Sei sulla pagina 1di 33

Imprenditore,

impresa e azienda
IMPRENDITORE, IMPRESA E AZIENDA / L’IMPRENDITORE

L’IMPRENDITORE

Imprenditore è colui che esercita professionalmente


un’attività economica organizzata al fine della produzione
o dello scambio di beni o di servizi (art. 2082 c.c.).
IMPRENDITORE, IMPRESA E AZIENDA / L’IMPRENDITORE

Il codice civile non definisce l’impresa, ma questa definizione


si ricava facilmente da quella di imprenditore offerta dall’art.
2082 del codice civile.
L’impresa, infatti, è l’attività esercitata dall’imprenditore.
IMPRENDITORE, IMPRESA E AZIENDA / TIPI DI IMPRESE

TIPI DI IMPRESE

Le imprese possono essere classificate secondo vari criteri.

In base alla dimensione dell’attività, in piccole (art. 2083


c.c.) e non piccole.
IMPRENDITORE, IMPRESA E AZIENDA / TIPI DI IMPRESE

In base alla natura dell’attività esercitata, le aziende


si distinguono in agricole (art. 2135 c.c.) e commerciali
(art. 2195 c.c.).
IMPRENDITORE, IMPRESA E AZIENDA / TIPI DI IMPRESE

In base ai soggetti, le aziende si distinguono in pubbliche


e private.
Queste ultime si distinguono a loro volta in individuali
e collettive.
IMPRENDITORE, IMPRESA E AZIENDA / TIPI DI IMPRESE

L’impresa familiare è un’impresa individuale nella quale


collaborano, accanto al titolare, il coniuge o i suoi parenti
entro il terzo grado o i suoi affini entro il secondo
(art. 230 bis c.c.).
IMPRENDITORE, IMPRESA E AZIENDA / TIPI DI IMPRESE

In base all’art. 2083 del codice civile: «Sono piccoli


imprenditori i coltivatori diretti del fondo, gli artigiani, i piccoli
commercianti e coloro che esercitano un’attività
professionale organizzata prevalentemente con il lavoro
proprio
e dei componenti della famiglia».
IMPRENDITORE, IMPRESA E AZIENDA / TIPI DI IMPRESE

In base all’art. 2135 del codice civile


«È imprenditore agricolo chi esercita una delle seguenti
attività: coltivazione del fondo, selvicoltura, allevamento
di animali e attività connesse».
IMPRENDITORE, IMPRESA E AZIENDA / TIPI DI IMPRESE

È definito imprenditore commerciale colui che esercita


una delle attività previste dall’art. 2195 del codice civile:
industriale, intermediaria, di trasporto, bancaria o ausiliarie
delle precedenti.
IMPRENDITORE, IMPRESA E AZIENDA / LO STATUTO DELL’IMPRENDITORE COMMERCIALE

LO STATUTO DELL’IMPRENDITORE COMMERCIALE

L’imprenditore commerciale non piccolo è sottoposto


a un regime normativo particolarmente rigoroso che
si aggiunge a quello generale comune a tutti gli imprenditori.
Esso prende il nome di statuto dell’imprenditore
commerciale.
IMPRENDITORE, IMPRESA E AZIENDA / LO STATUTO DELL’IMPRENDITORE COMMERCIALE

La pubblicità legale è l’insieme degli strumenti stabiliti


dalla legge per portare a conoscenza dei terzi determinati atti
e fatti giuridici.
IMPRENDITORE, IMPRESA E AZIENDA / LO STATUTO DELL’IMPRENDITORE COMMERCIALE

Per la pubblicità legale dell’impresa commerciale il legislatore


(art. 2188 c.c.) ha previsto l’istituzione di un apposito registro:
il registro delle imprese, istituito presso le Camere
di commercio.
IMPRENDITORE, IMPRESA E AZIENDA / LO STATUTO DELL’IMPRENDITORE COMMERCIALE

Come regola generale l’imprenditore commerciale deve


avere la piena capacità di agire.
IMPRENDITORE, IMPRESA E AZIENDA / LO STATUTO DELL’IMPRENDITORE COMMERCIALE

La legge vieta l’esercizio di attività commerciale alle persone


che occupano determinati uffici o svolgono particolari
professioni: notai, avvocati, ambasciatori, consoli,
magistrati, dipendenti statali ecc.
IMPRENDITORE, IMPRESA E AZIENDA / LO STATUTO DELL’IMPRENDITORE COMMERCIALE

Le scritture contabili documentano i singoli affari o i risultati


di gestione dell’impresa; esse servono a garantire
un ordinato e regolare esercizio dell’impresa e a consentire
il controllo per tutelare le ragioni dei creditori.
IMPRENDITORE, IMPRESA E AZIENDA / LO STATUTO DELL’IMPRENDITORE COMMERCIALE

Institore è colui che viene preposto dal titolare all’esercizio


di un’impresa commerciale o di un ramo di essa
o di una sede secondaria (art. 2203 c.c.).
IMPRENDITORE, IMPRESA E AZIENDA / LO STATUTO DELL’IMPRENDITORE COMMERCIALE

Procuratore è colui che, in base a un rapporto continuativo,


ha il potere di compiere per l’imprenditore gli atti pertinenti
all’esercizio dell’impresa, pur non essendo a essa preposto

(art. 2209 c.c.).


