Sei sulla pagina 1di 34

termoterapia II parte

Termoterapia

la tecnica di terapia che utilizza a scopo


curativo gli effetti provocati dal calore
Il calore e una forma di energia (termica)
associata alla vibrazione molecolare

Esistono duo tipi fondamentali di


termoterapia:
SUPERFICIALE

altrerazione della
temperatura dei tessuti superficialiESOGENA
PROFONDA alterazione della
temperatura nella profonditENDOGENA

Trasferimento dellenergia
calorica
per CONDUZIONE,per contatto diretto e
trasferimento del calore tra un corpo piu caldo e
meno caldo
per CONVEZIONE, trasferimento di energia
avviene tra un fluido (liquido o gas) ed un solido in
moto relativo uno rispetto allaltro: pertanto al
fenomeno della conduzione si sovrappone il
trasporto di energia operato dalle particelle in
moto
per IRRADIAZIONE, quindi irragiamento termico

1.METODO

CONDUTTIVO ( il caldo si
applica direttamente sulla pelle tramite
impacchi caldi, vapore, acqua calda, etc)

2.METODO

D' IRRADIAZIONE ( l'energia si


trasmette tramite raggi di luce come lampade
a raggi infrarossi, laser)

3.METODO

CONVERSIVO (conversione
della elettroenegia in calore nei tessuti del
paziente)

Mezzi

solidi:
sabbia, fango, termoforo, fieno, argilla

Mezzi liquidi:
idroterapia, paraffinoterapia

Mezzi

gassosi:
forni Bier, sauna, bagno turco, grotte

APPLICAZIONE DELLA
TERMOTERAPIA

Pu essere applicata in varie forme: con


applicazioni generali di aria calda (secca o umida),
con applicazioni locali di calore secco (mediante
termofori, borse calde, forno alla Bier ecc.) o di
calore umido (mediante impacchi, cataplasmi), con
bagni dacqua, di sabbia, con applicazione di fanghi.
Si possono considerare termoterapie anche le
diverse forme di terapia fisica intese a provocare un
aumento di calore direttamente nel contesto dei
tessuti, come la diatermia, lelettroterapia, la
marconiterapia, lultrasuonoterapia.

Effetti fisiologici e terapeutici


del calore

I maggiori fattori che determinano il numero e


lintensit delle reazioni fisiologiche al calore sono:
- il livello della temperatura tessutale (il range
terapeuticamente efficace si estende dai 40 ai
45,5C);
- la durata dellaumento della temperatura;
- la velocit con cui aumenta la temperatura;
- lestensione dellarea trattata.

Risposte fisiologiche al calore


superficiale
vasodilatazione
aumento

temperatura corporea
aumento metabolismo cellulare
diminuzione tono muscolare
diminuzione rigidita articolare
diminuzione dolore
diminuzione della viscosita dei liquidi
biologici

Risposte fisiologiche al calore


profondo (ipertermia)
riscaldamento

diretamente proporzionale
allintensita concentrato sullarea di
applicazione
maggiore riossigenazione dei tessuti lesi con
conseguente accelerazione dei processi di
guarigione

Indicazioni

Indicazioni
malattie

croniche e degenerative delle


articolazioni,
esiti di traumi dopo la fase acuta,
spasmi e dolori muscolari localizzati,
alcune nevriti.
Prima di applicare altre tecniche di
fisiochinesiterapia come mobilizzazioni,
esercizi attivi e passivi, trazioni, massaggi,
elettrostimolazioni, si pu applicare il caldo.

Controindicazioni generali alla


termoterapia
Traumi

recenti, emorragie in atto, ematomi


(effetto vasodilatatore del calore)
Deficit circolatori arteriosi
Neoplasie
Ipo-anestesia cutanea
Processi infiammatori acuti
le malattie cardiache
febbre
edemi

Controindicazioni generali alla


termoterapia
Il

calore non va applicato sugli organi genitali,


alladdome o sulla regione pelvica durante le
mestruazioni o quando vi sia ragione di
temere emorragie (es.: disturbi intestinali di
tipo ulcerativo)

Forno alla Bier


Sono

delle cassette di legno termicamente


isolate o di metallo, rivestita internamente ed
esternamente di materiale antincendio: ha
forma diversa a seconda della parte del corpo
che deve contenere ( esistono 3 dimensioni ) e
la sorgente di calore e lampada ad alcol o a
incandescenza, la temp. raggiunta e di 110130 C e viene tollerata perch si tratta di calore
secco.

Applicato

in forma parziale, con temperatura


massima di 120 e in forma totale con
temperature massime tra i 60 e gli 80 gradi.

Tempo

di applicazione per la
termoterapia esogena:
20 minuti circa , seguite da un graduale
raffreddamento di 15 min.
Ciclo:
da 10 a 20 sedute giornaliere (meglio
ancora se eseguite ogni secondo giorno) ;
ripetibili dopo 14 giorni circa

Indicazioni :
processi artrosici a varia localizzazioni
artriti croniche
reumatismo cronico
lombalgia e lombosciatalgia
fibrositi, borsiti, edemi e versamenti articolari
contratture muscolari e mialgie
rigidit articolare post-traumatica, rigidit da
gesso
preparazione a massoterapia.

Controindicazioni :
febbre
malattie infettive e infezioni in genere
problemi di pressione
problemi al cuore
tubercolosi
diabete
varici e vene varicose
tumori
gestazione e cicli mestruali
osteoporosi marcata.

Impacco caldo
impacchi

di fango a base di peloide,


impacchi di erbe medicinali
impacchi di paraffina.
impacco caldo-umido

Effetti dellimpacco caldo sulla


salute:

Accelera il flusso sanguigno nei tessuti e migliora la


mobilit articolare
Migliora lapporto di ossigeno e allevia il dolore
Accelera leliminazione delle tossine dal corpo
Aiuta nei problemi di tipo reumatico e degenerativo
Riduce la tensione muscolare

Limpacco di fango
E

un impacco con peloide di bentonite o altri


tipi di argilla.
Limpacco caldo ha effetto sulle malattie di
tipo reumatico, degenerativo ed altre, dove si
consiglia una terapia termica.
Limpacco a temp. ambiente e indicato per
traumi sportivi con ematomi

Limpacco di erbe

Con

una combinazione scelta di erbe naturali


pu essere apposto su diverse parti del
corpo. Con questo si allevia il dolore nei
muscoli e nelle articolazioni, con
lapplicazione sul petto si riduce il problema
di raffreddore o bronchite cronica.

Indicazioni

lombalgie: miorilassanti e quindi alleviano il dolore

reumatismi: gli impacchi regolari e a lungo termine


possono favorire l'eliminazione dei depositi gottosi e
reumatici.
Le zone pi adatte a questa applicazione sono: schiena,
nuca, ginocchia e articolazioni della spalla

Controindicazioni
sulle

ferite aperte,
episodi reumatici acuti.