•Tipologia Di Complemento (Singolo, Doppio, Etc.)


COMPLETAMENTO DI UN POZZO
FATTORI CHE INFLUENZANO LA SCELTA DEL
COMPLETAMENTO

• FATTORI DI GIACIMENTO

• FATTORI MECCANICI

• FUTURE OPERAZIONI

• CORROSIVITA’ DEI FLUIDI


COMPLETAMENTO DI UN POZZO
FATTORI DI GIACIMENTO

•PORTATA PRODUTTIVA

•NUMERO DI LIVELLI PRODUTTIVI

•MECCANISMO DI SPINTA

•RECUPERO SECONDARIO

•ACIDIFICAZIONI

•CONTROLLO SABBIE

•SOLLEVAMENTO ARTIFICIALE
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
FATTORI MECCANICI

• SEMPLICITA’

• CONDIZIONI OPERATIVE

• AFFIDABILITA’

• SICUREZZA
COMPLETAMENTO DI UN POZZO

CORROSIVITA’ DEI FLUIDI

La Corrosivita Dei Fluidi Influenza Il Completamento Per

• Metallurgia Degli Equipment


TBG String, DHE, Croce Di Produzione

• Necessita’ Di Iniezione Di Inibitori Di Corriosione

• Limitazioni Nella Scelta Del Tipo Di Soll . Articiale


COMPLETAMENTO DI UN POZZO

FUTURE OPERAZIONI

• Well Clean Up

•Interventi Di Stimolazione

• Monitoraggio Delle Condizioni Di Giacimento

(Da Effettuarsi Mediante Operaz. Di:


(Coiled Tubing , Wire Line Senza Estrazione Della String Di Completamento)

• Workover
(Richiede L’estrazione Della String Di Completamento)
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Configurazione del Pozzo

Descrizione
Il livello produttivo non è rivestito dalla colonna
di Produzione

Il danneggiamento del livello produttivo è ridotto


al minimo

La superficie drenante è la massima possibile

Le operazioni di intervento sulla formazione per


migliorarne la produttività sono facilitate

Open Hole
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Configurazione del Pozzo

Descrizione
Si completa in foro scoperto quando:

La colonna di produzione garantisce l’isolamento


con gli strati di copertura e con il livello di gas
cap, se presente.

La consistenza della formazione è tale da evitare


franamenti con conseguenti ostruzioni del foro
(dovuti all’effetto dell’azione meccanica del flusso
erogato) durante la vita del pozzo.

Il fondo pozzo perforato è sufficientemente


distante dal contatto con la tavola d’acqua
Open Hole
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Configurazione del Pozzo
Vantaggi
Nessuna spesa per la perforazione del casing

Massima superficie erogante (minor dradown )

Riduce al minimo il possibile danneggiamento

Miglior interpretazione dei logs

Svantaggi
Difficile controllo in caso di ecc. prod.di gas e h2o

Necessita di pos. la scarpa del csg di produzione


al top della zona produttiva

Si riduce drasticamente la produzione in caso di


collasso del foro
Open Hole
Difficolta’ di esecuzione di stimolazioni selettive

.
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Configurazione del Pozzo

Descrizione
Il livello produttivo è ricoperto dalla colonna
di rivestimento.

La comunicazione con l’interno del pozzo è


realizzata perforando la colonna di rivestimento
con particolari perforatori.

La parte di livello da produrre è selezionabile per


ottenere un miglior controllo della produzione in
particolare quando sono presenti zone a gas
( gas cap) e zone ad acqua (water table).

Cased Hole
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Configurazione del Pozzo
Descrizione
Si tuba la colonna di produzione a fondo pozzo
quando:

La colonna precedente non isola il livello


produttivo da strati superiori a mineralizzazione
diversa.

Sono presenti più livelli produttivi con


caratteristiche di formazione o di pressione tali
da non poter essere coltivati insieme.

La colonna precedente è stata usurata durante la


perforazione oppure danneggiata da operazioni di
pescaggio tale da non garantire la resistenza alla
pressione richiesta.
Cased Hole
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Configurazione del Pozzo
VAntaggi
Controllo sulla prod di h2o e gas

Adatto per completamenti multipli

Maggior facilita ad eseguire stimolazioni selettive

Evita problemi di instabilita’ del foro

Svantaggi
Costo delle perforazioni del csg

Danneggiamento della zona produttiva dovuto


a cemento e perforazioni

L’interpretazione dei logs puo’ essere critica Cased Hole


COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Configurazione del Pozzo
Descrizione
Il Liner è una porzione di casing a fondo pozzo,
ancorata entro la scarpa del casing precedente
senza giungere alla superficie.
Può essere:
• Liner cementato
• Liner finestrato

Il Liner cementato svolge sul livello produttivo le


stesse funzioni del casing di produzione e
permette sia il contenimento dei costi che la
possibilità di utilizzare, nella parte superiore ad
esso, tubing e attrezzature accessorie di diametro
maggiore.

Il Liner finestrato ha la funzione di sostenere le


pareti del foro in formazioni inconsistenti e a
facilitare, in sezioni di foro lunghe e/o fortemente Liner
deviate, la discesa di strumenti di registrazione o
attrezzature d’intervento.
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Controlli Ed Operazioni Preliminari Al
Completamento

Bit e Scraper
Dopo la discesa e la cementazione del casing 3500 m
CASING SCRAPER
di produzione o del liner, deve essere sceso lo 7” 32 #

Scalpello con lo Scraper.


FANGO DI
PERFORAZIONE SCALPELLO 6”
Lo scopo di questa discesa è di pulire le pareti
interne del casing da ogni eccesso di cemento ed 3570 m

in particolare nel tratto dove deve essere fissato il


packer.
BRINE DI
COMPLETAMENTO
Con lo Scraper sarà disceso in tandem uno
scalpello di diametro adeguato al diametro interno
del casing oppure una fresa del tipo junk-mill.
COMPLETAMENTO DI UN POZZO

Controlli Ed Operazioni Preliminari Al


Bit e ScraperCompletamento
Qualora sia un doppio completamento oppure un
singolo selettivo dovranno essere screperati con
cura gli intervalli perforati che, durante la discesa
del completamento, saranno attraversati dai 3500 m
CASING SCRAPER
packers. 7” 32 #

E’ buona norma eseguire anche il test idraulico FANGO DI


PERFORAZIONE SCALPELLO 6”
della tenuta del casing ed in particolare della
testa liner, se presente, poiché eventuali perdite 3570 m
dovranno essere valutate ed eventuali riparazioni
(remedial job) eseguiti in questa fase.
BRINE DI
COMPLETAMENTO
In particolari situazioni come pozzi molto lanciati,
con presenza di dog legs, HP-HT, è buona norma,
al posto della discesa di Bit + Scraper,
effettuarne una on taper mill e string mill, se
necessario in rotazione
COMPLETAMENTO DI UN POZZO

Controlli Ed Operazioni Preliminari


Al Completamento
Completion Fluid
Prima di spiazzare in pozzo il fluido di
completamento è necessario circolare con
il drillng fluid per rimuovere i solidi e altri
detriti dal pozzo. 3500 m
CASING SCRAPER
7” 32 #

La sequenza di pompaggio e le modalità di


spiazzamento del drilling fluid con il fluido FANGO DI
PERFORAZIONE SCALPELLO 6”
di completamento saranno in accordo a
3570 m
quanto previsto dal programma di
completamento.
BRINE DI
COMPLETAMENTO
Il mud engineer dovrà confermare le
profondità di circolazione, i volumi e le
portate per limitare problemi di
contaminazione in particolare quando i due
fluidi non sono compatibili.
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Controlli Ed Operazioni Preliminari Al
Completamento
Gauge Ring e Junk Basket
Alla fine delle operazioni di controllo delle
pareti del casing e prima di registrare i logs
di valutazione della cementazione, di 3500 m
CASING SCRAPER
correlazione e di scendere in pozzo gli attrezzi 7” 32 #
per il complemento è necessario assicurarsi
che le pareti del casing siano libere da tracce
FANGO DI
di cemento ed il diametro interno sia PERFORAZIONE SCALPELLO 6”

opportunamente calibrato per permettere il 3570 m


passaggio degli attrezzi di maggior diametro
quali fucili, valvole di sicurezza e packers.
BRINE DI
COMPLETAMENTO
La calibratura è in genere effettuata dalla
compagnia di servizio di logging mediante la
discesa di un Gauge Ring in tandem con un

Junk Basket.
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Controlli Ed Operazioni Preliminari Al
Completamento

Gauge Ring e Junk Basket

Il Junk basket è sceso per recuperare parti


solide rimaste in pozzo dopo la discesa dello 3500 m
CASING SCRAPER
scalpello e scraper e la circolazione. 7” 32 #

La calibratura del casing è molto importante in FANGO DI


quanto la ricerca di prestazioni sempre più PERFORAZIONE SCALPELLO 6”
elevate delle attrezzature di fondo, in
particolare dei packers, fa si che gli attrezzi 3570 m
abbiano dimensioni sempre più vicine al
diametro interno del casing e un eventuale
incastro di un attrezzo in pozzo richiederebbe BRINE DI
costi elevati per il recupero se non causare COMPLETAMENTO
l’abbandono del foro per perforarne uno nuovo
in side-track.
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Controlli Ed Operazioni Preliminari Al
Completamento

CONTROLLO DELLA CEMENTAZIONE

Affinché la cementazione di un casing garantisca


l’isolamento idraulico dei diversi strati attraversati
occorre che

• La malta cementizia sia risalita fino alla quota programmata.

