Sei sulla pagina 1di 11

Giovanni Boccaccio

Powerpoint di Vincenzo Fabrizio Ferrara 3Ai


Inquadratura poetica di Boccaccio 1

TEMI: LINGUA: POETICA:


-BORGHESIA MERCANTILE -REALISMO
-STILE MEDIO
-DONNE -PREUMANESIMO
-PLURILINGUISMO
-IPOCRISIA DELLA SOCIETA’ -PUBBLICO AMPIO
-FORTUNA
-PLURISTILISMO:
-INGEGNO
•ALTO
-VALORI ATTIVI/VALORI
•MEZZANO
LAICI
•BASSO
OPERE CHI ERA 2
FIAMMETTA?
-DECAMERON
Si dice che fosse la
-Filòcolo figlia del re Roberto
D’angiò,ma le fonti
non sono certe.
-Filòstrato

-Elegia di Madonna Fiammetta

-100
NOVELLE Novelle dedicate
-REALISMO alla sua amata
Fiammetta.Il
termine
-RACCONTO Nessun tormento «Madonna» stava a
A CORNICE interiore,parlava significare un
(3 livelli) complimento,come
di Fiammetta in noi oggi diremo
modo allegro Madame.
-DEDICA
ALLE DONNE
INQUADRAMENTO 3
STORICO:
BOCCACCIO ERA
FIORENTINO,MA POI SI MUOVE A
NAPOLI NEL PERIODO DELLA
SUA ADOLESCENZA Visse in
maniera
allegra,era
SCRIVE NOVELLE ED È UN
quello che si
PERSONAGGIO
definisce
COMPLETAMENTE DIVERSO
«Laurente»
DA DANTE E PETRARCA.

Termine
Nelle novelle non La sua modernità infatti sta boccaccesco,o
nel fatto che Boccaccio ggi un
si interessava mette al centro termine
della l’astuzia,ovvero la capacità boccaccesco è
religione,LAICO di saper sfruttare le fortune usato come
e/o le vicende che ci dispreggiativo
alle faccende
capitano,e non la religione
religiose
La sua modernità infatti sta
nel fatto che boccaccio mette 4
al centro l’astuzia,ovvero la
capacità di saper sfruttare le
fortune e/o le vicende che ci
capitano,e non la religione

Per Boccaccio la
virtù dell’uomo
è il saper
controllare la
fortuna

Proprio per questo


Fortuna intesa come
boccaccio apprezza il ceto
destino che ci può
medio,soprattutto la
capitare
borghesia,perché ammira
la loro capacità iniziativa
IL DECAMERON: 5
Ci dice:
Luogo storico (dice dove è
avvenuto)
Tempo storico (quando è
avvenuto)
-Il decameron è una commedia umana,al contrario della divina Verosomiglianza psicologica
(i personaggi inventati hanno
commedia di Dante ad esempio,Boccaccio parla degli uomini e caratteristiche di persone
non di dio o dell’ultraterreno reali)

Il Decameron si ispira a «Le


-Definito come il capolavoro dell’autunno del medioevo (ovvero mille e una notte»,che
verso alla fine del medioevo) racconta la storia di come
una donna riesce ad usare
-Il linguaggio del Decameron è il latino,ma Boccaccio difende il l’ingegno per sfuggire ad un
pericolo.
volgare e critica Petrarca,era d’accordo con Dante che nel
frattempo era già considerato un poeta importante

-Racconto a corncie,ovvero racconto a livelli,narratori di vario Il Decameron è infatti dedicato alle


livello,Esempio: donne,questo perché Boccaccio le
amava e difendeva i loro diritti e la
Nastagio degli onesti: 1) Narratore Boccaccio loro diversità con l’uomo nella
2) Narratore Donna società,fin quando non divenne in
3) Narratore Narratore stesso seguito MISOGENO,ovvero
completamente disinteressato alle
donne
6
Non appena Boccaccio diventa misogeno,in se
scatta la voglia di isolarsi e dedicarsi allo studio

