Sei sulla pagina 1di 24

NEOFOBIA ALIMENNTARE

Dott.ssa Agnese Soncini Dietista-Nutrizionista


Sposare buone abitudini:
Neofobia Alimentare

Mi presento …

 Tecnico per i servizi della ristorazione (CUOCA istituto professionale- 2006)


 Laurea in Dietistica (DIETISTA – laurea 1° livello 2010)
 Laurea Magistrale in Alimentazione e Nutrizione Umana (NUTRIZIONISTA –
laurea 2° livello 2013)

→ Centro sportivo Brixia Sport Center (Dello)


→ Palestra Chinesi Center – Welness Center (Verolanuova)
→ Palestra Fit Different (Ponte San Marco)
Sposare buone abitudini : Neofobia Alimentare Dott.ssa Agnese Soncini cell 327 8866632
Un bambino non è un piccolo uomo..
..un bambino è un BAMBINO e non un ADULTO!

Sposare buone abitudini : Neofobia Alimentare Dott.ssa Agnese Soncini cell 327 8866632
1 NEOFOBIA: premessa generale
 Le preferenze alimentari di un bambino sono il risultato di:
 gradimento innato per i cibi dolci, garanzia di un buon apporto calorico

necessario all’accrescimento;
 processo di apprendimento iniziato fin dal ventre materno con le

sostanze nutritive (nutrienti) che attraverso la placenta finiscono nel


liquido amniotico e continuato poi con “i sapori” del latte materno e
con la precoce esposizione agli alimenti durante lo svezzamento.
 Ma anche altri fattori influenzano il gradimento di un cibo:
 presentazione degli alimenti;

 abitudini familiari;

 educazione scolastica;

 influenza della pubblicità e della televisione.

Sposare buone abitudini : Neofobia Alimentare Dott.ssa Agnese Soncini cell 327 8866632
2 NEOFOBIA: che cos’è la neofobia?

 La neofobia in quanto tale è una patologia psichiatrica dell'età adulta, ma


ci sono sempre più bambini che iniziano a rifiutare alimenti e simulano
atteggiamenti neofobici.

La “neofobia” è il rifiuto di assaggiare e mangiare cibi nuovi,


mai conosciuti in precedenza.

Sposare buone abitudini : Neofobia Alimentare Dott.ssa Agnese Soncini cell 327 8866632
3 NEOFOBIA: dipende da fattori fisici o psicologici?

 Questo comportamento innato è il retaggio di un adattamento evolutivo


ad un ambiente ostile che ha permesso di sopravvivere ai nostri antenati
bambini che iniziavano ad “esplorare” ambienti pieni di pericoli alimentari
(erbe velenose, alimenti deteriorati,..):
 il rifiuto di alimenti che non erano già stati registrati durante i primi

mesi, sotto la tutela materna, era una garanzia per la sopravvivenza.

Sposare buone abitudini : Neofobia Alimentare Dott.ssa Agnese Soncini cell 327 8866632
4 NEOFOBIA: a che età si manifesta?

 La neofobia è minima nei primi due anni di vita, cresce durante tutta la
prima infanzia, per poi diminuire gradualmente con l’avvicinarsi dell’età
adulta. 
 I primi due anni di vita sono importantissimi per abituare il bambino ai

diversi sapori e per fargli conoscere il maggior numero possibile di


nuovi alimenti.
 Circa il 20-30% dei bambini sono significativamente neofobici, i maschi lo
sono più delle femmine.

Sposare buone abitudini : Neofobia Alimentare Dott.ssa Agnese Soncini cell 327 8866632
5 NEOFOBIA: Uno svezzamento non corretto può influire
sulla disponibilità del bambino ad assaggiare alimenti
diversi?
 Il divezzamento rappresenta un momento fondamentale
nell'alimentazione del primo anno dei bambini.
 Se è anticipato a 3-4 mesi o posticipato dopo l'ottavo i problemi

aumentano,
 È fondamentale la modalità con cui la prima pappa è proposta
 proposta, non imposta o sostituita subito con del latte se non mangia

 È una tappa evolutiva fondamentale anche dal punto di vista psicologico,


visto che il bambino inizia a riconoscere e rapportarsi con qualcosa di
esterno a lui che entra nel suo organismo:
 assecondare il suo desiderio di toccare il cibo.

Sposare buone abitudini : Neofobia Alimentare Dott.ssa Agnese Soncini cell 327 8866632
5 bis NEOFOBIA: Uno svezzamento non corretto può
influire sulla disponibilità del bambino ad assaggiare
alimenti diversi?
 Bisogna proporre sempre un alimento nuovo per volta per saggiarne la
tollerabilità e permettere che il bambino si abitui a sapori nuovi.
 È fondamentale perciò far fare al bambino una precoce esperienza, a
partire dalla gravidanza (i “sapori” dell’alimentazione materna percepiti
mediante il liquido amniotico), continuando con l’allattamento e
completando l’esplorazione degli alimenti durante la fase dello
svezzamento.

