Sei sulla pagina 1di 39

UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI BARI

“ALDO MORO”
CORSO DI LAUREA IN MEDICINA E CHIRURGIA
I UO GINECOLOGIA E OSTETRICIA

IL PUERPERIO
FISIOLOGIA E
PATOLOGIA
PROF. L. M. SCHONAUER
DOTT.SSA C. MAURO
ETIMOLOGIA
DAL LATINO PUERPERA: PUER (BAMBINO) + PARERE (PARTORIRE):
DONNA CHA HA APPENA PARTORITO

DEFINIZIONE
PERIODO CHE VA DALL’ ESPULSIONE DELLA
PLACENTA ALLA RIPRESA DELL’ATTIVITA’
CICLICA OVARICA COMPARSA DELLA
PRIMA MESTRUAZIONE (CAPO PARTO)
DURATA

IN DONNE CHE IN DONNE CHE


NON ALLATTANO ALLATTANO

40-50 GIORNI 60-70 GIORNI

PATOLOGICO
> 6 MESI
FENOMENI DEL PUERPERIO
LOCALI GENERALI

CORPO UTERINO APPARATO CARDIO-CIRCOLATORIO


CERVICE UTERINA APPARATO RESPIRATORIO
OVAIE APPARATO GASTROINTESTINALE
VAGINA APPARATO URINARIO
VULVA SISTEMA ENDOCRINO
PARETE ADDOMINALE ASPETTO PSICOLOGICO
SESSUALITA’
CORPO UTERINO
MODIFICAZIONI
MORFOLOGICHE

POST-PARTUM GLOBO DI SICUREZZA


2 DITA SOTTO L’OT

1° GIORNO 2 DITA SOPRA L’OT

2° GIORNO 2 DITA SOTTO L’OT

6° GIORNO TRA L’OT E LA SINFISI PUBICA

12° GIORNO NON PALPABILE

6° TOTALE INVOLUZIONE
SETTIMANA
CORPO UTERINO
MODIFICAZIONI
MORFOLOGICHE
CERVICE UTERINA
MODIFICAZIONI
MORFOLOGICHE

INVOLUZIONE DALL’OUI VERSO L’ESTERNO

POST-PARTUM OUI PERVIO A UNA MANO

3° GIORNO OUI PERVIO A 1-2 DITA

10° GIORNO OUI CHIUSO

OUE RIMANE LIEVEMENTE SVASATO


UTERO
MODIFICAZIONI
ISTOLOGICHE

PLACENTA

• DECIDUA BASALE
- STRATO SPONGIOSO
- STRATO COMPATTO
- STRATO FIBRINOIDE

• DECIDUA CAPSULARE

• DECIDUA PARIETALE
UTERO
MODIFICAZIONI
ISTOLOGICHE IL DISTACCO DELLA
PLACENTA AVVIENE
TRA STRATO
SPONGIOSO E STRATO
COMPATTO

VALLO LEUCOCITARIO

SFALDAMENTO DELLA
DECIDUA

RIGENERAZIONE
ENDOMETRIALE IN
MANIERA CENTRIPETA
LOCHIAZIONI
• ESPULSIONE DI COAGULI EMATICI, RESIDUI PLACENTARI,
BATTERI, LEUCOCITI CONTENUTI NELLA CAVITA’ UTERINA

• FENOMENO FAVORITO DALLA PRESENZA DI CONTRAZIONI


UTERINE “MORSI UTERINI”, INCREMENTATI DAL RIFLESSO
MAMMILLO-POSTIPOFISARIO E NELLE PLURIPARE

• COMPOSIZIONE VARIABILE

• PERMANGONO PER 20-25 GIORNI

• PH ALCALINO

• ODORE RANCIDO

• AZIONE BATTERICIDA
LOCHIAZIONI
VARIABILITA’

LOCHI EMATICI
SANGUE
LEMBI DI DECIDUA PRIMA SETTIMANA
MEMBRANE
MUCO
MICRORGANISMI

LOCHI SIEROSI
SIERO SECONDA SETTIMANA
LEUCOCITI
LEMBI DI DECIDUA

LOCHI CREMOSI
LEUCOCITI TERZA SETTIMANA
CELLULE DECIDUALI IN
DEGENERAZIONE
LOCHIOMETRA

RITENZIONE DELLE LOCHIAZIONI IN CAVITA’ UTERINA


PER CHIUSURA PRECOCE DEL COLLO UTERINO O
SUTURA ERRONEA DEL SUI CON LA PARETE UTERINA
POSTERIORE DURANTE TC

NECESSARIO DRENAGGIO URGENTE PER RISCHIO


INFETTIVO
OVAIE
• IL CORPO LUTEO GRAVIDICO COMPLETA LA SUA
REGRESSIONE IN CORPO FIBROSO

VAGINA
• LE PARETI PERDONO LA LORO RUGOSITA’

