Sei sulla pagina 1di 62

CHIMICA GENERALE

ORGANICA ED INORGANICA
Prof. Adolfo Amici

Testi consigliati:
•Chimica e Propedeutica Biochimica - A. Fiecchi, M. Galli Kienle e A. Scala -
Edi-Ermes, Milano
•Chimica Generale ed Inorganica - G. Ponticelli e G. Usai - Piccin Padova
•Principi Di Chimica Generale E Organica – E. Santaniello, M. Alberghina, M.
Coletta, S. Marini, Piccin Padova.
•Chimica base per le scienze della vita - A. Anastasia, Delfino Editore, Roma.
Corso di Laurea Tecnico della Prevenzione nell’Ambiente e nei Luoghi di Lavoro –
TPALL
A.A. 2013/2014 - I anno – I semestre
Corso di CHIMICA GENERALE ORGANICA ED INORGANICA
(C.I. Scienze Propedeutiche)
Prof. Adolfo Amici

Programma in forma breve:


Atomo, isotopi, radioattività, cenni su teorie atomiche, orbitali , metodo Aufbau. Tavola
periodica. Legami covalente e ionico. Doppi e tripli legami. Strutture di Lewis. Orbitali
ibridi. Cenni su orbitali molecolari. Legami intermolecolari. Stati della materia. Soluzioni..
Equilibrio chimico. Termochimica, cinetica chimica, cenni di elettrochimica. Acidi e basi.
Nomenclatura composti. Idrolisi. Soluzioni tampone. Titolazioni. Prodotto di solubilità.
Generalità sulla chimica organica. Principali gruppi funzionali dei composti organici.
Alcani, alcheni, alchini e loro principali reazioni. Cicloalcani. Cenni su idrocarburi
aromatici, aldeidi, chetoni, acidi carbossilici e derivati. Isomerie dei composti organici.
Definizioni reagenti elettrofili, nucleofili, radicali. Tipi di reazioni organiche, sostituzioni
nucleofile ed elettrofile, eliminazioni, addizioni. Meccanismi delle principali reazioni dei
gruppi funzionali organici.
Esercizi di stechiometria riguardanti le soluzioni (unità di concentrazione, diluizione, ecc.)
e il pH (acidi forti e deboli, idrolisi, tamponi).
Stati della materia:

condensazione
gassoso liquido
ebollizione

brinamento fusione
sublimazione solidificazione

solido
Unità di misura
delle proprietà fisiche

Grandezza Simb. Unità Simb. Unità


grand. SI di misura
• Lunghezza l metro m
• Massa m chilogrammo kg
• Tempo t secondo s
• Temperatura T kelvin K
• Quant. Sost. n mole mol
• Corrente el. I ampere A
• Int. Lum. Iv candela cd

* Ricordare anche i prefissi alle unità di misura


Unità di misura derivate
Grandezza Nome simbolo Unità
fisica unità dimensionali
• Forza newton N m kg sec-2
• Pressione pascal Pa Nm-2
• Energia joule J Nm
• Carica elettrica coulomb C As
• Temp. celsius gradi celsius °C K
• Area metro quadro m2
• Volume metro cubo m3
• Densità massa volumica kgm-3

Unità di misura intensive ed estensive


Multipli - prefissi e suffissi

prefisso simbolo prefisso simbolo

10-1 deci d 10 deca da


10-2 centi c 102 ecto h
10-3 milli m 103 chilo k
10-6 micro µ 106 mega M
10-9 nano n 109 giga G
10-12 pico p 1012 tera T
10-15 femto f 1015 peta P
10-18 atto a 1018 exa E
10-21 zepto z 1021 zetta Z
10-24 yocto y 1024 yotta Y
Cifre significative dei dati e precisione

4,5674 +
4,597 + 2,32 x 1,343
4,56 = ------------------- = 9,2
------------- 0,34
13,72

0,000567 0,000003

104.000 56.000.000
5,3478 ± 0,0065 cm
104.727 55.897.324

K = C + 273,15°C
MATERIA - CLASSIFICAZIONE

Sostanze pure

composti elementi
(atomi)
Materia
Miscele
omogenee

Miscele
eterogenee
Atomi - struttura

particella simbolo carica (coulomb, relativa) Massa


• Protone p+ 1,6022 10-19 +1 1,67252 10-27 kg
• Neutrone n0 0 0 1,67495 10-27 kg
• Elettrone e- 1,6022 10-19 -1 9,10953 10-31 kg

• Atomo H 0,0000 0 1,6752 10-27 kg


• “ U 0,0000 0 3,94987 10-25 kg

raggio di un atomo circa 10-10m


raggio di una particella circa 10-14m
NUCLIDI - ISOTOPI
Gli atomi caratterizzati da numero atomico e numero di massa
sono detti NUCLIDI
Numero di massa A 1 12 14 18

Z
X 1
H 6
C 7
N 8
O
Numero atomico

1 12 14 18
H C N O
ISOTOPI
1 2 3 12 13 14
H H H C C C
prozio deuterio trizio
H D T
Ioni
Acquisto o perdita di elettroni:
-catione quando ha carica positiva, ha cioè perso uno
o più eletroni periferici.
-anione quando ha carica negativa, ha cioè acquistato
elettroni periferici.