E ovviamente….
Alla letteratura È definito il maestro
della prosa,infatti
Continunando a scrivere novelle,ovvero testi narrativi Boccaccio,insieme a
brevi Dante e Petrarca è una
Boccaccio ha avuto un successo nei seguiti delle tre corone della
letteratura Italiana.
a venire,cioè che lo imitavano,soprattutto
perché scriveva cose «assurde» per
l’epoca,ovvero ritenute troppo
«spinte».Oggi ovviamente,non sono ritenute
volgari
Nastagio degli onesti 7
Fa parte di una delle 100 novelle del Decameron di
boccaccio.La novella racconta la storia di Nastagio,un
ricco borghese che dopo la morte del padre non gli
rimaneva più nulla,se non la ricchezza.Egli amava,una
donna dal sangue nobile,e non ricambiato,spende intorno
le sue ricchezze per mostrarsi degno del suo amore.Un
venerdì,nella pineta di Ravenna,Nastagio vide una donna
nuda rincorsa da dei cani e un cavaliere,egli voleva
aiutarla,ma il cavaliere disse che la «caccia» era volere di
Dio,perché la donna rifiutando l’amore di un uomo,lo fece
suicidare,ed era condannata per questo.Il venerdì
successivo,Nastagio organizzò nello stesso luogo una cena In questo testo,le donne non sono
dove invitò molti amici,compresa la donna amata,la certo descritte come figura
quale,vedendo la terribile scena della donna nuda che nobile…infatti possiamo notare già
scappava,decise subito di sposare Nastagio. la misogenia di Boccaccio.
La descrizione della peste nel Decameron
8
Boccaccio rivela di come la paura della peste avesse fatto perdere
l’umanità agli esseri umani (si abbandonavano i cari affetti dalla
malattia),il degrado della sua società difronte alla loro bestialità.

Non si andava neanche più a visitare i parenti per la paura di


contagiarsi,i fratelli si allontanavano e talmente dal terrore non
esisteva figlio che andasse a trovare il padre o viceversa.

Dico dunque che erano passati 1348 anni dalla


nascita di gesù
A Firenze,città più bella d’Italia si diffuse la
peste
Potrebbe trattarsi di un problema dovuto
al corpo,sia dalla volontà divina.

Boccaccio crede che la malattia


venga da ovest,ed è sorpreso di come
anche gli animali fossero
contagiati,contagiandosi tra di loro
La parabola dei tre anelli 9
Narratore a 3 livelli

Questa novella, la terza che viene narrata durante la prima giornata del Decameron, narra le vicende di
Saladino, ricco e potente sultano d'Egitto e di Siria, che, avendo sperperato molte delle sue ricchezze, si
trovò nell'urgente necessità di denaro. Essendo anche avaro, non voleva chiedere un prestito e cercò un
modo di ottenerlo senza poi dover nulla in cambio.
Per questo chiamò presso di se' un ricco ebreo, Melchisedech, che viveva ad Alessandria e che faceva
talvolta l' usuraio, e gli domandò quale fosse secondo lui la religione autentica tra la quella giudaica,
saracena e cristiana.
Melchisedech, che era piuttosto furbo, capì che la sua risposta avrebbe potuto scontentare il sultano e
mettere lui in qualche guaio, per cui, invece di dare una risposta secca, decise di narrargli la storia di un
uomo ricco che possedeva una pietra molto preziosa da lasciare in eredità solo al figlio più responsabile
e fedele. La pietra fu tramandata per molte generazioni fino a quando si trovò nelle mani di un uomo che
non sapeva a chi dei suoi tre figli dare la pietra preziosa, poiché erano tutti e tre meritevoli dell'eredità.
Egli, allora, fece fare due copie perfette della pietra autentica e, alla sua morte, ognuno dei tre figli
ricevette un anello e lo prese per vero, ma non si scoprì mai a quale figlio fosse toccata la pietra
autentica.
La storia di Melchisedech servì per far capire al sovrano che, come l'eredità dell'uomo ricco era
toccata a chissà chi fra i suoi figli, così, ancora oggi non si poteva sapere quale, tra le tre religioni più
importanti, fosse quella autentica.
Saladino rimase stupito dall'intelligenza di Melchisedech e gli disse francamente di aver bisogno di
denaro.
L'ebreo prestò i soldi che servivano al sovrano e questi gli restituì poi l'intera somma, aggiungendovi
moltissimi doni e facendolo diventare suo amico.
10
Curiosità
1)Boccaccio è il primo grande scrittore di Boccaccio inoltre è
prosa della nostra letteratura; presenta sulla moneta
europea,come lo sono
2)L'identità di sua madre è ignota, egli fu anche vari suoi
allevato dal padre Boccaccino, un coetanei come ad
mercante che ostacolò (inutilmente) la esempio Dante
passione del figlio per la letteratura;

3) scrisse il primo romanzo psicologico


della storia della letteratura italiana,
"L'elegia di Madonna Fiammetta",
un'opera epistolare nella quale una
donna esterna tutto il dispiacere per la
fine della sua relazione con il fidanzato
Panfilo;
Ma la sua opera più famosa
rimane il Decameron