• Che sigilli l’intercapedine foro/casing.

• Che non si siano formate delle canalizzazioni

Il controllo della cementazione avviene con strumenti che sfruttano


le onde acustiche
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Controllo Della Cementazione
CBL-VDL: Cement Bond Log - Variable Density L
Il principio del CBL (Cement Bond Log) è di registrare il tempo
di transito e l’attenuazione di un segnale acustico (frequenza
20kHz) dopo la propagazione attraverso il fluido presente in
pozzo e le pareti del casing.

Il CBL è la misura dell’ampiezza del primo segnale captato


dal ricevitore posto ad una distanza di circa un metro dal
trasmettitore.

Il segnale ricevuto è funzione della attenuazione dovuta al


contatto del cemento con il casing.

Il valore della attenuazione è funzione delle caratteristiche


meccaniche del cemento, del diametro del casing, dallo
spessore del casing e dalla percentuale di circonferenza
cementata.

Un secondo ricevitore posto a circa 1,5 metri dal trasmettitore


registra il VDL (Variable Density Log) generalmente usato per
valutare la tenuta cemento - formazione e aiuta ad individuare
la presenza di intrusioni di gas.
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Controllo Della Cementazione

Cement Evaluation Tool


Il CET (Cement Evaluation Tool) è l’evoluzione del
tool CBL/VDL progettato per valutare la qualità della
cementazione in otto direzioni con 45° di
scostamento ed una accurata risoluzione verticale.

Mentre il CBL misura l’attenuazione di una onda


sonora che si propaga assialmente lungo il casing, nel
CET i trasmettitori emettono degli impulsi acustici e i
ricevitori rilevano l’eco dal casing.

Il CET grazie al numero di trasmettitori e ricevitori, è


in grado di evidenziare eventuali canalizzazioni di gas
all’interno della cementazione.

La qualità degli impulsi e la modalità di ricezione


permettono anche di definire la variazioni di diametro
interno del casing, quindi il tool può essere utilizzato
anche come caliper, seppur con soli 8 detection
points.
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Controllo Della Cementazione
USIT: Ultrasonic Imager Tool
Il tool USIT (Ultrasonic Imager Tool) rappresenta
l’evoluzione del CET , registra la tenuta della
cementazione e la condizione del casing (corrosione e
usura) mediante la misura accurata del diametro interno
e lo spessore dello stesso.

Il tool emette un segnale sonico non focalizzato in grado


di leggere su 360°

L’USIT è in grado di interpretare tutti i tipi di risposta


sonica : le prime onde rappresentano la condizione interna
del casing, quindi a seguire, dall’analisi del transit time si
riesce a dedurre il diametro interno del casing ed il suo
spessore, ed infine la classica analisi del bond e delle
canalizzazioni come nei log precedenti, ma anche qui su
tutti i 360°.
L’interpretazione della condizione della cementazione è
facilitata, nella presentazione del log, da un codice colore.

La comparazione fra i tre log di cementazione mostra


come sia facilitata l’interpretazione del bond e del tipo di
problematiche, utilizzando i tools di ultima generazione
COMPLETAMENTO
DI UN POZZO
APERTURA LIVELLI
COMPLETAMENTO DI UN
POZZO
Apertura Livelli

L’apertura dei livelli


Chiamata “Operazione Spari” (Perforating)
viene sempre eseguita da una compagnia di
servizio specializzata e avviene a mezzo di
speciali “Cariche Cave” (Shaped Charge)
contenute in un “Fucile” (Gun)

La perforazione del casing può essere fatta


con il pozzo completato oppure no e in una
situazione di over-balance (con il gradiente
idrostatico del fluido di completamento
superiore alla pressione di formazione) o in
under- balance
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Perforazione In Over-balance (O Positive Pressure)

Prima dello sparo la pressione


idrostatica all’interno del pozzo è
superiore alla pressione di formazione

Effettuato lo sparo il fluido in pozzo


spinge i detriti all’interno dei fori
perforati

Quando il pozzo sarà pronto per


erogare, diminuendo la pressione
dell’interno del pozzo si otterrà un
aumento graduale dell’erogazione che
respingerà i detriti verso il pozzo

Se l’azione meccanica del flusso non è


sufficientemente energica, non tutte le
perforazione risulteranno ripulite
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Perforazione In Under-balance (O Reverse Pressure)

Al momento dello sparo la pressione


all’interno del pozzo è inferiore alla
pressione di formazione

Effettuato lo sparo l’erogazione


immediata respingerà i detriti verso
l’interno del pozzo pulendo il tunnel e
gli spari

Un altro aspetto positivo della


perforazione under-balance è la
rimozione più efficace della “crushed
zone” cioè delle pareti del tunnel “fuse”
dal getto dello sparo e rimosse prima
del loro consolidamento
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Cariche Cave

Il principio della carica cava


consiste nell’emettere al momento
dell’esplosione un getto di gas ad
alta temperatura e alta velocità che
perfora casing e cemento per
penetrare in formazione più o meno
in profondità a seconda della
caratteristica della carica e del tipo
di fucile
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Cariche Cave

La carica cava è composta da quattro


elementi:
• l’involucro metallico (Case o Container)
• la carica di esplosivo ( Main explosive charge)
• l’esplosivo di innesco (Primer charge)
• ed il Liner.
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Cariche Cave (Funzionamento)

L’esplosione della carica avviene a seguito


dell’onda d’urto emessa dalla esplosione
della Miccia Detonante (Primer Cord)
collegata ad un Detonatore Elettrico
innescato a sua volta da un impulso di
corrente elettrica inviato dalla superficie
tramite il cavo elettrico utilizzato per la
discesa

Per fucili TCP (Tubing Conveyed


Perforating) viene impiegato lo stesso
Detonatore (Firing Head) che può essere
attivato meccanicamente o
idraulicamente.
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Cariche Cave (Funzionamento)

Il contenitore metallico è progettato per


contenere la forza dell’esplosione della
carica per il breve periodo necessario per
la formazione del getto

Il contenitore inoltre evita l’interferenza


dello scoppio delle cariche adiacenti
durante la fase di formazione del getto

I materiali più usati per il contenitore


sono Zinco, Alluminio, Ceramica
e derivati per limitare la formazione di
detriti e facilitare il loro recupero dal
pozzo
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Cariche Cave (Funzionamento)
Il Liner è posto al centro della carica.

Il collasso del Liner sotto l’azione


detonante della carica è l’azione critica
per la formazione del getto perforante

Il materiale del liner stesso, fuso ed


espulso ad elevatissima temperatura,
pressione e velocità, è la sostanza che
produce il foro

Inizialmente il Liner era di metallo e


questo produceva un getto appropriato,
ma tendeva a tappare il tunnel
perforato con detriti chiamati “Slug”

I moderni Liner sono formati da polvere


di metallo sinterizzata e forniscono una
buona efficienza senza formare gli
indesiderati slugs
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Cariche Cave (Performance)

La performance della carica è definita


principalmente da due elementi:
• diametro e circolarità del foro di entrata
nel casing (Entrance Hole)
• profondità del tunnel (Penetration)

Normalmente sono legati tra loro:


ad un maggior diametro del foro d’entrata
corrisponde una minore penetrazione e
viceversa

La penetrazione del foro è scelta in


funzione di:
• spessore di cemento previsto alle spalle
del casing
• zona danneggiata per invasione dei
fluidi di perforazione.
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Casing Gun
I Casing Gun sono fucili di grandi
dimensioni impiegati per perforare il
casing prima di scendere la string di
completamento

Sono normalmente impiegati in


condizioni di over-balance per avere il
pozzo sotto controllo

Questa condizione è la più danneggiante


per la formazione, specialmente se gli
spari avvengono in fango

I Casing Gun sono normalmentein pozzo


discesi con cavo elettrico Wire line
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Casing Guns

I Casing Gun sono del tipo Hallow


Carrier o Scallop, sono di diametrie
diverse, con diverse densità di cariche
per piede (spf) e recuperabili
(retrievable):

Scallop Gun: presenta sulla parte


esterna del contenitore tubolare delle
fresature di assottigliamento in
corrispondenza della posizioni delle
cariche per migliorare l’efficienza della
stessa; non sono riutilizzabili.

Hollow Carrier: il corpo esterno di


acciaio del fucile presenta un foro
filettato in corrispondenza di ogni carica.
Il foro filettato viene poi tappato con un
plug sostituibile, di materiale meno
resistente, riutilizzando il fucile stesso.
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
High Shot Density Guns

HSD: sono fucili progettati per contenere un


elevato numero di cariche, da 5 a 21 spf.

Una variante dei fucili HSD, studiata


appositamente per le cariche Big Hole
(massimo entrance hole) da impiegare nei
completamenti “Inside Casing Gravel Pack”
sono i Gravel Pack Guns, che possono
portare fino a 21 spf con diametri da 4 7/8”
e 7”
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
TCP “Tubing Conveyed Perforating”
TCP “tubing conveyed perforating”
è il termine usato per definire una operazione
spari mediante la quale i fucili sono discesi in
pozzo mediante aste di perforazione o tubing
di completamento

Da recenti sviluppi delle tecniche di sparo,


anche il Coiled Tubing Conveyed può essere
usato per scendere le attrezzature TCP.

