Sei sulla pagina 1di 19

REAZIONI CHIMICHE

Trasformazioni
Reagenti → Prodotti
chimiche
Elementi → Composti
Composti → Elementi
Composti → Composti
Reazioni

Legge di conservazione La massa totale di reagenti e di prodotti


della massa non varia nel corso della reazione

Il numero totale di atomi di ogni Bilancio di una reazione: determinazione di coefficienti


elemento deve essere lo stesso in stechiometrici tali che il numero totale di atomi di ogni
entrambi i membri dell’equazione elemento sia lo stesso a destra e a sinistra
TIPI REAZIONI CHIMICHE

Reazioni acido-base Dissociazione


n. ox. invariato
Associazione

Scambio

Reazioni di ossido-riduzione n. ox. NUMERO DI OSSIDAZIONE


n. ox. di uno o più elementi
varia Per riconoscere il tipo di reazione è necessario determinare
il numero di ossidazione per ogni atomo
BILANCIO DELLE REAZIONI ACIDO-BASE

Sostanze neutre = Bilancio delle masse


Il numero complessivo degli atomi di ogni elemento
deve essere uguale in entrambi i membri dell’equazione

Esempio: Fe2(SO4)3 → Fe2O3 + SO3

Il ferro è bilanciato
Bilanciamo lo zolfo: sx 3 atomi
Coefficiente stechiometrico = 3
dx 1 atomo

Fe2(SO4)3 → Fe2O3 + 3SO3

Controlliamo l’ossigeno Sx: 4*3 = 12 OK


Dx: 3 + 3*3 = 12
BILANCIO DELLE REAZIONI ACIDO-BASE
Reazioni tra ioni = Bilancio delle masse e delle cariche
Uguaglianza della somma algebrica delle cariche nei due membri dell’equazione

La maggior parte delle reazioni chimiche che avviene in soluzione acquosa è tra ioni.

Si scrivono solo gli ioni che partecipano alla reazione:

Na2CO3 + HCl → NaCl + H2O + CO2

2Na+ + CO32- + H++ Cl- → Na++ Cl- + H2O + CO2

CO32- + H+ → H2O + CO2

Bilanciamo la carica CO32- + 2H+ → H2O + CO2

Controlliamo gli O Sx: 3


OK
Dx: 1 + 2 = 3
NUMERO DI OSSIDAZIONE
Il numero di ossidazione di un elemento in un composto è la carica formale che si può
attribuire all’elemento assegnando gli elettroni di legame all’elemento più elettronegativo

REGOLE: • Per gli elementi (H2, Cl2, S8, Na) N. ox. = 0


• Per uno ione monoatomico N. ox. = carica elettrica
Fe3+ →N.ox. =+3
Cl- →N.ox. =-1
• Per l’idrogeno N. ox. = +1
N. ox. = -1 negli idruri metallici (NaH, CaH2)
• Per l’ossigeno N. ox. = -2
N. ox. = -1 nei perossidi (H2O2)*
• Per i metalli alcalini (Li, K, Rb, Cs) N. ox. = +1
• Per i metalli alcalino-terrosi (Be, Mg, Ca, Sr, Ba) N. ox. = +2
• Per il Boro e l’Alluminio N. ox. = +3
• Per il Fluoro N. ox. = -1
• Zinco e Cadmio N. ox. = +2
* Composti che contengono un legame O-O

In ogni composto neutro la somma di tutti i N. ox. deve essere pari a zero
In ogni ione poliatomico la somma di tutti i N. ox. deve essere pari alla carica
NUMERO DI OSSIDAZIONE

• Per la maggior parte degli elementi dei gruppi principali,


il numero del gruppo A dà il numero di ossidazione più
alto (positivo).