IMPRENDITORE, IMPRESA E AZIENDA / LO STATUTO DELL’IMPRENDITORE COMMERCIALE

Commesso è colui che ha il potere di compiere


per l’imprenditore gli atti che ordinariamente sono necessari
per svolgere le funzioni di cui è incaricato (art. 2210 c.c.).
IMPRENDITORE, IMPRESA E AZIENDA / L’AZIENDA

L’AZIENDA

«L’azienda è il complesso dei beni organizzati


dall’imprenditore per l’esercizio dell’impresa»

(art. 2555 c.c.).


IMPRENDITORE, IMPRESA E AZIENDA / L’AZIENDA

L’avviamento dipende da elementi soggettivi, legati


alle capacità organizzative dell’imprenditore, e da elementi
oggettivi, che riguardano le caratteristiche dei beni aziendali
e l’ubicazione dei locali.
IMPRENDITORE, IMPRESA E AZIENDA / L’AZIENDA

I contratti che trasferiscono l’azienda commerciale


(non quella agricola o del piccolo imprenditore) devono
essere provati per iscritto.
IMPRENDITORE, IMPRESA E AZIENDA / L’AZIENDA

Uno strumento predisposto dal legislatore per tutelare


l’avviamento aziendale è quello del divieto di concorrenza
dell’alienante nei confronti del cessionario.
IMPRENDITORE, IMPRESA E AZIENDA / I SEGNI DISTINTIVI

I SEGNI DISTINTIVI

I segni distintivi sono: la ditta, l’insegna e il marchio.


IMPRENDITORE, IMPRESA E AZIENDA / I SEGNI DISTINTIVI

La ditta è il nome che distingue un’impresa dalle altre.


L’insegna contraddistingue i locali dove viene esercitata
l’impresa.
Il marchio è il segno distintivo dei prodotti di un’impresa.
IMPRENDITORE, IMPRESA E AZIENDA / LE CREAZIONI DELL’INGEGNO

LE CREAZIONI DELL’INGEGNO

L’invenzione è la creazione dell’intelletto umano diretta


a dare soluzione concreta a un problema tecnico e adatta
a trovare applicazione nel campo industriale.
IMPRENDITORE, IMPRESA E AZIENDA / LE CREAZIONI DELL’INGEGNO

Il brevetto è un titolo giuridico concesso dallo Stato


che attesta il diritto patrimoniale del soggetto su una data
invenzione.
IMPRENDITORE, IMPRESA E AZIENDA / LE CREAZIONI DELL’INGEGNO

La piccola privativa è un brevetto per un’invenzione minore


che non crea nuovi processi produttivi né nuove macchine
o strumenti, ma si limita a rendere più comodi ed efficaci
quelli già esistenti.
IMPRENDITORE, IMPRESA E AZIENDA / LE CREAZIONI DELL’INGEGNO

Il diritto d’autore tutela le creazioni dell’ingegno nel campo


delle scienze, della letteratura, della musica e delle arti,
qualunque ne sia il modo o la forma di espressione.
IMPRENDITORE, IMPRESA E AZIENDA / LA DISCIPLINA DELLA CONCORRENZA

LA DISCIPLINA DELLA CONCORRENZA

La possibilità di ottenere maggiori profitti induce


gli imprenditori a farsi concorrenza sul mercato.
L’art. 42 della Costituzione afferma il principio della libertà
di iniziativa economica privata, cui è strettamente collegato
il principio della libertà di concorrenza.
IMPRENDITORE, IMPRESA E AZIENDA / LA DISCIPLINA DELLA CONCORRENZA

L’articolo 41 della Costituzione, dopo avere affermato


il principio della libertà di iniziativa economica, precisa
che essa «non può svolgersi in contrasto con l’utilità sociale
o in modo da recare danno alla sicurezza, alla libertà, alla
dignità umana» e autorizza la legge a introdurre particolari
limiti a tale libertà in considerazione dell’utilità sociale.
IMPRENDITORE, IMPRESA E AZIENDA / LA DISCIPLINA DELLA CONCORRENZA

I patti di non concorrenza sono veri e propri accordi


limitativi della concorrenza, con i quali gli imprenditori
si impegnano a non farsi concorrenza in determinati settori
o zone di vendita (intese) o a osservare determinate regole
comuni (cartelli).
IMPRENDITORE, IMPRESA E AZIENDA / LA DISCIPLINA DELLA CONCORRENZA

Il consorzio è un contratto con il quale più imprenditori


istituiscono un’organizzazione comune per lo svolgimento
di determinate fasi dell’attività economica (art. 2602 c.c.).