Applicazione del TCP


Le più comuni applicazioni del TCP sono:

•Prova di strato (DST, Drill Stem Test)

•Completamento definitivo

•Riperforazione durante un Workover


COMPLETAMENTO DI UN POZZO
TCP “Tubing Conveyed Perforating”
Vantaggi
• Consente lo sparo simultaneo di fucili di grande diametro e lunghezza, e in
condizioni di grande sicurezza.
• E’ usato in condizione di over-balance senza completare il pozzo quando
l’intervallo da perforare è tanto esteso da richiedere numerose discese wire line,
oppure la situazione del pozzo rende rischiosa l’operazione wire line come pozzi
molto deviati oppure irrealizzabile come nei pozzi orizzontali.
• Normalmente la perforazione con il sistema TCP avviene in condizioni di under-
balance e con il pozzo completato.
• Il packer è fissato prima di attivare i fucili e la testa pozzo è montata e
collaudata.
• La pressione differenziale tra formazione e interno del pozzo fa sì che ciascun
sparo venga ripulito con l’ergazione del fluido di formazione. Ciò provoca
l’espulsione dallo sparo sia dei detriti dello sparo che dei frammenti della delle
rocce attraversate il che aumenta l’efficienza degli spari.
• La dimensione del fucile è determinata dal diametro interno del casing piuttosto
che da quello dei tubing o del packer.
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
TCP “Tubing Conveyed Perforating”
Vantaggi
• Fucili con diametro maggiore permettono di ottimizzare la distanza carica/casing
e l’uso di cariche cave più potenti e se necessario di una densità di sparo più
elevata.
• L’operazione spari con tecnica TCP può far risparmiare le spese di gas lift per lo
spurgo del pozzo e forse del trattamento di stimolazione acida.
• Un altro vantaggio del sistema TCP è la facilità con cui esso può perforare in una
sola volta un grande intervallo di formazione.
• I grossi fucili se usati per gli spari convenzionali, devono essere limitati in
lunghezza per non superare il limite di resistenza del cavo. La lunghezza del fucile
è anche un limite per gli spari under-balance through tubing, limitati dall’altezza
del riser.
• Il sistema TCP non ha praticamente nessuna limitazione di lunghezza dei fucili e
funziona perfettamente in pozzi deviati e orizzontali.
• Il controllo della profondità viene verificato due volte, con il controllo della
lunghezza della batteria di completamento e con la correlazione con un log
radioattivo.
• Quando vengono utilizzati i sistemi di sparo a percussione meccanica oppure i
detonatori azionati idraulicamente, la totale assenza di cavi elettrici fa si che tutte
le attività di superficie con l’uso di energia elettrica non costituiscono più alcun
pericolo.
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Through Tubing Gun
Vantaggi
I Through Tubing Gun sono impiegati
principalmente per operazioni in under-balance,
per lo più in pozzi già in produzione, per
estensione spari, cambi livello oppure per
semplici ragioni di sicurezza, caso di
completamenti di pozzi HP/HT.

Appena terminata l’azione di perforazione del


casing, il flusso è spinto verso l’interno del
pozzo dalla pressione di formazione pulendo il
tunnel dai detriti dello sparo migliorando la
produttività del pozzo

Altro aspetto positivo dello sparo through tubing


è il passaggio dalla perforazione del casing alla
produzione di idrocarburo senza esporre la
formazione a danneggiamento invasivo da fluido
di completamento per il colmataggio pozzo.
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Through Tubing Gun

Svantaggi
Lo svantaggio principale dello sparo through
tubing è legato al rapporto tra il diametro del
tubing e del casing da perforare che riduce per
forza la dimensione della carica.

La limitazione di efficienza di spari unidirezionali


può essere attutita dall’impiego di magneti di
aderenza del fucile al casing, lungo la
generatrice delle cariche stesse.

I fucili through tubing sono per lo più usati con


electrical wire line che comporta una certa
rischiosità, ma il sistema può essere impiegato
anche con Coiled Tubing e Slick Line
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Through Tubing Guns

Strip Gun o Semi-expendable Gun:


le cariche sono esposte al fluido in
pozzo e ancorate ad un supporto
metallico (lamina di acciaio) non
sempre recuperabile

Normalmente l’orientamento delle


cariche è 0° o 90°

.
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Through Tubing Guns

Fully expendable ha le cariche collegate


direttamente tra loro attraverso un sistema di
aggancio del contenitore metallico della carica
stessa.
Questo sistema è poco usato a causa della
grande quantità di detriti lasciati in pozzo e della
scarsa resistenza meccanica del sistema, con
frequente perdita in pozzo di cariche inesplose

Questa configurazione permette un phasing


molto più accentuato del precedente, anche 45°
continuo.
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Through Tubing Guns
Negli Hollow Carrier Gun e Scallop Gun le cariche sono
protette all’interno di un contenitore tubolare L’orientamento può
essere 0°,45°, 60° 180°

Nelle Scallop Gun il contenitore


tubolare presenta sulla parte esterna
delle fresature di assottigliamento in
corrispondenza della posizione della
carica per migliore l’efficienza della
stessa; non sono riutilizzabili. Nel
tipo Hollow Carrier, invece, il corpo
di acciaio del fucile è forato in
corrispondenza della carica, ed il foro
filettato è poi tappato con un plug di
materiale più facilmente perforabile.
Sono riutilizzabili
COMPLETAMENTO DI UN POZZO

COME SI PROGETTA UN COMPLETAMENTO


UNA CORRETTA PROCEDURA PER LA PROGETTAZZIONE DI UN
COMPLETAMENTO PREVEDE :
• Raccolta Dei Dati Di Giacimento E Proprieta’ Dei Fluidi Erogati

• Calcolo Dei Gradienti Di Pressione E Temperatura

• Definizione Della Tipologia (Singolo, Doppio, Ecc.)

• Dimensionamento Del Tbg Di Produzione (Tbg Design)

• Selezione Dei Materiali E Degli Equipment Necessari

• Verifica Della String Di Completamento (Tbg Stress Analysis)

• Eventuale Progettazione Del Sollevamento Artificiale


COMPLETAMENTO DI UN POZZO

Fluidi Per Completamento


COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Fluido Di Completamento

Definizione
Viene definito fluido di completamento il fluido che viene pompato in
corrispondenza della formazione durante l’esecuzione di operazioni di
completamento di un pozzo
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Fluido Di Completamento

Funzioni
• Contrastare La Pressione Di Giacimento

• Essere Compatibile Con La Formazione

• Ridurre Il Differenziale Di Pressione Tra Casing & Tubing, Top & Bottom Packer,
Casing & Formazione

• Conservare L’integrità Del Pozzo

• Rimuovere Particelle Solide Dal Pozzo


COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Fluido Di Completamento

Proprietà
• Non Danneggiante

• Privo Di Soldi

• Versatile

• Chimicamente E Fisicamente Stabile

• Compatibile Con Eventuali Additivi Previsti

• Non Corrosivo

• Non Pericoloso

• Scarso Impatto Ambientali


COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Fluido Di Completamento

Caratteristiche
• Ampio Range Di Densita’ & Vuscosita’

• Stabilita’ Termica

• Composizione Chimica Controllata

• Compatibilita’ Con La Formazione E Con I Fluidi


In Essa Presenti

• Bassa O Nulla Corrosivita’ Se Additivato Con


Filmanti O Sequestranti

• Facilmente Filtrabile

• Generalmente Non Inquinante


COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Fluido Di Completamento

Parametri Da Ottimizzare
Funzionalita’
• DENSITA’ ( Controllo Della Pressione Di Formazione )
• STABILITA’ TERMICA ( Cristallizzazione, Decomposizione )
• VISCOSITA’ ( Controllo Degli Assorbimenti, Capacita’ Di Trasporto Solidi)

COMPATIBILITA’
• CON LA FORMAZIONE ( Rigonfiamento Delle Argille, Mobilita’ Fini )
• CON I FLUIDI DI GIACIMENTO ( Precipitati )
• CON IL MATERIALE TUBOLARE ( Non Corrosivo )
• SICUREZZA E IMPATTO AMBIENTALE
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Fluido Di Completamento
Criteri di Scelta
La Scelta Del Fluido Di Completamento Ottimale È Funzione Di Una Serie Di Parametri:
• Condizioni Di Campo ( P E T Di Fondo Pozzo )

• Necessità Di Ridurre Al Minimo Il Danneggiamento Alla Formazione Causato Dalla Penetrazione Del Fluido Di Completamento ( Skin
Damage )

• Filtrazione

• Viscosità E Caratteristiche Reologiche

• Controllo Della Corrosione

• Sicurezza Ed Ambiente

• Fattori Meccanici
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Fluido Di Completamento

Composizione

• Fluidi a base di olio

• Fluidi a base di acqua

• Emulsioni inverse
• Schiume
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Fluido Di Completamento

Fluidi A base Di Olio


Sono fluidi che vengono utilizzati principalmente in presenza di formazioni a bassa
pressione e sensibili a filtrati acquosi

