Sei sulla pagina 1di 37

L’ESAME

EMOCROMOCITOMETRICO
L’osservazione che il sangue è in parte costituito da elementi
corpuscolati risale alla seconda metà del 1600 (Malpighi,
Swammerdam, Leewnhoeck).
La scoperta del Microscopio ottico (1877) e l’introduzione dei
coloranti di anilina per il riconoscimento delle cellule del
sangue periferico ha dato inzio all’era morfologica
dell’ematologia.
Negli anni ’60 sono stati introdotti i metodi automatizzati
(contaglobuli) per l’esame emocromocitometrico.
VALUTAZIONE DELL’ESAME EMOCROMOCITOMETRICO

8 parametri (contaglobuli)

 Conteggio totale dei globuli bianchi (WBC)


 Conteggio totale dei globuli rossi (RBC)
 Emoglobina (Hb)
 Ematocrito (HTC)
 Volume corpuscolare medio (MCV)
 Contenuto medio emoglobinico (MCH)
 Concentrazione corpuscolare media emoglobinica (MCHC)
 Conteggio totale delle piastrine
ULTERIORI PARAMETRI FORNITI DAI
CONTAGLOBULI DI II° E III° GENERAZIONE

 Indice di distribuzione volumetrica dei globuli rossi (RDW)


 Volume piastrinico medio (MPV)
 Indice di distribuzione volumetrica delle piastrine (PDW)
 Piastrinocrito (PCT)
 Indice di distribuzione della concentrazione emoglobinica (HDW)
Massa eritrocitaria é misurata da:
- n° GR

- HB

- HTC

La gravità dello stato anemico deve essere valutato dai 3 parametri


contemporaneamente
Concentrazione dell’emoglobina (HB)

Fornisce la misura più attendibile dello stato del


sistema eritroide. La determinazione dell’HB non
viene influenzata dalle dimensioni dei GR, come
avviene per il conteggio del n° di GR
Ematocrito (HTC)

HCT misura la % di volume occupata nel sangue intero dalla


massa corpuscolata
 aumenta in caso di disidratazione
 diminuisce in presenza di emodiluizione (gravidanza, infusioni
ev)
Accertata l’anemia, valutare:

 Volume corpuscolare medio (MCV)


 Contenuto medio HB (MCH)
 Concentrazione media corpuscolare HB (MCHC)
 La distribuzione del volume dei GR (RDW)
 La morfologia dei GR
•MCV Volume Corpuscolare Medio
rappresenta il volume medio dei globuli rossi

-MCV = Htc x 1000 / G.R. ( x1012/l )

-espresso in femtolitri ( fl = 10 -15 )


•MCHContenuto HB Corpuscolare Media

rappresenta il contenuto emoglobinico medio dei GR

-MCH = Hb x 1000 / G.R. ( x1012/l )

-espresso in picogrammi (pg = 10 -12 g)


Concentrazione HB Corpuscolare Media
•MCHC

misura la concentrazione emoglobinica media dei GR

-MCHC = Hb ( g / l ) / Ht

-espresso g/L
•RDW Red cell Distribution Width

misura l’ampiezza di una curva di distribuzione


volumetrica dei globuli rossi
(esprime il grado di anisocitosi)
Reticolociti (%)

GR giovani che contengono residui di RNA ribosomiale

 Ridotti nelle anemie iporigenerative


 Aumentati nelle anemie emolitiche
INDICE DI PRODUZIONE RETICOLOCITARIA (I.P.R.)