Eccezioni: F (-1), O (-2, -1)

• Per i non metalli e i metalloidi, il numero del gruppo A – 8


dà il numero di ossidazione più basso (negativo)

SF6 n.ox. +6
FeS n.ox -2
(e altri solfuri metallici)
NUMERO DI OSSIDAZIONE

ESEMPI:

Ba(ClO3)2 MnO42- H2S2O8 Acido perossodisolforico


Elemento n. Numero Elemento n. ox. Numero Elemento n. ox. Numero
ox. atomi atomi atomi
Ba +2 1 Mn x 1 H +1 2
O -2 6 O -2 4 O-O -1 2
Cl x 2 O -2 6
S x 2
1*(+2) + 6*(-2) + 2x = 0 1*x + 4*(-2) = -2
2*(+1) + 2*(-1)+6*(-2) + 2x = 0
x = +5 x = +6
x = +6
REAZIONI REDOX
Movimento netto di elettroni da un reagente all’altro

Processo Redox nella formazione di un composto

2Mg(s) + O2(g) →2MgO (s)

H2(g) + Cl2(g) → 2HCl(g)


REAZIONI REDOX

• Ossidazione → Cessione di elettroni

• Riduzione → Acquisto di elettroni

2Mg(s) + O2(g) →2MgO (s)

Mg →Mg2+ + 2e- Riducente

1/2O2 + 2e- → O2- Ossidante

La specie che acquista elettroni è detta agente ossidante (si riduce)

La specie che cede elettroni è detta agente riducente (si ossida)


REAZIONI REDOX

• Se un dato atomo ha n. ox. più alto nel prodotto che nel reagente (più positivo o meno
negativo), il reagente si è ossidato (ha ceduto elettroni)

• Se un dato atomo ha n. ox. più basso nel prodotto che nel reagente (meno positivo o più
negativo), il reagente si è ridotto (ha acquistato elettroni)
SOMMARIO DELLA TERMINOLOGIA PER LE REAZIONI REDOX

Trasferimento o
X spostamento di Y
elettroni

X cede uno o più elettroni Y acquista uno o più


elettroni
X viene ossidato Y viene ridotto
X è l’agente riducente Y è l’agente ossidante
X aumenta il suo numero di Y diminuisce il suo numero
ossidazione di ossidazione
BILANCIO DELLE REAZIONI REDOX
• Metodo dei numeri di ossidazione
• Metodo delle semi-reazioni

METODO DEI NUMERI DI OSSIDAZIONE

• Step 1. Assegnare i numeri di ossidazione a tutti gli elementi

• Step 2. Identificare, in base ai n. ox. la specie che si ossida e quella che si riduce

• Step 3. Calcolare il numero di elettroni ceduti nell’ossidazione e il numero di elettroni


acquistati nella riduzione in base ai numeri di ossidazione (tracciare linee che
congiungono il reagente al prodotto sia nella riduzione che nell’ossidazione)

• Step 4. Moltiplicare uno di questi numeri o entrambi per fattori appropriati per far sì
che il numero di elettroni ceduti sia uguale al numero di elettroni acquistati

• Step 5. Bilanciare le masse, aggiungendo gli stati di aggregazione


BILANCIO DELLE REAZIONI REDOX

ESEMPIO: Cu(s) + HNO3(aq) → Cu(NO3)2(aq) + NO2(g) + H2O(l)

• Step 1. Assegnare i numeri di ossidazione a tutti gli elementi

A sinistra: A destra:

In Cu N. ox. Cu=0 In Cu(NO3)2 N. ox. Cu=-(2(+5)+6(-2))=+2 si ossida


N. ox. N=+5
In HNO3 N.ox H = +1 N. ox. O=-2
N.ox O = -2
N. ox. N =-(+1+ 3(-2))=+5 In NO2 N.ox O = -2
N. ox. N = -(2(-2))= +4 si riduce

In H2O N.ox H = +1
N.ox O = -2
BILANCIO DELLE REAZIONI REDOX

• Step 2. Identificare, in base ai n. ox. la specie che si ossida e quella che si riduce

Cu n.ox. 0 → +2 Si ossida

N n.ox. +5 → +4 in NO2 Si riduce

• Step 3. Calcolare il numero di elettroni ceduti nell’ossidazione e il numero di


elettroni acquistati nella riduzione in base ai numeri di ossidazione
(tracciare linee che congiungono il reagente al prodotto sia nella riduzione
che nell’ossidazione)
Cede 2e-

