Sei sulla pagina 1di 26

ECONOMIA DOMESTICA

Educare al consumo

1
“LA RICCHEZZA” NELLA BIBBIA
 Nuovo Testamento
 Antico Testamento “Guai a voi, o ricchi, perché avete
la vostra consolazione” (Lc 6,24)
Dio crea un giardino di delizie e dà “Dov’è il vostro tesoro là sarà
il possesso di tutto quanto c’è anche il vostro cuore” (Lc
sulla terra (Gn 1,28). 12,34)
“Difficilmente un ricco entrerà nel
“non hai domandato né lunga vita e regno dei cieli” (Mt 19,23)
né ricchezza, ma ecco ti “Vi è più gioia nel dare che nel
concedo un cuore saggio e anche ricevere” (At 20,35)
ricchezza e gloria” (Salomone)
“Chiunque di voi non rinunzia a tutti
i suoi averi, non può essere mio
“Se uno desse tutte le ricchezze in discepolo” (Lc 14,33)
cambio dell’amore, non ne “Non potete servire Dio e
avrebbe che dispregio (Ct 8,7) mammona” (Lc 16,13)
“ Gesù gli disse: «Una cosa ancora
“Chi confida nella propria ricchezza ti manca: vendi tutto quello che
cadrà” (Prv 11,28) hai, distribuiscilo ai poveri e
avrai un tesoro nei cieli; poi
“Se ti dimenticherai del Signore … vieni e seguimi» “(Lc 18,22)
certo perirai”
(Deuteronomio 8, 19) “non affannatevi” (Mt 6, 25)

2
7°comandamento: NON RUBARE

 “rispetto dei beni altrui, attraverso la pratica della


giustizia e della carità, della temperanza e della
solidarietà. In particolare esige il rispetto delle
promesse fatte e dei contratti stipulati; la
riparazione dell’ingiustizia commessa e la
restituzione del maltolto; il rispetto dell’integrità
della creazione mediante l’uso prudente delle risorse
minerali, vegetali e animali che sono nell’universo,
con speciale attenzione verso le specie in via di
estinzione”. (n.506 Catechismo)

3
I BISOGNI : QUALI SONO
 PRIMARI  SECONDARI
Alimentazione Trasporti (*)
Vestiario Elettrodomestici
Sanità Telefono
Lavoro Trasporti Vacanze (*)
Casa Istruzione Cinema
Vacanze

INDOTTI:
Dalla pubblicità, le offerte, per imitazione

4
DIFFERENZE TRA….. (G.FABRIS –
SOCIOLOGO)
 BISOGNI : hanno un
limite, si possono
soddisfare;
 DESIDERI : sono
effimeri, innumerevoli
ma ancora legati alla
realtà;
 CAPRICCI : infiniti,
casuali, insinceri ed “Il bisogno si placa, il
infantili desiderio mai …”
5
I BISOGNI : QUANDO
 IMMEDIATI  FUTURI
Da soddisfare ogni giorno Da soddisfare in futuro
(a breve scadenza) (a media/lunga scadenza)

Alimentazione
Istruzione figli
Vestiario
Riparazioni
Trasporto
Luce, telefono, Sostituzione
elettrodomestici
Riscaldamento, casa
Auto, casa

6
SCALA DEI BISOGNI

Voluttuari: seconda casa, auto lussuose, vacanze esotiche

Secondari: vacanze, cultura, istruzione, risparmio__

Primari: alimentazione, vestiario, casa, trasporto

7
IL REDDITO
FISSO VARIABILE
1800 2500
1600
1400 2000
1200
ENTRA- 1500 ENTRA-
1000
TE TE
800 USCITE
USCITE 1000
600
400 500
200
0 0
GENNAIO APRILE GENNAIO APRILE

 Cresce lentamente; - entrate altalenanti;


 A volte arriva a singhiozzo; - uscite più costanti;
 “crisi della 3^ settimana”; - necessita nuovi investimenti;
 Da’ maggiore sicurezza; - meno stabilità;
 Permette di ottenere più credito; - meno tempo libero;
 Più tempo libero; - credito più difficile;
 Le spese impreviste sono un - spesa imprevista più gestibile
problema;

8
BILANCIO PATRIMONIALE

 ATTIVO PASSIVO
Immobili (case, terreni) Mutuo casa
Auto, elettrodomestici, Debiti (calcolare rapporto di
indebitamento totale)
mobili
Crediti (verificare se ancora Assicurazioni
esigibili) Rette (piscina, scuole private,
c/c bancario colf)
Investimenti finanziari c/c passivo
Persone

9
BILANCIO DEI COSTI E DEI RICAVI
 COSTI FISSI  RICAVI FISSI
Supermercato Stipendio (o altro)
Luce, telefono, gas RICAVI STRAORDINARI
Rata mutuo o Fitto (molto rari)!!!
Vestiti Regali
Assicurazioni auto e vita Vincite (molto incerte)
COSTI STRAORDINARI
(molto frequenti)!!!