Le caratteristiche reologiche e di trasporto diquesti fluidi sono scarse ma possono


essere aumentate attraverso l’aggiunta di opportuni viscosizzanti

Opportunamente additato può essere utilizzato per il riempimento dell’annullus tra il


tubing ed il casing durante l’intera vita produttiva di un pozzo; in questo caso il fluido
di completamento diventa Packer Fluid

Il Packer Fluid non resta a contatto con la formazione ma rimane all’interno del
pozzo per tempi molto lunghi (anni), dovrà quindi essere progettato per evitare la
corrosione del tubing e del casing nonché permettere lo svincolo packer.
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Fluido Di Completamento
Le materie prime costituenti i fluidi a base olio sono essenzialmente due:

• Greggio

• Gasolio

Il greggio è sicuramente la via più economica ma è un fluido che presenta diversi


svantaggi:
• Può contenere particelle in sospensione in grado di precipitare e causare l’intasamento
della formazione o il bloccaggio del packer

• In fase di produzione viene spesso trattato con tensioattivi per rompere le emulsioni o
separare l’acqua e questi tensioattivi possono renderlo incompatibile con il greggio tal
quale

• Prima dell’impiego del greggio, è necessario valutarne il contenuto in asfalteni per


prevenire danneggiamenti

Il gasolio di raffineria è un fluido certamente più pulito del greggio e difficilmente può
creare problemi di incompatibilità con i fluidi di formazione ma riduce la solubilità degli
asfalteni nel greggio.
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Fluido Di Completamento

Fluidi A Base Di Acqua (Brines)


Sono i fluidi maggiormente utilizzati perché riescono a coprire un ampio campo di
densità
Nell’ impiego come Packer Fluid possono dar luogo a problemi di corrosione mentre
come fluidi di completamento possono creare problemi per la penetrazione del filtrato
acquoso in formazione
I fluidi base sono:

• Acqua Marina

• Acqua dolce

• Acqua di formazione (l ’acqua di formazione può essere in qualche caso la


soluzione più economica e generalmente non da problemi di compatibilità con la
formazione)
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Fluido Di Completamento
Brines A Base Di Acqua Marina
I problemi di impiego dell’acqua di mare sono riconducibili ad una serie di
fattori:
• possibile presenza di particelle solide sospese

• presenza di attività batterica che richiede l’utilizzo di opportuni battericidi

• possibile incompatibilità con l’acqua di formazione e conseguente formazione di sali


(solfati, carboidrati, …) o idrossidi all’interno della formazione

• Il danneggiamento dovuto alla precipitazione di sali in formazione risulta marcato


soprattutto in presenza di assorbimenti elevati durante le fasi di completamento del
pozzo

• Un esempio di “case history” AGIP in tal senso è rappresentato dalla precipitazione


del ferro come idrossido all’interno della formazione del T block (Mare del Nord)

• È’ da rimarcare inoltre come l’appesantimento dell’acqua di mare con CaCl2 può


portare in alcuni casi (presenza di solfati) alla precipitazione di solfato di calcio per
cui diventa indispensabile eseguire la filtrazione del brine prima di immetterlo in
formazione.
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Fluido Di Completamento
Brines A Base Di Acqua Dolce
I Brines preparati partendo da acqua dolce rappresentano la soluzion
meno economica, tuttavia sono quelli maggiormente utilizzati perché hanno
il vantaggio di essere più puliti e di avere una composizione nota e
Controllabile

La preparazione di questi brine può essere fatta partendo da materie prime


solide soluzioni standard a densità nota, oppure utilizzando brine di
Recupero

I brines “puliti” (esenti da solidi) normalmente utilizzati possono essere


suddivisi in:

• Brines ad un sale; sono i brines contenenti Sodio Cloruro (NaCl), Potassio Cloruro
(KCl), Calcio Cloruro (CaCl2), Sodio Bromuro (NaBr), Calcio Bromuro (CaBr2).
• Brines a due sali; fanno parte di questa categoria i brines contenenti Calcio
Cloruro - Calcio Bromuro (CaCl2 - CaBr2 ) oppure Calcio Bromuro - Zinco
Bromuro (CaBr2 - ZnBr2)
• Brines a tre sali; sono i brines contenenti Calcio Cloruro – Calcio Bromuro – Zinco
Bromuro (CaCl2 – CaBr2 – ZnBr2)
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Fluido Di Completamento
Brines Densità
Ogni Sale Presenta Una Densita’ Massima Raggiungibile In Soluzione e la Concentrazione
Sara’ Pari Alla Sua Solubilita’ Alla Temperatura Della Soluzione
MASSIME DENSITA’ RAGGIUNGIBILI
SALE DENSITA’( Kg / l )

NH4cl 1.04
KCl 1.14
NaCl+KCl 1.17
NaCl 1.17
KCl+KBr 1.28
NaCl+CaCl2 1.30
CaCl2 1.36
NaBr+NaCl 1.49
NaBr 1.49
CaBr2 1.66
CaCl2+CaBr2 1.77
CaCl2+CaBr2+ZnBr2 2.25
ZnBr2 2.25
CaCl2+ZnBr2 2.36
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Fluido Di Completamento

Brines Cristallizzazione
Temperatura di cristallizazione
il punto di cristallizzazione è la temperatura al di sotto della
quale la soluzione puo’ separare dei cristalli di soluto o di
solvente ( ghiaccio )

-FCTA ( First Crystal To Appear ) è la temperatura alla quale


inizia a formarsi il primo cristallo ( solido ) da una soluzione
soggetta ad un ciclo di raffreddamento

-LCTD ( Last Crystal To Dissolve) è la temperatura alla quale


si scioglie l’ultimo cristallo depositato dalla soluzione
precedentemente sottoposta al ciclo di raffreddamento

- LCTD > FCTA


COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Fluido Di Completamento

Foam
Sono miscele di aria ( gas ) e di acqua ( brine ) stabilizzate
dalla presenza un opportuno tensioattivo in grado di ridurre
la tensione interfacciale tra le due fasi
COMPOSIZIONE
gas + brine + surfactant

( air, nitrogen )

*Vengono impiegate principalmente in presenza di pozzi

depletati e a bassa pressione


COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Fluido Di Completamento
Emulsioni
Sono formate da liquidi tra loro poco miscibili che addizionati di un
opportuno tensloattivo si ripartiscono in due fasi delle quali una rimane
continua < esterna > mentre l altra disconti nua < interna >resta dispersa
nella prima sottoforma di minuscole goccioline

COMPOSITION
Oil + brine + surfactant
(Crude diesel)
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Fluido Di Completamento
Danneggiamento della Formazione causato dai fluidi di Completamento

Il fluido di completamento ottimale deve ridurre al minimo la


possibilità di danneggiamento della formazione che può derivare da:

• fenomeni capillari (water block , emulsion block )

• rigonfiamento e dispersione di argille

• penetrazione nella formazione e ostruzione dei pori dovuto a particelle nel fluido di
completamento

• problemi di incompatibilità e mutua precipitazione di sali nel fluido di completamento e


in quello di formazione al momento del contatto tra le due fasi
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Fluido Di Completamento

Controllo delle perdite di Fluido

Il controllo delle perdite di fluido in formazione rappresenta una


necessità quando si utilizzano fluidi di completamento costosi (brine
pesanti, emulsioni) o comunque danneggianti.

Le metodologie da seguire in presenza di assorbimento da parte


della formazione sono:

Cercare di ridurre l’overbalance rispetto alla formazione agendo sulla densità


fluido

Accettare la perita di fluido in formazione cercando di utilizzare il fluido meno


danneggiante
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Fluido Di Completamento

Controllo delle perdite di Fluido

Aumentare la viscosità del fluido con polimeri viscosizzanti quali XG, HEC

Utilizzare l’azione combinata del polimero viscosizzante e di un opportuno


bridging agent

I bridging agent sono composti in grado di formare facilmente bridge stabili e


poco permeabili in corrispondenza della formazione che possono comunque
essere rimossi altrettanto facilmente con degradazioni acide e riflussi

I bridging agent maggiormente utilizzati sono: carbonato di calcio, sistemi


salini Saturi e resine solubili in olio
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Packer Fluid
Descrizione
E’ il fluido che verrà lasciato nell’intercapedine o annulus compreso tra il
packer e la testa del pozzo.
La sua funzione primaria è quella di sostenere parte della pressione
esercitata sulla stringa di produzione che sul casing
Tale fluido deve avere le seguenti caratteristiche:
• NON PERMETTERE LA SEDIMENTAZIONE DI SOLIDI SOPRA AL PACKER
• ESSERE CHIMICAMENTE STABILE NELLE CONDIZIONI DI ESERCIZIO
• NON ESSERE CORROSIVO E, AL CONTRARIO,PROTEGGERE LE SUPERFICI
METALLICHE
• NON DANNEGGIARE LA FORMAZIONE PER RIGONFIAMENTO DELLE ARGILLE
EVENTUALMENTE PRESENTI
Le soluzioni saline, denominate brines si prestano bene ad esercitare le
funzioni di packer fluids
Opportunatamente scelti e filtrati essi non contengono solidi che possono
danneggiare la formazione produttiva
La corrosione può essere controllata mediante l’uso di idonei prodotti come
filmanti e sequestranti
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Packer Fluid
Controllo della Corrosione
La corrosione è un processo elettrochimico che riguarda essenzialmente i fluidi
acquosi e che al pH neutro o debolmente acido di impiego dei brine procede secondo le
reazioni
In letteratura i limiti di corrosione universalmente accettati sono di 1 mil per workover e
di 1 mil/anno per un fluido packer; quando questo limite viene superato si ricorre, in
genere, all’aggiunta di un inibitore.

