Sei sulla pagina 1di 76

LA TUPAIA, LANTENATO DELLE

SCIMMIE

Le zampe della tupaia ricordano


molto le nostre mani!

LE TEORIE DI CHARLES DARWIN


SULLEVOLUZIONISMO

LO SCALPORE SUSCITATO DA TAL


TEORIE

SE DERIVIAMO DALLE SCIMMIE


ALLORA SIAMO SCIMMIE!

LA RIFT VALLEY DAL SATELLITE

CARTA DELLA RIFT


VALLEY CHE MOSTRA
LO SPACCAMENTO
DELLA PLACCA
AFRICANA

COSA ACCADR ALLA RIFT VALLEY

LA SAVANA, LAMBIENTE TIPICO DELLA


RIFT VALLEY

ARDIPITHECUS, tra le
specie pi antiche di
scimmie bipedi (4,4 milioni
di anni fa). Trovata nel
1994, limportanza di
questa scoperta stata
rivalutata solo nel 2009.

Albero genealogico delle


specie umane. Zoomate
per i dettagli!

Donald Johanson, il
paleontologo scopritore di
Lucy (1974)

Hadar, il luogo della


scoperta di Lucy. Siamo in
Etiopia, in piena Rift

Lucy. Reperti
effettivamente
ritrovati,
ricostruzione dello
scheletro e
dellaspetto
originario.
Lucy ha 3,2 milioni
di anni ed un
AUSTRALOPITECO.

PARANTHROPUS (tradotto: a
fianco alluomo). Specie
vegetartiana evolutasi
dallaustralopiteco. Notare la
mandibola potente per
schiacciare noci e la CRESTA
SAGITTALE a cui si attaccavano
muscoli e tendini della mascella,
per imprimere pi forza.

Luogo dei
ritrovamenti dei
primi esemplari di
HOMO HABILIS,
primi membri del
genere HOMO.
Sono onnivori. Sono
vissuti 2,5 milioni
di anni fa.

Ricostruzione di HOMO
HABILIS.
Creature onnivore, sono le
prime ad utilizzare
strumenti in pietra per
favorire la caccia.

Realizzazione di un CHOPPER, strumento usato per lacerare la


carne. Con lHomo Habilis, ovvero 2,5 milioni di anni fa, comincia il
PALEOLITICO (et della vecchia pietra).

Homo Habilis, carcasse e chopper.

Espansione dellHomo Habilis e nascita dellHOMO ERECTUS (1,8


milioni di anni fa)

Luogo del
ritrovamento del
primo Homo
Erectus: Dmanisi, in
Georgia.

Cranio e ricostruzione
dellaspetto dellHomo Erectus.
Siamo ormai molto vicini al
nostro attuale aspetto!

Evoluzione degli strumenti in


pietra dellHomo Erectus. Ascia a
mano.

Scoperta del fuoco. LHomo Erectus


era in grado di mantenere vivo il fuoco
generatosi spontaneamente in natura,
ma non era in grado di accenderlo.

Evoluzione geografica
dellHomo Erectus. In
Germania nasce lHOMO
NEANDERTHALENSIS, dalla
localit di NEANDER, in
Germania. 200 000 a.C.

Comparazione tra lo scheletro di


un HOMO NEANDERTHALENSIS
(sinistra) e un HOMO SAPIENS
(destra), laltra specie evolutasi
dallHomo Erectus.
Ricostruzione dellaspetto di un
Homo Neanderthalensis.

Areale dellHomo Neanderthalensis. Probabilmente era anche in


grado di spostarsi sul mare, navigando.

Strumenti complessi adottati dalluomo di Neanderthal.

Culto dei morti,


praticato dagli
uomini di
Neanderthal.

Numero di generazioni fa che conservavano il patrimonio genetico


dellHomo Neanderthalensis. Al giorno doggi questa specie
totalmente estinta.
Tra le cause dellestinzione del Neanderthalensis, larrivo dellHOMO

Glaciazione di Wurm (15


000 anni fa circa).
Lultima grande
glaciazione.

Aspetto dellItalia
durante la
glaciazione di
Wurm.

Cause delle glaciazioni: moti anomali


della Terra.

Cause delle
glaciazioni: le
macchie solari.

Le glaciazioni
durano millenni.
Dopo la glaciazione
di Wurm ci sono
stati alcuni periodi
caratterizzati da
abbassamenti delle
temperature,
conosciuti come
piccole
glaciazioni.
Limmagine ritrae la
Fiera del Ghiaccio
di Londra, tenutasi
sulla superficie
ghiacciata del
fiume Tamigi ogni
inverno per molti
anni. A causa delle
macchie solari, il
periodo compreso
tra il 1500 e il 1800
stato definito una

Le grosse prede scomparse con la fine


della glaciazione di Wurm: i mammut,
elefanti lanosi.

Scheletro di
rinoceronte lanoso,
altro animale
scomparso con la
fine delle

Orso delle caverne, rivale


dellHomo Neanderthalensis,
scomparso con la fine delle
glaciazioni.

Iena delle caverne.

Leone delle
caverne.

Scheletro di
MEGALOCERO
(grande corno),
cervo gigantesco
dellera glaciale.
Preda lenta e facile
da cacciare per gli
uomini primitivi,
ma che scompare
con la fine delle
glaciazioni.

Leone delle caverne rappresentato nelle


PITTURE RUPESTRI. Durante le glaciazioni, gli
uomini, rintanati nelle caverne per lunghi
periodi, scoprono larte.