IPR= Reticolociti % x Htc del soggetto/Htc normale per l’età

Esempio: ret. 6%, Htc 15% IPR= 6x15 / 45 = 2

> 3% : ERITROPOIESI EFFICACE


< 2% : ERITROPOIESI INEFFICACE
INDICI PIASTRINICI

• MPV : esprime la media analitica dei volumi piastrinici (non esiste un


MPV normale, ma l’MPV normale per quel numero di piastrine )

–più rallentato è il tasso di produzione delle


piastrine più basso è l’ MPV

–MPV : piastrinopenie centrali

–MPV : piastrinopenie periferiche


MPV e PDW AUMEMTATI
- piastrinopenie autoimmuni
- macrotrombocitosi mediterranea
- m. mieloproliferative
- splenectomia
- s. di Bernard-Soulier
- s. di May-Hegglin

MPV DIMINUITO
- anemia megaloblastica
- chemioterapia
- aplasie midollari
- s. di Wiskott-Aldrich
ANEMIA: riduzione della massa eritrocitaria

 Nella pratica clinica: quando i livelli di emoglobina e/o


ematocrito sono al di sotto dei valori osservati nei soggetti normali
della stessa età e dello stesso sesso
 Parametri da valutare criticamente:
< livelli Hb ipervolemia (scompenso cardiaco)
> livelli Hb emoconcentrazione (grave disidratazione)
Classificazione eziopatogenetica

 Da perdite acute (emorragia) o croniche


 Da difetto di produzione di GR
 Da eccessiva distruzione di GR
ANEMIA

MCV
ridotto aumentato
normale
Deficit ferro Deficit ac. Folico
Thalassemia Deficit Vit. B12
Avvelenamento da piombo Anemia aplastica
Malattia cronica Preleucemia
An. emolitica autoimmune
Malattie epatiche
Reticolociti
Alti Bassi
Depressione midollare
Bilirubina Neoplasie Conta bianchi e piastrine
Anemia aplastica Ridotta
Normale Alta •Congenita
•Acquisita Normale Aumentata
Emorragia Anemia emolitica
Aplasia pura serie rossa
Test di Coombs Infezione
An. Blackfan Diamond
Eritroblastopenia
Negativo transitoria
Positivo
Difetti corpuscolari
Difetti extracorpuscolari
Difetti extracorpuscolari
CLASSIFICAZIONE DELLE ANEMIE IN BASE A MCV E RDW
MCV basso MCV normale MCV alto

RDW normale Microcitico omogeneo Normocitico omogeneo Macrocitico omogeneo

 Eterozigosi thalassemia  Normale  Anemia aplastica


 Malattia cronica  Malattia cronica  Preleucemia
 Epatopatia cronica
 Emoglobinopatie non
anemiche (AS, AC)
 Chemioterapia
 Leucemia mieloide
cronica
 Emorragia
 Sferocitosi ereditaria
RDW elevato Microcitico omogeneo Normocitico omogeneo Macrocitico omogeneo

 Ferro carenza  Carenza iniziale di  Deficit ac. folico


 -Thalassemia ferro o ac. folico  Deficit vit. B12
 Emoglobina H  Deficit misti  Anemia emolitica
 Frammentazione G.R.  Emoglobinopatie immune
 Mielofibrosi  Crioagglutinine
 Anemia
sideroblastica
APPROCCIO ALL’ANEMIA CON L’ESAME DELLO STRISCIO
DI SANGUE PERIFERICO

STRISCIO

IPOCROMICO MACROCITICO NORMOCITICO SPECIFICO


MICROCITICO

MCV basso MCV alto MCV normale G.R. con alterazioni


specifiche:
(G.R. < 7m) (G.R. > 8.5 m) (G.R. 7.2-7.9 m)

Anemia sideropenica Neonato normale Perdite acute ematiche Cellule a bersaglio


Thalassemia Aumentata eritropoiesi Infezione Sferociti
Anemia sideroblastica Insufficienza renale Acantociti
Postsplenectomia
Infezione cronica Disordini del tessuto Echinociti
Malattie epatiche connettivo
Avvelenamento piombo Picnociti
Ittero ostruttivo Malattie epatiche
Tratto Hb E Neoplasie disseminate Schistociti
Atransferrinemia Anemia aplastica
Anemia sideropenica Ellissociti
Errori congeniti del Ipotiroidismo precoce
Dacriociti
metabolismo del ferro Anemia aplastica
Anemie megaloblastiche Stomatociti
Deficit rame Infiltrazione del midollo
Sindrome di Down Anemia diseritropoietica Corpi di Howell-Jolly
Grave malnutrizione
IPOCROMICO MICROCITICO
THALASSEMIA MAIOR
ANEMIA FALCIFORME
Approccio diagnostico alle anemie

