Sei sulla pagina 1di 38

I PROVERBI

ITALIANI
1. UNA RONDINE
NON FA PRIMAVERA

un segnale isolato non sufficiente per trarre delle


conclusioni, cos come non basta vedere una rondine per
poter dire che arrivata la primavera.
L'espressione molto antica e compare nell'Etica
Nicomachea di Aristotele.
2. GALLINA VECCHIA FA BUON
BRODO

sempre bene fidarsi di chi ha esperienza.

usato spesso per giustificare un rapporto amoroso


con una donna non pi giovane.
3. CHI FA DA S FA PER TRE

se una persona intraprende da sola una attivit pu


riuscire a farla sorprendentemente bene, meglio di
quanto potrebbe fare se coinvolgesse altre persone.
4. CAN CHE ABBAIA NON MORDE

Spesso chi minaccia e si accalora molto alla fine


non rappresenta un vero pericolo.
5. CHI DI SPADA FERISCE,
DI SPADA PERISCE
- Le azioni che commettiamo, si ripercuotono sempre su di
noi: nel bene e nel male.
- Quando una persona provoca a un'altra una determinata
sofferenza,sia fisica che morale o sentimentale,della stessa
sofferenza poi egli stesso sar colpito.
6. CHI DORME NON PIGLIA PESCI
Oziando non si ottiene nulla. Il pescatore deve essere
costantemente attento, quindi senza distrarsi o
addirittura addormentarsi, per riuscire a tirare su il
pesce quando abbocca.

In latino si ritrova nel Rudens di Plauto un motto analogo: nam qui


dormiunt libenter, sine lucro et cum malo quiescunt.
7. MEGLIO UN UOVO OGGI
CHE UNA GALLINA DOMANI
preferibile un beneficio immediato, magari
modesto ma sicuro, piuttosto che uno futuro,
maggiore ma aleatorio.
8. MAL COMUNE MEZZO GAUDIO

Un male condiviso una mezza allegria

- Ci si sente pi sollevati, se una cosa spiacevole


non accade solo a noi ma anche ad altri
9. LA LINGUA BATTE DOVE IL
DENTE DUOLE

I pensieri e i discorsi continuano ad andare


sugli argomenti che ci provocano dolore
10. TRA MOGLIE E MARITO
NON METTERE IL DITO
- Non impicciarti degli affari di una famiglia che non
la tua.
- I problemi della coppia sono talmente intimi da
poter essere giudicati soltanto da marito e moglie.
11. LONTANO DAGLI OCCHI
LONTANO DAL CUORE
Ignorare. Non vedere, allontanarsi per non
soffrire

La lontananza ROVINA o RAFFREDDA i rapporti


12. BACCO, TABACCO E VENERE,
RIDUCONO LUOMO IN CENERE

L'eccesso nel bere, nel fumare e nei piaceri


del sesso mina il fisico, e porta alla tomba.
13. NON C FUMO
SENZA ARROSTO
Ottimista. Saper seguire un segnale porta sempre
al risultato sperato.
In realt si usa di pi il negativo:

TUTTO FUMO E NIENTE ARROSTO.


Limpressione spesso inganna.
14. IN TERRA DI CIECHI
IL GUERCIO RE
Anche il mediocre sembra un genio se posto a
confronto con chi peggio di lui.

Se si intende la capacit di vedere come conoscenza del


reale, allora si pu dire che di fronte all'ignoranza chi
possiede il sapere detiene un'immensa ricchezza.
15. MEGLIO UN ASINO VIVO
CHE UN DOTTORE MORTO.
E meglio essere un po' pi ignoranti e sani che
ammalati per avere studiato troppo.

meglio accontentarsi di quel che si ha piuttosto


che cercare di fare pi di quanto richiesto, con
risultati catastrofici.
16. LE BUGIE HANNO LE GAMBE
CORTE

Le bugie vengono scoperte sempre. Non


possono scappare alla verit e non
hanno vita lunga.
17. CHI NON RISICA, NON ROSICA

Solo chi si impegna, anche rischiando, pu


aspirare a ottenere qualcosa di veramente
importante.
18. TRA IL DIRE ED IL FARE
C DI MEZZO IL MARE
Tutto pu essere facile in teoria,
ma non in pratica.
19. I PANNI SPORCHI
SI LAVANO IN FAMIGLIA
I problemi sempre meglio affrontarli e risolverli
nell'ambito della famiglia, o dellambito in cui si
vive o lavora.
Coinvolgere persone estranee sempre dannoso
perch il loro giudizio sar necessariamente basato
su esperienze diverse. E questo potrebbe portare
ad un peggioramento dei problemi.
20. NON C ROSA SENZA SPINE
Ogni cosa deve avere degli aspetti che ne limitano il
successo: in caso contrario la sua diffusione non avrebbe
limiti.
Se esistesse una cosa sempre piacevole e che non avesse
alcun genere di controindicazioni, l'umanit non farebbe
altro che dedicarvisi e si ridurrebbe ad uno stato di
abiezione. In questo senso va anche laforisma di
Alexander Woollcott, ogni cosa piacevole immorale,
illegale o fa ingrassare.
21. FINCH C VITA
C SPERANZA
La speranza lultima cosa che si perde,
prima della vita. Non disperare!

