Sei sulla pagina 1di 39

Universit degli Studi di Napoli Federico II

Corso di Laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria


Insegnamento di Fisiologia masticatoria
Prof.ssa R.Cimino

ANATOMIA/FISIOLOGIA
DELLARTICOLAZIONE
TEMPORO-MANDIBOLARE
Tubercolo
Tessuto articolare
Disco
retrodiscale

Cavit glenoidea

M. pterigoideo
laterale

Condilo
mandibolare
Area di
ingrandimento
Cavit glenoidea
CAE Disco articolare

Tubercolo articolare

Osso zigomatico
Cartilagine articolare

M. Pterigoideo laterale
Condilo mandibolare

Processo coronoide

Processo stiloideo

Legamento stilomandibolare
The critical period
of the embryonic
development of the
human
temporomandibular
joint occurs
between the 7th and
9 weeks embryo the 12th week.
dent processi alveolari mdb
lab labbra
mand mandibola
max mascellare superiore
Mc cartilagine di Meckel
temp osso temporale Radlanski RJ, et al 1999
trig nervo trigemino Van der Linden E, et al 1987
za arco zigomatico Moore WJ, Lavelle CLB, 1974
Osso temporale
Porzione
mastoidea

Porzione
squamosa

Processo
zigomatico

Tubercolo Porzione
articolare timpanica

Cavit
glenoidea
Osso mandibolare il condilo

Polo laterale : si estende oltre la superficie


laterale del ramo. Ruvido per linserzione
del TML e del disco

Polo mediale : oltre la superficie int. del


ramo. Ruvido per linserzione del disco
Osso mandibolare il condilo

Gli assi maggiori


dei condili si
incrociano al
davanti del grande
foro occipitale,
formando un angolo
di 145-160 gradi
LArticolazione temporo -mandibolare
Condilo
mandibolare
Disco
articolare
M. Pterigoideo
laterale
Capo superiore
Capo inferiore

Osso
Temporale
By courtesy of Prof. P. Carpentier
La capsula articolare

La capsula articolare circonda,


come un manicotto di tessuto
connettivo lasso, lintero
complesso articolare.

Essa dovrebbe essere considerata


un legamento che ha la funzione di
protezione delle strutture interne
articolari e di limitazione
dellestensione in avanti del disco.
Visione
sagittale
Visione sagittale
Solo alcune fibre del
superiore
superfici Le tessuto
retrodiscale
per
Disco Articolare
porzione altamente
dellatimpanica.
connesse lasso,
capsula, che
sua Ilcapo
discoinferiore
con sottile
fibrocartilagineo
tessuto attaccata un Banda muscola
dello pterigoideo
Banda
Bandaposteriore
anteriore
superioreinserisce
attacca
(arteriole articolare
esclusivamente
Williamson

fermamente intermedia
By courtesy of Prof. P. Carpentier disco; rimanente
Rivestimento dei capi articolari
I capi articolari sono inizialmente rivestiti da periostio ,
che progressivamente, si trasforma in tessuto fibroso
( fibrocartilagine ).

Le forze articolari
contribuiscono allo sviluppo
di tale tessuto anche
nella vita adulta.

La fibrocartilagine un tipo di cartilagine ricca di collagene di tipo I e tipo II.


una cartilagine particolarmente forte e resistente;
una forma di transizione tra il tessuto connettivo denso e la cartilagine,
caratterizzata da grossi fasci fibrosi immersi in una scarsa matrice cartilaginea
contenente quantit variabili di proteoglicani
Visione sagittale

Le fibre del tessuto


Ilretrodiscale
liquido sinoviale ,
articolare, zona
prodotto dal tessuto
bilaminare ,
che riveste i
spiegandosi e
compartimenti
del condilo.
articolari, svolge il
mantengono un
ruolo fondamentale di
equilibrio pressorio
nutrizione e
By courtesy of Prof. P. Carpentier durante i movimenti
Disco articolare - comportamento biomeccanico

Il disco riduce lincongruenza delle strutture articolari, migliora


la stabilit articolare aumentando larea di contatto.

lentit dello stress a livello dei capi articolari. Van Eijden & Tanaka 2003
Ha la funzione di stress adsorber e stress distributor . Riduce
Carico maggiore a livello della porzione laterale in apertura o
protrusione. Nakano et al, 1998
Rotazione o Traslazione?

Condilar rotation and anterior traslation in healthy human


temporomandibular joints.
Palla S, 1994

esiste una notevole variabilit intra (tra dx e sn) ed


interindividuale della relazione tra rotazione condilare e
traslazione anteriore durante lapertura e la chiusura
della bocca in articolazioni temporomandibolari sane .
Rotazione o Traslazione?

3 patterns fondamentali d apertura :

- 75% stesso grado di rotaz/traslz

- 16% rotaz > allinizio dellapertura


4 patterns fondamentali di chiusura :
- 9% rotaz > a inizio e fine apertura
- 35% stesso grado di rotaz/traslaz

- 27% traslaz > alla fine della chiusura


Tessuto retrodiscale

Il tessuto retrodiscale , o zona bilaminare ,


tramite un meccanismo compensatorio
volumetrico, mantiene un equilibrio pressorio
durante i vari movimenti mandibolari.
In prossimit della massima apertura, esso si
distende completamente agendo con una
funzione di pompa .

