Sei sulla pagina 1di 12

L’articolo

Che cos’è
L’articolo è una parola breve
che precede sempre il nome a cui si riferisce.

Per favore, mi presti la matita, un foglio e dei pennarelli?


nome nome nome

articolo articolo articolo

femminile maschile maschile


singolare singolare plurale

L’articolo è una parte variabile del discorso che concorda con il nome
per genere (maschile o femminile) e per numero (singolare o plurale).
A che cosa serve
L’articolo serve a:

segnalare con precisione le caratteristiche grammaticali,


ossia il genere e il numero del nome a cui si riferisce:

un gatto maschile il giovane maschile una novità singolar


e
giovane novità
una gatta femminile la femminile delle novità plurale
giovane
distinguere
•persone o cose conosciute (ARTICOLO DETERMINATIVO)
•persone o cose non ben definite (ARTICOLO INDETERMINATIVO)
•una quantità parziale o non precisata di un insieme (ARTICOLO PARTITIVO)

Per favore, mi presti la matita, un foglio e dei pennarelli?

la matita che vedo sul tavolo,


oppure la matita che hai in mano, un foglio qualsiasi alcuni pennarelli,
insomma la matita che conosco non importa quanti e quali
A che cosa serve
L’articolo serve anche a:

attribuire la funzione di nome ad altre parti del discorso,


come gli aggettivi, i verbi, gli avverbi, i pronomi e le congiunzioni.
Si dice che li “sostantivizza”, ossia li trasforma in sostantivi.

Tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare.

verbo sostantivato

Che bel cappotto rosso! Il rosso è il mio colore preferito.

aggettivo aggettivo sostantivato


L’articolo
singolare plurale

maschile IL, LO I, GLI


DETERMINATIVO
femminile LA LE

UN,
maschile
UNO
INDETERMINATIVO
femminile UNA

maschile DEL, DEI,


DELLO DEGLI
PARTITIVO
femminile DELLA DELLE
Articolo determinativo
singolare plurale

maschile IL, LO I, GLI

femminile LA LE

Si usa prima di un sostantivo che indica persone, cose o fatti ben precisi o noti:

Domani il professore di storia spiegherà la rivoluzione francese.

lo conosco è un avvenimento storico famoso

Oppure prima di un nome che indica persone, cose o fatti conosciuti


sia a chi parla sia a chi ascolta o di cui si è parlato in precedenza:

I nonni mi hanno regalato un cagnolino. Il cane è nero.

li conosco bene quello che mi hanno regalato i nonni


Articolo indeterminativo
singolare

maschile UN, UNO

femminile UNA

Si usa prima di un nome che indica persone, cose o fatti generici o sconosciuti:

Un insetto si è posato sul mio quaderno. È una coccinella!

non specifico quale insetto una coccinella generica

Robinson Crusoe naufragò su un’isola deserta.

non so quale isola

Uno strano individuo si aggira sotto casa.

non lo conosco
Quando si usa
LO e GLI, UNO si usano prima dei nomi maschili che iniziano con:

LO si apostrofa
• VOCALE l’ombrello gli ombrelli un ombrello
e diventa L’ UNO si trasforma in
perché lo ombrello, l’arco gli archi un arco UN ma
lo arco, lo elefante non si apostrofa
sono difficili da pronunciare l’elefante gli elefanti un elefante

• S + consonante lo stivale gli stivali uno stivale


lo scoiattolo gli scoiattoli uno scoiattolo
lo sforzo gli sforzi uno sforzo

• GN, PN, PS lo gnomo gli gnomi uno gnomo


lo gli uno
pneumatico pneumatici pneumatico
lo psicologo gli psicologi uno psicologo

• X, Y, Z lo xilofono gli xilofoni uno xilofono


lo yogurt gli yogurt uno yogurt
lo zaino gli zaini uno zaino
Quando si usa
UNA, LA e LE si usano davanti ai nomi femminili:

una casa la casa le case


una volpe la volpe le volpi
una mano la mano le mani

UNA e LA diventano UN’ e L’ quando il nome femminile inizia con vocale:

un’ amica l’ amica le amiche


un’ elica l’ elica le eliche LE non si apostrofa
un’ orca l’ orca le orche

ATTENZIONE
Davanti ai nomi maschili che iniziano con vocale
usiamo l’articolo UN senza apostrofo

un amico un elefante un orco


ATTENZIONE
L’articolo indeterminativo plurale NON ESISTE, al suo posto si usa:

• il plurale dell’articolo partitivo (DEI, DEGLI, DELLE)

Alla spiaggia ho conosciuto un ragazzo e una ragazza molto simpatici

Alla spiaggia ho conosciuto dei ragazzi e delle ragazze molto simpatici

• il plurale dell’aggettivo indefinito (ALCUNI/E, TALUNI/E, CERTI/E)

Stamattina è accaduto un fatto molto strano

Stamattina sono accaduti alcuni fatti molto strani

• l’”articolo zero”, ossia non si mette alcun articolo

Un rumore sospetto spaventò la vecchia signora

Rumori sospetti spaventarono la vecchia signora


Articolo partitivo
singolare plurale

maschile DEL, DELLO DEI, DEGLI

femminile DELLA DELLE

DEL = di + il DEI = di + i
L’articolo partitivo è formato
DEGL
dall’unione della preposizione semplice DELLO = di + lo = di + gli
I
“di” e gli articoli determinativi
DELLA = di + la DELLE = di + le

Si usa per indicare una quantità imprecisata di qualcosa, equivale a “un po’ di”:

Nell’impasto della torta ho messo dello zucchero, della farina e delle uova.

preposizione un po’ di un po’ di alcune,


articolata più di un uovo

Al plurale si usa per sostituire le forme mancanti dell’articolo indeterminativo


plurale ed equivale ad “alcuni/e, certi/e, qualche”.
Analisi grammaticale
Per fare l’analisi grammaticale dell’articolo devo stabilire:

1. funzione determinativo, indeterminativo o partitivo

2. genere maschile o femminile

3. numero singolare o plurale

Per favore, mi presti la matita, un foglio e dei pennarelli?


la = articolo determinativo, femminile, singolare
un = articolo indeterminativo, maschile, singolare
dei = articolo partitivo, maschile, plurale

Robinson Crusoe naufragò su un’isola deserta.


un’ = articolo indeterminativo, femminile, singolare

Domani il professore di matematica spiegherà le equazioni


il = articolo determinativo, maschile, singolare
le = articolo determinativo, femminile, plurale