Legato a
LA SPERANZA LULTIMA A MORIRE
22. ROSSO DI SERA
BEL TEMPO SI SPERA
Affonda le sue radici nella credenza popolare
secondo cui se il sole al tramonto non incontrava
nubi e si tingeva di rosso , la giornata seguente, con
ogni probabilit, sarebbe stata serena.
- confermato persino dalla scienza.
Sono i venti occidentali atlantici a portare tempo umido e
piovoso, ma se il cielo a ovest si pulisce allora avremo tramonti
che pi rossi non si pu.
23. SPOSA BAGNATA
SPOSA FORTUNATA
CONSOLATORIO. Formula di risarcimento e augurio
per sgombrare lorizzonte emotivo dei novelli sposi
dallinfausta impressione destata dalla pioggia
caduta il giorno dello sposalizio.
Si pu anche pensare anche secondo unarcaica
identificazione, tipica della civilt agricola, che vede
nella donna una forza creatrice naturale, in grado di
dare frutti (figli) come la terra SE BAGNATA.
24. CHI NON MUORE SI RIVEDE

(scherzoso) saluto rivolto a persona che non si


incontra o non si frequenta da molto tempo
25. QUANDO IL GATTO NON C
I TOPI BALLANO

Se non c la persona che rappresenta lautorit, o


a noi superiore ci si pu rilassare o divertire.
SPECIFICO =
Se non c il capo i dipendenti non lavorano.
26. CHI VA PIANO,
VA SANO E LONTANO
Con calma e tranquillit si raggiungono i
propri obiettivi, mentre chi agisce con
troppa fretta e rapidit finisce per non
ottenere nulla
27. OCCHIO NON VEDE
CUORE NON DUOLE

Finch non si vede con i propri occhi ci


che pu arrecare danno, non si soffre.
28. IL DIAVOLO FA LE PENTOLE
MA NON I COPERCHI

pi facile fare del male che evitarne le


ricadute negative.

Il suggerimento intriso di pragmatismo: meglio non


architettare azioni malvagie perch facile che si
ripercuotano contro chi le ha pianificate e commesse.
29. IL LUPO PERDE IL PELO
MA NON IL VIZIO
Sottolinea quanto siano esorbitanti, e a volte invalicabili, le
difficolt che incontriamo per riuscire a rimuovere le brutte
manie e i vizi di cui siamo vittime.

Il lupo perde il pelo ma non il vizio proviene da un conosciuto proverbio la


cui prima testimonianza discende da Svetonio, scrittore romano dell et
imperiale.
Vulpem pilum mutare, non mores (La volpe cambia il pelo, non i costumi).
30. CHI TARDI ARRIVA,
MALE ALLOGGIA
Chi arriva dopo gli altri,
trova condizioni svantaggiose
31. CHI BEN COMINCIA
A MET DELLOPERA
Raccomanda di allontanare la pigrizia iniziando
bene un lavoro, in quanto, una volta raggiunta la
met, le difficolt maggiori sono superate e la
seconda met del percorso, che porta al
completamento dellopera, pi facile e veloce
che la prima parte.
32. CHI VA CON LO ZOPPO
IMPARA A ZOPPICARE

Chi frequenta persone con cattive


abitudini tende ad assumere i loro vizi.
33. CHI SI ACCONTENTA GODE

Sapersi accontentare di ci che si ha,


senza pretendere limpossibile, permette
di apprezzare la vita e di essere felici.
34. UNA MELA AL GIORNO
TOGLIE IL MEDICO DI TORNO
Un' alimentazione corretta e uno stile di
vita complessivamente sano possono
servire ad allontanare i guai e chi deve
porvi rimedio.
35. PATTI CHIARI, AMICIZIA LUNGA.

sempre buona norma chiarire bene le


condizioni di un accordo, in modo che poi
non insorgano sorprese o contestazioni.
36. AMBASCIATOR
NON PORTA PENA
Nessuna colpa addossabile a chi deve
annunciare brutte notizie da parti di altri.
Ad ambasciatori e messaggeri
viene garantita l'immunit.
37. MORTO UN PAPA
SE NE FA UN ALTRO
C tutto il sarcasmo del popolo romano nel proverbio pi
famoso della capitale. Pur augurando lunga vita al nostro
pontefice, la citazione dobbligo quando si ritiene che
qualcuno sia sostituibile, pi o meno facilmente. Lironia
agevole in questo caso, soprattutto nei confronti di chi si
ritiene di tale importanza da non poter essere
soppiantato da qualcun altro, e magari lo fa
imprudentemente pesare al suo interlocutore (e chi te credi
desse, er papa! si dice in questi casi a Roma, appunto).