Sposare buone abitudini : Neofobia Alimentare Dott.ssa Agnese Soncini cell 327 8866632
6 NEOFOBIA: quali sono i cibi che generalmente
vengono rifiutati con maggiore forza?
 Nel secondo anno di vita spesso è il rifiuto di cibi a pezzetti:
 passaggio dal frullato ai pezzettini deve essere un processo graduale ;
 tempi diversi da bambino a bambino.

 Dopo il terzo anno il rifiuto si accompagna agli altri “no” che in quel
periodo il bimbo evidenzia:
 anche chi è abituato a frutta e verdura spesso inizia a rifiutare questi

alimenti (mancato esempio dei genitori);


 il rifiuto a cibi più elaborati (solo pasta in bianco o al pesto).

 Maggiore preferenza per ciliegie, fragole, cioccolato, pasta, meno gradite


le verdure come i piselli e i cetrioli. Sedano, spinaci e pomodori (quelli cotti
molto più di quelli crudi) vengono spesso respinti, sebbene il più netto e
deciso rifiuto venga opposto al grasso della carne e del prosciutto.
 Alle soglie della pubertà le preferenze sono ancora nettamente orientate
verso il gusto dolce e il salato.
Sposare buone abitudini : Neofobia Alimentare Dott.ssa Agnese Soncini cell 327 8866632
7 NEOFOBIA: fra consistenza e gusto, cosa rende
un cibo più sgradevole ?
 Dipende dall'età
 Il gusto è il risultato di una componente genetica e una ambientale

 vale a dire l'esperienza con l'alimento


 La consistenza è un fattore solo di esperienza a meno che non ci siano

problemi di tipo organico (disfagia).

Sposare buone abitudini : Neofobia Alimentare Dott.ssa Agnese Soncini cell 327 8866632
8 NEOFOBIA: se nostro figlio rifiuta un cibo,
dobbiamo forzarlo o assecondarlo?
 L’errore più comune dei genitori è di non riproporre l’alimento rifiutato:
 lungo e paziente training;
 riproporlo almeno 7-8 volte in maniera diversa.

 Si deve lavorare con una proposta multisensoriale:


 colore della presentazione (importanza di come è preparata la tavola),
 conoscenza (fare scegliere un certo tipo di alimento al bambino e farlo

preparare da lui con l'aiuto dei genitori),


 esperienza tattile (in alcuni casi può essere utile lasciare che il bambino

mangi con le mani).


 Osservare gli altri mangiare un determinato cibo aumenta l’accettazione e
la preferenza verso quell’alimento:
 esprimendo anche un esagerato senso di gradimento.

Sposare buone abitudini : Neofobia Alimentare Dott.ssa Agnese Soncini cell 327 8866632
8 bis NEOFOBIA: se nostro figlio rifiuta un cibo,
dobbiamo forzarlo o assecondarlo?
 Per il bambino è importante anche verificare che l’ingestione di un
determinato cibo non abbia conseguenze negative, infatti, conseguenze
negative, come nausea e vomito, sono un buon motivo per evitare
l’ingestione dell’alimento che le ha provocate:
 non manifestare eccessivo spavento per evitare che diventi un

meccanismo da riproporre in altre circostanze.

Sposare buone abitudini : Neofobia Alimentare Dott.ssa Agnese Soncini cell 327 8866632
9 NEOFOBIA: quali sono le conseguenze sulla salute di
una esclusione categorica di determinati alimenti?

 Il rifiuto di alimenti porta a rispondere alla fame con l’assunzione di altri


alimenti spesso associata ad un aumento di peso:
 spesso il bambino selettivo è un bambino obeso
 Può anche avere un ritardo di crescita
 Erroneamente i genitori presi dall'ansia sono portati a proporre solo quegli
alimenti che non vengono rifiutati, come il biberon di latte; sul piano
nutrizionale nel tempo con esclusione di frutta e verdura possono
insorgere deficit di fibre e sali minerali.

Sposare buone abitudini : Neofobia Alimentare Dott.ssa Agnese Soncini cell 327 8866632
10 NEOFOBIA: quali sono i comportamenti che
un genitore deve assolutamente evitare?
 Non bisogna forzare il bambino o addirittura nel momento del
divezzamento dare cibi aprendo la bocca a forza.
 In seguito è necessario non innescare il meccanismo premio/punizione:
 mai dire "mangia questo così ti do un premio e se non lo mangi ti

punisco“;
 in 9 bambini su 10 la preferenza verso quell’alimento diminuisce o

rimane per lo più invariata.


