Sei sulla pagina 1di 19

David Sadava, H. Craig Heller, Gordon H. Orians, William K.

Purves,
David M. Hillis

Biologia.blu
C - Il corpo umano

1
L’apparato
digerente e
l’alimentazione
2
Sadava et al. Biologia.blu © Zanichelli editore, 2012
L’apparato digerente
L’apparato digerente fornisce
all’organismo i nutrienti di cui ha
bisogno ricavandoli dagli alimenti
attraverso:

• masticazione;

• secrezione;

• mescolamento e propulsione;

• digestione.

serve 3
Sadava et al. Biologia.blu © Zanichelli editore, 2012
I nutrienti essenziali
Il corpo umano deve ricevere dall’alimentazione:

• monomeri e molecole organiche per i processi di


biosintesi (per esempio, amminoacidi e acidi grassi
essenziali);

• molecole da usare come fonte di energia;

• elementi minerali (macronutrienti e micronutrienti) e


vitamine.

4
Sadava et al. Biologia.blu © Zanichelli editore, 2012
Anatomia dell’apparato digerente
Sezioni diverse del canale
alimentare sono
specializzate nella
digestione del cibo,
nell’accumulo di sostanze
nutritive e nell’espulsione
delle sostanze di scarto.

Gli organi ausiliari che


contribuiscono al processo
sono: denti, lingua, fegato
e pancreas.

5
Sadava et al. Biologia.blu © Zanichelli editore, 2012
Il canale alimentare
L’apparato digerente è formato da un canale alimentare
che si estende dalla bocca all’ano ed è rivestito da
quattro strati di tessuto:

• mucosa;

• sottomucosa;

• tonaca muscolare;

• tonaca sierosa (peritoneo).

6
Sadava et al. Biologia.blu © Zanichelli editore, 2012
L’intestino e l’assorbimento
L’incremento dell’area superficiale dell’intestino grazie a
pieghe, villi e microvilli permette un maggior
assorbimento delle sostanze nutritive.

7
Sadava et al. Biologia.blu © Zanichelli editore, 2012
Dalla bocca allo stomaco
Nella cavità orale il cibo viene frantumato e ha inizio
la digestione dell’amido, il cibo così trasformato in bolo
viene ingerito, e lo sfintere esofageo impedisce il reflusso.

8
Sadava et al. Biologia.blu © Zanichelli editore, 2012
I denti servono ad afferrare e masticare
Tutti i vari tipi di denti dei
mammiferi sono costituiti
da tre strati:

• lo smalto;

• la dentina;

• la cavità della polpa.

9
Sadava et al. Biologia.blu © Zanichelli editore, 2012
Dentro lo stomaco
Nello stomaco procede la digestione meccanica
(peristalsi) e comincia la digestione chimica fino al rilascio
del chimo (bolo mischiato ai succhi gastrici) nell’intestino
tenue attraverso lo sfintere pilorico.

10
Sadava et al. Biologia.blu © Zanichelli editore, 2012
Il succo gastrico

La miscela di acido
cloridrico (HCl) e
pepsina costituisce il
succo gastrico, che ha
un pH molto acido.

Lo stomaco può
secernere circa 2 litri di
HCl al giorno.

11
Sadava et al. Biologia.blu © Zanichelli editore, 2012
Struttura e funzioni dell’intestino
Nell’intestino tenue (duodeno, digiuno e ileo) hanno
luogo la digestione e l’assorbimento, mentre l’intestino
crasso (colon e retto) è deputato soprattutto
all’eliminazione delle feci.

12
Sadava et al. Biologia.blu © Zanichelli editore, 2012
Intestino, pancreas e fegato

13
Sadava et al. Biologia.blu © Zanichelli editore, 2012
Struttura e funzioni del fegato
Il fegato riceve le sostanze nutritive provenienti
dall’intestino e le immagazzina o le converte in molecole
di cui l’organismo ha bisogno.

14
Sadava et al. Biologia.blu © Zanichelli editore, 2012
Il pancreas
Il pancreas è una grossa ghiandola in cui si possono
distinguere due parti:

• una frazione esocrina che produce una miscela di


enzimi digestivi (il succo pancreatico);

• una frazione endocrina, le cosiddette isole di


Langerhans, che produce ormoni (come insulina e
glucagone).

15
Sadava et al. Biologia.blu © Zanichelli editore, 2012
Il metabolismo glucidico
Il pancreas controlla il metabolismo degli zuccheri tramite
l’insulina e il glucagone.

16
Sadava et al. Biologia.blu © Zanichelli editore, 2012
Il controllo
della digestione

Il sistema nervoso centrale


e gli ormoni rilasciati dalle
ghiandole endocrine
controllano molte fasi della
digestione.

17
Sadava et al. Biologia.blu © Zanichelli editore, 2012
L’ulcera gastrica e Helicobacter pylori

18
Sadava et al. Biologia.blu © Zanichelli editore, 2012
L’obesità potrebbe dipendere dai geni

In un esperimento condotto
sui topi si è visto che la
mutazione di un singolo gene
porta all’obesità.

19
Sadava et al. Biologia.blu © Zanichelli editore, 2012