Sei sulla pagina 1di 19

ANTICA GRECIA

I MATRIMONI
IL RUOLO DELLA DONNA
LOMOSESSUALIT

IL MATRIMONIO NELLA GRECIA


ANTICA
Veniva celebrato nel mese
di Gamelion
Era preceduto da riti
dellabbandono dellet
adolescenziale
Si celebrava una
Cerimonia che veniva
seguita da un banchetto
nuziale
Il requisito principale era
che entrambi gli sposi
dovevano possedere
la cittadinanza

LA DONNA NELLANTICA
GRECIA
ATENE

SPARTA

ATENE
ASPETTI GENERALI DELLA
CONDIZIONE FEMMINILE

La donna non aveva


nessun ruolo sociale
Non andava a scuola
Luomo poteva avere
tre donne:
1. La moglie
2. La concubina
3. Letera

VITA QUOTIDIANA DELLA


DONNA AD ATENE

La donna appartenente ad
una famiglia aristocratica :
Passava la giornata nel
gineceo
La donna di condizioni pi
umili:
Lavorava
nei campi
Vendeva
cibo e vestiti
al mercato

SPARTA
ASPETTI GENERALI DELLA
CONDIZIONE FEMMINILE

VITA QUOTIDIANA DELLA


DONNA A SPARTA

La donna godeva di
maggiori libert
rispetto ad Atene
Ruolo: generare figli
forti e validi

Frequentava palestre
Si dedicava alla danza
(es. esercizi ginnici)
Non si occupava n
della casa n dei figli

La donna secondo i filosofi:

Socrate

Platone

Visione positiva

Aristotele

Visione negativa

http://www.filosofico.net/five3.htm
http://www.instoria.it/home/socrate_aspasia.htm
http://www.liceogioia.it/EspDidattiche/DONNE/tema1.htm

SOCRATE
Socrate tuttaltro che misogino,
particolarmente ben disposto verso
le donne:
Riconosce loro una saggezza a volte
superiore alla sua ( questo il caso
di Aspasia,concubina di Pericle)
Ascolta i loro consigli

PLATONE
Platone arriva quasi ad affermare
leguaglianza tra uomo e donna:
Crede che la differenza tra i sessi sia solo
di tipo quantitativo ( per esempio luomo
ha una forza maggiore rispetto alla
donna) e non qualitativo
Ritiene che luomo e la donna debbano
ricevere la stessa educazione e svolgere
le stesse funzioni allinterno della societ

ARISTOTELE
Aristotele ha una visione completamente
opposta a quella di Socrate:
convinto della naturale disuguaglianza tra i
sessi
Afferma la superiorit delluomo sulla donna,
anche nella riproduzione (il primo portatore
del principio attivo in quanto atto a generare
nellaltro, la seconda passiva in quanto
quella che genera in se stessa e dalla quale
si forma il generato che stava nel genitore.

La donna
nella
tragedia

Sofocle
Euripide

http://www
.filosofic
o.net/anti
gonesofocl
e42.htm

http://mi
tologia.d
ossier.ne
t/medea.h

http://www.oilproject.o
rg/lezione/antigone-med
ea-e-diotima-la-donna-n
ella-tragedia-e-nella-f

SOFOCLE
Nell'Antigone (442) di Sofocle il tema
dellasepoltura del defuntodiventa la
base per evidenziare ilcontrasto
legge/sentimento.
La donna viene rappresentata
comeelemento destabilizzante
dellordine "maschile(incarnato dalle
istituzioni) in quanto portatrice della forza
inarrestabile dellistinto e degli affetti.

EURIPIDE
Altro esempio della contraddizione
maschile/femminile rappresentato
dal caso di Medea di Euripide che
rappresenta crudamente la
subalternit della condizione
femminile.

TRA UOMINI
PEDERASTIA
OMOSESSUAL
IT
TRA DONNE

SAFFO E IL
TIASO

http://luniversale.you-ng.it/2
014/05/26/lomosessualita-nella
ntica-grecia/

LOMOSESSUALIT MASCHILE
NELLANTICA GRECIA
Secondo unopinione molto diffusa, lomosessualit arrivata
nellantica Grecia con la discesa dei Dori.
Non si pu ignorare che il patrimonio mitologico ricco di esempi di
amori omosessuali mitologici.
Lamore omosessuale ha una funzione pedagogica e fa parte
dellesperienzaformativa e culturale dei giovani, uomini e donne, ed
perci rivolto verso partner pi giovani: pi giusto quindi parlare di
pederastia
Lamore tra due adulti era visto con poco favore anche se non
proibito, proprio perch esule dallesperienza pedagogica. E proprio in
virt della sua nobilt, lamore omosessuale, poteva intercorrere solo
tra uomini liberi
Per lo stesso motivo, la prostituzione maschile era punita. Lamore
omosessuale era una scelta di formazione morale e politica. La
prostituzione degradava il rapporto riducendo un cittadino a un
oggetto.

LOMOSESSUALIT TRA DONNE


NELLANTICA GRECIA
Lomosessualit femminile di diffonde nel
Tiasio, un collegio per ragazze
aristocratiche dove si impartiva
leducazione.
Lesperienza non si concludeva soltanto
con linsegnamento: il Tiasio era una vera
e propria associazione religiosa devota ad
Afrodite, con riti e cerimonie proprie e il
rapporto tra maestra e discepola
contemplava spesso lambito erotico.

SAFFO
Era una poetessa Greca vissuta a
Lesbo tra il VII e il VI secolo a.C.
Era maestra del Tiasio
Le poesie di saffo sono componimenti
rivolti a singole ragazze, non ad un
gruppo.
Le sue poesie sono dichiarazioni
damore, di gelosia

PASSIONE DAMORE
Quei parmi in cielo fra gli Dei, se accanto
ti siede, e vede il tuo bel riso, e sente
i dolci detti e lamoroso canto!
A me repente,
con pi tumulto il core urta nel petto:
more la voce, mentre chio ti miro,
su la mia lingua nelle fauci stretto
geme il sorriso.
Serpe la fiamma entro il mio sangue, ed ardo:
un indistinto tintinnio mingombra
gli orecchi, e sogno: mi sinnalza al gaurdo
torbida lombra.
E tutta molle dun sudor di gelo,
e smorta in viso come erba che langue,
tremo e fremo di brividi, ed anelo
tacito, esangue.

SIMILE A UN DIO
Simile a un Dio mi sembra
quelluomo
che siede davanti a te, e da
vicino
ti ascolta mentre tu parli
con dolcezza
e con incanto sorridi. E questo
fa sobbalzare il mio cuore nel
petto.
Se appena ti vedo, sbito non
posso
pi parlare:
la lingua si spezza: un fuoco
leggero sotto la pelle mi corre:
nulla vedo con gli occhi e le
orecchie
http://donna.nanop
mi rombano:
un sudore freddo mi pervade: ress.it/amore/saff
o-le-piu-belle-poe
un tremore

BIBLIOGRAFIA E SITOGRAFIA
Eva Cantarella, lambiguo malanno (laFeltrinelli)
Platone, Simposio
Platone, la Repubblica
Aristotele, Riproduzione degli animali
Euripide, Medea
Sofocle, Antigone
www.filosofico.net
www.nanopress.it
www.wikipedia.org
www.liceogioia.it
www.instoria.it