 È molto importante come viene vissuto in famiglia il momento del pasto
(valore affettivo):
 consumare i pasti in famiglia a intervalli regolari in un clima sereno,

evitando critiche e discussioni a tavola.


 niente tv, video games, giochi, ma chiacchierare con lui

Sposare buone abitudini : Neofobia Alimentare Dott.ssa Agnese Soncini cell 327 8866632
11 NEOFOBIA: cosa attrae?

 I bambini, a differenza degli adulti, sono maggiormente attratti da forme,


dimensioni e impatto visivo degli alimenti:
 Le montagne di cibo, super condito, non attraggono

 Piccole porzioni, assemblate con fantasia (disegnare dei visi o paesaggi)

 Colori chiari (non stracuocere le verdure, piatti colorati)

 Imitare
 Se un genitore non mangia la stessa cosa il bambino non è stimolato

 Dopo i 3 anni abituarlo a servirsi da solo da più ciotole

 Sviluppo del senso di sazietà (autoregolazione)


 Refezione scolastica

 Cose separate
 Non mescolare troppo

Sposare buone abitudini : Neofobia Alimentare Dott.ssa Agnese Soncini cell 327 8866632
12 NEOFOBIA: cosa fare?

 Varietà
 Cosa hai mangiato oggi in mensa?

 La fibra da problemi di masticazione


 Si stufano
 Può causare mal di pancia
 Passare al passaverdure

 Scegliere verdure meno fibrose e dal sapore dolce


 Carote, zucchine, zucca, piselli, valeriana, crema di lattuga, barbabietola

 Accostare ciò che piace meno con ciò che piace di più
 Cibi base: pane, cereali, latte e uova
 Mangiare a spiedino
 Offrire a ogni pasto almeno un alimento gradito al bambino ma non

accontentare tutti i suoi gusti.

Sposare buone abitudini : Neofobia Alimentare Dott.ssa Agnese Soncini cell 327 8866632
12 bis NEOFOBIA: cosa fare?

 Curiosità.. Manipolare il cibo


 Farsi aiutare nella preparazione dei piatti, nell’allestimento della tavola,

a sistemare la frutta e la verdura ne frigorifero


 Annusare le padelle

 Consistenza
 Graduale passaggio dal liquido al solido
 Croccantezza
 Il profumo del cibo è il carattere sensoriale che maggiormente incide nel
determinare una reazione comportamentale nei bambini:
 La verdura cruda è inodore e quindi poco gradita
 Erbe aromatiche, soffritto (sedano, carote e cipolla)

Sposare buone abitudini : Neofobia Alimentare Dott.ssa Agnese Soncini cell 327 8866632
12 tris NEOFOBIA: cosa fare?

 Abbinarli ad alimenti più densi di energia


 Insalata di carote crude con pinoli tostati, spinaci in padella con sesamo e uvetta,
zucchine gratinate al forno con grana, sedano e salsa tahina, cavolo cappuccio
finissimo e maionese fatta in casa, …
 Non nascondere purché mangi
 Non è una vittoria pulita
 Fame prima di cena?
 Frutta o verdura sbucciata e tagliata a pezzi

Sposare buone abitudini : Neofobia Alimentare Dott.ssa Agnese Soncini cell 327 8866632
13 NEOFOBIA: consigli pratici

 Cercare di consumare i pasti in famiglia a intervalli regolari in un clima


sereno, evitando critiche e discussioni a tavola.
 Avere cura che il bambino sia seduto correttamente a tavola e non assuma
posizioni anomale.
 Evitare che al momento dei pasti il bambino sia troppo affamato o troppo
stanco.
 Evitare gli spuntini subito prima del pasto
 Lasciare che sia il bambino a dire quando è sazio; la quantità di cibo
necessaria varia da bambino a bambino e da giorno a giorno.
 Limitare i comportamenti scorretti, come lo sputare il cibo o il portare
giocattoli a tavola.
 Limitare i dolci e le bibite solo in occasioni particolari e non come premio

Sposare buone abitudini : Neofobia Alimentare Dott.ssa Agnese Soncini cell 327 8866632
CONCLUSIONI
Il bambino impara non a diversificare la propria
alimentazione, bensì a strutturarla, ad operare egli
stesso delle scelte.

Sposare buone abitudini : Neofobia Alimentare Dott.ssa Agnese Soncini cell 327 8866632
Grazie per
l’attenzione …

Sposare buone abitudini : Neofobia Alimentare Dott.ssa Agnese Soncini cell 327 8866632
Dubbi,
perplessità,
domande?
Sposare buone abitudini : Neofobia Alimentare Dott.ssa Agnese Soncini cell 327 8866632
Dott.ssa Agnese Soncini Dietista-Nutrizionista

CONTATTI

Cellulare: 327 88 66 632


E-mail: agnesesoncini@gmail.com
Facebook: Agnese Soncini Dietista-Nutrizionista