Wilkinson TM, 1994


Visione
frontale
o coronale
Visione coronale posteriore
Medialmente le
capsulari fibre del I legam
fibre Legamento sono
in rapporto con collateral
sfenomandibolare
alcune fibre e del lateral
legamento temporo-
muscolo
mandibolare hanno
pterigoideo intorno concentrica
auricolo-
polo laterale
una mediale, sono
temporale
fondamentali laterale
della capsula
permettere del
A. e v. mascellare
disco ed al

presenta un
By courtesy of Prof. P. Carpentier
Legamento collaterali
I legamenti collaterali, laterale e mediale, sono fondamentali
per permettere al disco ed al condilo di ruotare luno rispetto
allaltro.

Tali legamenti rappresentano, a loro volta, un ispessimento


della capsula articolare medialmente e lateralmente
Legamento temporo-mandibolare

Questo legamento rappresenta, in


realt, una zona di rinforzo della
capsula articolare nella sua
porzione laterale
Strato superficiale : obliquo, a forma di
ventaglio, si inserisce sul tubercolo articolare
e sul collo del condilo. Le sue fibre sono
dirette in basso e in dietro, e limitano il
movimenti in avanti ed in basso del condilo.

Strato profondo : fibre a decorso orizzontale


che si estendono dal tubercolo al polo
laterale del condilo; limita i dislocamenti
Visione
trasversale o
assiale
Visione trasversale
Le fibre postero-
mediali del tessuto
restrodiscale ,
raggiungono il
margine della fessura
petrotimpanica

Quelle laterali
guadagnano il bordo
inferiore dellarcata
zigomatica.
By courtesy of Prof. P. Carpentier
Legamenti accessori

1 Solco sigmoideo
2 Nervo mandibolare
3 Muscolo pterigoideo laterale
4 Processo stiloideo
5 Legamento sfenomandibolare
6 Legamento stilomandibolare
7 Solco miloioideo
Legamento sfenomandibolare
- rappresenta il residuo della c. di Meckel ;
- origina dalla spina dellosso sfenoide
e si dirige in basso e verso lesterno
andandosi ad inserire sul bordo superiore
del forame mandibolare ;
- a volte rappresentato da un sottile strato
di tessuto connettivo non ben definito;

- si suggerisce che questo legamento


serva a proteggere i vasi ed i nervi che
passano attraverso il forame
mandibolare dallo stress prodotto dai
movimenti di apertura e chiusura della
bocca.
Legamento stilomandibolare

- si estende dal processo stiloioideo alla


regione dell angolo mandibolare esterno o
si continuano con la fascia del muscolo
pterigoideo mediale;

- il legamento rilassato in apertura e


chiusura della bocca e va in tensione in
massima protrusione , limitando questo
movimento.

Legamento stilomandibolare calcificato


( Sindrome di Eagle )
LATM nella
diagnostica per
immagini
T omografia A ssiale C omputerizzata

Tecnica di imaging che sfrutta radiazioni


ionizzanti (raggi X) e consente di riprodurre
sezioni (tomografia) corporee del paziente ed
elaborazioni tridimensionali tramite
l'intervento di un elaboratore di dati
(computerizzata).
L'aggettivo " assiale " attualmente
inappropriato perch le nuove metodiche
non acquisiscono pi in un piano assiale,
ma viene adottata una tecnica a spirale, cos
da ottenere pi immagini in una scansione.
R isonanza M agnetica N ucleare

Tecnica di imaging che sfrutta la


capacit di alcuni nuclei di assorbire
e cedere energia quando sono
sottoposti a campi magnetici statici
e dinamici
Nuclei pi usati in RMN Principali responsabili del segnale RMN

nuclei H + protoni dell acqua e dei grassi


pi sensibili al campo magnetico (per lalto contenuto di H + )
LATM alla
R isonanza M agnetica N ucleare

By courtesy of Prof. P. Carpentier


LATM alla
R isonanza M agnetica N ucleare

By courtesy of Prof. P. Carpentier


LATM alla
R isonanza M agnetica N ucleare

By courtesy of Prof. P. Carpentier


Piano Sagittale
LATM alla LATM alla
R isonanza M agnetica N ucleare T omografia C omputerizzata
Piano Coronale
LATM alla LATM alla
R isonanza M agnetica N ucleare T omografia C omputerizzata
Piano Trasversale
LATM alla LATM alla
R isonanza M agnetica N ucleare T omografia C omputerizzata
Grazie per
By courtesy lattenzione
of Prof. P. Carpentier
N.AURICOLO TEMPORALE

N.MASSETERINO

N.FACIALE
FORAME
OVALE
Arteria Arteria
temporale mascellare
superficiale interna

CAROTIDE ESTERNA

Arteria Arteria
linguale faciale