Altro esempio di arte


primitiva: la Venere
di Willendorf,
rappresentava la
bellezza
dellabbondanza:
essere grassi nel
Paleolitico non era
affatto facile,
dunque
rappresentava un
canone di bellezza
molto raro!

Con la fine delle


glaciazioni nasce il
MESOLITICO
(10 000 a. C. circa),
che vuol dire et
della pietra di
mezzo. Luomo si
ingegna per
cacciare le nuove
prede, pi rapide e
piccole. Le pitture
rupestri di Tassili,
in Africa, mostrano
linvenzione
dellARCO.

Nasce lallevamento.
Addomesticazione del cane.

Non siamo gli unici sulla faccia della Terra ad


addomesticare i cani. Lo fanno anche i
babbuini!

8 000 a. C.: si passa dal


Mesolitico al
NEOLITICO (et della
pietra nuova.
Strumenti pi raffinati:
la ZAPPA.

Asce a mano
maggiormente
levigate.

La cosiddetta Mezzaluna fertile, uno dei


luoghi del mondo dove nasce lagricoltura.

Vari luoghi del mondo in cui nasce


spontaneamente lagricoltura.

Esempi di piante comuni: non sono sempre state cos


come le conosciamo oggi! Questo il granturco

questo il
cocomero...

e questa la
carota.

Zalavrouga, in Siberia. Pitture rupestri che rappresentano un uomo a


caccia di alci, con arco e SCI!

Nascita dei lavoratori specializzati: alcuni uomini si


concentrano su alcune attivit, portandole a livelli
superiori. Nasce la CERAMICA nella Mezzaluna Fertile.

Rovine di CATAL HUYUK, 6000 a. C. La prima citt


della storia.

Mappa di Catal Huyuk ritrovata su un muro


della citt. Non esistevano strade, si
accedeva alle case passando dai tetti!

Graffiti di Catal Huyuk: il toro, animale simbolo della forza e della


violenza della natura, venerato dagli abitanti. Nasce la RELIGIONE.

Interno di una casa di Catal Huyuk. Un angolo della


casa era adibito al culto del toro. Il culto era
personale e privato, non esistevano templi.

Teste rituali di toro rinvenute a Catal Huyuk.

Dea della fertilit di Catal


Huyuk. Ritornano le forme
abbondanti, espressione di
ricchezza e benessere.

Illustrazione
dellinterno di una
abitazione di Catal
Huyuk. I parenti morti
erano venerati e
custoditi, sepolti,
sotto i letti. Prima
per venivano
scarnificati

nella TORRE DEL SILENZIO. I corpi, intoccabili, non dovevano


inquinare lacqua e la terra. Cos venivano portati su queste torri,
dove gli avvoltoi, creature dellaria, provvedevano alla pulizia dei
cadaveri. Questa usanza ancora in vigore tra alcune culture
orientali.

Nasce larte di plasmare i metalli, ovvero la METALLURGIA: si passa


dal Neolitico allET DEL RAME (che in Medioriente comincia nel
6000 a. C. circa).

Reperti in rame: vaso e punta


di lancia.
In basso: miniera di rame. Non
era affatto comoda!

Nel 3000 a. C. si passa allET DEL


BRONZO (lega formata da
rame+stagno)

Armi ed elmi tipici realizzati in


bronzo.

Tra il 2000 a.C. e il 1200


a.C., in varie parti del
mondo, si passa
allET DEL FERRO.
Meteorite da cui era estratto
facilmente il ferro.

Altoforno in terracotta. A causa


dellalta temperatura di
fusione del ferro, ci volevano
tecniche particolari per riuscire
a lavorare questo metallo. Il
segreto della lavorazione del
ferro era custodito da alcune
popolazioni di origine
indoeuropea.
In basso: gli Egiziani usavano
mantici pressati da piedi e
mani per tenere alto il fuoco.

Spilla in ferro ritrovata nel Sussex, Gran Bretagna.

Nel 3200 a. C. in
Mesopotamia si
inventa la
SCRITTURA.
Primi tentativi di
scrittura: segni che
ricopiano pi o meno
fedelmente gli
oggetti. Si tratta di
SEGNI
DETERMINATIVI.

Ideogrammi dellEstremo
Oriente. Sono segni concreti
che servono anche ad
esprimere idee astratte.

Nascita degli ideogrammi


cinesi dai segni determinativi.
Per questioni di rapidit, le
figure divengono sempre pi
stilizzate, fino ad assomigliare

Ci si avvicina ad una scrittura FONETICA, dove ogni carattere


replica un suono o una serie di suoni. In sumerico molte parole
comuni sono MONOSILLABI, cio sono espresse tramite uno o
due suoni. Ogni carattere che in origine indicava una parola
comincia ad essere associato ad un suono. lorigine del nostro
alfabeto.

Semplificazione dei caratteri: dovuta spesso allo strumento con il


quale si incideva sulle tavolette dargilla, ovvero lo STILO,
essenzialmente una canna di fiume intagliata a forma di cuneo.

Il cuneo predilige le rette ed i triangoli:


cos che i caratteri determinativi si
trasformano in quella che sar
conosciuta come la SCRITTURA
CUNEIFORME, cio a forma di cuneo.
Con la nascita della scrittura (3000 a.C.
circa) si abbandona la PREISTORIA e si
entra nella STORIA.