Il panorama degli inibitori di corrosione maggiormante utilizzati comprende:

•Sali ammonici quaternari (inibitori 2D) che si adsorbono essenzialmente sui siti attivi
della superficie del metallo
• Idrocarburi insaturi (inibitori 3D) che vengono adsorbiti e polimerizzano sulla
superficie del metallo creando una barriera fisica alla diffusione del mezzo corrosivo.
•Un’ulteriore azione preventiva verso la corrosione viene ottenuta aggiungendo al fluido
di completamento scavenger di ossigeno (es: solfiti) e sequestranti del ferro quali citrati
•Nel caso di corrosione localizzata si possono avere problemi di infragilimento da
idrogeno in presenza di brine contenenti zinco per effetto della sua idrolisi acida (pH 4).
•Problemi di pitting possono derivare da elevate concentrazioni di cloruri .
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Packer Fluid
Controllo della Corrosione
Il fenomeno della corrosione è rilevante nei fluidi per packer perché devono
rimanere per molto tempo all’interno del pozzo in questi casi conviene utilizzare
l’inibitore più solubile poiché un inibitore insolubile /disperdibile lasciato in condizioni
statiche può separarsi e lasciare one non inibite

Nella pratica è buona norma controllare periodicamente la concentrazione di inibitore


tramite analisi allo spettrofometro

In genere la soluzione migliore viene ottenuta attraverso un compromesso tra


l’impiego di attrezzature maggiormente resistenti e l’aggiunta di un inibitore di
Corrosione

Nella valutazione dei fluidi packer si deve considerare la resistenza delle guarnizioni
In gomma del packer alle condizioni operative
L’aggressività di un fluido a base olio verso le gomme può essere valutata attraverso
la determinazione del suo punto di anilina che rappresenta la temperatura più bassa
alla quale il fluido risulta completamente miscibile in anilina
Un punto di anilina alto indica un basso contenuto aromatico e conseguentemente
un fluido meno danneggiante
COMPLETAMENTO Hydraulic Control Line
Flow coupling
DI UN POZZO
Tubing-Retrievable
Downhole Equipment Safety Valve
Flow coupling
Sono qulle attrezzature che, inserite in una string di
Flow coupling
completamento sia singolo che doppio, servono a
renderlo idoneo e sicuro alla produzione controllata Sliding Side-Door
Circulating Device
dei fluidi di Giacimento Flow coupling
Straight Slot Locator
Le principali sono: Seal Unit
Retrievable Packer
• Tubing String
Seal Bore Extension

• Valvola di Sicurezza Millout Extension


Adapter
• Packer Di produzione e relative tenute Tubing Joint or Pup
X Landing Nipple
• Valvola di circolazione Perforated Pup Joint
Landing Nipple
• Landing Nipple Wireline Re-Entry Guide
COMPLETAMENTO DI UN POZZO

Tubing String

Batteria di tubi inserita nel CSG di produzione

• Permette di controllare la pressione di fondo in erogazione

• Protegge il csg di produzione da abrasioni e corrosioni

• Permette l’installazione di sistemi di sollevamento artificiale

• Permette di circolare con Kill-fluid, inibitori di corrosione, solventi

acciai al carbonio per impieghi standard


MATERIALI IMPIEGATI
acciai speciali per pozzi con fluidi corrosivi
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Tubing String
I Tubings sono costruiti senza
saldature ed hanno alle
estremità giunzioni filettate

Sono disponibili in una ampia


gamma di diametri, materiali,
resistenza meccanica e tipo di
filetto

Sono classificati per diametro


esterno, peso per piede di
lunghezza, tipo di connessione
e grado di acciaio e seguono
generalmente lo standard
stabilito dall’ American Petroleum
Institute ( API)

Sono disponibili in tre range di


lunghezza, stabiliti dalle norme
API:
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Tubing String
Il diametro dei tubings da impiegare viene scelto in base a:

• Al tipo di fluido (miscela a più fasi) da erogare

• Alla pressione di fondo

• Alla portata di produzione prevista

• Alla densità del fluido

• Alla sua viscosità

• Al rapporto gas / liquido (GLR o GOR) .

• Alla produzione di condensa (in caso di produzione di gas umido, un diametro


eccessivo del tubing non consentirebbe lo smaltimento della condensa che si
raccoglierà al fondo provocando un effetto di autocolmataggio)
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Tubing String
Metallurgie E Resistenza Alla Corrosione

Gli acciai utilizzati per i tubings possonono essere classificati in famiglie :

Acciai al carbonio (Carbon Steel) H 40 – J 55 – K 55 – N 80 – L80 – C 90


– C 95 -T95 - P 110 – Q125 le cui caratteristiche sono fissate dalle norme
API (ora ISO)
Fattore di sicurezza applicabile nei calcoli di stress è 1,25

Acciai inossidabili (Stainless Steel) o ( CRA: Corrosion Resistant Alloy)


che a loro volta possono suddividersi in
· Martensitici es. 13 (Cr Cromo)
· Austenitici es. Aisi 316
· Duplex (Ferritici – Austenitici) es. 22- 25 Cr
· Super Austenitici es. 28 Cr
Fattore di sicurezza applicabile nei calcoli di stress è 1,35
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Tubing String
Metallurgie E Resistenza Alla Corrosione
• Carbon Steel
Allow of carbon and iron containing a mex of 2% carbon, 1.65% manganese,
and residual quantities of other elements, except those intentionally added in
specific quantities for deoxidation (usually silicon, aluminum).
• Low-alloy Steel
Steel containing less then 5% total alloying elements, but more than that
specified for carbon steel.
NB. Steel with less than 11% Chromium are included in this category.
• Stainless steel
Steel contained more than 11% Chromium to render the steel corrosion-
resistant.
• Corrosion-resistant alloy CRA
Nonferrous based alloy in which any one or the sum of the specified amount of
the elements titanium, nickel, cobalt, chromium and molybdenum exceed
50%.
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Tubing String
Metallurgie E Resistenza Alla Corrosione
La scelta del tipo di acciaio, o lega o protezione superficiale è determinata dalla
corrosività del fluido da produrre (o da iniettare).

Anche l’uso di speciali inibitori di corrosione può essere adottato laddve sia
possibile

I tubings di completamento potrebbero trovarsi in un ambiente aggressivo, per


la presenza di CO2 e/o H2S o altri contaminanti nei fluidi di formazione o da
iniettare.

La salinità dell’H2O di formazione e dei fluidi di completamento (brines), esaltata


da temperature elevate richiede spesso un sistema di controllo della corrosione
simile a quelli adottati per gli altri contaminanti.

La scelta di leghe resistenti alla corrosione molto costose (CRA: Corrosion


Resistant Alloy), a volte è indinspensabile
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Tubing String
Le connessioni fra tbg possono essere

INTEGRALI
La filettatura di collegamento è
ricavate nel corpo del tbg
connessione maschio femmina

MANICOTTO
Fra i tbg filettati maschio
maschio è inserito un
manicotto filettato
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Hydraulic Control Line
Flow coupling

Tubing-Retrievable
VALVOLA DI SICUREZZA
Safety Valve
Flow coupling Che cosa è la valvola di sicurezza ?
Flow coupling è una valvola inserita nella string di produzione
Sliding Side-Door che ha lo scopo di controllare il flusso di
Circulating Device idrocarburi nel caso di danneggiamenti del
Flow coupling
sistema testa pozzo croce di produzione
Straight Slot Locator
Seal Unit
Retrievable Packer
Seal Bore Extension Può essere
• Tubing Insert
Millout Extension
Adapter
Tubing Joint or Pup
• Wireline Insert
X Landing Nipple
Perforated Pup Joint
• Surface Controlled
Landing Nipple
Wireline Re-Entry • Annular
Guide
Single-string Permanent
Packer Completion
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
VALVOLE DI SICUREZZA
(TBG Retrievable)
Descrizione
Le valvole di sicurezza tubing retrievable sono discese con la string di
tubing di completamento e sono parte integrale della stessa.
Sono controllate idraulicamente dalla superficie tramite una control line
che mette in comunicazione la valvola con la superficie e sono
normalmente chiuse. ( Fail safe cioè chiusa in mancanza di pressione
idraulica nella control line)

Funzione
La valvola è operata idraulicamente attraverso la Control Line e la
pressione agendo sul pistone (Concentrico o Rod Piston) muove in basso
il flow tube a cui è vincolato.
A sua volta il flow tube scendendo apre la ciabatta (flapper) e la
sormonta proteggendola dal flusso di erogazione del pozzo
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
VALVOLE DI SICUREZZA
(TBG Retrievable)
Vantaggi:
Diametro interno molto vicino al diametro del tubing.

Libero passaggio di ogni attrezzo in pozzo

Massima affidabilità conseguente ad un ridotto numero di


tenute elastomeriche.