• DOPO 8-10 GIORNI RIACQUISTA TONO E DIMENSIONI

VULVA
• IMENE LACERATO E SOSTUTUITO DALLE “CARUNCOLE
MIRTIFORMI”
PARETE ADDOMINALE

● RIMANE ATONICA PER 5-6 SETTIMANE


● DIASTASI DEI MUSCOLI RETTI (PLURIPARE)
● STRIE RUBRE MADREPERLACEE

● DIASTASI OSSA COXALI PUBALGIE


APPARATO CARDIO-
CIRCOLATORIO

● ESCLUSIONE DEL DISTRETTO PLACENTARE


(BASSA RESISTENZA, ELEVATA CAPACITA’)

● PROGRESSIVA RIDUZIONE DEL VOLUME


CIRCOLANTE

30% GITTATA CARDIACA – LAVORO DEL


CUORE

FREQUENZA CARDIACA NELLE PRIMA 48 h


APPARATO RESPIRATORIO
● RIPRENDE LA RESPIRAZIONE DIAFRAMMATICA

● RITORNO DEI NORMALI VOLUMI POLMONARI IN UNA SETTIMANA


APPARATO
GASTROINTESTINALE
● STIPSI PER INIZIALE IPOTONIA COLON-RETTALE

● INCONTINENZA PER COMPRESSIONI TRAUMATICHE DEL DISTRETTO


ANO-RETTALE DA PARTO

● RITENZIONE FECALE DA DOLORE PERINEALE

● TROMBOFLEBITE EMORROIDARIA
APPARATO URINARIO
VESCICA

• IPOTONIA DA PARESI TRANSITORIA DEL DETRURSORE

• ISCURIA PARADOSSA

• GLOBO VESCICALE

• BLOCCO DOLOROSO DELLA MINZIONE PER MICROLESIONI DA


COPRESSIONE DELLA MUCOSA URETRALE
SISTEMA ENDOCRINO
DISTINGUIAMO 3 PERIODI

1. DI ELIMINAZIONE: ELIMINAZIONE URINARIA DI ORMONI


STEROIDEI PRODOTTI DALL’UNITA’ FETO-PLACENTARE.
RIDUZIONE DI ESTROGENI E PROGESTERONE, AUMENTO DI
PROLATTINA E OSSITOCINA. DURATA 10 GIORNI

2. DI STATO: ESTROGENI E PROGESTERONE MOLTO BASSI.


RIDUZIONE DELLA PROLATTINA. DURATA VARIABILE

3. DI RIPRESA FUNZIONALE: RIPRESA ATTIVITA’ ASSE


IPOTALAMO-IPOFISI-OVAIO. DURATA PIU’ LUNGA NELLE DONNE
CHE ALLATTANO: PRL INIBISCE GnRh IPOTALAMICO
INADEGUATA SINTESI FSH LH. I PRIMI CICLI DOPO IL PARTO
SONO OVULATORI NEL 50% DEI CASI
SISTEMA ENDOCRINO
● hCG: SI RIDUCONO FINO A SCOMPARIRE DOPO 10-15 GIORNI
● FSH: AUMENTA GRADUALMENTE DOPO 10 GIORNI FINO A
RAGGIUNGERE VALORI PERIOVULATORI 10 GIORNI PRIMA DEL
CAPO PARTO

● LH: AUMENTA GRADUALMENTE DOPO 20 GIORNI


● ESTROGENI E PROGESTERONE: SI RIDUCONO BRUSCAMENTE
DOPO IL PARTO, POI AUMENTANO DI POCO PER INIBIZIONE
DELLA PROLATTINA

● PRL: AUMENTA GRADUALMENTE DURANTE LA GRAVIDANZA (I


TRIMESTRE: 25-60 ng/mL, II TRIMESTRE; 50-120 ng/mL, III
TRIMESTRE 90-250 ng/mL), SI ABBASSA NEI PRIMI GIORNI POST-
PARTUM, SI STABILISCE SUI 50 ng/mL PER TUTTO IL PUERPERIO
ASPETTO PSICOLOGICO
● MATERNITY BLUES (70%): DEMORALZZAZIONE POST-PARTUM.
DISFUNZIONE NEUROTRASMETTITORI NELL’UMORE. DURA 10-15
GIORNI, AUTORISOLUZIONE.

