Sei sulla pagina 1di 18

I mercati allingrosso dellenergia

Il disegno dei mercati elettrici


Lanalisi dellofferta di energia ci consente di distinguere le tre
diverse fasi produttive (produzione, trasmissione, distribuzione)
La separazione delle fasi opportuna dal punto di vista economico
porta allorganizzazione di mercati elettrici organizzati che si
fondano su contrattazioni bilaterali o centralizzate
Nei mercati elettrici allingrosso (borse elettriche) le vendite sono
mediate da un soggetto terzo: Market Operator
Il MO centralizza il processo di scambio organizzando domanda e
offerta al fine di ricavare il prezzo di equilibrio
Nel mercato a contratti bilaterali la contrattazione continua e non
a intervalli regolari come nel mercato organizzato

Il disegno dei mercati elettrici


I mercati a contratti bilaterali rendono pi difficoltoso il servizio di
trasporto dellenergia, soprattutto in condizioni di capacit di
trasmissione limitata
Attualmente i modelli pi seguiti sono quelli a scambi ibridi, con
presenza di una borsa elettrica e contratti bilaterali con scambi
fisici di elettricit
In questi modelli centralizzati il compito del MO non solo quello
di organizzare il funzionamento del mercato ma anche quello di
rendere efficiente e garantire il servizio di dispacciamento anche
grazie alla funzione di alcuni mercati particolari

Il disegno dei mercati elettrici


Questi mercati sono: il mercato dellenergia di riserva e il mercato
del bilanciamento in tempo reale
Tali mercati permettono al MO di garantire in tempo reale
laffidabilit del sistema
In questi modelli centralizzati il compito del MO non solo quello
di organizzare il funzionamento del mercato ma anche quello di
rendere efficiente e garantire il servizio di dispacciamento anche
grazie alla funzione di alcuni mercati particolari

Le regole e il mercato elettrico

Lobiettivo del regolatore quello di definire regole che


consentono il realizzarsi di mercati concorrenziali

I mercati elettrici tuttavia per loro natura sono incompleti e


imperfetti (cio non concorrenziali).

1. Sono imperfetti perch oligopolistici (economie di scala e barriere


allentrata)
2. Sono incompleti perch le caratteristiche del bene scambiato
complicano il trasporto e le attribuzioni dei diritti di propriet

Le regole e il mercato elettrico


Il disegno di questi mercati quindi altamente complesso
(impossibilit di immagazzinare energia, eventi straordinari,
domanda rigida)
Bisogna definire un sistema di mercati elettrici:

Mercati a pronti
Mercati a termine
Mercati con strumenti derivati

Ruolo decisivo nel disegno del mercato quello della definizione


del meccanismo di asta

Il mercato del giorno prima


Tradizionalmente i mercati spot prevedevo una consegna
immediata della merce scambiata
Nel settore elettrico il processo di generazione e di fornitura fa si
che non esista un vero e proprio mercato spot ma bens un mercato
del giorno prima
Lunico vero mercato spot quello di bilanciamento in tempo reale
Nel mercato del giorno prima il bene scambiato standardizzato e
definito per intervalli di tempo prefissati (generalmente ore)
Le offerte (nella forma semplice o complessa vengono
aggregate per ogni ora in ordine crescente di prezzo per costituire
il c.d. ordine di merito (merit order))
Le domande vengono aggregate in funzione del prezzo decrescente
Lintersezione delle due curve produce prezzo e quantit di
equilibrio del mercato

Equilibrio del mercato


Il prezzo che corrisponde al punto di intersezione tra le
schede aggregate dellofferta e della domanda viene
indicato come System Marginal Price (SMP)
Offerta Aggregata
P

P*

Domanda Aggregata
D

Mw

Prezzo dequilibrio

Equilibrio del mercato


Il SMP un prezzo uniforme per tutti i produttori
Sistemi di mercato differenti possono prevedere un prezzo non uniforme.
Nel modello pay-as-bid a ogni venditore vengono pagati i corrispettivi
prezzi di offerta dichiarati prima della chiusura dellasta (asta a prezzo
discriminato)
Il meccanismo a prezzo discriminato pu ridurre la volatilit dei prezzi
ma pu far aumentare i prezzi medi
Il meccanismo a prezzo uniforme favorisce lingresso di nuovi generatori
migliorando il grado di concorrenzialit del sistema. Tale meccanismo
pu favorire lesercizio del potere di mercato (soprattutto se loperatore
pivotale sa che il prezzo marginale sar il suo)
Riassumendo: per favorire il benessere dei consumatori sono preferibili
aste a prezzo discriminato. Per favorire la concorrenza, aste a prezzo
uniforme

I vincoli della trasmissione


Quando la domanda di trasporto dellelettricit supera la
capacit disponibile della rete si manifestano i fenomeni di
congestione nella trasmissione
Vincoli legati alla necessit di garantire la sicurezza e
laffidabilit del sistema:
Vincoli termici
Vincoli di voltaggio (rappresentano un limite allammontare del
flusso di elettricit che pu transitare lungo le linee)