Possibilità di inserire al suo interno una wire line retrievable


valve in caso di non funzionamento.

Svantaggi:
Necessità di estrarre la tubing string per sostituire la
valvola.
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
VALVOLE DI SICUREZZA
(Wire Line Retrievable)
Descrizione
Le valvole di sicurezza Wire Line retrievable sono alloggiate in
un landing nipple (normalmente top o bottom no-go), sono
controllate idraulicamente dalla superficie tramite una control
line che mette in comunicazione il Landing Nipple con la
superficie e sono normalmente chiuse. ( Fail safe cioè chiusa
in mancanza di pressione idraulica nella control line)

Funzione
La valvola è operata idraulicamente attraverso la Control Line
e la pressione agendo sul pistone (Concentrico o Rod Piston)
muove in basso il flow tube a cui è vincolato.
A sua volta il flow tube scendendo apre la ciabatta (flapper) e
la sormonta proteggendola dal flusso di erogazione del pozzo.
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
VALVOLE DI SICUREZZA
(Wire Line Retrievable)
Vantaggi:
Manutenzione facilitata dalla estraibilità.

Svantaggi:
Diametro interno ridotto rispetto al diametro del tubing

Tenuta elastomerica a valvola chiusa assicurata dai


packings del lock e della valvola.

Necessità di estrarre la valvola per eseguire discese di altri


tools in pozzo.
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
PACKER

Descrizione
Il Packer è un Down Hole Equipment sceso in
pozzo con il completamento

Quando è fissato, chiude l’ anulare tra il tubing


e il casing o tra il tubing e il foro scoperto.

Oltre alla funzione di tenuta idraulica permette il


passaggio dei fluidi dalla formazione all’interno
dei tubing o viceversa in caso di pozzi d’iniezione
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
PACKER

Le principali funzioni del Packer sono:


1. Separare il fluido di completamento dalla formazione
produttiva.

2. Proteggere il casing dalla pressione della formazione

3. Proteggere il casing dall’azione erosiva e corrosività


dei fluidi di formazione.

4. Isolare più zone produttive tra loro o zone di casing


danneggiate o corrose.
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
PACKER
Fattori da considerare per la scelta del Packer sono:

Condizioni del pozzo

Compatibilità con la altre attrezzature di completamento

Considerazioni sul modo di discesa e fissaggio

Accuratezza richiesta della quota di fissaggio.

Condizioni operative durante la produzione e/o i trattamenti di


stimolazione

Previsioni di interventi

Considerazioni economiche
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
PACKER
Elementi Principali

Packing:

Realizza la tenuta idraulica tra il Mandrino e


ilCasing.

Il tipo e il materiale sono definiti in funzione delle


condizioni di pozzo:
• Pressione

• Temperatura

• Composizione del fluido

Può essere a uno, due o tre elementi.


COMPLETAMENTO DI UN POZZO
PACKERS
Elementi Principali

Slips:

Assicurano l’ancoraggio del packer al


casing.

Sono forzati dai Cunei contro le pareti del


Casing ed evitano che il packer si muova sotto
l’azione della pressione differenziale che agisce
sul packer o delle sollecitazioni del Tubing.
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
PACKER
Elementi Principali

Mandrel:
E’ l’elemento tubolare interno del
packer che permette il passaggio del
fluido di formazione e si collega al Tubing.

Caratteristiche meccaniche e tipo di materiale


sono definiti in funzione delle condizioni di pozzo.
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
PACKER

PUO’ ESSERE:

** SINGOLO

** DOPPIO

** PERMANENTE

** RETRIEVABLE
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
PACKER

DOPPIO
SINGOLO
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
PACKER PERMANENTI
Sono Packer che dopo essere stati fissati nel casing di produzione non
possono essere recuperati.

Per rimuoverli occorre fresare la parte esterna costruita in materiale


apposito (fresabile)

E’ possibile disconnettere e riconnettere il Tubing dal packer.

Un meccanismo (Body Lock Ring) mantiene la “forza” di fissaggio sul


Packing e sui Cunei.

Anelli metallici espandibili alle estrenità del Packing elevano le performance


di resistenza alla differenza di pressione.

I cunei contattano la superficie del casing su tutta la circonferenza dando al


packer la massima resistenza meccanica di ancoraggio.

Sono indicati per pozzi alta pressione e alta temperatura


( HP-HT)
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
PACKER RETRIEVABLE

Sono packers installati e recuperati con il tubing del completamento

Possono essere Fissati:


Idraulicamente pressurizzando l’interno del tubing contro un tappo posto sotto il
packer
•Meccanicamente attraverso la manipolazione del tubing. (rotazione,i tiri e rilasci)

Lo svincolo avviene con il tiro esercitato con il tubing oppure attraverso la


rotazione dello stesso.

Packers retrievable meccanici per le prove in pozzo sono progettati per essere
svincolati e rifissati più volte senza la necessità di estrarli dal pozzo.

Per ciascuna tipologia di appartenenza i packers sono anche classificati in


funzione del tipo di fissaggio

Sono indicati per pozzi con pressioni medie e in completamenti selettivi o multipli.
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
PACKER RETRIEVABLE MECCANICI

Nella operazione di fissaggio si interviene direttamente


con movimenti verticali e di rotazione trasmessi dalla
batteria di tubing o di aste.

Il fissaggio e la tenuta del packer viene garantita, in


genere, dal peso o dal tiro trasmesso sul packer stesso.
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
PACKER RETRIEVABLE IDRAULICI
Vengono scesi con la batteria di completamento ed hanno il vantaggio di venire
fissati dopo aver ultimato le operazioni di montaggio e collaudo della Testa
Pozzo.

Il fissaggio inoltre avviene dopo l’eventuale spiazzamento nell’interno del


tubing, del fluido di completamento con un fluido più leggero che permetta
l’erogazione del pozzo dopo il fissaggio del packer.

La batteria di tubing viene temporaneamente tappata al di sotto del packer o


mediante un tappo Wire Line o lanciando una sfera all’interno del tubing che
andrà ad alloggiarsi in una apposita sede predisposta sotto al packer. (catcher
sub o hydro trip)

Pressurizzando quindi a determinati valori il fluido all’interno del tubing,


l’azione idraulica all’interno del packer provocherà il tranciamento di apposite
spine con conseguente movimento di un sistema pistone-cilindro che,
spingendo il cono dietro i cunei, provocherà contemporaneamente l’ancoraggio
dei cunei stessi e la compressione dell’elemento di tenuta.

La pressione idraulica applicata è l’energia di fissaggio trasmessa al packer


COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Tenute Packer Tubing

La diverse caratteristiche dei fluidi


prodotti dal pozzo e le le condizioni del
completamento richiedono tipi diversi di
tenuta Tubing/Packer.

Non esiste un singolo sistema adatto a


tutte le condizioni.
Tutti i sistemi sono più affidabili
se si può evitare il movimento della
tenuta all’interno del packer
.
Se ciò non è possibile è necessario che
la lunghezza dei seal sia tale da non
permettere a questi di fuoriuscire dal
packer nella condizione di
accorciamento massimo del tubing.
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Tenute Packer Tubing possono :

Essere semplicemente
infilati a pressione nel foro
del packer (locator);
Avere una filettatura
Incastrarsi per mezzo di
per essere fissati con
balestre flessibili (latch) o per
la rotazione (anchor);
mezzo di una connessione a
baionetta (J-slot).
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Tenute Packer Tubing

(Seal Assembly)
I Seal Units sono gli elementi di tenuta che
costituiscono il Seal Assembly il Tubing Seal Nipple
è l’elemento terminale del Seal Assembly
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Tenute Packer Tubing

Seal Selection
La scelta del tipo di elemento di tenuta tra tubing e packer, la
geometria dell’elemento di tenuta e la composizione chimica
dell’elastomero, richiede la conoscenza della condizioni di pressione,
temperatura, delle caratteristiche chimiche del fluido in cui è immerso
e la variazione di questi elementi durante la vita produttiva del pozzo.

A volte le condizioni di pozzo richiedano materiali differenti da


combinare nello stesso seal-stack.

Le configurazioni dei seal stack più comuni sono:


Bonded seal
Premium ( o Vee-Packing) seal
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Tenute Packer Tubing

Bonded seal
Sono formati da un elemento elastomerico, nitrile o
fluoroelastomero, vulcanizzato su due anelli di back
up metallici. I due anelli, entrando nel seal bore,
trasmettono una forza di compressione
all’elemento elastomerico.

Questo seal è particolarmente indicato in pozzi con


fluidi molto abrasivi e dove il seal deve essere
inserito e ritirato più volte dal seal bore
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Tenute Packer Tubing

Premium ( o Vee-Packing) seal


E’ un sistema di elementi di tenuta a forma di “v”
(V-ring), disegnati per avere una interferenza
iniziale con il seal bore. Sotto l’effetto della
pressione le “ali” del v si flettono aprendosi e
incrementando la forza di contatto con il seal bore.

Sono montati in serie di più elementi anche in


combinazioni di diverso materiale per resistere alle
condizioni di pozzo. Sono tenuti insieme da back up
anch’essi metallici o plastici.
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
VALVOLA DI CIRCOLAZIONE O Sliding Side Door
La Valvola di Circolazione (Sliding Side Door o Sliding Sleeve) è un
attrezzo che permette la comunicazione dall’interno all’esterno del tubing.