● DEPRESSIONE PUERPERALE (10-15%): A DISTANZA DI 6


SETTIMANE DAL PARTO. TRATTAMENTO: PSICOTERAPIA, SSRI
(FLUOXETINA, PAROXETINA), TRICICLICI.

● PSICOSI PUERPERALE (2%): SEGNI DI SCHIZOFRENIA, FINO AD


IMPULSO A SUICIDIO O INFANTICIDIO. DURATA 2-3 SETTIMANE.
TRATTAMENTO: PSICHIATRICO, IN REGIME DI RICOVERO
SESSUALITA’
● RIDUZIONE DELLA LIBIDO PER DOLORABILIRA’ DEI GENITALI
ESTERNI E INADEGUATA STIMOLAZIONE ESTROGENICA
RIDUZIONE DI VASCOLARIZZAZIONE E TROFISMO
VAGINALE, INADEGUATA LUBRIFICAZIONE

CAPACITA’ RIPRODUTTIVA
● EFFETTO CONTRACCETTIVO DELL’ALLATTAMENTO E’ MOLTO
VARIABILE

● IN DONNE CHE ALLATTANO L’INCIDENZA DI UNA NUOVA


GRAVIDANZA E’ INFERIORE RISPETTO A CHI NON ALLATTA PER
L’ELEVATA PRODUZIONE DI PRL CHE INIBISCE LA PRODUZIONE DI
PROGESTERONE
LATTAZIONE
LATTAZIONE

SI DISTINGUONO 4 FASI:

1. MAMMOGENESI
2. LATTOGENESI O GALATTOGENESI
3. LATTOPOIESI O GALATTOPOIESI
4. EIEZIONE DEL LATTE
ANATOMIA MAMMELLA

15-20 LOBI

LOBULI

ALVEOLI

CELLULE EPITELIALI SECERNENTI


PROVVISTE DI DOTTO ESCETORE

DOTTO GALATTOFORO

CAPEZZOLO
1. MAMMOGENESI

SVILUPPO E PREPARAZIONE DELLE GHIANDOLE MAMMARIE

ESTROGENI, PROGESTERONE, INSULINA, hPL PLACENTARE, PRL,


CORTISONE E GH

DURANTE LA GRAVIDANZA AUMENTANO IL VOLUME GHIANDOLARE

LA LATTAZIONE IN GRAVIDANZA E’ BLOCCATA DALL’ELEVATA


PRODUZIONE DI ORMONI STEROIDEI CHE INIBISCONO LA
PROLATTINA
2. LATTOGENESI
INIZIO DELL’ATTIVITA’ SECRETIVA MAMMARIA

DUE FASI:

I. FASE COLOSTROGENA: INIZIA A 15-20 SETTIMANE DI


GRAVIDANZA, PRODUZIONE DI COLOSTRO, LEGATO AD EFFETTI
ORMONALI OPPOSTI SULLA GHIANDOLA MAMMARIA:
STIMOLATORIO DELLA PROLATTINA, INIBITORIO DI ESTROGENO
E PROGESTERONE.

II. PRODUZIONE DI LATTE 2-3 GIORNI DOPO IL PARTO:

➢ MONTATA LATTEA: LEGATO A RIMOZIONE DELL’INIBIZIONE


STEROIDEA. SI MANIFESTA CON: TURGORE MAMMARIO,
CONGESTIONE, TENSIONE, DOLORE, IPERESTESIA, AUMENTO
LOCALE DELLA TEMPERATURA

➢ PRODUZIONE LATTE MATURO – DEFINITIVO: 15 GIORNI DOPO


IL PARTO
2. LATTOGENESI
ORMONI AD AZIONE LATTOGENICA
GH
ACTH
TSH
T3 – T4
PTH
CORTISOLO
INSULINA
3. LATTOPOIESI
MANTENIMENTO DELLA SECREZIONE LATTEA
RIFLESSO ECCITO-SECRETORIO DELL’ASSE MAMMILLO-IPOTALAMO-
IPOFISARIO ATTIVATO DALLA SUZIONE
4. EIEZIONE DEL LATTE