 ANAMNESI
 ESAME OBIETTIVO
 EMOCROMO
 RETICOLOCITI
 STRISCIO DI SANGUE PERIFERICO
 BILIRUBINA
 LDH
MCV RIDOTTO

ANEMIE MICROCITICHE

-Deficit di ferro
-Talassemie
-Malattie croniche
-Intossicazione da Piombo
MCV NORMALE

ANEMIE NORMOCITICHE

1) n° reticolociti normale: emorragia acuta

2) n° reticolociti ridotto:
-GB e PLT normali: Aplasia eritroide
-GB e PLT diminuiti: Anemia aplastica

3) n° reticolociti aumentato: Anemie emolitiche


MCV AUMENTATO

ANEMIE MACROCITICHE

-Deficit di vit. B12 e di folati


-Anemia aplastica
-Anemie diseritropoietiche di tipo I-III
ANEMIE MICROCITICHE

 SIDEROPENICHE
Emocromo
-MCV < vn per età
-MCH < 27 pg
-MCHC < 30%
-RDW elevato (> 16%)
Striscio di sangue periferico: cellule ipocromiche, microcitiche
Sideremia: ridotta
Ferritina sierica: diminuita
FEP: elevato
Capacità ferro legante: aumentata
Saturazione della transferrina: diminuita (< 16%)
Recettore solubile della transferrina: aumentato

 TALASSEMIE
-Elettroforesi Hb
-Dosaggio HbA2 e HbF
-Sintesi catene globiniche
FERRO FUNZIONALE FERRO DI DEPOSITO FERRO DI TRASPORTO

SISTEMA
MUSCOLI, ALTRE
MONOCITO-
CELL.PARENCHIMALI
MACROFACIGO

GLOBULO ROSSO
INTESTINO
CIRCOLANTE

TRANSFERRINA

MIDOLLO
ERITROIDE
EPATOCITI
Diagnosi differenziale tra anemia
ferrocarenziale e tratto thalassemico
 RDW: maggiore nelle forme ferrocarenziali
• rispetto
RDW: maggiore nelle
al tratto forme ferrocarenziali rispetto al
thalassemico
tratto thalassemico
 Indice di Mentzer: MCV/G.R.
• Indice ditratto
 < 12: Mentzer: MCV/G.R.
thalassemico

 >13: carenza
< 12: tratto marziale
thalassemico
 FEP TEST:
– >13: carenzaaumentato
marziale nelle forme
• ferrocarenziali
FEP TEST: aumentato nelle forme ferrocarenziali


• Valutazione morfologica
Valutazione morfologica dello
dello striscio
striscio periferico
periferico
 Hb A2
• Hb A2
 DW: maggiore nelle forme
PATTERN THALASSEMICO LIEVE
Tipici valori del ferro nell’anemia da infiammazione e
da carenza di ferro

TEST Valori normali Infiammazione Carenza di ferro

Ferro sierico (mcg/dl) 50-120 35 20

TIBC (mcg/dl) total iron 250-400 210 430


binding capacity
Sat. TRF (%) 20-30 16 5

FEP (mcg/dl RBC) 30-90 95 120

Ferritina sierica (ng/ml) 30 140 10

Ferro nei macrofagi 1-2+ 3-4+ 0


ANEMIE NORMOCITICHE

 ANEMIA APLASTICA: congenita o acquisita


Biopsia midollare
 ANEMIE EMOLITICHE:
Bilirubinemia
Aptoglobina
Test di Coombs diretto (per le forme autoimmuni)
Dosaggio enzimi eritrocitari (G6PD, PK)
Corpi di Heinz, fragilità osmotica, studio delle proteine di membrana
ANEMIE MACROCITICHE

Dosaggio vit. B12


Dosaggio folati nel siero e nei GR
Biopsia midollare