Viene discesa in pozzo inserita nella string di tubing e consiste in un body


esterno munito di fori nella parte mediana, due serie di guarnizioni, sopra e
sotto i fori e con le pareti interne rettificate su cui scorre una camicia
anch’essa forata, che può essere manovrata verso l’alto e il basso con
attrezzi wire line

In posizione di apertura, i fori della camicia sono in corrispondenza di


quelli del manicotto esterno e l’area di passaggio è equivalente all’area
interna del tubing.

Tra la posizione di chiusura e quella di apertura c’è la posizione di


equilibratura della pressioni (Equalizing) nella quale in corrispondenza dei
fori del body esterno, la camicia interna presenta fori molto piccoli.

Le valvole di circolazione sono costruite in materiale resistente alla


corrosione; sono reperibili con ogni tipo di filetto e hanno una resistenza
meccanica pari o superiore a quella della giunzione filettata.
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
VALVOLA DI CIRCOLAZIONE O Sliding Side Door

Sleeve positions

closed balanced open


COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Seating Nipple o Landing Nipple

Sono elementi d’alloggiamento, ovvero


spezzoni di tubo configurati internamente,
in modo da ricevere eventuali attrezzi
(valvole di sicurezza, tappi di chiusura,
ecc.) scesi con cavo (wireline).

Hanno scanalature per il bloccaggio


meccanico delle attrezzature da ancorare e
una superficie rettificata per alloggiare le
guarnizioni della tenuta idraulica.

I nipples possono essere:


selettivi nei confronti del profilo
dell’attrezzo disceso
nei confronti delle manovre effettuate al
passaggio del running tool dentro di essi
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Seating Nipple Top no-go
La selettività va a scapito del diametro interno,
infatti sfruttando il principio “passa- non passa”
si avrà un andamento telescopico del diametro
interno dei nippli inseriti nella string di
completamento, con il diametro minore in basso .
Questa soluzione provoca una diminuzione
sensibile del diametro dei nippli più profondi e
questo può compromettere la discesa di
attrezzature di acquisizione dati o di intervento
a fondo pozzo.

Ha la funzione di alloggiare un plug wire line


qualora il packer sia del tipo permanente.

Se il packer è del tipo hydraulic set, la sua


funzione è di riceve il Testing Tool (o Check Valve)
per pressurizzare il tubing nel fissaggio del
packer
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Seating Nipple Bottom no-go

Presentano all’estremità inferiore una


restrizione di diametro interno e sono in
genere posizionati nella parte inferiore
del tubing.

La loro funzione e quella di alloggiare gli


strumenti di registrazione dati di fondo
pozzo ( il no-go facilita il fissaggio soft
senza sollecitare gli strumenti) e come
pure di arrestare la accidentale caduta a
fondo pozzo di altri attrezzi durante le
operazioni di fissaggio o svincolo.
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Selectives Nipples

La localizzazione non avviene per


interferenza, ma con un bloccaggio
meccanico.

Le chiavette localizzatrici dell’attrezzo che


vi deve alloggiare sono spinte esternamente
da molle e s’incastrano, selettivamente, nel
nipple prescelto attraverso una diversa
lunghezza del profilo

Un tipo molto diffuso nei pozzi Agip


completati fino agli anni ’80 è il tipo “S” Otis
che prevede l’impiego fino a cinque landing
nipples nella stessa string.
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Landing Nipple Selective by Running Tool

Un tipo di localizzazione meccanica, oggi più


diffusa, è realizzata dal Running Tool nella
fase di fissaggio del Lock Mandrel

Questo permette di avere landing nipples


uguali tra loro ed un solo tipo di lock
mandrel adatto per tutti. In questo modo è
possibile montare un numero infinito di
nipples dello stesso diametro nella stessa
string.

In questi nippli è ricavato un solo recesso per


le chiavette in quanto le chiavette del lock
mandrel sono localizzatrici e anche di
bloccaggio
COMPLETAMENTO DI UN
POZZO
FLOW CONTROL EQUIPMENT
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
CROCE DI PRODUZIONE

La Combinazione Testa Pozzo (Drilling


Wellhead) Croce Di Produzione (Completion
Tree) Rappresenta Il Sistema Piu’
Importante Di Sicurezza In Superficie
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
CROCE DI PRODUZIONE

LA CROCE DI PRODUZIONE E’
IL SISTEMA DI VALVOLE CHE
PERMETTE DI INTERCETTARE
IN SICUREZZA IL FLUSSO DI
IDROCARBURO PROVENIENTE
DAL POZZO
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
CROCE DI PRODUZIONE PUO’ ESSERE
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
CROCE DI PRODUZIONE PUO’ ESSERE
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
CROCE DI PRODUZIONE

IL Flusso verticale normalmente è controllato da:

• due master valve una superiore


Upper controllata a distanza mediante
un attuatore e una inferiore manuale

• Una swab valve che consente operazioni


in pozzo senza interrompere la il flusso

Il Flusso orizzontale normalmente è controllato da:


• due Wing valve una controllata a distanza
ed una manuale
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
TIPOLOGIE DI COMPLETAMENTO
Completamento singolo

Completamento Singolo Settivo

Completamento Doppio

Completamento Doppio Selettivo

Completamento con Sand Control

Completamento Multilateral

Completamenti Intelligenti o Smart Wel

Completamenti di Prova

Completamento Subsea
COMPLETAMENTO DI UN POZZO

Completamento singolo
COMPLETAMENTO DI UN POZZO

Completamento Singolo
Il completamento singolo viene adottato quando si vuole
mettere in comunicazione con la superficie un solo livello
produttivo.
Normalmente un completamento singolo è composto da un
packer, una batteria di tubing, una valvola di sicurezza in
pozzo e una serie di accessori opportunamente inseriti lungo
la batteria di tubing in modo da avere la possibilità di posare
tappi , aprire la comunicazione tubing – casing mediante
operazioni wire line
Motivi delle scelta di un completamento singolo in presenza di
più livelli produttivi sono:

• Possibilità di produrre alte portate attraverso tubing


e accessori di grande diametro.

• Presenza di fluidi corrosivi. ( iniezione di inibitori a


fondo pozzo)

• Presenza di alte pressioni di erogazione

• Maggior controllo della sabbia


COMPLETAMENTO DI UN POZZO

Completamento Singolo Selettivo


COMPLETAMENTO DI UN POZZO

Completamento Singolo Selettivo


Viene adottato quando si vuole mettere in comunicazione con
la superficie più di uno strato.Se le caratteristiche petrofisiche
dei livelli lo permettono, possono essere aperti più livelli
contemporaneamente alla produzione con la possibilità di
escludere il livello inferiore ad esempio per l’avanzamento
della tavola d’acqua, oppure escludere quello superiore per
l’innesco del gas cap. Nella situazione pozzo più comune si
produce da un solo livello e quando si esaurisce si può
passare all’altro mediante semplici operazioni wire line senza
la necessità di eseguire un intervento con l’impianto.
Vantaggi:
• Ciascun livello può essere prodotto o escluso mediante la
manovra di una valvola di Circolazione e la posa di tappi
con operazione wire line.

Svantaggi:
• Difficoltà di monitorare il flusso dai livelli superiori
• Difficoltà di interventi di stimolazione o riperforazione dei
livelli superiori
COMPLETAMENTO DI UN POZZO

Completamento Doppio
COMPLETAMENTO DI UN POZZO

Completamento Doppio
Il completamento doppio viene adottato quando si
vuole mettere in comunicazione con la superficie
due livelli produttivi contemporaneamente e allo
stesso tempo garantendone la separazione.

Questo completamento è costituito da due


packers, uno singolo e uno doppio, due string di
tubing equipaggiate con gli accessori necessari al
controllo del flusso
COMPLETAMENTO DI UN POZZO

Completamento Doppio Selettivo


COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Completamento Doppio Selettivo
Si adotta in presenza di più livelli da produrre.
Il completamento garantisce la comunicazione di due
strati con la superficie contemporaneamente ed in modo
separato e inoltre permette lo sfruttamento di altri livelli
mediante operazioni wire line.
Differisce dal completamento doppio per il numero di
packer doppi e singoli.
Vantaggi:
• Permette di produrre due zone indipendentemente
•Accesso wire line in entrambe le string
• Possibilità di artificial lift su entrambe le string

Svantaggi:
• Alto costo d’investimento
• Probabili difficoltà ad effettuare trattamenti di
stimolazione o interventi senza impianto sui livelli
superiori.
• Non usato nei pozzi ad olio per le significative perdite di
carico indotte dai tubing di diametro ridotto.
COMPLETAMENTO DI UN POZZO

Completamento con Sand Control


COMPLETAMENTO DI UN POZZO

Completamento con Sand Control


Il controllo della sabbia (Sand Control) è il processo e la tecnica di
completamento per prevenire produzione indesiderata di sabbia di
formazione durante la produzione dei fluidi di strato o del gas.

I benefici di un efficiente controllo della sabbia a fondo pozzo sono:

• Aumentare la produzione del pozzo

• Evitare la presenza in pozzo di sabbia in sospensione con possibili


sedimentazioni e tappi lungo la batteria di tubing.

