Sei sulla pagina 1di 12

La Francia tra guerre civili e di religione

LA MORTE DI ENRICO II E LA CRISI DINASTICA


FRANCESCO II
La Francia stava attraversando una grave crisi dinastica:
1559 mor re Enrico II in un torneo, lasciando 3 figli CARLO IX

ENRICO III

Francesco II
il figlio maggiore,
gli succedette allet di quindici anni
spos la giovanissima Maria Stuart
regn per brevissimo tempo perch mor improvvisamente.

Carlo IX
suo fratello, aveva allora appena dieci anni.
LINIZIO DE CONFLITTO RELIGIOSO
Francesco II regna 2 anni

i calvinisti avevano chiesto: la libert di culto al di fuori della citt


la possibilit di praticare i loro riti privatamente

Francesco lascia cadere il potere era nelle mani il cardinale di Lorena


MA PERCH
questistanza degli zii di sua moglie Maria il duca cattolico
Francesco di Guisa

Alcuni uomini
protestanti, di
CATTOLICI Francesco di Guisa
fronte al rifiuto del
re, ordirono una
congiura contro i
Guisa, guidati dal UGONOTTI Antonio di Borbone
principe Luigi di (fratello di Cond, che
Francesco di Guisa
Cond. era stato imprigionato)
Antonio di Borbone
LA DIFFICILE REGGENZA DI CATERINA DE MEDICI
Caterina de Medici
la madre, aveva assunto la reggenza dopo il figlio Francesco II.
PER tutelare la monarchia
poco amata dai suoi
sudditi appoggiandosi al cancelliere Michel de lHopital

MA cerc di trovare un accordo tra cattolici e protestanti


ma i suoi tentativi per favorire la tolleranza religiosa
vennero rifiutati da entrambe le fazioni:
aveva dimostrato i cattolici ritenevano che la regina fosse troppo
abilit politica nel far permissiva nei confronti dei calvinisti
fronte alla difficile i calvinisti puntavano a maggiori concessioni.
situazione in cui era
la Francia, sempre pi Nel 1562 la fazione episodio che diede
divisa tra cattolici e cattolica comp una avvio ad una serie di
ugonotti. strage di ugonotti guerre religiose che
a Vassy dureranno fino al 1598.
LE PRIME FASI DEGLI SCONTRI
Prima fase: 1562-1563

FAZIONI ALLEATI OBIETTIVI

CATTOLICI
Filippo II puntavano a espandersi nelle zone di confine
duca di Guisa

UGONOTTI svizzeri, tedeschi e inglesi la regina dInghilterra mirava ad indebolire i cattolici

Muore Francesco di Guisa Gli scontri si conclusero con leditto di Amboise

con il quale Caterina de Medici conferm agli ugonotti la


libert di culto
LA NOTTE DI SAN BARTOLOMEO
Nel 1570 con leditto di pacificazione di Saint-Germain si verific unavanzata del fronte protestante

estendeva il diritto di culto pubblico per gli ugonotti ad


alcune piazzeforti

Nella cattolica Parigi gli abitanti non Il 18 agosto 1572 venne celebrato a
erano disposti ad accettare i privilegi Parigi il matrimonio tra:
che la corte stava concedendo ai
calvinisti.
lugonotto Enrico di Margherita di Valois,
Borbone, re di una delle figlie di
Navarra Caterina

La cerimonia fu organizzata solamente per facilitare la pacificazione

MA
Carlo IX, dopo aver fatto massacrare dai 5.000 ai 30.000
lattentato allammiraglio ugonotto Gaspar de Coligny, ugonotti nella notte fra il 23 e il 24 agosto 1572, revoc
fu la scintilla da cui scocc la strage di Sna Bartolomeo tutte le libert concesse ai calvinisti dalla madre.
LA GUERRA DEI TRE ENRICHI
Gli scontri, ripresi lo stesso anno della strage, si conclusero nel 1580 con la pace di Fleix, che rinnov la
libert di culto per gli ugonotti in tutta la Francia a eccezione di Parigi.

indebolimento della monarchia per le continue lotte


si verificarono: tra le fazioni
una nuova crisi dinastica

ENRICO III, salito al trono alla morte del fratello Carlo IX, non aveva avuto eredi maschi.
Alla corona aspiravano:

LUGONOTTO ENRICO DI BORBONE


IL CATTOLICO DUCA al fianco del quale si schier Enrico III, che fece
ENRICO DI GUISA uccidere il Guisa e nomin legittimo erede il
Borbone

Obbligato a convertirsi al cattolicesimo,


Fine dinastia dei Valois
Enrico di Borbone fece uccidere Enrico III
IL REGNO DI ENRICO IV BORBONE
cercarono di ostacolare
Filippo II
lavvento di Enrico
il papa
di Borbone
i cattolici francesi

A Parigi venne insediano addirittura un altro re, Carlo X,


ma Enrico assedi la capitale.

Nuovo scontro che si concluse nel 1593 quando Enrico


decise di convertirsi al cattolicesimo.
In occasione della cerimonia della conversione avvenne
anche lincoronazione, con la quale prese il nome di
Enrico IV

inizio dinastia dei Borboni


LOPERA DI RICOSTRUZIONE INTERNA

Il sovrano emana il 13 aprile 1598 riconobbe agli ugonotti


leditto di Nantes piena libert di culto
parit di diritti civili e politici = possibilit di
accedere alle cariche pubbliche
il possesso di alcune piazzeforti

con il trattato di Vervins si stabil il ritiro delle guarnigioni spagnole nei territori
francesi occupati, confermando cos gli accordi di
Cateau-Cambresis

Enrico IV risollev il paese dalle condizioni in cui


era precipitato:
Ristabil lautorit della Corona chiam vari funzionari di origine borghese che
costituirono la nobilt di toga
Ridusse il ruolo politico della grande aristocrazia i Parlamenti vennero privati della loro autonomia
Non vennero pi convocati gli Stati generali
Domini di Filippo II

Province fedeli al re

Territori dei duchi di Guisa

Territori degli Ugonotti


Enrico IV riusc ad instaurare un forte potere centrale SOLO IN PARTE
CAUSE
Lesistenza di unenclave Per la venalit delle cariche
protestante allinterno pubbliche messe in
del paese Per le resistenze opposte alle sue vendita per riarricchire lo
ambizioni della grande nobilt stato

Riusc a riavviare leconomia, affidata al ministro calvinista Maximilien duca di Sully


GRAZIE A
Ripresa dellagricoltura Progressi dellattivit manifatturiera

Mor nel maggio del 1610, pugnalato a morte da un frate, Francois Ravaillac
SITOGRAFIA
http://www.sapere.it/sapere/strumenti/studiafacile/storia/L-et--moderna/L-Europa-nella-seconda-
met--del-Cinquecento/La-Francia-e-le-guerre-di-religione.html
http://www.treccani.it/enciclopedia/guerre-di-religione_%28Enciclopedia-dei-ragazzi%29/
http://dizionaripiu.zanichelli.it/storiadigitale/p/percorso/451/le-guerre-di-religione-in-francia

BIBLIOGRAFIA
Castronovo Valerio, MilleDuemila, un mondo al plurale
Camera A., Fabietti R., Elementi di Storia dal XIV al XVII secolo
A. Giardina, G. Sabbatucci, V. Vidotto, Guida alla Storia, Dalla crisi del Trecento al Seicento