Sei sulla pagina 1di 22

Elementi di linguistica

Semantica
Livello di analisi linguistica che studia il significato
Ma che cos’è il significato?
“Chiedersi quale sia la natura del significato significa
interrogarsi sul modo in cui l’individuo e il suo
pensiero, la realtà esterna e la lingua sono in
relazione” (Jezek)

Segno linguistico: significante/significato


“il segno linguistico unisce non una cosa e un nome, ma un
concetto e un’immagine acustica” (Saussure)
Il significato

Concezione referenziale (o concettuale): concetto,


immagine mentale
Concezione operazionale (o contestuale): legata all’uso
linguistico; ciò che accomuna i contesti d’impiego di
un segno, la totalità dei contesti in cui può comparire
Il significato
Significato denotativo : costituisce la parte ‘oggettiva’ del significato
di una parola, condivisa dai membri di una comunità linguistica
Significato connotativo : aspetti del significato che hanno carattere di
‘attributo’, le proprietà che possono aggiungersi al significato di
base (denotativo)
es. ‘fegato’, ‘volpe’, ecc.
Significato linguistico
Significato sociale
es. marche di prima e seconda persona nelle lingue del sud-est
asiatico
Il significato
Lingua 1a persona“servo, schiavo” 2a persona “padrone, signore, re”

birmano (variazioni di) tyunv hynv, minx


giapponese 僕 boku 君 kimi,貴様 kisama
thai khaa naaj’
vietnamita toi, to thấy
Il significato
Significato lessicale (insieme aperto)
Significato grammaticale (insieme chiuso)

Parole contenuto
Parole funzione

Parole piene
Parole vuote
Es. seguo il corso di istituzioni di linguistica
Il significato

Significato ǂ enciclopedia
Significato ǂ segno
Frege ‘Über Sinn und Bedeutung’

Senso  significato contestuale


Significato  significato linguistico
Il significato
Astratto/concreto
Relazionale/non relazionale
Oggetto/evento
Inanimato/animato
Artefatto/specie naturale
Valutativo/non valutativo
Classe/individuo
Nome comune/nome proprio
Il significato

intensione: insieme delle proprietà che costituiscono il


concetto designato da un termine
estensione: insieme degli individui (oggetti) cui il termine
si può applicare
Es. libro
Il lessico

Unità minima di analisi della semantica: lessema


Parola considerata dal punto di vista del significato
Lessema ǂ lemma
Lessico:lessema = dizionario:lemma
Lessico: astratto, insieme di parole e di informazioni associate a
queste parole, immagazzinato nella nostra mente, descritto dal
dizionario, oggetto concreto (tentativo di descrizione)
Lessico  insieme dei lessemi di una lingua
Lessicologia ǂ lessicografia
Il lessico è la componente della lingua più esposta all’influenza di
altre lingue (prestiti, calchi)
Il lessico

Il ‘vocabolario di base’ (Tullio De Mauro)


(circa 7000 parole)
- Vocabolario fondamentale
- Vocabolario di alto uso
- Vocabolario di alta disponibilità
Dizionari
Monolingui
Bilingui
Plurilingui
Etimologici
Elettronici
Di frequenza
Concordanze

Analogici (es. chiodo --> martello; staffa -->cavallo, ecc.)


Rapporti di significato tra lessemi

Omonimia: stesso significante, significato differente


(es. miglio); lessemi differenti
omografia (es. pesca); omofonia (es. pianta)
Polisemia: stesso significante, significati differenti ma
etimologicamente correlati (es. penna); stesso
lessema, diversi significati
enantiosemia: significati diversi dello stesso termine
in opposizione (es. ospite)
Rapporti di significato tra lessemi
Sinonimia: più lessemi, stesso significato (es.
postino/portalettere); in senso stretto, relazione di perfetta
equivalenza semantica tra due parole che possono essere
sempre sostituite una all’altra senza che cambi il significato
della frase in cui si trovano
quasi-sinonimia
Iponimia: inclusione semantica
animale --> iperonimo (maggiore estensione, minore
intensione)
cane, gatto, giraffa --> iponimi (minore estensione,
maggiore intensione)
Rapporti di significato tra lessemi

Meronimia: una parte per il tutto


Solidarietà semantica (o solidarietà lessicale): cooccorrenza
obbligatoria o quasi di lessemi (es. abbaiare/cane)
Collocazioni: cooccorrenze frequenti nel discorso
(es.salutare/cordialmente)
Rapporti di significato tra lessemi

Antonimia: lessemi con significati contrari; poli opposti


di un continuum (es. bello/brutto)
Complementarietà: i lessemi sono contraddittori, uno nega
l’altro (es. vivo/morto)
Inversione: due lessemi esprimono la stessa relazione
semantica da due punti di vista opposti (es.
comprare/vendere)
Rapporti di significato tra lessemi
Campo semantico (o campo lessicale): insieme dei lessemi che
coprono le diverse partizioni di uno spazio semantico
(es. termini di parentela)
Sfera semantica: ogni insieme di lessemi che si riferiscono
ad un certo ambito semantico (es. parole dello sport)
Famiglia semantica: insieme di lessemi imparentati nel
significato e nel significante (stessa radice lessicale)
Gerarchia semantica: insieme in cui ogni lessema è una
parte specifica di un termine che gli è superiore in un
scala di misura (es. millimetro, centimetro, decimetro, metro,
ecc.)
La grammaticalizzazione

Fenomeno per cui forme linguistiche libere perdono a


poco a poco la loro autonomia fonologica e il loro
significato lessicale, fino a diventare forme legate con
valore grammaticale
Lessico e grammatica -> continuum
Es. suffisso -mente
Negazione fr. pas, it. mica
… e la degrammaticalizzazione

Es. it. -ismo


Gli ismi

bus
Il ruolo della pragmatica

- competenza semantica
- competenza pragmatica
Pragmatica: studio delle relazioni tra segni e parlanti, tra
espressioni linguistiche e coloro che se ne servono
per comunicare, studio dei modi in cui è possibile
usare le frasi in situazioni concrete
Ambiguità

Un’espressione è ambigua quando può prendere


convenzionalmente due o più significati
Es. Bea ha una vecchia credenza

L’ha fatta restaurare di recente


Su di essa basa tutta la sua esistenza
Spostamenti di significato

Metafora -->il significato di una parola si estende per una


similitudine che viene istituita tra due situazioni

Metonimia --> il significato di una parola si estende per


contiguità concettuale (es. contenente/contenuto)