• Preservare le attrezzature di pozzo e di superficie dalla erosione


causata dalla sabbia trascinata dal fluido prodotto.

• Prevenire danneggiamenti al casing causati dallo scavernamento


conseguente alla produzione di sabbia. (problemi di subsidenza)
COMPLETAMENTO DI UN POZZO

Completamento con Sand Control


Il “Metodo Meccanico” per controllare la produzione di sabbia si
chiama “Open Hole Gravel Pack” se si è in presenza di un foro
scoperto, o “Cased Hole Gravel Pack” se il pozzo è tubato e
consiste nell’impiego di filtri ( Gravel Pack Screen) discesi in
pozzo e sospesi in posizione con un apposito packer, e la
Sabbia (Gravel) trasportata in pozzo in sospensione all’interno
di un fluido viscoso e attraverso un percorso predisposto,
circolata e posizionata tra i filtri e la formazione.

Il completamento del pozzo disceso sul packer di Gravel Pack ,


tubing e altri elementi accessori, sarà lo stesso di un
completamento standard singolo, selettivo o doppio .
COMPLETAMENTO DI UN POZZO

Completamento Multilateral
COMPLETAMENTO DI UN POZZO

Completamento Multilateral
I pozzi perforati con la tecnica Multilateral sono in aumento per gli incrementi di
produttività ottenibili sia da pozzi nuovi che da pozzi esistenti riperforati con un
tratto orizzontale.

Il completamento nella sezione superficiale di foro sarà simile ai completamenti


standard, mentre nella parte pproduttiva terrà conto del tipo di perforazione,
dalle colonne di rivestimento, se presenti nelle sezioni di foro laterali e della
discesa della batteria di completamento nel foro laterale per eseguire operazioni
di stimolazione o futuri interventi di parzializzazione.

Numerosi sistemi di completamento sono disponibili, sia tubing che thru-tubing,


per isolare o rientrare selettivamente nei fori laterali.
COMPLETAMENTO DI UN POZZO

Esempi di completamento Multilateral


COMPLETAMENTO DI UN POZZO

CERRO FALCONE 3X
COMPLETAMENTO DI UN POZZO

VOLTURINO 1 OR A
Prod. Packer at 3514

Windows at
3533- 3536
ML Packer at 3547 ECP at 3592
Td at 5475 MD
Prod.Packer at 3561 @ 3817 TVD

Liner size 4-1/2” Drain A


Plug back at 3940
3546-4259

Hole Size 8-1/2”


Td at 4228
COMPLETAMENTO DI UN POZZO

Completamento intelligente
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Completamento intelligente

Definizione
“Smart o Intelligent Well” è un pozzo che

contiene un Completamento che permette

cambiamenti della Configurazione senza

interventi (workover o rigless) e con il

supporto di dati di pozzi in tempo reale


COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Completamento intelligente
Obiettivi

Ridurre il numero di interventi Wire-line, Coiled Tubing e


Workovers

Ridurre i relativi Costi, i Rischi e le Perdite di Produzione

Ridurre le spese Operative

Incrementare il Recupero di giacimento attraverso una


Migliore regolazione delle portate

Ridurre i Costi Totali di Produzione (meno string, meno pozzi)


COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Completamento intelligente
Pozzi candidati

Installazioni Subsea (deep water)

Multi-Lateral

Pozzi Extended Reach e Orizzontali

Giacimenti complessi

Produzione selettiva o simultanea da giacimenti/livelli indipendenti


COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Completamento intelligente
Perchè Choke installation
LD
NI FO
E A
LD F AC L M
R A
NI FO SU RIV
E A
AC L M AR
F
R A
SU RIV
AR

ARRIVAL MANIFOLD
DOWN-HOLE
Flow
Flow TRADITIONAL INTELLIGENT
from from
COMPLETION COMPLETION
layers WELLS
layers WELL
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Completamento intelligente
In cosa consiste
UNITA’ di REGOLAZIONE del FLUSSO
Choke variabile di fondo
Valvola per il controllo del flusso, n posizioni
Valvola per il controllo del flusso, on-off

SISTEMA di ATTUAZIONE e CONTROLLO


Linea Elettrica per il controllo, l’attuazione e
la trasmissione dei dati
Linea Idraulica per l’attuazione dei
movimenti (una o più)
Sistema di controllo e acquisizione dati in
superficie

UNITA’ ACCESSORI
Sensori P&T interno tubing e annulus tubing
casing
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Completamento intelligente
In cosa consiste
DATA
WAREHOUSE

PRODUCTION AUTOMATION CENTRALIZED


DATA ACQUISITION SYSTEM FIELD DATABASE

RESERVOIR MANAGEMENT

SENSORS & ACTUATORS


ANALYSIS AND
DECISION TOOLS

SENSORS & ACTUATORS


COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Completamento intelligente
Sistema di attuazione e controllo

• Idraulico
• diretto
• pilotato
• Sequenziale

• Elettrico

• Elettro-idraulico
COMPLETAMENTO DI UN POZZO

Esempio di completamento Intelligente


NAOC CONCESSION-KWALE FIELD LOCATION

AGWE

KWALE
KWALE Schematic Cross-
Section
11 6 Bis 9

KW20
KW21

KW23
KW23A
KW23A1

KW24

KW27
KW27A

KW29

KW29A
Well schematics
Kwale - 12 Kwale - 6 bis

FC

SCSSV
Obbiettivi:
PACKER 1
FC
•Completare 4 livelli
SSD
ICV 1 Lev.KW21
•2 mai prodotti
PACKER 2
Lev.KW21 • tubing 4 1/2” per
permettere alte portate
ICV 2 Lev. KW23A1
Lev. KW23A1 •monitoraggio continuo del
PACKER 3 giacimento per migliore
gestione del giacimento
ICV 3 Lev. KW24 Lev. KW27

PACKER 4

ICV 4 Lev. KW27 Lev. KW29

AWD PACKER
COMPLETAMENTO DI UN POZZO

Completamento di prova
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Completamento di prova

Completamento di prova (DST)


Il completamento di prova è provvisorio e
realizzato per eseguire prove di erogazione
prima del completamento definitivo.

Con il packer sono scese in pozzo


attrezzature per chiudere la string al fondo
( per acquisire informazioni in tempi brevi
limitando il volume del pozzo al solo sotto
packer) e valvole per mettere in
comunicazione il tubing con l’annulus.

La string sarà equipaggiata anche con


strumenti per acquisire i parametri di
erogazione di fondo pozzo.

La programmazione di un completamento
di prova non dipende solo dal pozzo e dal
tipo d’impianto, ma anche dagli obiettivi del
test e dalla sequenza delle operazioni.
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Completamento di prova

Completamento di prova (DST)


Le attrezzature di fondo pozzo possono essere usate
in diversi tipi di test:

1. Drill Stem Test (DST):


lLe attrezzature di fondo sono scese in pozzo con le
drill pipe o con i tubing, per un periodo breve di
prova.
Normalmente il packer più usato è quello a fissaggio
meccanico.
Se la perforazione del livello avviene con fucili discesi
contemporaneamente al packer si parla di Tubing
Conveyed Perforatine (TCP) DST

2. Production test:
Si usano tubing string e packer di produzione
(permanenti o retrievable) equipaggiati con altre
specifiche attrezzature accessorie
E’impiegato per un periodo relativamente lungo di
prova di erogazione o in test ad alta pressione.
COMPLETAMENTO DI UN POZZO

Completamento Subsea
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Completamenti Subsea
I completamenti sottomarini sono simili a
quelli utilizzati a terra per quanto
riguarda le attrezzature discese in pozzo,
ma si differenziano per quelle sopra il
fondo del mare.
.
Nel caso di piattaforma fissa, si possono
ricreare le condizioni esistenti a terra
prolungando le colonne di rivestimento
dal fondo marino a sopra il livello del
mare.

In tal caso, s’utilizzano teste pozzo e


croci di produzione del tutto simili a
quelle di terra.

Nel caso di alti fondali, si ricorre ad


attrezzature sottomarine.
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Completamenti Subsea
In un sistema produttivo con riser
(free-standing production riser),
quest’ultimo trasporta gli
idrocarburi dal manifold system ad
una struttura in superficie,
.
rappresentata da una piattaforma
fissa, un impianto
semisommergibile o un nave,
modificati per accumulare fluidi a
bordo.

In alcuni casi, questi idrocarburi


subiscono dei trattamenti
sull’impianto in superficie e,
successivamente, sono trasferiti in
navi cisterna, per essere
trasportati a terra, o ritornano al
fondo marino, per essere immessi
in una sea line.
COMPLETAMENTO DI UN POZZO
Completamenti Subsea
Gli idrocarburi prodotti da pozzi
isolati (satellite wells) e o
raggruppati (subsea template)
sono convogliati in un complesso
di
. valvole (manifold system) e,
successivamente, introdotti in un
riser di produzione o una sea-line.

Il manifold system è progettato


per gestire fluidi diversi,
provenienti da pozzi produttivi, o
destinati a pozzi iniettivi.

SUBSEA TEMPLATE
COMPLETAMENTI SUBSEA
Sono disponibili sul mercato due tipi croci di produzione SUBSEA,

“Convenzionale” e “Orrizontale”

.
COMPLETAMENTO DI UN POZZO

DOMANDE???