Sei sulla pagina 1di 7

Monitoraggio del contenuto in

Vitamina C,
nel succo di limone di alcune localit
del comprensorio apuano

Caratteristiche e finalit del progetto :


Si analizzato il succo di limone relativo a piante coltivate in alcune
localit del comprensorio apuano, posizionate in modo tale da ricevere, in
media, la stessa quantit di luce. Sono state individuate 8 localit:
Montignoso (relativamente alla porzione di territorio attraversata da via
Romana), Rinchiostra (localit massese a met strada fra il centro storico
ed il mare) Zecca (quartiere massese vicino al centro storico),
San Carlo (localit massese submontana), Lavacchio (localit massese
collinare), Ricortola (localit massese vicina al mare), Nazzano
(localit carrarina a met strada fra il centro storico ed il mare) e
Marciaso (localit lunigianese).
Per ogni localit sono state individuate 5 piante che, ci hanno assicurato,
non sono state trattate con concimi chimici sintetici. Per ogni pianta sono
stati analizzati 5 limoni. In definitiva, per ogni localit, sono stati
predisposti 5 campioni ognuno dei quali stato ottenuto dalla spremitura
di 5 limoni. Ogni campione stato analizzato da 3 allievi differenti ed ogni
allievo ha eseguito tre titolazioni iodimetriche, per un totale di 9 titolazioni
per campione e 45 titolazioni per localit di provenienza.

Descrizione del metodo dindagine e risultati:

+ 2 H+ + 2 e -

Fig.A

Fig.B

Lacido ascorbico (formula bruta C6H8O6), pi comunemente noto con il nome di Vitamina C, ha
la struttura riportata nella figura A. Allo stato puro, a pressione e temperatura ambiente, si
presenta come un solido bianco cristallino che ha unelevata solubilit in acqua. Da un punto di
vista chimico, la caratteristica pi importante quella di ossidarsi facilmente ad acido
deidroascorbico (formula bruta C6H6O6), la cui struttura riportata nella fig. B. Ossidandosi la
vitamina C cede 2 elettroni per cui :
M.E. Vitamina C = M.M./2 = 176/2 = 88 g/eq
Il processo di ossidazione rallentato alle basse temperature e da un ambiente acido, mentre
favorito alle alte temperature, in ambiente alcalino, per azione della luce ed in presenza di ioni
metallici quali Cu+2 e Fe+3, che fungono da catalizzatori.

Determinazione iodimetrica dellacido ascorbico (Vitamina C)


contenuto nel Succo di limone
Si ricorre ad una titolazione redox e si usa lo iodio come agente ossidante. Lambiente deve essere

IODIO

SALDA
DAMIDO

SUCCO DI LIMONE

adeguatamente acido per permettere la stabilizzazione della vitamina C ed il succo di limone contiene
di per s la quantit sufficiente di acidi organici atti a determinare il pH desiderato.
Si controllata la validit del metodo analizzando soluzioni standard contenenti una concentrazione di
acido ascorbico analoga a quella riportata in letteratura per il succo di limone : 50 mg di vitamina C
per 100 g di succo. Le analisi sono state accompagnate da un errore percentuale relativo compreso fra
lo 0.2 e lo 0.5%.
1.Il succo di limone ottenuto per spremitura viene sottoposto a centrifugazione, al fine di eliminare il
materiale in sospensione. Si preleva il surnatante che sar poi sottoposto ad analisi.
2.Si prelevano 10 mL di una soluzione di I2 ~ 0.1000 N preparata precedentemente, si pongono in un
pallone da 1000 mL e si porta a volume.
3.In una beuta da 100 mL si pone una quantit di succo di limone compresa fra 1.7000 e 2.0000
grammi
4. Si diluisce il succo di limone con acqua distillata
5.Si aggiunge salda damido e si titola con la soluzione di iodio indicata al punto 1

Strumenti :
1.

bilancia analitica digitale

2. buretta da 50 mL (divisioni 0.1


mL)
3.

beuta da 100 mL

4.

pipetta Pasteur

Materiali :

5.

centrifuga

1.
soluzione di I2 ~
0.001 N

6.

provette da centrifuga

2.

salda damido

3.

succo di limone

4.

acqua distillata

Si calcola la quantit di vitamina C contenuta nel campione e poi la


percentuale:
gVitamina C = Niodio . (mLiodio / 1000) . 88
gVitamina C : gsucco di limone = X : 100
%Vitamina C = (Niodio . mLiodio . 8.8)/gsucco

e ora si elaborano i dati


IL PROF.

Dati relativi a : Ricortola, Marciaso, Rinchiostra, Montignoso, Lavacchio,


Nazzano, San Carlo, Zecca.

Conclusioni
A seguito della elaborazione statistica dei dati si
sono avuti i seguenti risultati :
Localit di provenienza
del succo di limone

mg
di
vitamina
C
contenuti in 100 g di succo

Intervallo fiduciale

Montignoso

69

0.0002

Zecca

58

0.0002

Rinchiostra

53

0.00002

Lavacchio

52

0.0003

Nazzano

51

0.0002

Marciaso

49

0.00002

Ricortola

49

0.0002

San Carlo

45

0.00002

Questi dati ci permettono di affermare che, introducendo con la dieta 100 g di succo di
limone della localit Zecca, ad esempio; si ha la probabilit del 99.7% di assumere un
quantitativo di vitamina C oscillante fra 0.057 e 0.059 grammi.