Na+ Cl- Fe++ Fe2+ Cr3+ SO42- S2 -


Sodio cloruro ferro cromo solfato solfuro
PESO ATOMICO e MOLE

La massa dell’atomo per gli elementi noti è compresa tra 1,673 x 10-24 g e circa 4,3 x 10 -22 g
Le bilance arrivano a 10-6 g
Possiamo stabilire i rapporti tra gli atomi e quindi un peso atomico relativo.
Nell’acqua sono presenti 11,19g di idrogeno e 88,81g di ossigeno per 100g di acqua pura.
Quindi, siccome gli idrogeni sono due si ha che ciascuno contribuisce per 5,595g e che li
rapporto tra i due elementi è di 15,873.
L’ossigeno pesa 15,873 volte l’idrogeno, si dice che il suo Peso Atomico vale: PA = 15,873.

I pesi atomici, o meglio masse atomica relative, sono attualmente riferite all’isotopo 12C al
quale è assegnato arbitrariamente il valore di 12,000.

L’unità di massa atomica è la quantità di materia pari a 1/12 della massa del 12C, si indica
come a.m.u. (atomic mass unit) o Dalton
La massa assoluta del 12C è pari a 1,99 x 10-23g, quindi una a.m.u. vale 0,166 x 10-23g
PESO ATOMICO e MOLE

Il peso molecolare è dato dalla somma dei pesi atomici, per es.l’acqua, composta da due
idrogeni ed un ossigeno, H2O , ha PM (peso molecolare):
2 x 1,0079 + 15,99994 = 18,0157

Se considero una quantità di elemento o composto pari al peso molecolare espresso in


grammi avremo una mole di sostanza.
Quante a.m.u. ci sono in 1g si sostanza?
1
------------ = 6,02 x 10 23 una mole di particelle.
0,166 x 10 -23

La massa di una mole di atomi o di molecole è numericamente uguale al peso atomico o


molecolare, rispettivamente.
Esperimento di Rutherford

13.214
Esperimento di Millikan e la
carica dell’elettrone

atomizzatore

Gocce di olio

Gocce di olio
Elettrodo
cariche
Metallico (+)

Cannocchiale
microscopio

Elettrodo
metallico (-)
Radiazione
ionizzante
illuminazione
La radiazione elettromagnetica
| l | max n=2
1s

ampiezza
0 0
min
Distanza Tempo

c= l n
c = 3 108 m sec-1
Spettro della radiazione elettromagnetica

1·104 1·107 1·108 1·109 1·1012 4·1014 8·1014 1·1016 1·1019 1·1024
frequenze
(cicli/sec)

tipo di onde
radio televisione radar microonde infrarosso visibile ultravioletto raggi x raggi g

lunghezze
(nm) 1012 1010 109 107 104 500 102 10-1 10-5

violetto
arancio
rosso

verde
giallo

blu
l~ 760 nm l~ 380nm
Spettro della radiazione elettromagnetica
Rifrazione della luce bianca
Lunghezze d’onda delle bande dei colori

Luce visibile
l min l max n min n max
nm
10-14 sec-1
violetto 400 424 7.08 7.50
indaco e blu 424 491 6.11 7.08
verde 491 575 5.22 6.11
giallo 575 585 5.13 5.22
arancio 585 647 4.64 5.13
rosso 647 700 4.28 4.64
Spettri di emissione discontinui degli ioni di metalli
Spettri di emissione discontinui degli ioni di metalli
Principali righe di emissione dell’idrogeno
L’effetto fotoelettrico dimostra
l’esistenza dei fotoni

E=hn
In meccanica quantistica
l’energia fluisce in quanti
Gli elettroni sono organizzati in
orbitali atomici

Il più semplice è di forma sferica dettata


dalle equazioni di Schroedinger per la
distribuzione di probabilità
Atomo quantistico
• Natura dell’elettrone - onda/particella
• Principio di indeterminazione (Dx Dp>h/2P)
• Distribuzione della densità elettronica
• Numeri quantici - principale, secondario,
magnetico, di spin.
Numeri quantici
definiscono l’energia dell’elettrone

•Principale, n, 1,2,3,...,
•Secondario, l, 0,1,...,n-1
•Magnetico, m, interi da -l a +l, 0 compreso
•Spin, +½, -½
n=1 n=2 n=3
Forme degli
orbitali in l=0
funzione dei m=0
numeri
quantici degli
elettroni

l=1
m = -1,0,1

l=2
m = -2,-1,0,1,2
Orbitali 1s e 2s

1s

2s
Orbitali 2p
2px 2px 2px

2px 2py 2pz


Orbitali 3d
3dyz 3dxy 3dxz

3dy2-x2 3dz2
Livelli energetici degli orbitali
e il loro riempimento
Livelli energetici e righe di emissione
dell’atomo di idrogeno
Gli elettroni si posizionano a coppie, con spin opposti,
negli orbitali a più bassa energia

