Sei sulla pagina 1di 15

APPARATO DIGERENTE

• CAVITA’ ORALE
– La tonaca mucosa della bocca si continua con:
• la cute a livello del margine libero delle labbra
• la faringe a livello dell’istmo delle fauci

– La tonaca mucosa del palato molle, del pavimento della bocca, della
superficie inferiore della lingua, della superficie interna delle labbra e
delle guancie, di colore rosso, è costituita da:
• EPITELIO DI RIVESTIMENTO pavimentoso pluristratificato non corneificato
• LAMINA PROPRIA di connettivo fibroso

– La tonaca sottomucosa di connettivo lasso accoglie numerose


ghiandole salivari minori i tipo mucoso.
LABBRO
Ghiandole labiali

Zona di transizione

m. orbicolare
epidermide
– La tonaca mucosa del palato duro e delle gengive è costituita da:
• EPITELIO DI RIVESTIMENTO pavimentoso pluristratificato parzialmente
cheratinizzato
• LAMINA PROPRIA di connettivo denso

– La tonaca sottomucosa accoglie ghiandole mucose e aderisce


strettamente all’osso, formando il mucoperiostio.
LINGUA
• La lingua è formata in gran parte da tessuto muscolare striato,
rivestito da mucosa.
– La tonaca mucosa del dorso della lingua aderisce direttamente al
tessuto muscolare e presenta numerose papille, che vengono distinte in
base alla loro forma in:
• PAPILLE FILIFORMI, le più numerose, sono a forma di pennacchio e non
possiedono calici gustativi
• PAPILLE FUNGIFORMI più grandi delle precedenti, hanno forma cilindrica e
possiedono calici gustativi
• PAPILLE FOLIATE sono pieghe del margine laterale, poco evidenti
nell’uomo
• PAPILLE VALLATE, poste al davanti del solco terminali, sono molto grandi,
infossate nella mucosa e per questo sono contornate dal vallo. Presentano
molti calici gustativi.
– La tonaca mucosa è costituita da:
• EPITELIO DI RIVESTIMENTO pavimentoso pluristratificato parzialmente
cheratinizzato

• LAMINA PROPRIA di tessuto connettivo denso con numerose fibre elastiche


che si continua con il tessuto situato tra i fasci muscolari della lingua. Sono
accolte numerose ghiandole salivari minori a secrezione mista.
Alla base del vallo delle papille vallate si aprono i dotti escretori delle
ghiandole sierose di von Ebner che riversano il loro secreto acquoso nel
vallo con la funzione di detergerlo.
– I CALICI GUSTATIVI sono corpiccioli di forma ovalare compresi nello
spessore dell’epitelio di rivestimento, responsabili della percezione dei
sapori.
Sono costituiti da:
• CELLULE SENSORIALI sono cellule epiteliali provviste in posizione apicale
di peli gustativi che sporgono nel canale gustativo e in posizione basale di
connessioni con neuroni sensitivi primari.
• CELLULE DI SOSTEGNO sono distinte in
– CELLULE A BASTONCELLO
– CELLULE A PILASTRO
Calici gustativi
GHIANDOLE SALIVARI

• Sono distinte in:


– GHIANDOLE SALIVARI MAGGIORI  Parotide, ghiandola
sottomandibolare e ghiandola sottolinguale
– GIANDOLE SALIVARI MINORI  sparse in tutta la cavità orale
• Sono ghiandole tubulo-acinose ramificate composte.
• La loro secrezione produce nell’insieme la SALIVA:
– È un secreto ricco d’acqua (ca, 1.5 l/al giorno), ipotonico, con un pH
compreso tra 6.0 e 7.4
– Costituito da:
• AMILASI SALIVARE  enzima che inizia la scissione dei carboidrati (ca
3-5%)
• LISOZIMA  enzima ad azione battericida
• MUCINA  proteoglicano ad azione lubrificante
– Sono presenti anche:
• IgA
• Le GHIANDOLE SALIVARI MAGGIORI presentano:
– CAPSULA connettivale di rivestimento che invia tralci che
suddividono le ghiandole in lobi e lobuli. Attraverso questo
connettivo decorrono i dotti escretori, i vasi e i nervi.
– PARENCHIMA è costituito:
• Nella PAROTIDE da acini sierosi
• Nella SOTTOMANDIBOLARE da acini sierosi e mucosi
• Nella SOTTOLINGUALE da una prevalenza di acini mucosi
Si identificano in successione i dotti:
– INTERCALARI con cellule cubiche, responsabili della secrezione di acqua e
elettroliti
– SALIVARI STRIATI con cellule che presentano una stratura basale data da
invaginazioni del plasmalemma tra le quali si trovano colonne di mitocondri.
Sono responsabili della secrezione di K e del riassorbimento di Na in
eccesso, processo che rende la saliva ipotonica e della secrezione di
lisozima e IgA
– ESCRETORI
Sono presenti le cellule mioepiteliali che avvolgono i dotti intercalari e gli
adenomeri, la loro contrazione provoca:
– Fuoriuscita dalla saliva
– Riduzione del lume
– Aumento della pressione di secrezione
ESOFAGO
• La parete dell’esofago risulta formata da:
– Tonaca mucosa costituita da:
• EPITELIO DI RIVESTIMENTO pavimento pluristratificato non
cheratinizzato, in continuità con quello della faringe, con funzione
protettiva.
• LAMINA PROPRIA connettivale densa che accoglie noduli linfatici
sparsi.
• MUSCOLARIS MUCOSAE formata da fasci di fibrocellule muscolari
lisce a decorso prevalentemente longitudinale.
– Tonaca sottomucosa connette lassamente la mucosa alla tonaca
muscolare. Contiene:
• Vasi e il plesso nervoso sottomucoso.
• Ghiandole esofagee, di tipo tubulo-acinoso a secrezione mucosa.
– Tonaca muscolare, in cui si riconoscono uno
• Strato circolare interno
• Strato longitudinale esterno, normalmente più spesso
• Tra i due strati si dispone il plesso nervoso mioenterico
– Tonaca avventizia di connettivo fibroso. La porzione terminale
dell’esofago è rivestita dal peritoneo.