Sei sulla pagina 1di 32

UNIVERSITA’ DI CATANIA

FACOLTA’ DI MEDICINA E
CHIRURGIA
UOC DI UROLOGIA
Ematuria

PROF. G. MORGIA
Ematuria

L’ematuria è un segno e non una malattia


ed il suo inquadramento diagnostico non è
esclusivamente di pertinenza urologica
Ematuria

Definizione:
Presenza di sangue nelle urine
( Presenza all’esame microscopico del sedimento urinario di
almeno 5 o più emazie per campo a 400 ingrandimenti )

MICROEMATURIA: Presenza di emazie rilevabili solo


all’esame microscopico del sedimento urinario

MACROEMATURIA: La presenza delle emazie è tale da


modificare il colore delle urine
Ematuria

Elementi importanti nella diagnostica delle ematurie


Macroscopica/microscopica
Modalità di insorgenza
Frequenza e durata
Varie tonalità di colore
Presenza di eventuali coaguli e loro forma
Rapporti con la fase minzionale (iniziale, terminale, totale)
Associazione con dolore e disturbi minzionali
Rapporto con posizione e movimento
Ematuria

Epidemiologia
18% degli individui normali presenta eliminazione
urinaria di eritrociti (3 x campo)

8% ematuria resta indeterminata

Ematuria legata a patologie significative:


uomo: donna = 3:1 (dopo i 40/50 anni aumenta il rischio)
Ematuria nell’adulto

Classificazione etiopatogenetica

Pseudoematuria

Ematuria medica

Ematuria urologica
Pseudoematuria

Etiologia
Uretrorragia
Emissione di sangue dall’uretra indipendentemente dalla minzione
Pigmenturie
Presenza nelle urine di pigmenti ematici senza globuli rossi
Alimentare
Barbabietole, rabarbaro, fave, coloranti alimentari
Farmacologica
Assunzione di analgesici, anti-infiammatori anticoagulanti,
antiepilettici, antibiotici
Da sforzo fisico
Sanguinamento vaginale
Ciclo mestruale
Etiopatogenesi

Pre-renale:

Coagulopatie
Emoglobinopatie
Trombocitopenie
Terapie anticoagulanti
Etiologia
Cause renali
Glomerulonefriti (cause nefrologiche)

Nefrolitiasi: (ematuria da movimento)


TBC: (fusione dei tubercoli nei glomeruli e distruzione del parenchima)
Tumori benigni
Tumori maligni: (ematuria capricciosa)
Trauma: (ematuria totale di colore bruno se il sanguinamento è
modesto o visto a distanza dal trauma; rosso se il sanguinamento è
abbondante e recente.) NB: Indica la partecipazione traumatica
della via escretrice e non è specchio della gravità del trauma
Anomalie vascolari (MAV)
Rene policistico: (emorragia intracistica)
Puntura bioptica: (ematuria temporanea o persistente)
Cause renali
Cause renali
Cause renali
Cause renali
Ematuria urologica

Cause ureterali

Calcolosi

Stenosi: (complicanza di chirurgia; compressione


ab estrinseco; danno da radiazione)

Processi flogistici

Neoplasie: (macroematuria massiva)

Lesioni iatrogene dell’uretere


Cause ureterali
Ematuria urologica

Cause vescicali
Neoplasie:
(macroscopica, microscopica, intermittente, continua)

Calcolosi

Cistite

Trauma

Diverticoli

Corpo estraneo
Cause vescicali
Cause vescicali

Quadri endoscopici di cistite acuta


Ematuria urologica

Cause uretrali

Uretrite: (ematuria iniziale)

Stenosi: (ematuria iniziale)

Calcoli
Ematuria urologica

Cause prostatiche

Prostatite

Ipertrofia: (rottura di vene dilatate a livello del collo


vescicale secondarie ad ingrossamento prostatico)

Neoplasia
Cause prostatiche
Ematuria urologica

Etiologia (uomo)
Carcinoma della vescica 31,5%
Adenoma della prostata 17,5%
Calcolosi urinaria 11%
Ematuria sine causa 5%
Due o più affezioni urinarie concomitanti 6,2%
Carcinoma del rene 3,2%
Prostatovescicoliti 3%
Carcinoma della prostata 2,8%
Traumi dell’apparato urinario 2,6%
Flogosi della vescica (cistite) 2,3%
Tbc urinaria 1,6%
Ematuria urologica

Etiologia (DONNA)(donna)
Calcolosi urinaria 31,2%
Carcinoma della vescica 21,2%
Flogosi della vescica (cistite) 15%
Cistorettocele 5%
Ematuria sine causa 4,5%
Traumi dell’apparato urinario 3,3%
Tbc urinaria 2,5%
Malformazioni renali 2%
Difetto giuntale 1,6%
Ptosi renale 1,6%
Ematuria urologica

Diagnostica
Anamnesi
Esame obiettivo
Es. ematochimici (azo., crea., emocromo)
Es. urine, urinocoltura (eventuale A.B..)
Ecografia
Rx diretta addome
Valutazioni contrastografiche (urografia, TC, angioTC, RMN)
Valutazioni endoscopiche (cistouretroscopia)
Ematuria

Anamnesi
FAMILIARE: nefropatie ereditarie, calcolosi, ecc

FISIOLOGICA: età, sesso, lavoro ciclo mestruale,


alimentazione, ecc

PATOLOGICA REMOTA: epatopatie, emopatie,


assunzione farmaci ecc

PATOLOGICA PROSSIMA: caratteristiche dell’ematuria


Ematuria

Caratteristiche
Macroscopica/microscopica
Modalità d’insorgenza
Frequenza
Durata
Eventuale sintomatologia associata
Presenza e morfologia dei coaguli
Tonalità del colore delle urine
Rapporti con la fase minzionale
(ematuria iniziale, terminale, totale)
Ematuria

Esame obiettivo
Valutazione addome
Valutazione globo vescicale
Palpazione renale bimanuale
Valutazione punti ureterali
Valutazione piano perineale
Valutazione genitali esterni
Esplorazione rettale
Esplorazione vaginale
Ematuria

Esame dell’urina
CHIMICO-FISICO:
aspetto, densità, pH, proteinuria, urobilinuria

MICROSCOPICO DEL SEDIMENTO:


morfologia emazie, cilindruria, cristalluria,
leucocituria, batteriuria

CITOLOGICO URINARIO:
Valuta le atipie istologiche delle cellule
desquamate
Ematuria

Ultrasonografia

Valutazione morfofunzionale app. urinario


superiore e inferiore

Valutazione svuotamento vescicale


Ematuria

Contrastografia

TC

RMN

Pielografia ascendente

Arteriografia
Ematuria

Endoscopia

Uretroscopia

Cistoscopia

Uretoroscopia

Nefroscopia
Ematuria

Algoritmo
Anamnesi
Esame obiettivo
Es. ematochimici
Es. urine, urinocoltura
Ecografia
Rx diretta addome
Valutazioni contrastografiche
Valutazioni endoscopiche