Due elettroni non possono avere i quattro numeri quantici uguali


Periodicità di proprietà degli elementi
Valori di affinità elettronica i kJmol-1

H 384 K 48
He <0 Ca 2,37
Li 60 Ba 13,95
Be <0 Br 324,5
C 122 Xe <0
Mg <0 I 295
O 142 Cl 349
F 328 Ar <0
Ne <0
Periodicità di proprietà degli elementi
energia di prima ionizzazione
Legame chimico ionico
- + -
+ - +
- + -
+ - +
- + -
+ - +
- + -
+ - +
+
- + - -
Cristallo di NaCl
-
Cl

Na+
Il legame
covalente e la
formazione di
molecole
Il legame
covalente tra
orbitali a
diversa
geometria:
Legami s e p
Formule rappresentate secondo i simboli di Lewis

N O F Ne

Cl + Cl = Cl Cl

H Cl H O
H
Risonanza nella distribuzione degli elettroni

- + + -
·· ·· ·· ·· ·· ··
··
··

··
O S O

····

··
··
O S O

··
·· ·· ·· ··
Anidrite solforosa

- ·· ·· ·· ·· -
··
··
··
··

O C O
··
··

··
O C O

··
·· ·· ·· ·· ·· ··
O
··

O
··

··
··
- ·· ·· -

- ·· ·· -
··
··

O C O
··
··

·· ··
·· ·· Ione carbonato
O
··
··
Ibridazione sp3 e la configurazione
tetraedrica delle molecole
carbonio metano

109°

ossigeno acqua
azoto ammoniaca

105° 107°
Ibridazione sp2 e la configurazione planare

BF3

120°
Ibridazione sp e la configurazione lineare

BeCl2
Il legame metallico

Orbitali molecolari che coinvolgono tutto il volume del cristallo metallico


Forze interattive tra le molecole
Polarizzazione dei legami covalenti
L’elettronegatività

Cl
Elettronegatività degli elementi secondo Pauling
H He
2,1 =
Li Be B C N O F Ne
1,0 1,5 2,0 2,5 3,0 3,5 4,0 =
Na Mg Al Si P S Cl Ar
0,9 1,2 1,5 1,8 2,1 2,5 3,0 =
K Ca Sc Ti V Cr Mn Fe Co Ni Cu Zn Ga Ge As Se Br Kr
0,8 1,0 1,3 1,5 1,6 1,6 1,5 1,8 1,8 1,8 1,9 1,6 1,6 1,8 2,0 2,4 2,8 =
Rb Sr Y Zr Nb Mo Tc Ru Rh Pd Ag Cd In Sn Sb Te I Xe
0,8 1,0 1,2 1,4 1,6 1,8 1,9 2,2 2,2 2,2 1,9 1,7 1,7 1,8 1,9 2,1 2,5 =
Cs Ba La- Hf Ta W Re Os Ir Pt Au Hg Tl Pb Bi Po At Rn
0,7 0,9 1,1 1,3 1,5 1,7 1,7 2,2 2,2 2,2 2,4 1,9 1,8 1,8 1,9 2,0 2,2 =
Fr Ra Ac- Th Pa U Np-
0,7 0,9 1,1 1,3 1,5 1,7 1,3
Forze interattive tra le molecole
Forze di van der Waals

Dipoli istantanei
2-20kJ mole-1
Non direzionali
tipo di distanza energia (kJ
-1
legame (pm) mol )
Energia / lunghezza (di legame)
H-H 74 435
C-C singolo 154 347 1200

C-C doppio 135 522


C-C triplo 121 961 1000

N-N singolo 147 159


N-N doppio 124 350 800

Energia (kJ/mole)
N-N triplo 110 940
F-F 144 155 600

Cl-Cl 199 242


Br-Br 228 192 400

I-I 267 150


200
H-F 92 564
H-I 161 297
0
O-H (in H2O) 96 469 0 50 100 150 200 250 300

N-H (in NH3) 101 389 Lunghezza (pm )

C-H (in CH4) 109 414


Interazioni tra molecole attraverso dipoli indotti
Interazioni attraverso il legame idrogeno

I legami idrogeno si formano solo se i componenti


sono posizionati in linea retta, cioè è direzionale

20-40kJ mole-1
Il legame idrogeno e le
proprietà dell’acqua

20-40kJ mole-1

Il legame idrogeno
intramolecolare
Temperature di fusione di composti
e tavola periodica
Potere schermante
dell’acqua verso le cariche,
solubilizzazione dei sali,
solvatazione degli ioni.