Sei sulla pagina 1di 22

LA VIA BIOGENETICA DELLACETATO:

ACIDI GRASSI
ACIDI GRASSI: METABOLITI
PRIMARI

Acidi grassi saturi e insaturi


trigliceridi e fosfolipidi
-Ruolo strutturale: membrane cellulari
-Fonte di energia: dallacetato si va al ciclo
di krebs (metabolismo primario)
-Precursori biosintetici per la sintesi di
metaboliti secondari
DERIVATI DI ACIDI GRASSI: METABOLITI SECONDARI

Derivati di acidi grassi polinsaturi (PUFAs)


Acetil CoA: un mattone biosintetico cosituito da 2 atomi di ca
Biosintesi del Malonil Coenzima
A( MalonilCoA)
Rappresenta lunit chiave per la biosintesi di acidi grassi e
polichetidi
Si genera dalla reazione di carbossilazione dellacetilCoA mediata
dalla biotina
Bicarbonato la fonte di CO2

Il bicarobonato attivato mediante fosforilazione dallATP

Il bicarbonato fosforilato reagisce con la biotina per dare la carboxibiotina

Infine la carbossibiotina reagisce con lenolato dellacetilCoA per dare il Malonil


BIOSINTESI DEGLI ACIDI GRASSI:
REAZIONE DI OLIGOMERIZZAZIONE ITERATIVA

Gli acidi grassi vengono sintetizzati a partire dallacetilCoA mediante una reazione
di oligomerizzazione testa-coda che avviene secondo i seguenti passaggi:

- condensazione tra acetilCoA e maloniCoA: perdita di CO2 ( reazione di


Claisen + decarbossilazione)
-Reazione di riduzione a 3 steps dei risultanti gruppi chetonici
-Dopo n= da 2 a 8 iterazioni, lacido grasso saturo C8-20 rilasciato dal
sistema enzimatico.
CONDENSAZIONE DI CLAISEN CON DECARBOSSILAZIONE

Reazione di Claisen in laboratorio

Reazione di Claisen in vivo catalizzata dallenzima chetosintasi

-La perdita di CO2 fornisce lenergia necessaria per la condensazione


-Reattivit tioestere
Condensazione di Claisen: reattivit Tioestere

-buon gruppo uscente

-acidit dei protoni in al carbonile maggiore: il legame C-S pi


debole del C-O
Reazione di riduzione del gruppo chetonico

1.Riduzione chetone ad alcol mediante NADPH catalizzata


dallenzima cheto reduttasi (KR)
2.Eliminazione di una molecola di H2O ad opera dellenzima
deidratasi (DH)
3.Idrogenazione del doppio legame mediata da NAPH catalizzata
dalenzima enoil riduttasi (ER)
ENZIMA FAS: Fatty Acid Synthase

FAS definita come proteina multifunzionale che comprende 8


componenti
BIOSINTESI ACIDI GRASSI INSATURI:

-per deidrogenazione dei corrispondenti acidi grassi saturi (nelle


maggior parte degli organismi)
-reazione catalizzata da parte dellenzima -9 desaturasi
I doppi legami possono essere introdotti in posizione 6 , 5 ,
4 e 9 (tramite sistemi enzimatici 6 , 5 , 4 e 9-
desaturasi), in molti animali, ma mai al di sopra della posizione
9 .

Al contrario, le piante e i funghi sono in grado di sintetizzare


gli acidi grassi essenziali introducendo doppi legami nelle
posizioni 12 e 15 .

Il sistema enzimatico 9 - desaturasi catalizza, nel reticolo


endoplasmatico, la conversione di stearoil-CoA in oleoil-CoA.
Ossigeno e NADH o NADPH sono necessari per la reazione.

Poich gli organismi del regno animale presentano il sistema


enzimatico 9 desaturasi, sono in grado di sintetizzare
completamente tutti gli acidi grassi della serie 9, con una
combinazione di reazioni di allungamento e desaturazione.
desaturazione
Per quanto riguarda invece gli acidi grassi polinsaturi, i doppi
legami addizionali sono sempre separati da un gruppo metilenico,
eccezion fatta per quelli batterici.

Gli acidi grassi linoleico(6) e - linolenico (3) sono gli unici acidi
grassi essenziali, e, se assunti con la dieta, servono per la sintesi
degli altri acidi polinsaturi appartenenti alle stesse classi.

Lacido linoleico pu essere convertito in acido arachidonico via


acido -linolenico.
-linolenico Se infatti si ha unadeguata introduzione di acido
linoleico con lalimentazione, il fabbisogno di acido arachidonico
risulta essere drasticamente minore.
ACIDI GRASSI ESSENZIALI

Sono compresi in questa categoria gli


acidi grassi polinsaturi a 18 atomi di
carbonio, aventi il primo doppio
legame in posizione -3 o -6 cio a
partire dal gruppo metilico terminale
della catena carboniosa.
Sono considerati acidi grassi
essenziali in quanto il metabolismo
umano non in grado di introdurre
doppi legami in posizione 3 o 6
(dalla terminazione metilica).
Sono lacido linoleico (C18:2 -6) e
lacido -linolenico ( C18:3 -3). Da
questi due si sintetizzano gli altri
acidi polinsaturi (PUFA) con un
maggior numero di atomi di carbonio
( C 20, C 22, C 24)

Hanno importanti propriet biologiche


e sono precursori di molecole
fondamentali per lorganismo
ACIDI GRASSI TRANS: TFA

TFA negli alimenti hanno origine da tre fonti principali:

1. trasformazioni batteriche di acidi grassi insaturi nel rumine di animali ruminanti;


2. idrogenazioni industriali e deodorizzazione di oli vegetali insaturi ricchi di poliinsaturi;
3. durante il riscaldamento e la frittura di oli ad alta temperatura.

