Sei sulla pagina 1di 11

La Societ Egizia

La societ egizia era divisa in classi sociali chiuse


senza possibilit di migliorare la propria condizione
passando da una classe all'altra.
Aveva una struttura gerarchica a forma piramidale
a gradoni

2
La Societ Egizia Struttura a gradoni
Al gradone pi basso c'erano gli schiavi .
Erano prigionieri di guerra o egiziani che non potevano
pagare i tributi al faraone.
Il faraone era proprietario dello schiavo e poteva donarlo
ai semplici cittadini.
Vivevano miseramente e potevano essere trattati con
estrema durezza.
Erano sottoposti a lavori massacranti come il trasporto di
grossi blocchi di granito per la costruzione dei templi e 3
La Societ Egizia Gli schiavi
Al secondo gradone c'erano gli operai e i contadini, che lavoravano per
i privati o per i templi, con un contratto di lavoro che definiva le
prestazioni che i lavoratori dovevano svolgere.
La maggior parte della popolazione egizia viveva in campagna, poich
l'agricoltura e l'allevamento del bestiame costituivano la base
dell'economia egiziana.
I contadini potevano essere lavoratori autonomi oppure soggetti ad un
proprietario. In questo caso potevano anche essere ceduti o affittati,
ma non perdevano i loro diritti di uomini liberi.
Chi coltivava la propria terra pagava un tributo in natura calcolato
dagli scribi. 4
La Societ Egizia Gli Operai ed i Contadini
Al terzo gradone c'erano gli artigiani: falegnami, lavandai, fornai,
vasai, muratori, commercianti e marinai che esercitavano il commercio
marittimo.
I mercanti avevano la possibilit di viaggiare lungo tutto il paese
navigando sul Nilo e, in questo modo, contribuivano a creare la civilt
egizia.
Gli artigiani non erano ricchi, ma godevano di un certo benessere e
considerazione da parte dei Nobili. Avevano un tenore di vita
superiore a quello degli operai.
Nella scultura gli Egizi curarono soprattutto i volti, pensavano infatti
che la perfezione del volto nella statua garantisse l'immortalit 5
La Societ Egizia Mercanti e Artigiani
Al quarto gradone cerano i guerrieri.
In tempo di pace sorvegliavano il paese e venivano impiegati nei
grandi lavori idraulici (bonifiche, costruzione di dighe) ed edili
(costruzione di templi e piramidi).
Per la loro importanza potevano godere di molti privilegi e
disponevano anche di schiavi.
Il faraone li ricompensava per i loro servizi con la donazione di terre
che i padri trasmettevano ai figli insieme alla carica di guerriero.

6
La Societ Egizia I Guerrieri
Al quinto gradone cerano gli scribi cio uomini capaci di leggere e di
scrivere.
La professione di scriba era molto considerata e il grosso
dellamministrazione dello stato era svolto da loro.
I meno fortunati trascorrevano la vita come scrivani o segretari di un
funzionario di grado elevato.
I pi capaci invece controllavano le persone e le merci alle frontiere.
Altri misuravano i campi dopo la piena del Nilo che cancellava i confini
tra i poderi.
Altri avevano il compito di censire il bestiame e misurare la quantit
dei raccolti. 7
La Societ Egizia Gli Scribi
Al sesto gradone cerano i nobili a cui il faraone dava da
custodire le sue terre raccomandando loro di farle
lavorare duramente dai contadini.
Vivevano a corte accanto al faraone e godevano delle
cariche e dei titoli pi importanti. Anche le loro mogli
avevano numerosi titoli, soprattutto di carattere religioso,
poich il loro rango dipendeva da quello dei mariti.
Quella di Visir era la pi alta carica dello stato. Egli
rispondeva soltanto al faraone ed era di solito uno dei 8
La Societ Egizia I Nobili
Al settimo gradone cerano i sacerdoti.
Si occupavano dei templi ma svolgevano anche ruoli di responsabilit
in favore del faraone.
Godevano di un immenso prestigio ed erano ricchi e temuti. ll loro
compito era quello di rendere felici gli dei, infatti erano chiamati servi
degli Dei.
Durante la storia egiziana ebbero anche unimportanza politica perch
alcuni Sacerdoti del dio Amon si proclamarono sovrani del regno di
Tebe.
Venivano da famiglie nobili, conoscevano la scrittura ed i numeri ed
erano astronomi, ingegneri, matematici, geometri, medici.
Ogni divinit aveva il suo tempio nelle cui camere interne potevano 9
La Societ Egizia accedere solo i vecchi sacerdoti ed i faraoni. I Sacerdoti
Allultimo gradone cera il faraone. Faraone significa grande casa, cio
reggia.
Per gli Egizi era l'incarnazione di un Dio, rappresentava gli Dei sulla
terra ed era il figlio vivente del capo degli Dei, Ra.
Si credeva avesse anche poteri divini, uno dei quali era quello di
comandare il Nilo.
Tra le sue funzioni, le pi importanti erano quelle religiose anche se il
Faraone era il capo dell'esercito, della giustizia e del governo.
Era lunico intermediario tra gli uomini ed era l'unica persona che
poteva accedere alle cerimonie sacre officiate nei templi che officiava
egli stesso vestito con una pelle di pantera.
I sacerdoti che eseguivano i riti sacri nei templi lo facevano su delega 10
del faraone,che non poteva essere sempre presente. Il Faraone
La Societ Egizia
11
La Societ Egizia FINE

Interessi correlati