Cu + HNO3 → Cu(NO3)2 + NO2 + H2O

Acquista 1e-
BILANCIO DELLE REAZIONI REDOX

• Step 4. Moltiplicare uno di questi numeri o entrambi per fattori appropriati per
far sì che il numero di elettroni ceduti sia uguale al numero di elettroni acquistati

Si utilizza il nr ottenuto dalla


Cu + 2HNO3 → Cu(NO3)2 + 2NO2 + H2O
reazione di ossidazione come
coefficiente del composto che
si riduce e viceversa

• Step 5. Bilanciare le masse, aggiungendo gli stati di aggregazione

A sinistra 2N Cu + 4HNO3 → Cu(NO3)2 + 2NO2 + H2O


A destra 4N
A sinistra 4H Cu + 4HNO3 → Cu(NO3)2 + 2NO2 + 2H2O
A destra 2H

Cu(s) + 4HNO3(aq) → Cu(NO3)2(aq) + 2NO2(g) + 2H2O(l)


CALCOLI STECHIOMETRICI

I coefficienti stechiometrici indicano in quali rapporti


molari i prodotti reagiscono e i reagenti si formano

2H2 + O2 → 2H2O H2 = 2 mol


O2 = 1 mol
H2O = 2 mol

Poiché n = m/MM, i coefficienti stechiometrici indicano H2 = 4,03 g


anche i rapporti ponderali reagenti e dei prodotti O2 = 32,00 g
H2O = 36,03 g

Possiamo determinare:
• Le quantità di prodotti che si formano a partire da quantità prefissate di reagenti
• Le quantità di reagenti necessarie per ottenere un quantità prefissata di prodotti
CALCOLI STECHIOMETRICI

2H2 + O2 → 2H2O

Le quantità di reagenti che reagiscono sono Composizione iniziale miscela


vincolate dai coefficiente stechiometrici ni(H2) = 5 mol
ni(O2) = 2 mol
Quando i reagenti non sono presenti in quantità
Rapporto stechiometrico H2:O2=2:1
corrispondenti ai rapporti molari stechiometrici,
occorre impostare i calcoli sul reagente limitante
Con 2 mol di O2 possono reagire solo 4 mol di H2

REAGENTE LIMITANTE: reagente presente in nf(H2) = 1 mol


difetto rispetto al rapporto stechiometrico ni(O2) = 0 mol
ni(H2O) = 4 mol
𝑛𝑠𝐻2 2
=
𝑛𝑠𝑂2 1
REAGENTE LIMITANTE

2H2 + O2 → 2H2O

Rapporto stechiometrico Rapporto moli di reagenti

𝑛𝑠𝐻2 2 Composizione iniziale miscela 𝑛𝐻2 5 Il rapporto è superiore


= = = 2,5
𝑛𝑠𝑂2 1 ni(H2) = 5 mol 𝑛𝑂2 2 allo stechiometrico
ni(O2) = 2 mol H2 in eccesso

𝑛𝑠𝑂2 1 𝑛𝑂2 2 Il rapporto è inferiore


= = 0,5 = = 0,4
𝑛𝑠𝐻2 2 𝑛𝐻2 5 allo stechiometrico
O2 in difetto

I calcoli si impostano sul reagente limitante

REAGENTE LIMITANTE
STECHIOMETRIA DELLE SOSTANZE GASSOSE

1 mole di qualsiasi sostanza gassosa in condizioni normali occupa 22,4 L

Condizioni normali
Volume
T = 0°C Vm = 22,4 L
molare
p = 1 atm

L’equazione stechiometrica indica anche i rapporti volumetrici dei gas

Nelle stesse condizioni di T e p, Volumi uguali di gas diversi Numeri uguali di moli di qualsiasi gas
contengono lo stesso numero di molecole (Principio di Avogadro) occupano volumi uguali