LA SUZIONE INDUCE LA LIBERAZIONE DI


OSSITOCINA

CONTRAZIONI CELLULE MIOEPITELIALI INTORNO


ALL’ALVEOLO

EIEZIONE DI LATTE ACCUMULATO IN ALVEOLI E


DOTTI

CONTRAZIONI UTERINE
4. EIEZIONE DEL LATTE

GLI ALVEOLI SONO RIVESTITI DA CELLULE CUBICHE


MONOSTRATIFICATE CON CITOPLASMA IN CUI SI
ACCUMULANO GOCCE DI LIPIDI E PROTIDI

● SECREZIONE MEROCRINA: PASSAGGIO DI


PROTEINE, LIPIDI, COMPONENTI SOLUBILI
TRAMITE LA MEMBRANA CELLULARE INTATTA

● SECREZIONE APOCRINA: DECAPITAZIONE


DELLA PARTE APICALE DEL CITOPLASMA
COMPOSIZIONE DEL LATTE
COLOSTRO

● CONTIENE PIU’ PROTEINE E SALI MINERALI


● E’ RICCO IN IgA, LINFOCITI, COMPLEMENTO,
MACROFAGI, LATTOPEROSSIDASI, LISOZIMA,
LATTOFERRINA
COMPOSIZIONE DEL LATTE
LATTE MATURO
● PIU’ RICCO IN ZUCCHERI (LATTOSIO) E GRASSI
● CONTIENE PROTEINE, TRA CUI ALBUMINA,
IMMUNOGLOBULINE, CASEINA, ALFA-
LATTOALBUMINA, BETA-LATTOGLOBULINA

● CONTIENE AMMINOACIDI ESSENZIALI


● CONTIENE TUTTE LE VITAMINE, ECCETTO LA K
PER BLOCCARE LA LATTAZIONE

● CABERGOLINA 2 COMPRESSE DA 0,5 mg IN DOSE SINGOLA IL


PRIMO GIORNO DOPO IL PARTO (PRIMA DELLA MONTATA LATTEA)

● CABERGOLINA ½ COMPRESSA DA O,5 mg OGNI 12 ORE PER DUE


GIORNI (DOPO LA COMPARSA DEL LATTE)

PER STIMOLARE LA LATTAZIONE


● METOCLOPRAMIDE 10 mg OGNI 8 ORE
PATOLOGIA
PUERPERALE
PATOLOGIE PUERPERALI
PATOLOGIE INFETTIVE PATOLOGIA
● ENDOMETRITE TROMBOEMBOLICA

● MASTITE ● TROMBOFLEBITE
SUPERFICIALE E
● CELLULITE PELVICA PROFONDA

● TROMBOFLEBITE SETTICA
PATOLOGIA MAMMARIA
● PERITONITE ● IPOGALATTIA/AGALATTIA
● SETTICEMIA ● RAGADI
● GALATTOFORITE
● MASTITE
PATOLOGIA INFETTIVA
PUERPERIO FEBBRILE
● TEMPERATURA ≥ 38 °C PER PIU’ DI 24 ORE ANCHE NON
CONSECUTIVE NEI PRIMI 10 GIORNI DI PUERPERIO ESCLUSE LE
PRIME 24 ORE

● SEPSI PUERPERALE CAUSA DI MORTE MATERNA NEL 70%

● INFEZIONE PER VIA ENDOGENA (VAGINA) O ESOGENA

● GERMI PIU’ FREQUENTI:

➢ STREPTOCOCCO
➢ ESCHERICHIA COLI
➢ BACTEROIDES FRAGILIS
➢ CHLAMYDIA
PUERPERIO FEBBRILE

IN PRESENZA DI FEBBRE CONTROLLO DELLE 6 W

● WOUND: FERITA

● WOMB: UTERO

● WIND: APPARATO RESPIRATORIO

● WATER: APPARATO URINARIO

● WALK: TROMBOFLEBITE

● WEAN: SVEZZAMENTO - MASTITE


MASTITE

● PIU’ FREQUENTE TRA LA SECONDA E LA SESTA SETTIMANA

● PRINCIPALE AGENTE EZIOLOGICO: STAPHILOCOCCUS AUREUS

● SPESSO PRECEDUTO DA INGORGO MAMMARIO

● SINTOMATOLOGIA: FEBBRE, MIALGIA, ARROSSAMENTO,


AUMENTO DI VOLUME E TENSIONE MAMMARIA.

● EVOLVE NEL 10% IN ASCESSO

● TERAPIA: PENICILLINA – AMPICILLINA – DICLOXACINA

● SE GRAVE (SECREZIONE DI PUS DAL CAPEZZOLO): INIBIRE


L’ALLATTAMENTO CON CABERGOLINA
PATOLOGIA
TROMBOEMBOLICA
● AUMENTO DEL RISCHIO DI 20 VOLTE IN PUERPERIO

● 0,7 % CAUSA EMBOLIA POLMONARE

● STATO DI IPERCOAGULABILITA’:

FIBRINOGENO, FIBRINA, FATTORI VII, VIII, X

PROTEINA C – S

INIBIZIONE FIBRINOLISI

STASI