10
L’UTILE COME RISULTATO DI BILANCIO È IL
RISPARMIO !!

 “E’ più facile spendere due dollari che


risparmiarne uno”
Woody Allen

11
ALCUNE SOLUZIONI COSTRUTTIVE (1):
 Individuare progetti in cui impegnare tutta la famiglia,
anche allargata a una cerchia di amici (volontariato,
sport, associazioni, giochi di società);
 Affidare responsabilità a tutti, a seconda delle
capacità e dei tempi (si vive del contributo di
ciascuno);
 Far capire che le regole dell’economia domestica
stanno alla base della società;
 Dare un senso ai consumi (di solito l’errore è dire si va
per negozi a “fare compere”, non perché serve
qualcosa)
 Coltivate un orto;

12
ALCUNE SOLUZIONI COSTRUTTIVE (2):
 Praticare l’investimento (attraverso il risparmio e la
soppressione di spese inutili che nel tempo
permettono di fare una spesa importante);
 Dare tempo alle attività dell’economia domestica:
passare da “il tempo è denaro” a “non tutto si può
comprare col denaro”.
Per esempio: posso forse comprare la saggezza?
L’Amore non si compra, non si compra la simpatia,
l’entusiasmo, le PERSONE.

13
PER NESSUNA DI QUESTE COSE SERVE IL
DENARO!
L’uomo ha bisogno:
 .. di sicurezza;

 .. di non stare solo;

 .. di vedere la sua esistenza prolungata nei figli;

 .. di vivere in società in cui lo stimi anche chi non lo conosce;

 .. di bilancio positivo tra piacere e dolore, speranza e delusione;

 .. di serenità e di gioia;

 .. di sentirsi utile;

 .. di pregare, di credere a qualcuno che è Altro;

 .. di uguaglianza;

 .. di giocare ; (V. Andreoli – psichiatra)

14
…………. E ALLORA???
Date il tempo alle attività non finalizzate necessariamente
all’uso del denaro.

 E’ il TEMPO il bene più prezioso!!

“Il denaro è un ottimo servitore ma è


un pessimo padrone” G. Ayala (Pubblico Ministero al
Maxi-processo di Palermo)

15
I CONSUMI OCCUPANO TEMPO:
TV,
SHOPPING,
HOBBY,
CINEMA,
ECC..
E’ TUTTO TEMPO SOTTRATTO ALLO STUDIO, AL
PENSIERO, ALLE RELAZIONI, ALLA
PARTECIPAZIONE CIVILE, ALLA PREGHIERA.
(ANCHE PER QUESTE ATTIVITÀ OCCORRE DEDICARE DEL TEMPO)

16
IL CREDITO AL CONSUMO

 E’ il più costoso!
 E’ il più facile da ottenere, anche sotto forma di carte
magnetiche
 Se è proprio necessario: fate i confronti!!
 Meglio un mutuo (ma UNO alla volta) finalizzato
all’acquisto di beni durevoli (ATTENTI ai prestiti o mutui,
la cui ultima rata coincide con la data della pensione o
addirittura scarica sui figli: p.es. mutui a 30/35 anni).

17
LA SPINTA VERSO I CONSUMI PORTA ALLA
SLIPPERY SLOPE
 Cioè STRADA SCIVOLOSA :
è estremamente pericolosa perché senza fine.

Essa spinge a lavorare di più, ad accettare


qualsiasi occasione per fare soldi, anche quelle
eticamente dubbie o del tutto immorali.

Molti sono poveri perché continuano a fare


scelte sbagliate.
18
OCCHIO!

 Alle carte di credito (revolving, ecc.)


 Alle rateazioni a “tasso zero”

 Ai fidi di c/c (adatti per una impresa ma non


per una famiglia)
 Ai GIOCHI (lotto, super, poker, carte, ecc.)
 Imparate a fare la LISTA DELLA SPESA!
 Abbiate un tenore di vita adeguato al reddito,
(sobrietà nelle feste, ecc.)

19
354.000 slot machines
190 miliardi di euro in funzione
l’anno in fumo per il
gioco (tra gioco legale e
illegale)

Quasi la stessa 1.000 euro a testa


spesa per consumi per ogni italiano
alimentari

I NUMERI DEL VIZIO NEL 2010


Il vizio spinge a commettere reati o ad essere vittime
di Usura!

20
CHE FARE?
 individuare il confine tra NECESSARIO e
SUPERFLUO.

Necessario per chi? Per me, per noi, … e gli altri?


Il pane quotidiano è nostro e non solo mio

Godiamo pure dei beni di cui disponiamo, con sobrietà,


senza enfatizzare i nostri bisogni.

21
LA “LEGGE“ DELLE 3R:
(DA MEMORIZZARE)
 REGOLE : in ogni gruppo sono indispensabili
 RISPARMIO :di denaro ma anche di acqua,
energia, telefono, viaggi, ecc.
 RIUTILIZZO : riciclare non solo i rifiuti, ma
anche gli indumenti, il cibo e poi vendere o
regalare oggetti non più utilizzati

22
UN OTTIMO AIUTO:
www.dolceta.eu
Educazione al consumo online (Portale della Commissione Europea)

Sezione 1 Il contratto di vendita


L’indicazione dei prezzi
La pubblicità
Sicurezza dei prodotti e dei servizi
Risoluzione delle controversie
Serzione 2 La gestione del budget familiare
Il credito al consumo
Il credito immobiliare
Il conto corrente
Le modalità di pagamento
Risparmi e investimenti
Sezione 3 Sicurezza dei prodotti
Mantenersi sani
Gestione delle risorse finanziarie
Consumatori responsabili
23
23
UNO SLOGAN ….

“Viviamo più semplicemente, per


consentire che altri possano
semplicemente vivere”!

24
25
 Ebrei 13, 5
“La vostra condotta non sia dominata
dall’amore del denaro: siate contenti delle
cose che avete, perché Dio stesso ha detto:
”Io non ti lascerò e non ti abbandonerò”

26