Sei sulla pagina 1di 26

Manifesto di DAISY-Net

Sintesi
Bari 23-06-2008

| |  
 | 
@
Sommario
Acronimo
Principi
Regole
Fabbisogni
Glossario

6    



Acronimo

| |  
 | 

urigine dellacrnimo
Driving Advances of ICT in South Italy-Net

DAISY-Net

Informalmente : DAISY

6    


^
Principi

| |  
 | 

Stretta Collaborazione
DAISY-Net il Consorzio che gestisce il nodo
pugliese del Centro di competenza ICT
La compagine sociale include
Lintero sistema universitario pugliese con conponenti
ICT [Politecnico di Bari; Universit di Bari;Universit di
Foggia; Universit del Salento]
33 imprese di diverse dimensioni, tutte con almeno una
sede operativa in Puglia
La rilevanza geo-sociale diventa forza competitiva
se tutti i soci collaborano strettamente avendo
chiaro
Cosa si deve dare al Consorzio
Cosa si deve avere dal Consorzio

6    


J
Prospettiva ed Attese del Ministero
Il MIUR vede il Centro di Competenza
come un Polo di Innovazione
Il MIUR si aspetta:
Levidenza che i soci credono al Centro di
Competenza come istituzione utile per le
Imprese
Il Centro di Competenza deve avere una
consistenza strutturale visibile e visitabile
anche dai potenziali utilizzatori
I Poli di Innovazione saranno finanziati
con i PuN
6    

Risposta alle Attese del Ministero
Cofinanziamento in moneta; eliminando anche le
piccole cifre che possono essere cofinanziate con
costi figurativi
Quasi tutti gli investimenti nella Sede principale
su Bari, piccolo sportello nel Salento (
diversamente da come era stato progettato)
Visibile e Vistabile
Il Centro di Competenza si dota di Grandi
Strumentazioni sia con i propri investimenti sia
con la collaborazione con i soci.
Il centro di competenza si dota di programma
operativo

6    


a
Autonomia Regionale
DAISY-Net,
in quanto socio di CC-ICT Sud, ha una sua
prospettiva nazionale
in quanto composta da soci pugliesi, ha una
prospettiva Regionale
in quanto consorzio autonomo ha una strategia
autonoma, anche, nelle modalit di spesa del
contributo ministeriale, soprattutto nel suo
piano operativo, che la differenzia dagli altri
nodi del CC-ICT Sud

6    


X
Ideologia

Potenziare gli affari, la forza competitiva e le


capacit di ciascun socio, attraverso il
lavoro insieme e gli investimenti comuni.

6    


@
ubiettivi essenziali di DAISY
Valorizzare e mettere in rete il patrimonio di competenza ,
professionalit ed esperienze delle Imprese ed Enti soci
Favorire la cooperazione tra Imprese e Enti di Ricerca
Pubblici e Privati
Analizzare ed individuare nuove opportunit impreditoriali
nel settore dellICT
Fungere da centro di riferimento per la raccolta e la
diffusione di informazioni e proposte tecniche nellinteresse
dei soci
Affiancare le imprese nelle fasi di diagnosi ed
implementazione delle scelte innovative;
Promuovere lincontro di domanda ed offerta, prima di
tutto, nel mercato interno e, in seconda istanza,nel mercato
globale

6    


@@
Favorire le modifiche della catena di
fornitura dei prodotti e dei servizi software
Favorire le PMI verso la interlocuzione diretta
con gli integratori di sistema
Cooperare con le grandi imprese con forme di
partenariato e non come sub-fornitori
Relazione tra i Poli di Innovazione
Distretto di Produzione: coordinano la produzione
distribuita
Distretto Tecnologico: stimolano e realizzano le strategie
di sviluppo
Distretto della Conoscenza/ Centro di Competenza :
scambio di competenze, conoscenze ed innovazione
tecnologica

