Sei sulla pagina 1di 18

LA SCIENZA DEL ‘600

Dal geocentrismo al metodo scientifico, da Copernico a Galileo.


LA RIVOLUZIONE
SCIENTIFICA.
Come è cambiata la visione del mondo?

Con la rivoluzione scientifica muta


l’immagine del mondo, che non è più
al centro dell’universo e così anche
l’uomo, che non è più la figura
prediletta da Dio.
LA NUOVA DEFINIZIONE
DI SCIENZA

La scienza non è più


l’intuizione dell’astrologo
illuminato né il commento a
un filosofo, ma bensì un
indagine sulla natura, e
l’indagine deve essere
pubblica e controllabile
COORDINATE STORICHE
• 1543: Niccolò Copernico espone il sistema eliocentrico e scrive il De
revolutionibus orbium coelestium.
• 1545-1563: Concilio di Trento.
• 1598: Editto di Nantes, emanato dal re Enrico IV di Francia: pose termine alle
Guerre di religione francesi e diede più libertà di culto.
• 1573: viene pubblicato il libro "De stella nova" del danese Tycho Brahe.
• 1609: leggi di Keplero: nell'opera Astronomia nova vengono enunciate le prime
due leggi sul moto dei pianeti.
• Agosto 1609: è l'anno del telescopio di Galileo Galilei
• 1618-1648: Guerra dei Trent'Anni
• 1647: invenzione del barometro da parte del fisico italiano Evangelista Torricelli.
• 5 luglio 1687: Legge di gravitazione universale, esposta nell'opera Philosophiae
Naturalis Principia Mathematica, del fisico inglese Isaac Newton.
SISTEMA TOLEMAICO
Sistema tolemaico o
geocentrico I Greci
furono i primi a
realizzare un modello
del Sistema solare: in
esso la Terra, piatta e
immobile, era al centro
dell'Universo, e il Sole,
la Luna e i pianeti
ruotavano intorno a
essa secondo orbite
circolari.
COPERNICO

Scienziato polacco di lingua tedesca.


In Italia approfondisce gli studi
umanistici. Nel 1539 in 6 libri espone
la sua teoria eliocentrica (opposta al
geocentrismo).
SISTEMA COPERNICANO

La teoria copernicana del


1543, anno della morte di
Nicola, pubblicata nel libro
«De revolutionibus orbium
coelestium» (Sulle
rivoluzioni dei corpi celesti).
In esso si postula che il Sole
si trovi immobile vicino al
centro del sistema solare e
dell'universo.
KEPLERO

Giovanni Keplero
(1571/1630) fu un
astronomo, teologo luterano
tedesco che scoprì
empiricamente le omonime
leggi che regolano il
movimento dei pianeti .
I pianeti ruotano I pianeti non si muovono Il quadrato del periodo di
attorno al sole sulla loro orbita con velocità rivoluzione di un pianeta
seguendo orbite costante; un pianeta è più attorno al Sole è
ellittiche, di cui il sole veloce quanto più è vicino al proporzionale al cubo della
occupa uno dei fuochi Sole sua distanza media dal Sole.
GALILEO

Nasce a Pisa 1564 si applica in


studi di matematica e algebra.
A Venezia incontra Maria
Gamba e dalla quale avrà tre
figlie.
LE SUE TEORIE

È convinto della teoria


copernicana e ispirato da questa
scrive il De rivolutionibus
orbium celestium.
Nel 1609 ricostruisce il
cannocchiale e lo punta in
superioribus e ottiene le
clamorose scoperte
astronomiche esposte nel
Sidereus Nuncius 1610.
IL PROCESSO
Nel 1616 la sua adesione al
copernicanesimo incomincia a
causarli e primi problemi infatti viene
processato a Roma e gli viene
ingiunto di non insegnare ne
difendere con la parole e con gli
scritti le teorie incriminate.
Nel 1632 scrive il Dialogo sopra i due
massimi sistemi del mondo e venne
nuovamente processato quindi
costretto all’abiura e gli viene
commutato il confino ad Arcetri.
L UNIVERSO DIVENTA PIÙ
GRANDE
Ecco le grandi novità che
Galileo propone alla visione
della natura.
L’Universo diventa più grande
Distrugge la distinzione tra
corpi terrestri e corpi celesti:
pilastro della cosmologia
aristotelico-tolemaica.
Scopre i satelliti di Giove
Non c e distinzione tra mondo
lunare e sublunare.
IL METODO SCIENTIFICO

Il metodo scientifico, uno dei capisaldi


della scienza moderna, è stato inventato
da Galileo, e ancora oggi questo
procedimento di avere esperimenti,
risultati e leggi il più verificabili possibili
e quindi accurati.
SCOPERTE E INVENZIONI
DEL ‘600
La pressione e il barometro

Fisico e matematico romano, nonché allievo di


Galileo Galilei, Evangelista Torricelli è il primo
scienziato a intuire che l’aria esercitasse una
pressione, grazie al tubo di Torricelli dove un
tubo vuoto viene inserito in una bacinella piena
di mercurio.
Harvey e il sistema circolatorio

William Harvey è il primo scienziato che


riesce a intuire che il cuore agisce come
una pompa per il sistema circolatorio. I
suoi esperimenti sono descritti nel De
Motu Cordis. I suoi studi hanno
permesso di comprendere affondo
l’anatomia umana e lui stesso è
considerato il padre della cardiologia.
L’OTTICA E LA MAGNETICA

A inizio ‘600 William Gilbert comprende per


primo il funzionamento della bussola grazie a
delle variazioni nel campo magnetico.
A fine ‘600 vengono fatti i primi studi
sull’ottica, rifrazione e diffrazione, a opera di
Newton.