La digestione e lassorbimento dei TFA avviene in modo simile agli altri acidi grassi.

Un alto uptake di TFA (EFSA 2004) aumenta il livello di colesterolo-LDL, riduce il livello di colesterolo-
HDL e aumenta il livello dei trigliceridi
ACIDO LINOLEICO CONIUGATO (CLA)

Gli isomeri coniugati dellacido linoleico


(CLA), possiedono doppi legami coniugati
localizzati in corrispondenza dei carboni 9-
11, 10-12 e 11-13; ci consente, a tali acidi
grassi, la possibilit di assumere diverse
configurazioni geometriche (cis, trans; trans,
cis; cis, cis; e trans, trans).
Lisomero presente in maggior quantit nei
prodotti lattiero caseari e nella carne dei
ruminanti (principali fonti alimentari di CLA)
lisomero cis-9, trans-11, anche se si
possono individuare altri isomeri in minor
quantit.
quantit
Il grasso del latte in particolare lalimento
pi ricco di CLA. Gli oli commestibili e le
margarine normalmente contengono
quantit trascurabili di CLA, inferiori allo
0.01%.
Aspetti nutrizionali ed implicazioni
salutistiche
I lipidi introdotti con la dieta svolgono numerose e
importanti funzioni nellorganismo:
Veicolano le vitamine liposolubili e apportano acidi
grassi essenziali;
Costituiscono membrane cellulari e subcellulari
(fosfolipidi) e le guaine mieliniche (glicofosfolipidi);
Sono precursori di ormoni e vitamine (colesterolo) e
delle prostaglandine (acidi grassi essenziali);
Agiscono come isolanti termici, proteggono e
sostengono gli organi;
Lapporto lipidico raccomandato, calcolato per la
popolazione italiana (LARN ), ammonta al 30%
delle calorie totali nel bambino e
nelladolescente diminuisce col progredire dellet
fino al 20-25%.
Article 13(1) of
Regulation (EC) No 1924/2006
EFSA Journal 2009; 7(9):1276 [12 pp.]. doi:10.2903/j.efsa.2009.1276

Summary

The food constituent that is the subject of the health claim is linoleic
acid. The Panel considers
that linoleic acid is sufficiently characterised.

The claimed effect is blood cholesterol. The Panel considers that


the maintenance of normal
blood cholesterol concentrations is beneficial to human health.

On the basis of the data available, the Panel concludes that a cause
and effect relationship has
been established between the dietary intake of linoleic acid and the
reduction of blood
cholesterol concentrations.

In order to bear the claim a food should contain at least 15% of the
proposed labelling reference
intake values of 10 g linoleic acid per day. Such an amount can be
easily consumed as part of a
Opinion on the substantiation of health claims related to alpha
linolenic acid and maintenance of normal blood cholesterol
concentrations (ID 493) and maintenance of normal blood pressure
(ID 625) pursuant to Article 13(1) of Regulation (EC) No 1924/2006

Maintenance of normal blood cholesterol concentrations


On the basis of the data available, the Panel concludes that a cause and effect
relationship has been established between the dietary intake of ALA and the reduction
of blood cholesterol concentrations.
In order to bear the claim a food should contain at least 15% of the proposed labelling
reference intake value of 2 g ALA per day. Such amounts can be easily consumed as
part of a balanced diet. The target population is the general population.
Maintenance of normal blood pressure
In weighing the evidence the Panel took into account that the observed effects of ALA
intake on blood pressure in the human intervention studies were inconsistent, the lack
of evidence in these studies that study design, including the study size, was
appropriate to demonstrate an effect of ALA on blood pressure, that cross-sectional
studies have considerable limitations as a source of evidence for the claim, the lack of
evidence for a plausible mechanism for the claimed effect.
On the basis of the data available, the Panel concludes that the evidence provided is
insufficient to establish a cause and effect relationship between the dietary intake of
ALA and the maintenance of normal blood pressure.
Scientific substantiation of a health claim related to
docosahexaenoic acid (DHA) and arachidonic acid (ARA) and
visual development pursuant to Article 14 of Regulation (EC) No
1924/2006[1]

The scope of the application was proposed to fall under a health claim
referring to childrens development and health.

The food constituents that are the subject of the health claim are
docosa- hexaenoic acid (DHA) and arachidonic acid (ARA), which are
well characterised fatty acids which can be quantified in foods by
established methods.
The absorption of DHA and ARA is well documented.
The Panel considers that the food constituents DHA and ARA are
sufficiently characterised.

The claimed effect is the contribution to the optimal visual development


of infants and young children (from 0 to 3 years of age).