In presenza di congestione pertanto possibile utilizzare i


prezzi nodali o zonali per articolare la quota della tariffa
connessa alluso della rete e gestire lordine di
dispacciamento degli impianti di generazione

Prezzi zonali
Consideriamo da prima il caso di due zone colegate da una
sola linea di trasmissione
Domanda aggregata
P

Da+Db

Offerta aggregata
P*

Sa+Sb

Mw

Prezzo di equilibrio in assenza di congestione

Prezzi in assenza di congestione


Nella zona A, in corrispondenza del prezzo di eq. lofferta pari
Qa=W mentre nella zona B Qb=V
Il livello di produzione W generato dalla zona A consente di
soddisfare la domanda zonale e di esportare lammontare X nella
zona B
Db

Da

Sb
Da

Sa

P*
X

Mw
W

Prezzo di equilibrio in assenza di congestione

Presenza di congestione

Vincolo nella capacit di trasmissione pari a Y


La zona A pu esportare solo un livello pari ad Y ed inferiore a X
La produzione nella zona A sar uguale a QFa ad un prezzo Pa
Nella zona B la presenza del vincolo determina una riduzione nelle
importazioni, che scendono a Y e porta a una maggiori produzione dei
generatori locali che producono a costi pi elevati
Db

Da

Sb

Db
Da

Sa

Pb

Pa

Mw
QFa

QFb

Prezzo di equilibrio in presenza di congestione

Presenza di congestione
I prezzi che si determinano sui due mercati sono i prezzi di offerta dei
generatori marginali delle due zone e diventa possibile evidenziare la
rendita di congestione espressa dal prodotto (Pa+ Pb)Y
Inoltre il volume dei ricavi generato dopo la gestione della congestione
deve essere uguale alla somma dei ricavi percepiti dai produttori e dalla
rendita di congestione: PaDa+PbDb= : PaQFa+PbQFb+(Pa+ Pb)Y

La gestione delle congestioni


Sui mercati allingrosso dellenergia, il sistema svolge una funzione di
monitoraggio che consiste nel verificare se lordine di merito definito sul
mercato del giorno prima compatibile con la capacit di trasmissione
della rete per ogni ora

Come abbiamo visto se la capacit insufficiente si creano delle


congestioni

Per gestire le congestioni loperatore del mercato ha due strumenti:


ridefinizione dellordine di merito
separazione del mercato

La gestione delle congestioni


Nel primo caso, loperatore del mercato pu chiedere ai responsabili
degli impianti selezionati di modificare la loro offerta nelle aree dove si
manifesta la congestione o chiamare gli impianti pi costosi (esclusi dal
merit order) nelle medesime zone dove la congestione si realizzata
La separazione del mercato possibile in corrispondenza dei vincoli della
trasmissione che si determinano
Il meccanismo (market splitting) porta a separare il mercato in
sottomercati ed a determinare i prezzi nei diversi nodi
I prezzi che si determinano nelle zone dove si manifesta la congestione
saranno pi alti rispetto a quelli che si realizzeranno nel resto del mercato

XVIII International Tor Vergata Conference on Money, Banking, and Finance 2-4 December 2009

Elementary zones aggregation


Zones

%
Zones
%
Sa
24.18% N-Cn
2.83%
Si
18.95% ITA
2.54%
N
12.15% Cn-Cs-S-Si-Sa
1.99%
N-Cn-Cs-S (Peninsula)
11.33% Cs-S-Si
1.97%
Cn-Cs-S
6.74% Cs-S
1.85%
N-Cn-Cs-S-Si
5.90% Cn
0.37%
Cn-Cs-S-Si
3.93% Cs-S-Sa
0.15%
N-Cn-Cs-S-Sa
3.30% Cs-S-Si-Sa
0.15%
Cn-Cs-S-Sa
1.35% Others
0.03%
Relative frequency of each realized aggregation zone
Period: April December 2004; Hourly clusters. # 18,885

I mercati per attivit di dispacciamento e di aggiustamento


La maggior parte dellenergia programmata e scambiata nei mercati a termine
A causa di squilibri improvvisi si pu tuttavia creare una condizione per cui
domanda e offerta non si trovano in equilibrio in tempo reale
I mercati in tempo reale per attivit di dispacciamento garantiscono al MO di
poter ri-equilibrare il sistema in qualsiasi momento. In questo mercato si
contrattano diritti di chiamata per operatori che eventualmente devono fornire la
quantit di energia aggiuntiva ad un prezzo prefissato (definizione del prezzo,
merit order)
Il mercato di aggiustamento consente invece di modificare le offerte di vendita
introducendo variazioni a quantit e prezzi precedentemente offerti sul mercato
del giorno prima. La determinazione del prezzo avviene come nel MGP.