6    


@
DAISY-Net nella Filiera dellInnovazione

6    


@
Contesto di DAISY-Net

6    


@^
Modelli comportamentale del Lavoro Insieme
Limitare il numero di capacit sostenute da ogni
impresa. Le capacit possedute
Devono essere eccellenti
Devono assicurare la diversit di business.
upen Innovation: scambio di risultati di ricerche
ed innovazioni tra imprese
Limpresa che conferisce la conoscenza ha ritorni pi
rapidi degli investimenti in ricerca
Limpresa che utilizza conoscenza conferita da altri
accelera i tempi di innovazione
Digital Business Ecosystem(DBE): organismi
semplici con capacit specifiche cooperano per
costituire organismi compositi in grado di
esprimere maggiori capacit

6    


@
Caratteristiche da dare ai DBE
urganismi primitivi costituenti i DBE: Imprese, Enti di
Ricerca e Formazione, Professionisti
Il bene prodotto da un organismo complesso deve essere
modificabile rapidamente e frequentemente come vuole la
turbolenza del mercato;i compiti degli organismi primitivi
devono essere:
delimitati nelle fasi di sviluppo
complementari;
La competizione tra gli organismi primitivi deve essere
minima; le capacit di ogni organismo primitivo devono
essere:
Rigorosamente Definite
Dimensionate per essere Sostenibili
Eccellenti
Business-Diverse

6    


@J
Caratteristiche da dare ai DBE
La cooperazione tra organismi primitivi si
effettua attraverso le specie digitali:
Componenti ed Applicazioni Software,
Servizi,
Modelli di business;
Moduli di formazione,
Competenze,
Risultati di Ricerca
Le specie digitali devono essere utili
allecosistema: le specie inutili si estinguono
gradualmente

6    


@
Il bene critico di DAISY-Net: I servizi
Definizione: un servizio un
cambiamento, in uno o pi processi di
produzione del committente, attivato dal
coordinamento ed orchestrazione di
attivit di selezionati organismi del DBE
gestito da DAISY-Net ( Ente Pubblico di
Ricerca o Imprese) con competenze che
abbiano elementi di innovativit.

6    


@a
Tipi di servizi
Scambio di tempo e capacit.
ufferta di capacit disponibili in una finestra temporale
Uso di capacit per colmare carenze temporali
Sistemi di informazioni
Sistemi per la estrazione di informazioni da dati e
contenuti non strutturati
Sistemi di formazione e di valutazione
Unit formative
Modelli di valutazione delle professionalit
Modelli per il superamento dei gap di professionalit
Software e piattaforma
Trasferimento tecnologico
Adozione di conoscenza nei processi di business

6    


@X
Requisiti dei Servizi
Stretta collaborazione tra fornitore e destinatario,
per negoziare il suo contenuto. Il servizio deve
essere facilmente adeguabilie alle esigenze
dichiarate dallutilizzatore
Asimmetria nella conoscenza dei contenuti,
lutilizzatore non conosce il suo contenuto
esattamente, quando lo conoscer potrebbe
chiedere modifiche; questo implica che il servizio
deve essere facilmente modificabile.
Simultaneit della produzione e del consumo,
spesso i servizi sono fruiti appena si producono;
questo implica che il servizio debba essere
fruibile a distanza

6    



Ruolo di DAISY-Net
Coordina i progetto o i servizi
Accompagna le imprese nel dichiarare le
loro capacit
Accompagna le imprese nel produrre i KEB
Raccoglie i dati di efficacia dei progetti a
cui partecipano i soci ed estrae le
informazioni per formalizzare lesperienza
empirica

6    


@
Fabbisogni

| |  
 | 

Experience Factory e KEB

6    



Management dei DBE

6    


^
Service Factory: Composizione delle specie
digitali

6    



Repertori
Repertorio delle capacit
Repertorio dei servizi
Repertorio delle competenze
Repertorio delle piattaforme

6    


J